Connect with us
Pubblicità

Italia ed estero

Quando la realtà imita le serie tv: la politica ai tempi di Game of Thrones

L'Iran gioca a un mortale Game of Thrones”, dichiarò l'anno scorso il primo ministro israeliano, Benjamin Netanyahu, davanti al Congresso americano, descrivendo la minaccia che l'Iran costituisce per Israele e per  il mondo intero con un esplicito riferimento alla serie di successo planetario prodotta dall'emittente americana HBO.

Pubblicato

-

Pubblicità

Pubblicità

L'Iran gioca a un mortale Game of Thrones”, dichiarò l'anno scorso il primo ministro israeliano, Benjamin Netanyahu, davanti al Congresso americano, descrivendo la minaccia che l'Iran costituisce per Israele e per  il mondo intero con un esplicito riferimento alla serie di successo planetario prodotta dall'emittente americana HBO.

Dall'11 settembre 2001 il mondo è cambiato e così è cambiato anche il modo di raccontarlo sul piccolo schermo. La geopolitica ha invaso la televisione e i nostri immaginari. Le serie televisive sono diventate un qualcosa di maledettamente serio: i loro realizzatori non si accontentano più di rappresentare in maniera fedele la realtà. Sono diventati i migliori analisti del mondo contemporaneo, anticipano gli eventi, con la forza della loro intuizione e il potere della loro immaginazione.

Mettono a nudo le nostre paure di fronte a un mondo che non riusciamo più a riconoscere.

Pubblicità
Pubblicità

In tal senso, Game of Thrones (Il Trono di Spade) è la serie televisiva che più di tutte ha reso in modo così vivo e reale il terrore della società moderna di fronte al declino della civiltà occidentale e al ritorno del caos e delle barbarie.

In uno scenario immaginario e medievale, le più potenti e nobili famiglie si fanno la guerra per mantenere o conquistare il Trono di Spade dei Sette Regni, mentre il mondo viene minacciato dall'arrivo di un inverno senza precedenti, che risveglierà creature leggendarie dimenticate, pronte a invadere e distruggere il mondo civilizzato.

Una trama che può essere usata per spiegare il declino del continente europeo, dove è impossibile agire uniti contro le minacce esterne, perché la politica tradizionale è troppo indaffarata a mantenere lo status quo e gli Stati membri sono troppo impegnati a farsi la guerra a colpi di nazionalismo.

Pubblicità
Pubblicità

L'inverno sta arrivando”, leitmotiv della serie, è una profezia che ben riflette la nostra paura di fronte a un mondo che non riusciamo più a comprendere. Se in Game of Thrones il pericolo viene da nord ed è costituito da delle creature immaginarie dotate di poteri sovrannaturali, nella realtà in cui viviamo sono molte le minacce che negli ultimi anni hanno testato la capacità di tenuta della nostra società: la crisi economica che ha svelato l'impotenza della classe politica, il terrorismo, l'invasione dei migranti, il riscaldamento globale.

Non c'è messaggio, non c'è soluzione, non c'è morale in Game of Thrones. Chi fa del bene è condannato a pagare un caro prezzo. Jon Snow, uno dei pochi personaggi positivi, mette in salvo le popolazioni che vivono al di là della barriera, minacciate dal risveglio delle creature leggendarie. Un atto di coraggio che gli costa il tradimento dei suoi compagni, che lo pugnaleranno uno a uno.

Allo stesso modo, la cancelliera tedesca Angela Merkel, figlia di un pastore protestante, ha seguito il suo istinto aprendo le porte della Germania ai migranti e ora sta pagando un carissimo prezzo a livello politico.

I punti in comune tra realtà e finzione non finiscono qui. Game of Thrones è un susseguirsi di esecuzioni cruente, decapitazioni in piazza e trepidanti attese per la prossima spettacolare morte. Un Medioevo che troppo somiglia all'odierno Medioriente, dove i miliziani dell'Isis sembrano aver preso spunto dalla serie per terrorizzare l'opinione pubblica mondiale.

