Connect with us
Pubblicità

Trento

Capigruppo Euregio al Brennero: tutelare lo spirito di Shengen

Nel luogo-epicentro del problema – Brennero, al confine di Stato – stamane si sono riuniti in modo informale i capigruppo delle assemblee legislative di Trento, Bolzano e Innsbruck, come era stato concordato a Trento il 1° marzo scorso dalla Commissione interregionale del Dreier Landtag.

Pubblicato

-

Nel luogo-epicentro del problema – Brennero, al confine di Stato – stamane si sono riuniti in modo informale i capigruppo delle assemblee legislative di Trento, Bolzano e Innsbruck, come era stato concordato a Trento il 1° marzo scorso dalla Commissione interregionale del Dreier Landtag.

E’ stato infine elaborato un testo base per una mozione che verrà sottoposta all’assemblea congiunta plenaria del 21 aprile prossimo, a Trento. Si tratta di impegnare i tre territori sul delicato tema dell’immigrazione, dei profughi e del ripristino di controlli disposto dall’Austria al Brennero (che è un confine interno per il perimetro dell’Euregio).

Il presidente trentino Bruno Dorigatti, che ha presieduto l’incontro, ha sospeso i lavori dopo una prima serie di interventi. E assieme ai colleghi Thomas Widmann di Bolzano ed Herwig Van Staa di Innsbruck, ha lavorato alla stesura del documento, tenendo conto soprattutto degli emendamenti alla prima bozza, proposti poco prima da Dieter Steger, il capogruppo Svp altoatesino.

Pubblicità
Pubblicità

Il documento condiviso dalla maggioranza dei capigruppo lamenta la scarsa solidarietà manifestata finora dagli Stati membri dell’Ue riguardo a un’equa suddivisione dei profughi che entrano in Europa. Si definisce necessaria la costituzione di hot spot per la registrazione dei profughi, si chiede all’Ue la tutela dell’Accordo di Schengen, si ricorda la delicatezza anche simbolica del confine di Brennero, si chiede il coinvolgimento del livello regionale nelle politiche Ue sulla gestione dei profughi e dei confini statali, si invoca un progetto comune e durevole a livello europeo e l’elaborazione di standard sociali comuni negli Stati in base al Pil di ogni Paese. Si ribadisce anche la disponibilità ad accogliere i profughi in modo adeguato dentro l’Euregio.

Il testo così concordato rimane aperto ad aggiunte e correzioni. I singoli consiglieri dell’Euregio potranno avanzare proposte, che verranno valutate il 20 aprile dai capigruppo del Dreier Landtag ed eventualmente portate al voto dell’assemblea il giorno successivo.

La riunione di stamane si è aperta con un minuto di silenzio per le vittime dell’ultimo attentato in Pakistan. Ha poi portato un saluto il sindaco del Comune di Brennero, Franz Kompatscher, che ha espresso il desiderio che questo luogo sia simbolo d’incontro, senza chiusure e frontiere, punto di partenza verso il futuro di un’Europa e di un Tirolo – ha detto – “come li immaginiamo noi”.

Pubblicità
Pubblicità

Diversi gli interventi dei capigruppo presenti. Sven Knoll (Suedtiroler Freiheit – Bolzano) ha letto e proposto un proprio testo alternativo di mozione urgente per il Dreier Landtag.

Maurizio Fugatti (Lega Nord Trentino) ha preso le distanze dal documento della maggioranza, perché ad esempio non distingue tra reali rifugiati di guerra e migranti economici. Ancora: perché manca in esso la richiesta di una gestione meno permissivista della massa di profughi.

Anche Rodolfo Borga (Civica Trentina) ha escluso di sottoscrivere il testo proposto, perché contiene alcune contraddizioni. "Ad esempio – ha detto – laddove invita l’Ue e il Governo a difendere il confine esterno europeo, pur sapendo che l’Europa ha lasciato sempre sola l’Italia di fronte all'afflusso di immigrati sulle proprie coste. Manca pure l’indicazione delle cause che hanno mosso i recenti flussi migratori, ossia le insensate guerre scatenate in Siria e in Libia. Troppo generico il termine profughi, infine, visto che il 96% di quelli presenti in Trentino non hanno i requisiti per essere considerati rifugiati".

Hans Lindenberger (vorwaerts Tirol – Innsbruck) ha ammonito tutti a non fare un passo indietro rispetto alla riunione d’inizio mese a Trento: si deve trovare un compromesso – ha auspicato – con realismo rispetto alle nostre competenze regionali. Non bisogna fare brutta figura, insomma, dividendoci a livello di Dreier Landtag. Stessa istanza da parte di Isabella Gruber (Buergerforum Tirol – Innsbruck), che ha chiesto un documento lineare, sostanzialmente per dire no alle barriere di confine.

