Connect with us
Pubblicità

Trento

Capigruppo Euregio al Brennero: tutelare lo spirito di Shengen

Nel luogo-epicentro del problema – Brennero, al confine di Stato – stamane si sono riuniti in modo informale i capigruppo delle assemblee legislative di Trento, Bolzano e Innsbruck, come era stato concordato a Trento il 1° marzo scorso dalla Commissione interregionale del Dreier Landtag.

Pubblicato

-

Nel luogo-epicentro del problema – Brennero, al confine di Stato – stamane si sono riuniti in modo informale i capigruppo delle assemblee legislative di Trento, Bolzano e Innsbruck, come era stato concordato a Trento il 1° marzo scorso dalla Commissione interregionale del Dreier Landtag.

E’ stato infine elaborato un testo base per una mozione che verrà sottoposta all’assemblea congiunta plenaria del 21 aprile prossimo, a Trento. Si tratta di impegnare i tre territori sul delicato tema dell’immigrazione, dei profughi e del ripristino di controlli disposto dall’Austria al Brennero (che è un confine interno per il perimetro dell’Euregio).

Il presidente trentino Bruno Dorigatti, che ha presieduto l’incontro, ha sospeso i lavori dopo una prima serie di interventi. E assieme ai colleghi Thomas Widmann di Bolzano ed Herwig Van Staa di Innsbruck, ha lavorato alla stesura del documento, tenendo conto soprattutto degli emendamenti alla prima bozza, proposti poco prima da Dieter Steger, il capogruppo Svp altoatesino.

Pubblicità
Pubblicità

Il documento condiviso dalla maggioranza dei capigruppo lamenta la scarsa solidarietà manifestata finora dagli Stati membri dell’Ue riguardo a un’equa suddivisione dei profughi che entrano in Europa. Si definisce necessaria la costituzione di hot spot per la registrazione dei profughi, si chiede all’Ue la tutela dell’Accordo di Schengen, si ricorda la delicatezza anche simbolica del confine di Brennero, si chiede il coinvolgimento del livello regionale nelle politiche Ue sulla gestione dei profughi e dei confini statali, si invoca un progetto comune e durevole a livello europeo e l’elaborazione di standard sociali comuni negli Stati in base al Pil di ogni Paese. Si ribadisce anche la disponibilità ad accogliere i profughi in modo adeguato dentro l’Euregio.

Il testo così concordato rimane aperto ad aggiunte e correzioni. I singoli consiglieri dell’Euregio potranno avanzare proposte, che verranno valutate il 20 aprile dai capigruppo del Dreier Landtag ed eventualmente portate al voto dell’assemblea il giorno successivo.

La riunione di stamane si è aperta con un minuto di silenzio per le vittime dell’ultimo attentato in Pakistan. Ha poi portato un saluto il sindaco del Comune di Brennero, Franz Kompatscher, che ha espresso il desiderio che questo luogo sia simbolo d’incontro, senza chiusure e frontiere, punto di partenza verso il futuro di un’Europa e di un Tirolo – ha detto – “come li immaginiamo noi”.

Pubblicità
Pubblicità

Diversi gli interventi dei capigruppo presenti. Sven Knoll (Suedtiroler Freiheit – Bolzano) ha letto e proposto un proprio testo alternativo di mozione urgente per il Dreier Landtag.

Maurizio Fugatti (Lega Nord Trentino) ha preso le distanze dal documento della maggioranza, perché ad esempio non distingue tra reali rifugiati di guerra e migranti economici. Ancora: perché manca in esso la richiesta di una gestione meno permissivista della massa di profughi.

Anche Rodolfo Borga (Civica Trentina) ha escluso di sottoscrivere il testo proposto, perché contiene alcune contraddizioni. "Ad esempio – ha detto – laddove invita l’Ue e il Governo a difendere il confine esterno europeo, pur sapendo che l’Europa ha lasciato sempre sola l’Italia di fronte all'afflusso di immigrati sulle proprie coste. Manca pure l’indicazione delle cause che hanno mosso i recenti flussi migratori, ossia le insensate guerre scatenate in Siria e in Libia. Troppo generico il termine profughi, infine, visto che il 96% di quelli presenti in Trentino non hanno i requisiti per essere considerati rifugiati".

Hans Lindenberger (vorwaerts Tirol – Innsbruck) ha ammonito tutti a non fare un passo indietro rispetto alla riunione d’inizio mese a Trento: si deve trovare un compromesso – ha auspicato – con realismo rispetto alle nostre competenze regionali. Non bisogna fare brutta figura, insomma, dividendoci a livello di Dreier Landtag. Stessa istanza da parte di Isabella Gruber (Buergerforum Tirol – Innsbruck), che ha chiesto un documento lineare, sostanzialmente per dire no alle barriere di confine.

