Connect with us
Pubblicità

Sport

Playoff A2 femminile: Delta Informatica sconfitta ad Osimo, domenica gara 2

Lotta fino all'ultimo la Delta Informatica Trentino ma si deve arrendere in quattro set al cospetto del Lardini Filottrano, che al PalaBaldinelli di Osimo si aggiudica la gara d'andata dei quarti di finale dei playoff promozione per 3-1. 

Pubblicato

-

Pubblicità

Pubblicità

Lotta fino all'ultimo la Delta Informatica Trentino ma si deve arrendere in quattro set al cospetto del Lardini Filottrano, che al PalaBaldinelli di Osimo si aggiudica la gara d'andata dei quarti di finale dei playoff promozione per 3-1. 
Alla formazione gialloblù, quindi, servirà una grande prova domenica al Sanbàpolis di Trento nel match di ritorno: per raggiungere Soverato in semifinale la squadra di mister Marco Gazzotti dovrà vincere 3-0 oppure 3-1 per portare, in questo caso, la sfida al decisivo golden set.
 
Per la Delta Informatica Trentino una partita che conserverà qualche rimpianto, specialmente per l'esito dei primi due parziali: nel set d'apertura le gialloblù sono state avanti anche 16-20, prima di farsi rimontare dal Lardini, abile poi a vincere ai vantaggi. Nel secondo parziale invece la formazione trentina è stata in partita fino al 16-17, prima di bloccarsi letteralmente e subire un pesante break di 9 punti consecutivi. Non sono bastati quindi i 19 punti di Maria Segura, i 14 di Repice e i 13 di Zuleta e Guatelli, mentre per Filottrano super prestazione dell'opposto Kiosi, con 29 punti realizzati in quattro set.
 
Nonostante l'ottimismo della vigilia il tecnico gialloblù Marco Gazzotti deve rinunciare all'infortunata Giada Marchioron (che ha subìto una ricaduta martedì e che difficilmente sarà disponibile per gara-2), schierando al suo posto la giovane Michieletto nel ruolo di opposto. Resto del sestetto confermato con Demichelis palleggiatrice, Segura e Guatelli in banda, Repice e Zuleta centrali e Zardo libero. Dall'altra parte della rete Andrea Pistola opta per Agrifoglio in diagonale con Kiosi, Villani e Moneta schiacciatrici, Giuliodori e Cogliando centrali e Feliziani libero.
 
La Delta comincia nel migliore dei modi la partita al PalaBaldinelli, sbagliando poco e mettendo palloni a terra con tutte le giocatrici in campo (4-8); Filottrano però recupera con la scatenata Kiosi (otto punti nel set) e si porta avanti 12-11 al time-out tecnico. Le gialloblù sono in fiducia (14-16) e con Guatelli, Repice e Segura toccano i 5 punti di vantaggio fino al 16-21: sembra mettersi ma il Lardini, trascinata dal rumoroso pubblico di Osimo, comincia la rimonta con Kiosi, Villani e Moneta impattando sul 22-22. La Delta Informatica subisce il colpo ma ha la forza di riprendersi prontamente e annullare i due set-point sul 24-22 con Guatelli e Michieletto: si va quindi ai vantaggi, con Filottrano che mette a terra i due palloni del 26-24 e chiude la contesa.
 
Nel secondo parziale Segura e compagne dimostrano di reagire subito, lottando alla pari con Filottrano e conducendo 10-12 al time-out tecnico. Il punteggio rimane equilibrato fino al 16-17 (con Zuleta, Segura e Repice protagoniste), ovvero fin quando arriva il black-out gialloblù che da lì in poi non mette più a terra un pallone: il Lardini ringrazia e infila un break di 9 punti consecutivi (nonostante il time-out chiamato da Gazzotti sul 20-17), che vale il sorprendente 25-17 finale.
 
Gazzotti a inizio terzo set manda in campo Antonucci al posto di Michieletto nel ruolo di opposto: Filottrano conduce nei primi scampoli di parziale, portandosi sull'8-6: da questo momento è tutta un'altra Delta Informatica, che piazza sei punti consecutivi (8-12 al time-out tecnico) e non molla più il comando (12-18), tremando un po' dopo la rimonta marchigiana dal 14-21 al 19-21; Demichelis e compagne però stavolta non perdono la bussola e chiudono 21-25 con il sigillo finale di Segura.
 
Come prevedibile, il quarto set è tirato fino all'ultimo: Delta Informatica e Lardini Filottrano rimangono punto a punto praticamente per tutto il parziale (11-12, 15-17, 19-18), con Kiosi e Segura scatenate. Si arriva quindi in parità nel palpitante finale (21-21), con Filottrano che trova il break per il 23-21, ma la Delta non molla e impatta prima sul 23-23 e poi annulla il primo match-point, portando tutto ai vantaggi: ma, come nel primo set, la fortuna non arride alle trentine perché il Lardini chiude subito 26-24 e vince la sfida 3-1 sul filo di lana.
 