Pubblicità
Pubblicità

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

  • Il Curriculum del futuro è anonimo: la Finlandia è la prima a sperimentarlo
    Per evitare discriminazioni di razza, sesso o età, in Finlandia stanno spopolando le selezioni anonime per chi è alla ricerca di lavoro. Una novità importante per gli uffici del Comune di Helsinki, che dalla scorsa primavera stanno sperimentando un processo di selezione del personale totalmente anonimo. La fase di analisi dei curriculum avviene senza che […]
  • Path, l’universo sotterraneo di Toronto
    Quando il cielo cede velocemente il passo alle perfette geometrie della selva di grattacieli del centro, dominati dalla Canadian National Tower si apre la città di Toronto in Canada, con i suoi grandi villaggi residenziali, i suggestivi quartieri periferici e le enormi strade che corrono verso il cuore della metropoli. Nonostante si mostri davvero affascinante, […]
  • Il primo cuore artificiale ottiene marchio CE: ora può essere venduto in tutta Europa
    La tutela della salute è una sfida che coinvolge medici, scienziati ed ingegneri, insieme impegnati da secoli per rendere sempre più concreta la possibilità di trovare soluzioni in grado di compensare le scarse disponibilità dei donatori e aiutare la vita delle persone che soffrono di particolari patologie. Negli ultimi anni la ricerca ha reso questa […]
  • Liberare l’agricoltura dai vincoli climatici con intelligenza artificiale e serre verticali
    L’inarrestabile evoluzione dell’intelligenza artificiale allarga si suoi già immensi confini coprendo anche l’importante mondo dell’agricoltura, puntando ad una vera rivoluzione agricola. L’esperimento di respiro europeo porta l’intelligenza artificiale nella conduzione di serre verticali che aiutano a rendere la produttività 400 volte superiore rispetto a quella tradizionale di colture orizzontali. Sfruttando l’intelligenza artificiale, con l’aiuto di applicazioni […]
  • Cereria Ronca: il posto dove alta qualità e rispetto per l’ambiente si incontrano
    Da oltre 160 anni, le candele della Cereria Ronca danno un tocco di luce e calore agli spazi dei propri clienti: cilindri, sfere, tortiglioni adatte ad ogni occasione vengono create ad hoc per illuminare e profumare l’ambiente. Dal 1855, infatti, Cereria Ronca produce e vende candele made in Italy a marchio, personalizzate o per conto di […]
  • Locherber Milano e l’arte della profumazione di ambiente
    Candele, diffusori, intense fragranze ed eccellenza sono i pilastri di Locherber Milano, brand creato dopo tre generazioni di sviluppo di prodotti cosmetici e grazie al connubio tra precisione svizzera e passione Italiana. L’azienda, gestita autonomamente grazie alla conduzione familiare, permette di mantenere un ethos invariato ed una propria libertà creativa. Le fragranze esclusive di Locherber Milano […]
  • Thun: l’atelier creativo simbolo di Bolzano e dell’Alto Adige
    La storia di THUN ha inizio nel 1950 con la nascita del primo Angelo di Bolzano, la dolce figura ceramica che Lene Thun modellò guardando i figli che dormivano. Oggi l’Angelo è universalmente riconosciuto come simbolo dell’Alto Adige e della città di Bolzano, ed è presente in moltissime case italiane ma non solo. Negli anni […]
  • “ Kalabria Coast to Coast”: un cammino di 55 km per vivere la vera essenza della Calabria
    La Calabria è la regione dove mare e montagna sono così vicini da poter essere vissuti nella stessa giornata: caratteristica unica e particolare che ha spinto la nascita di “Kalabria Coast to Coast”, un percorso naturalistico di 55 km da assaporare a passo lento tra filari di vite, distese di ulivi, boschi e piccoli caratteristici […]
  • Treni con cupole in vetro: l’esperienza di lusso per diventare i veri protagonisti del viaggio
    Se è vero che l’aereo rimane il mezzo di trasporto preferito da chi deve fare viaggi lunghi, è altrettanto evidente che i viaggiatori hanno riscoperto i numerosi vantaggi del trasporto su rotaia. Entrando nel cuore di ogni città, costeggiando i litorali e attraversando vallate e montagne, il treno ha la capacità di resuscitare il vero […]

Categorie

di tendenza