Connect with us
Pubblicità

Trento

Il nuovo nido di Martignano, una collina verde a zero emissioni

Sembra non un edificio, ma una collina verde, in naturale continuità con il parco pubblico, a ovest, e gli impianti sportivi, a est, si tratta invece del nuovo asilo nido di Martignano, una struttura a tal punto ben inserita nel paesaggio circostante da diventarne parte integrante.

Pubblicato

-

Pubblicità

Pubblicità

Sembra non un edificio, ma una collina verde, in naturale continuità con il parco pubblico, a ovest, e gli impianti sportivi, a est, si tratta invece del nuovo asilo nido di Martignano, una struttura a tal punto ben inserita nel paesaggio circostante da diventarne parte integrante.

Non è questo l'unico pregio dell'edificio, ormai quasi concluso e che a settembre ospiterà 45 bambini da zero a tre anni: il nuovo nido di Martignano sarà infatti “a zero emissioni”, ciò significa che, grazie alle particolari soluzioni progettuali e impiantistiche adottate, sarà del tutto autosufficiente dal punto di vista energetico, al punto da poter far a meno dell'allacciamento alla rete di distribuzione del gas metano.

Le ampie vetrate isolanti, lo sfruttamento dell'energia geotermica superficiale, la struttura a pannelli di legno prefabbricati dalle alte prestazioni energetiche consentiranno, a fine lavori, di ottenere la certificazione volontaria di qualità “Arca – livello platino”.

Pubblicità
Pubblicità

Il progetto e la direzione dei lavori sono stati curati dal Servizio Edilizia pubblica del Comune (architetto Cristiano Tessaro), con l'intervento dello Studio Aia di Trento per la progettazione delle strutture e per la sicurezza in fase esecutiva.

L’aspetto architettonico della nuova struttura per la prima infanzia è rappresentato da un volume ad unica altezza coperto da una cupola verde che “nasce” dal declivio naturale della parte est del parco.

Sotto alla collinetta trovano collocazione gli spazi interni del nido dedicati ai laboratori e alle aule per le attività educative, racchiusi in moduli autonomi e prefabbricati di legno coibentato.

Pubblicità
Pubblicità

Sempre per favorire l’inserimento architettonico nell’area, l’impianto planimetrico e le facciate sono caratterizzati da linee morbide alleggerite da estese superfici vetrate che, grazie al loro orientamento, catturano i raggi solari durante la stagione invernale con evidenti vantaggi dal punto di vista del consumo energetico.

Le stesse vetrate sono inoltre opportunamente schermate dal sole estivo con gli aggetti (le sporgenze) della gronda, per scongiurare il surriscaldamento degli ambienti interni durante le stagioni calde senza l’uso di impianto di rinfrescamento.

All’interno del nuovo edificio trovano posto:

Un atrio d’ingresso dove avviene la consegna dei bambini.

Un primo modulo dedicato all’amministrazione dell’attività.

Tre laboratori.

Un secondo modulo per i servizi cucina e lavanderia.

Un terzo modulo deposito e locali tecnici.

Nella parte più esposta al sole un quarto e quinto modulo per le due grandi sezioni educative dei lattanti e divezzi attrezzate con servizi igienici e aule sonno.

Tutte queste funzioni sono connesse tra di loro e con gli spazi esterni da un’ampia hall per le attività comuni caratterizzata centralmente da una corte interna, che permette alla luce e all’aria di scendere verso gli spazi più riposti del nido.

Dalla corte si sviluppa una vegetazione verticale, in armonia con il contesto naturale in cui si colloca il nido. L'edificio è costruito con una struttura a pannelli di legno prefabbricati, che garantiscono i più alti livelli di contenimento energetico e di sostenibilità previsti dal regolamento tecnico per le nuove costruzioni “Arca Case Legno” di Trentino Sviluppo.

L'obiettivo viene raggiunto grazie a ben precise scelte progettuali e impiantistiche: l'utilizzo di materiali rinnovabili ad alta efficienza energetica e di vetrate isolanti di ultima generazione; la realizzazione di un manto di copertura di tipo verde estensivo e il recupero delle acque meteoriche; l’impiego di un impianto di ventilazione controllato con recuperatori di calore, che garantiscono un fabbisogno di energia primaria globale annuo di soli 3 kwh/mc, nettamente inferiore al fabbisogno energetico previsto dalla legge provinciale per la classe energetica A+ (9 kwh/mc).

Il sistema della ventilazione con recupero di calore garantisce una fornitura costante di aria fresca, pulita, priva di polvere e polline e riduce le perdite di energia. La nuova struttura così realizzata potrà così ottenere, a fine lavori, la certificazione volontaria di qualità delle costruzioni di legno “Arca – livello Platino”.