LARDINI FILOTTRANO – DELTA INFORMATICA TRENTINO 3-1
(26-24, 25-17, 21-25, 26-24)
LARDINI FILOTTRANO: Agrifoglio 2, Kiosi 29, Villani 9, Moneta 11, Giuliodori 7, Cogliandro 14, Feliziani (L); Stincone 0, Cavestro ne, Rita ne, Barzetti ne, Coppi 2. Coneo ne. All. Andrea Pistola.
DELTA INFORMATICA TRENTINO: Demichelis 2, Michieletto 5, Segura 19, Guatelli 13, Repice 14, Zuleta 13, Zardo (L); Antonucci 6, Pistolato ne, Bortoli 0, Bogatec 0, Marchioron ne. All. Marco Gazzotti.
ARBITRI: Vincenzo Carcione e Davide Morgillo.
DURATA SET: 31', 25', 33', 35' (tot. 2H04')
NOTE: Filottrano (att. 59, muro 8, ace 7); Delta Informatica (att. 56, muro 10, ace 6)
 
(Foto Luciano Tamanini)
 

  • Pubblicità
    Pubblicità
Politica41 minuti fa

Fedriga presenta la sua lista personale: Salvini e la Lega spariscono dai simboli

Val di Non – Sole – Paganella44 minuti fa

Nuovi orari per il Crm di Fai della Paganella

Val di Non – Sole – Paganella1 ora fa

“Per chi splende questo lume”: a Fondo la storia di Virginia Gattegno

Vita & Famiglia1 ora fa

Sanremo. Pro Vita & Famiglia: «Amadeus e Rai lascino in pace i bambini»

Piana Rotaliana1 ora fa

Mezzolombardo, da giovedì via ai lavori agli uffici postali (che potrebbero durare meno del previsto)

Alto Garda e Ledro3 ore fa

Rolex finisce negli oggetti smarriti del comune, la polizia Locale però scopre che è un falso

Trento3 ore fa

Vigili del fuoco volontari, la nuova sede a Ravina nei pressi dell’uscita A22

Trento4 ore fa

Corte dei Conti, nominato l’ex Commissario del Governo, Gianfranco Bernabei

Italia ed estero4 ore fa

Piccolo miracolo in Siria, neonata trovata viva tra le macerie

Val di Non – Sole – Paganella4 ore fa

Alla Csen Arena di Cavareno arrivano i campi da padel

Le ultime dal Web4 ore fa

Il web si scatena: chi è e perché nelle ultime ore viene nominato Frank Hoogerbeets?

Val di Non – Sole – Paganella4 ore fa

“Predaia Arte & Natura”: aperte le iscrizioni alla quinta edizione del simposio di scultura

Rovereto e Vallagarina5 ore fa

L’eresia della giovinezza: una serata dedicata a Sylvano Bussotti nelle sale della mostra “Eretici. Arte e vita”

Hi Tech e Ricerca5 ore fa

Wired Next Fest Trentino: presentato stamattina il nuovo festival

Trento5 ore fa

Patt in assemblea, Marchiori: «Parleremo con i candidati presidenti»

Trento2 settimane fa

Continuano le truffe del reddito di cittadinanza. Ecco quanti lo ricevono in Trentino

Trento2 giorni fa

È finita la storia d’amore tra Ignazio Moser e Cecilia Rodriguez

Valsugana e Primiero4 settimane fa

Nuovo lutto per la famiglia Cantaloni, dopo la figlia Chiara muore anche il papà Giorgio

Offerte lavoro2 settimane fa

Cercasi commessa/o per nuova apertura negozio centro storico di Trento

Trento3 settimane fa

Condominio da incubo, pluripregiudicato tiene in ostaggio i residenti da anni. Il giudice: «Non si può sfrattare perchè è ai domiciliari»

Vista su Rovereto3 settimane fa

Spazi vuoti e serrande abbassate: la desolazione di Rovereto

Rovereto e Vallagarina4 settimane fa

Tragico incidente in Vallagarina, auto contro un Tir: 37 enne muore sul colpo

Trento2 settimane fa

Dalla Security ai set cinematografici: la storia del trentino Stefano Mosca

Trento4 settimane fa

Morto Marco Dorigoni, storico Dj di Studio uno. Aveva 57 anni

Trento4 settimane fa

60 enne denunciato per bracconaggio e per distillazione illegale di grappa

Trento3 settimane fa

Condominio da incubo via Perini: il soggetto entrerà in comunità alla fine del mese

Giudicarie e Rendena6 giorni fa

Non ce l’ha fatta Luigi Poli: il gestore del Palaghiaccio di Pinzolo è morto ieri

Trento3 settimane fa

«Soliti noti», abusivismo a Villazzano: una storia tutta trentina

Val di Non – Sole – Paganella3 settimane fa

Sviluppo turistico di Coredo, un gruppo di esercenti (e non) chiama a raccolta i cittadini: «Ora tocca a noi darci da fare»

Trento9 ore fa

Occupazione abusiva Cognola: dopo il danno arriva anche la beffa

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

  • Pubblicità
    Pubblicità

Categorie

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

di tendenza