Connect with us
Pubblicità

Sport

Play Off Scudetto: Molfetta vince e trascina in gara 5 la Diatec Trentino

Servirà la quinta ed ultima gara della serie dei quarti di finale – da giocare al PalaTrento fra sette giorni – per decretare chi fra Diatec Trentino ed Exprivia accederà alla semifinale dei Play Off Scudetto UnipolSai sfidando Modena.

Pubblicato

-

Servirà la quinta ed ultima gara della serie dei quarti di finale – da giocare al PalaTrento fra sette giorni – per decretare chi fra Diatec Trentino ed Exprivia accederà alla semifinale dei Play Off Scudetto UnipolSai sfidando Modena.

La quarta partita fra Campioni d’Italia e pugliesi ha infatti riportato in parità le sorti del confronto, confermando nuovamente il fattore campo: a sfruttarlo pienamente, come già accaduto quattrodici giorni prima in gara 2, una Molfetta in grado di dettare legge dal secondo set in poi, nuovamente supportata da un servizio che ha messo sempre in difficoltà gli ospiti come raccontano in maniera eloquente i 20 ace realizzati (6 di Fedrizzi, 5 dell’mvp Joao Rafael).

Nella prima parte del match i tricolori erano riusciti ugualmente a reggere il ritmo del match, portandosi avanti anche 1-0 prima di subire l’inesorabile ritorno dei pugliesi. Con un trio di palla alta ispiratissimo e una buona fase fra muro e difesa, i ragazzi di Di Pinto hanno fatto vacillare la Diatec Trentino, in cui non è bastato il positivo rientro in campo dopo un mese di Djuric (best scorer trentino col 17 punti ed il 49%) a sostituire l’assenza di Nelli per espugnare il PalaPoli. Le difficoltà in ricezione sono state troppo gravi per sperare di evitare la quinta e decisiva sfida della serie. Un match da dentro o fuori, che i Campioni d’Italia potranno giocare domenica 3 aprile a partire dalle 17.30 di fronte al proprio pubblico.

Pubblicità
Pubblicità

La cronaca di gara 4. Rispetto  agli schieramenti proposti otto giorni fa in gara 1, due sole ma importanti novità: Stoytchev deve infatti rinunciare a Nelli (nemmeno in panchina a causa di una forte contusione alla coscia sinistra rimediata nei giorni scorsi) e giocoforza lo rimpiazza col rientrante Djuric, alla prima partita da titolare dopo oltre un mese di assenza, inserendo al centro anche Daniele Mazzone al posto di Van de Voorde per non superare il numero di stranieri da utilizzare in campo.

Gli altri cinque sono Giannelli palleggiatore, Kaziyski e Urnaut in banda, Solé in posto 3 e Colaci nel ruolo di libero. Vincenzo Di Pinto risponde con Hierrezuelo alzatore, Hernandez opposto, Joao Rafael e Fedrizzi laterali, Barone e Candellaro al centro, De Pandis libero. L’avvio dei Campioni d’Italia è bruciante; con Djuric e poi Kaziyski Trento si costruisce promettenti vantaggi (3-0, 9-5) ma regolarmente Molfetta si rifà sotto grazie ad alcuni ace e ai muri di Hierrezuelo su Urnaut (due per il 13-11). Per provare a scrollarsi di dosso l’avversario serve allora una pipe di Kaziyski (19-16 dopo una lunga sequenza di cambiopalla), ma l’ace di Candellaro sullo stesso Matey riporta le squadre a stretto contatto (20-19). Allo sprint ha la meglio la Diatec Trentino che sfrutta il cambiopalla di Solé, l’errore di Hernandez (24-21) e poi il successivo attacco in fase di cambiopalla di Kaziyski per portarsi sull’1-0 esterno (25-22).

