Connect with us
Pubblicità

La Sfera e lo Spillo

Inter perde il pass Champions, Milan a rischio il sesto posto

Pubblicato

-

Pubblicità

Pubblicità

 

Nella ricorrenza della Festa dei lavoratori, la contesa in evidenza è tra i seguaci dell’Aquila e gli ammiratori della Beneamata. Il posticipo serale nel giorno in cui si festeggia San Giuseppe.

E’ la sfida tra il tecnico di Jesi e quello di Piacenza.

Pubblicità
Pubblicità

Il Mancio, pupillo prediletto di Sven-Goran Eriksson, è un ex della compagine di Via Santa Cornelia.

Simone Inzaghi, subentrato in corsa, guida il club di Claudio Lotito. E’ un ambiente, quello capitolino, in parte depresso e sfiduciato, senza particolari obiettivi di fine stagione (qualche chance di accedere nel tabellone d’oltreconfine).

Roberto Mancini torna nella capitale, contro il suo passato illustre; nella veste di giocatore (dal 1997 al 2000) giocando 87 partite segnando 15 reti. A bordo campo, guida la ciurma con le mostrine da caoch (dal 2002 al 2004); è all’ombra del già citato Eriksson nel torneo 2000-2001.

Pubblicità
Pubblicità

-l’atmosfera

Domenica 1 maggio ore 20.45 si celebra allo stadio Olimpico la disputa tra SS Lazio e FC Internazionale Milano.

La serata meteo, a Piazza Venezia è ambrata, lo sky è parzialmente coperto e la temperatura misurata di quindici gradi centigradi.

I laziali si presentano sul green del Foro Italico dopo la sconfitta contro il Doria (2-1) in terra ligure. La Beneamata è reduce dal tris (3-1) del Meazza inflitto ai friulani di Luigi De Canio.

-le formazioni e l’arbitro:

La guida tecnica di Formello disegna il modulo 4-3-3 con Marchetti tra i pali. Il pacchetto arretrato è composto da Basta, Bisevac, Gentiletti e Konko; il centrocampo con Onazi, Biglia e Lulic; il trio offensivo con Candreva, Klose e Keita.

L’arbitro è Luca Banti della sezione AIA di Livorno, coadiuvato da Barbirati e Meli. Il quarto uomo è Vuoto. I giudici di linea sono Orsato e Cervellera.

La guida tecnica della Pinetina sceglie il modulo 4-2-3-1 con lo sloveno Handanovic in porta. Il reparto difensivo confezionato da D’Ambrosio, Miranda, Murillo e Nagatomo; davanti alla retroguardia si dispongono i gladiatori, Medel e Kondogbia; in attacco, Brozovic, Jovetic e Perisic supportano il puntello Icardi.

-i numeri

Nella disputa del girone d’andata giocata, in riva ai Navigli, è vittoria biancazzurra (1-2) con la doppietta di Antonio Candreva e la rete di Mauro Icardi.

E’ la partita numero 83 tra gli aquilotti e i bauscia giocata nella città eterna: sono 30 i successi dei biancocelesti, 22 sono le vittorie dei lombardi, 30 i pareggi.

Il percorso del tecnico di Piacenza è caratterizzato da 13 vittorie, 9 pareggi e 13 sconfitte. Gli undici del coach jesino, vantano19 gli incontri vincenti, 7 sono i pareggi e 9 le disfatte.

Quarantacinque (nono miglior attacco) sono le reti realizzate e quarantasette (tredicesima difesa) quelle subite dai padroni di casa. Quarantasette (settimo miglior attacco) sono quelle all’attivo e trentadue (terza difesa)quelle al passivo per i bauscia.

Le due compagini si presentano, prima della disputa, rispettivamente al nono (a quota 48 punti) e al quarto posto (64 punti) nella volata finale.

-la cronaca:

La sfida tra SS Lazio e FC Inter termina con la vittoria dei biancocelesti (2-0).