Grazie anche ad alcune soluzioni tecnico/impiantistiche che prevedono di sfruttare le energie rinnovabili naturalmente prodotte – come l’irraggiamento solare e la geotermia superficiale – il nuovo edificio non ha bisogno di allacciamento alla rete di distribuzione del gas metano.

I consumi annuali di energia primaria e le emissioni di Co2 in atmosfera saranno annullati configurando il nuovo asilo nido di Martignano come edificio a bilancio energetico pari a zero (Zero Emission). Il costo complessivo dell'opera ammonta ad 2.850.000 euro.

  • Pubblicità
    Pubblicità
Trento3 ore fa

Scuola, stop all’obbligo di indossare le mascherine per personale e alunni

Val di Non – Sole – Paganella3 ore fa

“Quello che possiamo imparare in Africa”: Cavareno incontra don Dante Carraro

Trento4 ore fa

Sanità trentina: 4,5 milioni di euro per abbassare le liste di attesa

Valsugana e Primiero6 ore fa

Era evaso dai domiciliari, 25 enne del Burkina Faso arrestato a Levico Terme

Val di Non – Sole – Paganella6 ore fa

La Pro Loco di Tassullo si rinnova: Luca Pilati è il nuovo presidente

Arte e Cultura6 ore fa

Il Mart a Palazzo Libera e al Parco Guerrieri Gonzaga di Villa Lagarina

Trento7 ore fa

Coronavirus in Trentino: un decesso e 324 contagi nelle ultime 24 ore

Trento7 ore fa

Ancora un incidente nei boschi dell’Altipiano di Brentonico: ferito un boscaiolo 72 enne

Fiemme, Fassa e Cembra7 ore fa

Maltempo in Alta Val di Fassa, dichiarato lo stato di calamità

Val di Non – Sole – Paganella8 ore fa

Anche il Comune di Spormaggiore è “cardioprotetto”

Val di Non – Sole – Paganella9 ore fa

L’Asuc di Tuenno sistema la strada forestale, il consigliere Santini si complimenta col direttivo

fashion9 ore fa

Ecco la donna più desiderata dagli italiani per una «scappatella»

Italia ed estero10 ore fa

Lancia pietre sulle macchine in autrostrada e minaccia di tagliarsi la gola: bloccato col taser 22 enne egiziano

Alto Garda e Ledro10 ore fa

A Ferragosto la solenne celebrazione votiva di Santa Maria Assunta

Rovereto e Vallagarina10 ore fa

Violento scontro tra un furgone e una corriera a Santa Lucia di Ala, ferito un 48 enne

Val di Non – Sole – Paganella2 giorni fa

Mamma orsa in giro con i cuccioli a Spormaggiore – IL VIDEO

Fiemme, Fassa e Cembra4 settimane fa

Trentasette anni fa la tragedia di Stava: per non dimenticare!

Trento2 giorni fa

Mega rissa tra stranieri in centro storico nella notte – IL VIDEO

Trento1 giorno fa

Tutti animalisti con gli orsi degli altri

Rovereto e Vallagarina1 giorno fa

Ritrovato dopo due giorni il corpo di Willy, il ragazzo annegato nel lago di Lavarone

Trento1 giorno fa

Morì durante una pratica sadomaso a Trento: assicurazioni condannate a risarcire la famiglia

Val di Non – Sole – Paganella2 giorni fa

Per ferragosto a Cles quattro giorni di eventi ‘fantastici’

Val di Non – Sole – Paganella1 giorno fa

Escono di strada con la moto, deceduti due motociclisti

Trento2 giorni fa

Grosso incendio presso la discarica Podetti. In azione decine di vigili del fuoco

Rovereto e Vallagarina2 giorni fa

Lavarone: anche oggi si cerca senza sosta il corpo di Willy

Rovereto e Vallagarina1 giorno fa

“Ciao Willy, avrai un intera comunità che pregherà e si ricorderà di te, buon viaggio” il saluto del Comune di Lavarone

eventi2 giorni fa

Miss Italia: ad Andalo vince la 18 enne Isabel Vincenzi

Trento3 giorni fa

1.000 euro ad una famiglia trentina: l’Hotel dovrà risarcire il 50% della vacanza

Italia ed estero1 giorno fa

29 enne austriaca rifiuta un’eredità di 4 miliardi di euro

fashion9 ore fa

Ecco la donna più desiderata dagli italiani per una «scappatella»

  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

  • Pubblicità
    Pubblicità

Categorie

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

di tendenza