Connect with us
Pubblicità

Trento

Persone con disabilità e comunità. Per condividere una nuova via

Da invisibili e relegati ai margini a utenti di prestazioni di cura e assistenza, talvolta fortunati in una logica inclusiva. Per le persone con disabilità – il 5% della popolazione italiana, circa il 3% in Trentino, dati Istat, e le loro famiglie è stata questa una conquista del welfare negli scorsi decenni.

Pubblicato

-

Da invisibili e relegati ai margini a utenti di prestazioni di cura e assistenza, talvolta fortunati in una logica inclusiva. Per le persone con disabilità – il 5% della popolazione italiana, circa il 3% in Trentino, dati Istat, e le loro famiglie è stata questa una conquista del welfare negli scorsi decenni.

Ora è tempo di provare a fare un passo oltre, di trovare una nuova via. E non solo perché le risorse delle istituzioni a disposizione non potranno più garantire in futuro assai prossimo la risposta a vecchi e nuovi bisogni, ma anche perché deve essere riconosciuto che le persone con disabilità sono esse stesse, come sancito dalla carta dei diritti dell’Onu, Immaginabili Risorse.

Nome evocativo che richiama il network formato da sessantatré soggetti promotori, di cui la Cooperativa sociale La Rete è referente per il Trentino, nato per confrontarsi attorno alla capacità dei servizi attivi nell’ambito della disabilità di generare valore sociale del territorio.

Pubblicità
Pubblicità

Dopo l'appuntamento di Milano che si e tenuto nelle scorse settimane cui hanno partecipato più di 600 persone, la nuova via tracciata dal network immaginabili risorse sarà presentata venerdì 6 maggio a Trento nel cuore della città (sala Falconetto, via Belenzani) nel convegno Disabilità e comunità. Per condividere una nuova via, momento di riflessione e confronto organizzato dalla Cooperativa Sociale La Rete in collaborazione con il Comune di Trento, Con.Solida e Cnca Trentino Alto Adige, con il supporto di Dolomiti Energia e Fondazione Cattolica Assicurazioni.

La nuova via che si proverà a condividere si fonda sull'idea che anche le persone con disabilità e i servizi che se ne occupano possano (e debbano) avere un ruolo importante nel contribuire a rendere civile la vita di tutti, e che quando i servizi e le progettualità legati alla disabilità riescono ad esprimere una presenza attiva nella costruzione della qualità della convivenza si aprono possibilità impensabili di coinvolgimento e disponibilità del tessuto sociale nei confronti della domanda di vita dignitosa che proviene dalle persone con disabilità e dalle loro famiglie, incrementano il capitale sociale dei territori.

Oltre all’assessore alle politiche sociali del Comune di Trento, Maria Chiara Franzoia, interverranno al dibattito Carlo Francescutti, coordinatore dell’Osservatorio Nazionale sulla condizione delle persone con disabilità e Maurizio Colleoni, referente scientifico della rete di Immaginabili Risorse. La mattinata sarà coordinata da Mauro Tommasini, direttore della cooperativa sociale La Rete.

Pubblicità
Pubblicità

Arti teatrali ed espressive arricchiranno il convegno con brevi performance a tema.

Testimonianze, racconti ed esperienze verranno condivise liberamente nella seconda parte della mattinata da parte di diverse realtà e soggetti – famigliari, persone con disabilità, rappresentanti di enti pubblici e delle imprese.

Maggiori informazioni su www.cooplarete.org

Pubblicità
Pubblicità

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

  • Pubblicità
    Pubblicità

Categorie

di tendenza