Dopo la notte romana i nerazzurri rinunciano aritmeticamente al terzo posto e ridimensionano le ambizioni europee (di Champions League).

Gli aquilotti confezionano una prestazione impetuosa e gagliarda. La mediana è attenta ed equilibrata sorretta da Lucic.

La squadra di casa mena la danza dal primo minuto, manifesta un buon possesso palla e mette alle corde gli undici del Mancio.

Il tempo di annotare le prime schermaglie tattiche che il bomber Miroslav Klose trafigge la difesa di Handanovic con la collaborazione di Lulic (al minuto 8).

I milanesi accusano il colpo e privi di reazione nervosa subiscono le scorribande di Keita e compagni.

Il portiere sloveno è decisivo vanificando il raddoppio laziale a più riprese.

Dopo la ricreazione e il tè caldo, la truppa di capitan Biglia spinge con giudizio. Il reparto d’attacco è spumeggiante. La linea bassa è guardinga e concede esigue ripartenze.

L’arbitro Banti allontana Simone Inzaghi (per proteste) dopo un contatto in area tra Keita e Medel e la relativa ammonizione (simulazione) comminata all’attaccante senegalese.

Il match è aperto e frizzante. I nerazzurri salgono di tono ma non trovano gli sbocchi profondi. La Beneamata si posiziona sul green, rientra in partita con intensità senza graffiare sotto misura.

Murillo stende il veloce Keita che finisce per le terre nerazzurre. Il fischietto toscano indica il dischetto e decreta l’espulsione del colombiano. Antonio Candreva trasforma il penalty battendo Handanovic (al minuto 84).

Oltre al già citato Keita finiscono sul taccuino dei cattivi, Klose, Lulic e Candreva, sanzionati dall’arbitro con il cartellino giallo.

-il punto

Diciannove sono le reti realizzate nella trentaseiesima giornata di serie A. Quattro, sono le vittorie tra le mura amiche (Juventus, Sassuolo, Lazio e Palermo), una vittoria esterna (Torino), tre sono i pareggi (Milan-Frosinone, Empoli-Bologna e Chievo-Fiorentina).

Dopo 3.240 minuti la classifica è la seguente: Juventus (88 punti) – Napoli (73 punti) – Roma (71 punti) – Inter (64 punti) – Fiorentina (60 punti) – Sassuolo (55 punti)- Milan (54 punti) – Lazio (51 punti) – Chievo (49 punti) – Torino (45 punti) – Genoa, Empoli (43 punti) – Atalanta, Bologna (41 punti) – Sampdoria (40 punti) – Udinese (38 punti) – Carpi, Palermo (35 punti) – Frosinone (31 punti) – Verona (25 punti).

(* Napoli, Roma, Milan, Atalanta e Genoa una partita in meno).

Per la classifica capocannoniere, Gonzalo Higuain comanda con trenta centri, podio d’argento a Dybala e Bacca con sedici timbri, la medaglia di bronzo attribuita a Icardi con quindici timbri.

-il tabellino in pillole:

Milan-Frosinone (3-3) 2' Paganini (F), 44' Kragl (F), 50' Bacca (M), 55' Dionisi (F), 74' Antonelli (M), 92' Menez (M)

Sassuolo-Verona (1-0) 58' Pellegrini (S)

Palermo-Sampdoria (2-0) 19' Vazquez (P), 85' aut. Krsticic (P)

Juventus-Carpi (2-0) 42' Hernanes (J), 80' Zaza (J)

Udinese-Torino (1-5) 12' Jansson (T), 25' Acquah (T), 47' Felipe (U), 50', 84' Martinez (T), 56' Belotti (T).

Finiscono a reti bianche: Empoli-Bologna (0-0) e ChievoFiorentina (0-0)

-il post:

Per chiudere il turno della Festa del Lavoro si attendono i posticipi di oggi tra GenoaRoma (ore 19.00) e NapoliAtalanta (ore 21.00).

