Connect with us

Trento

La maggioranza: «priorità al ddl sull’omofobia», Fugatti: «questa legge non passerà mai»

La riunione dei Capigruppo di maggioranza di ieri pomeriggio ha ribadito come gli interventi normativi in materia di diritti civili siano colonne portanti del programma di governo della coalizione di centrosinistra autonomista perché rappresentano le fondamenta di una comunità.

Pubblicato

-

La riunione dei Capigruppo di maggioranza di ieri pomeriggio ha ribadito come gli interventi normativi in materia di diritti civili siano colonne portanti del programma di governo della coalizione di centrosinistra autonomista perché rappresentano le fondamenta di una comunità.

Tutta la maggioranza ha ribadito la volontà condivisa e non ulteriormente prorogabile di modificare l’attuale legge elettorale al fine di introdurre la preferenza di genere.

Per questo è stata espressa la ferma volontà di dare continuità al grande investimento in umanità fatto con la costruzione del nuovo carcere, approvando anche in Trentino, come già avvenuto in buona parte d’Italia e in gran parte d’Europa, la legge istitutiva del garante dei detenuti.

Pubblicità
Pubblicità

«Su questi temi, – riporta la nota congiunta dei capigruppo – come peraltro riguardo all’istituzione del garante dei minori, che hanno attinenza con la civiltà di una comunità prima ancora che con la politica, l’auspicio è quello di trovare una condivisione e un sostegno che vadano ben oltre i confini della maggioranza consiliare».

La riunione dei Capigruppo ha infine confermato quanto già dichiarato in un documento di maggioranza di oltre un anno fa, e dunque la piena condivisione, negli obiettivi e nei contenuti, del disegno di legge “Interventi di contrasto delle discriminazioni determinate dall'orientamento sessuale, dall'identità di genere o dall'intersessualità”.

Rispetto a questo ddl, il Presidente della Giunta provinciale ha chiesto alla maggioranza di non forzarne la calendarizzazione già dalla prossima seduta consiliare, ma di utilizzare le prossime giornate per stabilire quale strategia d’aula sia più efficace per uscire dallo stallo causato non certo da contrazioni o titubanze dei consiglieri di maggioranza.

Ma dall'opposizione arriva una nuova alzata di scudi, «nel pieno delle difficoltà (per usare un eufemismo) in cui la coalizione di centrosinistra versa anche a detta dei più benevoli commentatori,  – rileva Rodolfo Borga – ecco trovata la ricetta: quote rosa e ddl omofobia. Non il lavoro, non la questione istituzionale (con il terzo Statuto che incombe in un contesto a dir poco problematico), non la sanità né l’assistenza, non i precari della scuola, non i problemi dei Comuni trentini. No, niente di tutto questo! Le priorità dei Trentini e del Trentino sono le quote rosa e l’omofobia, questioni che notoriamente turbano il sonno di decine e decine di migliaia di nostri concittadini».

«Forse che il centrosinistra, Pd in testa, – aggiunge ancora Borga – non perde occasione per dimostrare la sua siderale distanza dai reali interessi della gente, per privilegiare questioni di fatto inesistenti che coinvolgono non più di qualche centinaio di addetti ai lavori, utili al più per costruire o consolidare più o meno ampi spazi di potere. Un approccio elitario tipico della Sinistra, che sembra aver ormai irrimediabilmente contagiato partiti che dovrebbero avere un ben diverso rapporto con i concreti e reali problemi della nostra Terra. Se queste sono le basi su cui l’asfittico centrosinistra trentino vuole fondare la sua ripartenza, c’è poco da stare allegri».

Ancora più categorico Maurizio Fugatti, «prediamo atto che il Patt è diventato il paladino delle lobby Gay e che la priorità della giunta Rossi in questa legislatura è la legge sui diritti degli omosessuali, transessuali e lesbiche, diritti che ribadisco non sono mai stati violati qui in Trentino».

Ricordiamo che la legge si era impantanata circa sei mesi fa per colpa di oltre 2.000 emendamenti presentati dalle minoranze che hanno combattuto una battaglia in aula dura e molto compatta. «Questa legge  non passerà mai – ha ribadito Fugatti – a costo di rimanere in aula fino alle nuove elezioni del 2018». Molte le perplessità anche da parte di alcuni consiglieri dell'Unione per il Trentino e del Patt che potranno riemergere in caso di una nuova calendarizzazione in consiglio.

Filippo Degasperi, consigliere del M5S conferma l'ipotesi sopra, «io voterò la legge senza nessun problema e non farò nessun tipo di ostruzionismo, – spiega il consigliere –  ma il problema è nella maggioranza che su questo ddl è fortemente divisa dai valori che rappresenta, e che dà una nuova dimostrazione del fatto che l'allenza verte solo una cosa , cioè la poltrona». 

