Connect with us
Pubblicità

Trento

Rissa fra Burli e Casagranda, arriva anche la Polizia

Sono quasi arrivati alle mani Ezio Casagranda segretario di sindacati multicategoriali e Paolo Burli segretario della Cgil Trentina. Il tutto è successo in via del Garda a Rovereto e, per sedare la possibile rissa e il nervosismo è dovuta intervenire anche la polizia. 

Pubblicato

-

Sono quasi arrivati alle mani Ezio Casagranda segretario di sindacati multicategoriali e Paolo Burli segretario della Cgil Trentina. Il tutto è successo in via del Garda a Rovereto e, per sedare la possibile rissa e il nervosismo è dovuta intervenire anche la polizia. 

I momenti di nervosismo sono iniziati quando una ventina di dipendenti della Manutencoop, ditta che ha in appalto i servizi di santificazione dell’ospedale Santa Maria del Carmine di Rovereto, e aderenti a Usb, con bandiere  e striscioni ha organizzato una manifestazione di protesta con distribuzione di volantini davanti alla sede della Cgil.

Motivo della contestazione la mancata istituzione in Manutencoop della Rsu, la rappresentanza sindacale unitaria, un organismo a base elettiva che raccoglie i rappresentanti sindacali nei luoghi di lavoro. La cosa non deve essere andata a genio a Paolo Burli che dopo essere uscito dagli uffici ha cominciato ad inveire pesantemente contro i manifestanti e dopo alcuni minuti ha chiamato le forze dell'ordine. A suo dire la manifestazione si stava svolgendo su suolo privato, da qui quindi l'allerta per la polizia. 

Pubblicità
Pubblicità

«Così facendo i sindacati confederali reggono la sponda alla Manutencoop che, nonostante USB Lavoro Privato conti una ventina di iscritti (su 80 dipendenti) non riconosce il diritto a queste lavoratrici di avere una rappresentanza sindacale»afferma Casagranda

«Oggi le lavoratrici ed USB Lavoro Privato hanno voluto denunciare alla pubblica opinione la doppia faccia di un sindacato  – aggiunge Casagranda – che, nel mentre raccoglie firma sulla “carta dei diritti” nei fatti nega ad altri lavoratori quei diritti sindacali per cui raccoglie le firme».

Stupisce la reazione di Burli, infatti Immediatamente il responsabile della Cgil è sceso in strada per dire ai manifestanti che eravano sulla proprietà privata della Cgil invitandoli a spostarsi sulla pubblica strada altrimenti avrebbe chiamato i carabinieri. I manifestanti hanno rispedito al mittente la richiesta di Burli ribadendo il dritto delle lavoratrici di esprimere il loro dissenso verso il comportamento antidemocratico della Filcams Cgil.

Pubblicità
Pubblicità

«Un comportamento che dimostra come la Cgil sia caduta in basso. Nei mesi scorsi abbiamo volantinato davanti alla Marangoni ma nessuno è uscito per dirci di spostarci sulla strada perché dove eravamo era di proprietà del Marangoni» conclude Casagranda

Nel pomeriggio, il segretario  FILCAMS Caramelle, è intevenuto sulla questione accusando e stigmatizzando il comportamento di USB.

Secondo USB è innegabile la confusione ideologico sindacale di determinati funzionari, i quali si appellano a normative che non pregiudicano quanto richiesto dalle lavoratrici. In data 3 febbraio 2016, le lavoratrici hanno raccolto una cinquantina di firme con le quali si chiedeva alle cortesi OS CGIL, CISL e UIL di avviare l’elezione delle RSU nel cantiere Manutencoop presso l’Ospedale di Rovereto. Il regolamento da applicare per USB è l'accordo del 10 gennaio 2014 che cita testualmente: (“Parte 2 comma 1) Ambito ed iniziativa per la costituzione

"Rappresentanze sindacali unitarie possono essere costituite nelle UNITA’ produttive nelle quali il datore di lavoro occupi più di 15 dipendenti, ad iniziativa delle organizzazioni sindacali di categoria aderenti alle Confederazioni firmatarie dell’Accordo interconfederale del 28 giugno 2011, del Protocollo 31 maggio 2013 e del presente accordo interconfederale. … Hanno potere di iniziativa anche le organizzazioni sindacali di categoria firmatarie del c.c.n.l. Applicato nell’unità produttiva..“

USB poi cita anche la carta dei diritti,  – termina la nota – dove l'articolo 23 comma 1 riporta, "Tutti i lavoratori hanno il diritto di organizzarsi liberamente..”? USB non si fletterà ai voleri dei potenti ma mobiliterà sempre più lavoratori nelle piazze e li unirà eliminando l’individualismo rilanciando il proletariato verso una confederalità sociale compatta. Rispondiamo in fine che Noi diamo visibilità ai lavoratori e alle lavoratrici, questo perchè Loro sono USB e non i funzionari e di sicuro non mettiamo a tacere ciò che potrebbe essere scomodo o in contrasto con i poteri.

Pubblicità
Pubblicità

  • Pubblicità
    Pubblicità

Necrologi

  • Pubblicità
    Pubblicità

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

  • Arriva la sedia per sedersi a gambe incrociate ed evitare fastidiosi mal di schiena
    Nonostante la frenesia che caratterizza ogni città, lo stile di vita sedentario di molte persone è piuttosto comune, visto che la maggior parte delle ore si passa fermi e seduti davanti alla scrivania. Questo con il tempo può portare danni più o meno seri al fisico. Infatti, il rischio di incorrere in spiacevoli mal di […]
  • La nuova vita dei treni notturni, viaggiare sostenibile e comodo
    Dopo anni i treni notturni tornano di moda. Ultimamente infatti, in Europa hanno rincominciato ad essere più frequentanti e richiesti i treni notturni che permettono di spostarsi tra le principali città durante la notte, dormendo in un vagone dedicato. L’aumento della domanda rispetto a questo servizio è stata tale da spingere molte imprese ferroviarie a […]
  • Panchine giganti in Italia: la ricerca di un’incredibile esperienza
    Colorate, grandi e affacciate su panorami mozzafiato. Si parla delle Big Bench, ovvero delle panchine giganti, un fenomeno ideato dal designer americano Chris Bangle che nel giro di pochi anni si è diffuso in tutto il Bel Paese. Queste installazioni fuori scala, posizionati in piccoli luoghi di sconosciuta bellezza, cambiano la prospettiva del paesaggio, rendendo […]
  • Allargare le braccia e toccare due continenti: le splendide possibilità dell’Islanda
    Per molti, l’America è quel continente lontano ore ed ore di volo, ma sulla Terra esiste un luogo dove Europa ed America sono talmente vicine da essere toccate contemporaneamente, semplicemente allargando le braccia. Questo luogo pazzesco si trova in Islanda ed è considerato uno dei luoghi più spettacolari del mondo. La Silfra Fissure, patrimonio naturale […]

Categorie

di tendenza