Pubblicità
Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

  • A Trento è arrivato l’innovativo franchise di SkinMedic Beauty Clinic
    SkinMedic è un nuovo modo di concepire il mercato dell’estetica, in cui la realtà in franchising diventa un’opportunità di crescita condivisa. Da qualche mese, il noto marchio ha aperto anche una Beauty Clinic a Trento, presso il quartiere Le Albere. “Operiamo sul campo nel settore medicale-estetico da oltre 20 anni, inizialmente come produttori di attrezzatura […]
  • Casa Sebastiano: ogni giorno la qualità di una vita migliore
    In Trentino, a Coredo nel Comune di Predaia, tra boschi e il profumo dei frutteti, si apre un grande edificio in cui ogni giorno si costruisce la qualità di una vita migliore, Casa Sebastiano. Struttura dedicata alle persone con disturbi dello spettro autistico, è stata costruita dalla Fondazione Trentina per l’Autismo presieduta da Giovanni Coletti, […]
  • Dal camerino digitale alle chat “commessa”: Cambia l’esperienza d’acquisto anche nella moda
    L’arrivo del covid prima e l’emergenza sanitaria poi, sta accelerando un processo e una trasformazione che era più che mai prevedibile, puntando verso diversi cambiamenti, soprattutto quello dell’esperienza d’acquisto. Una direzione inconvertibile in cui molti, tra esperti e protagonisti del settore, stanno cercando di riprodurre le stesse sensazione dell’acquisto vissuto in negozio  provando ad uguagliarlo […]
  • Anche i grandi nomi della moda scelgono la sostenibilità: Prada lancia la nuova linea “Prada Re – Nylon” con plastica ricilata
    I grandi nomi della moda e del lusso si reinventano nella forma e soprattutto nella sostanza facendo della sostenibilità una propria cultura aziendale, impegnandosi verso una moda sostenibile e decisamente più responsabile. Questa è la direzione che ha deciso di prendere Prada, ampliando la sua proposta e introducendo una nuova collezione con del nylon rigenerato per […]
  • Al MART di Rovereto è arrivata la mostra “Caravaggio. Il contemporaneo”
    Michelangelo Merisi, in arte Caravaggio, è un pittore italiano nato a Milano nel 1571 e deceduto a Porto Ercole nel 1610. Questo incredibile autore, che si è formato a Milano e che ha lavorato a Roma, Napoli, Malta e in Sicilia fra il 1593 e il 1610, ha raggiunto la notorietà nel XX secolo dopo un […]
  • Arriva la crociera “ no where”: navigare in mare aperto senza scali né meta
    Dopo i voli verso il nulla annunciati da diverse compagnie aeree in Asia, ora, per riconquistare la fiducia dei viaggiatori e dei turisti di tutto il mondo arrivano anche viaggi in nave senza destinazione, le crociere “no where”. Si tratta di navigazioni in barca in mare aperto ma senza scali con andata e ritorno e […]
  • Il periodo di quarantena all’estero diventa un’opportunità di turismo: la Norvegia e il suo fascino
    Nonostante un periodo di limitazioni, viaggiare per turismo è diventato un imperativo, esiste infatti chi ha inventato proposte decisamente non convenzionali per trasformare l’attuale situazione di emergenza in una vera opportunità di turismo. Si parla in particolare del “Loften Quartine Tour”, un “pacchetto sicuro” pensato da Quality Group e marchiato da Il Diamante che punta […]
  • A Londra il vecchio taxi cambia stile: a bordo Playstation 4 e Apple TV
    Uno dei simboli della città di Londra, i tipici taxi neri Balck Cab dall’estetica retrò che percorrono le strade della capitale inglese, è stato finemente rivisitato in chiave moderna, realizzandone una versione di lusso ma fedele all’originale. Mantenendo la stessa funzione, un rivenditore di auto di fascia alta, ha realizzato un’edizione premium limitata di alto […]
  • Smart working in camere di lusso:la nuova tendenza è l’ufficio in hotel
    Per molte realtà imprenditoriali Il lavoro remoto sta diventando una soluzione sempre più stabile e di conseguenza si prefigura la necessità di renderlo meno casalingo possibile per preservare sia la produttività e soprattutto gli equilibri famigliari. Il metodo perfetto per conciliare le varie esigenze aumentando il rendimento del lavoratore senza gravare sulla famiglia, è stato […]

Categorie

di tendenza