Claudio Cia in linea con i colleghi dell'opposizione, «la maggioranza dimostra ancora una volta la lontananza dai problemi della gente, qui vogliono calcare la mano e vogliono far diventare un problema un non problema, ricordo che è stata appena approvata la legge Cirinnà che tutela completamente i diritti degli omosessuali. Noi occuperemo l'aula per mesi, e stupisce che il Patt pur di mantenere le poltrone si presti ad una cosa del genere». 

Strada nuovamente in salita quindi per la maggioranza e grande rischio di una nuova spaccatura per un'allenza che pare ormai debolissima 

Pubblicità
Pubblicità

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

  • Fratellini soli a casa in quarantena: il Paese li aiuta “adottandoli”
    L’allarme sanitario che da settimane sta lasciando dolorose ferite, obbligando l’isolamento e la distanza dalle persone care, sta facendo riscoprire all’Italia un senso di vicinanza ed un’insaziabile bisogno di aiutarsi per riuscire ad arrivare il più velocemente possibile alla fine di un’emergenza che sta attraversando senza freni l’intero territorio nazionale. A confermare e dimostrare l’estrema […]
  • Dalle piume d’oca ai petali di fiori: La prima produzione di giacconi 100% naturali
    Esisteranno sempre alcuni capi di cui non se ne potrà mai fare a meno, e come non non si può affrontare il caldo estivo senza occhiali da sole e bermuda, così non si può superare il freddo invernale senza, il protagonista indiscusso dei mesi più gelidi: il piumino. Dalle classiche piume d’oca, alla più recente […]
  • Coronavirus: molto richiesti i saturimetri, a qualcuno servono davvero
    Dall’inizio dell’allarme coronavirus la corsa ai principali dispositivi di protezione individuale sembrava inizialmente limitarsi alle mascherine ed ai gel disinfettanti per le mani, diventati poi introvabili sia nelle farmacie che sui portali online, ma ultimamente il fenomeno parrebbe essersi allargato anche a strumenti prettamente sanitari come il saturimetro. Infatti, il particolare dispositivo a pinzetta facilmente […]
  • Coronavirus: L’Italia spegne i motori e i delfini tornano nei porti italiani
    La recente emergenza sanitaria ha reso l’Italia, Paese noto per la sua vivacità e il suo calore una penisola pressoché deserta obbligando negozi, centri commerciali e molte aziende a bloccarsi per intere settimane e costringendo milioni di italiani a guardare l’arrivo della primavera unicamente dalla finestra della propria abitazione. All’ombra di tutto questo, Madre Natura […]
  • Coronavirus: dalla Cina arrivano i caschi termoscanner per la polizia
    Da qualche mese, partendo dalla Cina e allargandosi come una macchia d’olio fino all’Italia, il mondo intero si è trovato improvvisamente a combattere una guerra contro un nemico veloce ed invisibile che non sta risparmiando niente e nessuno, colpendo non solo persone ma l’economia di interi Paesi, costringendo l’unione e l’impegno di tutte le forze […]
  • Coronavirus: 3 fasi per sanificare correttamente casa
    Candeggina, gel disinfettanti, alcol e spray si stanno rivelando i migliori alleati, nonché le armi più utilizzate in questo periodo per riuscire a combattere l’invisibile nemico che da settimane sta costringendo a casa milioni di italiani. Oltre alle ormai note raccomandazione di igiene emanate dal Governo, ai dispositivi di protezione individuale come le introvabili mascherine […]
  • Cascata “rosso sangue” in Antartide, uno spettacolo della natura
    Sono passato 109 anni dal primo avvistamento di questo macabro fenomeno situato nei pressi del lago (ovviamente ghiacciato) di Bonney, in Antartide. Nonostante questa cascata dal colore ramato fosse stata avvistata per la prima volta nel 1911 dal geologo Griffith Taylor durante una spedizione, soltanto qualche anno fa alcuni studiosi sono riusciti a risalire all’origine […]
  • Cenare sotto il mare: “Under” il primo ristorante sott’acqua d’Europa
    Attraversando i quattro angoli del mondo, sono molte sono le eccentricità dal punto di vista architettonico che si incontrano, ma pochi hanno lo stile e l’originalità del primo ristorante subacqueo di Baly, lungo le coste della Norvegia, candidato a diventare uno dei più spettacolari progetti architettonici mai concepiti in fondo al mare. “Under”si presenta come […]
  • Viaggiare rimanendo a casa: dall’arte ai paesaggi, vedere il mondo con i tour virtuali
    La veloce diffusione del Coronavirus in Italia e in Europa ha costretto milioni di persone a casa, obbligandoli ad annullare progetti e piani precedentemente programmati o a posticipare prenotazioni di viaggi a data da destinarsi. Ad oggi, la fine della quarantena sembra un giorno troppo lontano e la voglia di lasciare i confini della propria […]

Categorie

di tendenza