Connect with us
Pubblicità

Trento

Caso Baratter, la procura chiede l’archiviazione

La procura ha bruciato le tappe e dopo la chiusura dell'inchiesta ha chiesto l'archiviazione.

Pubblicato

-

La procura ha bruciato le tappe e dopo la chiusura dell'inchiesta ha chiesto l'archiviazione.

Toccherà ora al gip decidere se rimettere nuovamente la denuncia  per l'accordo in base al quale Baratter e Corona (poi non candidato dal Patt) si impegnavano a versare a favore degli Schützen 500 euro al mese  in cambio di  un generico sostegno in vista delle elezioni.

I comportamenti dei tre indagati, secondo il procuratore capo Amato, non avrebbero rilevanza penale, da qui la richiesta di archiviazione. Ora rimangono le riflessioni politiche che continueranno e i comportamente etici e morali dei tre protagonisti che ognuno dei cittadini giudicherà se consono oppure no.

Pubblicità
Pubblicità

Lorenzo Baratter l'indomani dello scoppio del caso è stato sospeso dall'incarico di capogruppo del Patt in consiglio provinciale, ed è stato sostituito dal Lorenzo Ossana la cui nomina è stata confermata proprio oggi in commissione.

«L' odierna richiesta di archiviazione della Procura di Trento conferma quanto ho sempre sostenuto circa l'irrilevanza penale dell'accordo del giugno 2013. In attesa della decisione del giudice, mi permetto di invitare chi si è improvvisato investigatore, giudice e boia, a maggiore rispetto delle persone, oltre che delle istituzioni». – questo il primo commento di Lorenzo Baratter rilasciato sul suo profilo di facebook subito dopo aver appreso la notizia

Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

  • Pubblicità
    Pubblicità

Categorie

di tendenza