È vero, “l'inverno sta arrivando”. Solo una controffensiva che ponga fine alle dinamiche di potere attuali, unendo i vari popoli in uno sforzo comune per rispondere alle sfide che minacciano il nostro futuro, può scongiurare il caos.

Solo così la realtà riuscirà a superare la finzione.  

Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
Trento3 minuti fa

Sergio Mattarella apre all’autonomia, Fugatti: “Ora risolvere i conflitti sull’interpretazione delle norme”

Trento9 minuti fa

Circonvallazione ferroviaria Trento: pian piano la verità viene a galla

Ambiente Abitare26 minuti fa

COP27, la Conferenza ONU sui cambiamenti climatici: Tonina a confronto con la delegazione dei giovani trentini

Valsugana e Primiero51 minuti fa

Frontale tra due vetture, una abbatte un palo telefonico: feriti i due conducenti

Val di Non – Sole – Paganella1 ora fa

La Fondazione Ivo de Carneri raccoglie fondi per due nuovi progetti con regali solidali

Riflessioni fra Cronaca e Storia1 ora fa

Un appello al papa, per una tregua di Natale, come fece De Gasperi

Trento2 ore fa

Firmato il protocollo di intesa con il comparto Sanità – area della categorie

Trento12 ore fa

100 anni di Itea: concluso il concorso “Scuole in copertina”

Trento12 ore fa

A22, finanza di progetto: via libera del Ministero per 7,5 miliardi di euro di investimenti

Trento13 ore fa

Gruppo italiano interparlamentare, Ambrosi: «Mia elezione a vicepresidente grande onore e responsabilità»

Ambiente Abitare14 ore fa

Gli studenti, grazie a un fumetto, insegnano agli adulti come difendersi dalle alluvioni

Val di Non – Sole – Paganella15 ore fa

Attraversamento dell’abitato di Romallo, aggiudicati i lavori per la messa in sicurezza

Val di Non – Sole – Paganella15 ore fa

Mobilità sicura e scorrevole sulla statale 42 del Tonale: una rotatoria per lo svincolo Ossana-Peio

Giudicarie e Rendena15 ore fa

Giudicarie: fermato 3 volte in pochi giorni sprovvisto di patente

Rovereto e Vallagarina16 ore fa

“Giotto e il Novecento”: a cavallo tra passato e futuro, una mostra sorprendente

Valsugana e Primiero3 settimane fa

Monica Cadau perde il ricorso al TAR e dovrà risarcire il comune di Borgo e il Ministero

Trento3 settimane fa

A Trento è arrivata “Pokè Monade”, la Poke trentina!

Io la penso così…5 giorni fa

Coredo: «I maiali che mangiavano fango: il veterinario si dimetta»

Trento2 settimane fa

Avvistato un branco di lupi tra Centa San Nicolò e Caldonazzo

Val di Non – Sole – Paganella2 settimane fa

Morte neonato a Cles: era già successo 42 anni fa

Trento4 settimane fa

Occupa abusivamente 3 parcheggi da anni e nessuno fa nulla

Trento2 settimane fa

I pendolari della sanità trentina: «È l’unico modo per curarsi e rimanere in vita»

Trento7 giorni fa

Gallerie Martignano: da dicembre saranno attivi gli autovelox

Val di Non – Sole – Paganella4 settimane fa

Massimiliano Lucietti è morto mentre era a terra per sparare

Trento4 settimane fa

Le sconcertanti e imbarazzanti parole di Antonio Ferro sulle Oss trentine

Le ultime dal Web3 settimane fa

Tesla Model Y impazzita uccide due persone – IL VIDEO

Val di Non – Sole – Paganella3 settimane fa

Non più lezioni, ma esperienze in montagna. A Molveno apre la nuova «Non scuola di sci»

Trento4 settimane fa

Non poteva essere l’avvocato della Provincia di Trento. La corte dei Conti chiede 113 mila euro di risarcimento a Giacomo Bernardi

Val di Non – Sole – Paganella3 giorni fa

Paura nella notte a Cles: a fuoco un’abitazione in zona Spinazzeda

Trento3 settimane fa

Gardolo: autobus va contro un’auto, manda a quel paese il guidatore e scappa

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Categorie

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

di tendenza