Emanuele Perego             www.emanueleperego.it              www.perego1963.it

 

Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità

  • Pubblicità
    Pubblicità
Valsugana e Primiero1 ora fa

Una comunità ostaggio di un 12 enne, l’appello drammatico della mamma: «Nessuno ci aiuta, sono disperata»

Val di Non – Sole – Paganella2 ore fa

Successo per la cena di gala «Insieme per l’autismo». 663 persone presenti, raccolti 65 mila euro

Rovereto e Vallagarina3 ore fa

Vandali in azione a Rovereto, molte macchine devastate per «gioco»

Italia ed estero3 ore fa

Animali regalati come premi alle fiere: il Veneto dice basta

Rovereto e Vallagarina3 ore fa

Scuola media Avio: emozione ed orgoglio per il collegamento con Astrosamantha

Trento4 ore fa

Si scontrano con un Tir sull’A4, grave una 17 enne trentina

Trento4 ore fa

100 alberi per 100 bambini nati nelle famiglie Itea

Trento6 ore fa

Giovani universitari in Comune: 24 tirocini per 18 progetti, domande fino al 13 giugno

Trento7 ore fa

Corsi per Operatore socio-sanitario: approvata la nuova Disciplina

Trento17 ore fa

Coronavirus: 121 nuovi contagi nelle ultime 24 ore in Trentino

Val di Non – Sole – Paganella18 ore fa

Nel libro “Pastorizia nelle Alpi” la memoria di Nilla Carolli, originaria di Vermiglio

Arte e Cultura18 ore fa

Inaugurata la mostra con le foto del gruppo Tetraon: a Palazzo Trentini tutta la bellezza della fauna alpina

Val di Non – Sole – Paganella18 ore fa

Scontro auto – moto a Commezzadura, ferito centauro 28 enne

Trento19 ore fa

Posto sotto sequestro il Pitbull mordace

Italia ed estero19 ore fa

Aumentano ancora gli Italiani contrari all’invio delle armi all’Ucraina

Trento3 settimane fa

Mauro Ottobre perde anche in appello con La Voce del Trentino. Dovrà pagare altri 22 mila euro

Trento2 settimane fa

Coronavirus: un decesso e 326 contagi nelle ultime 24 ore in Trentino

Trento3 settimane fa

Coronavirus: contagi e ricoveri in calo nelle ultime 24 ore

Trento3 settimane fa

Coronavirus: 426 contagi nelle ultime 24 ore. In salita i ricoveri

Politica4 settimane fa

Anche una delegazione Trentina alla conferenza di Fratelli d’Italia, Meloni: «E’ arrivato il nostro tempo»

Trento3 settimane fa

Coronavirus: 66 contagi nelle ultime 24 ore in Trentino

Politica3 settimane fa

Consiglio straordinario il 16 maggio per la comunicazione sull’A22

Politica3 settimane fa

Fratelli d’Italia chiede un incontro col governatore, Urzì: «Ecco le nostre priorità per il Trentino»

Telescopio Universitario4 settimane fa

Università di Trento: ecco il piano strategico fino al 2027

Aziende3 settimane fa

Quando Arte e Luce si incontrano nasce ‘illuminando Arte’

Trento4 settimane fa

Vasco Live: venticinquemila posti auto, oltre a quelli riservati a camper e pullman, online la piattaforma per prenotare il parcheggio

Italia ed estero4 settimane fa

Papa Francesco: per l’Ucraina, contro “l’abbaiare della Nato alla porta della Russia”

Politica3 settimane fa

Laboratorio Paritario Trentino: sabato a Cognola la presentazione

Val di Non – Sole – Paganella3 settimane fa

Si ribalta col tagliaerba a Sfruz e rimane schiacciato: 26enne elitrasportato in gravissime condizioni al Santa Chiara

Trento3 settimane fa

Vasco Live 2022: da oggi operativo il numero dedicato 0461 889400, programma straordinario per la gestione della viabilità

  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

  • Pubblicità
    Pubblicità

Categorie

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

di tendenza