Tutto in salita il secondo parziale: Molfetta scatta meglio dai blocchi di partenza e con gli ace di Fedrizzi e Candellaro si porta subito avanti (3-5, 5-7); l’ulteriore accelerata la offrono altre due battute punto di Joao Rafael (6-11). Stoytchev corre ai ripari e getta nella mischia Lanza anche in prima linea al posto di Urnaut ma le cose non migliorano visto che i pugliesi si tengono stretti i punti di vantaggio (11-18) e poi accelerano sfruttando anche un errore a rete dello stesso Pippo (12-18). La Diatec Trentino ha la forza, con Djuric e Kaziyski, di riportarsi sotto sino al meno due (19-21) prima di cedere sotto i colpi del redivivo Hernandez, che quasi da solo firma il pareggio col 21-25 che chiude il periodo.

La Diatec Trentino, con in campo ancora Lanza per Urnaut, prova a scuotersi nel terzo set partendo sparata grazie ai servizi di Kaziyski (5-1 e poi 8-3); Molfetta non si disunisce e con una rotazione strepitosa di Joao Rafael dai nove metri prima pareggia i conti (8-8) e poi mette la freccia (8-10). Djuric firma la nuova parità a quota 11. L’equilibrio dura però poco perché con la battuta di Fedrizzi, Hernandez e Candellaro i padroni di casa diventano di nuovo assoluti protagonisti, aprendo velocemente il margine in proprio favore (14-19). Stoytchev rigetta in campo Urnaut per Lanza ma nonostante un paio di punti di Tine l’inversione di tendenza non arriva e quindi  l’Exprivia viaggia verso il 2-1 interno grazie agli attacchi di Hernandez (20-25).

La Diatec Trentino riparte nel quarto set con Djuric e Kaziyski in palla (6-3, 9-6 e 12-10) che favoriscono anche la fase di cambiopalla, sempre più fluente. Con Hierrezuelo scatenato, Molfetta però trova velocemente il pareggio sul 12-12 e poi passa a condurre (13-14). A dare la spallata definitiva ci pensa l’ex Fedrizzi che trova quattro ace consecutivi per il 16-21. Stoytchev chiama time out ma non ottiene la reazione sperata; si chiude 19-25 e 1-3 per Molfetta che stacca il biglietto per gara 5.

Pubblicità
Pubblicità

Abbiamo purtroppo disputato una partita di basso livello, commettendo troppi errori in tutti i fondamentali e giocando così diventa difficile vincere contro una squadra come Molfetta  – ha analizzato al termine della gara l’allenatore della Diatec Trentino Radostin Stoytchev . Complimenti ai nostri avversari che hanno offerto una grande prova sfruttando al massimo il fattore campo e le proprie armi migliori, ma noi obiettivamente abbiamo agevolato il loro compito con una prestazione fallosissima e non giustificabile. In vista della quinta e decisiva sfida di domenica prossima dobbiamo recuperare non solo le forze fisiche ma anche quelle mentali perché sarà un’altra battaglia”.

I Campioni d’Italia rientreranno a Trento già nella notte e godranno di due giorni di riposo. Mercoledì mattina la ripresa degli allenamenti per iniziare a preparare la quinta e decisiva gara della serie che si disputerà domenica 3 aprile alle 17.30 al PalaTrento. Di seguito il tabellino di gara 4 dei quarti di finale dei Play Off Scudetto UnipolSai 2016 giocata stasera al PalaPoli di Molfetta.

Exprivia Molfetta-Diatec Trentino 3-1
(22-25, 25-21, 25-20, 25-19)
EXPRIVIA: Joao Rafael 15, Barone 13, Hernandez 19, Fedrizzi 11, Candellaro 7, Hierrezuelo 7, De Pandis (L);  Porcelli. N.e. Kaczynski, Spadavecchia, Mariella, Mustedanovic. All. Vincenzo Di Pinto.
DIATEC TRENTINO: Urnaut 5, Solé 10, Djuric 17, Kaziyski 13, Mazzone D. 6, Giannelli 4, Colaci (L); Lanza, Bratoev. N.e. Antonov, Mazzone T., Van de Voorde. All. Radostin Stoytchev.
ARBITRI: Saltalippi di Perugia e Santi di Città di Castello (Perugia).
DURATA SET:  27’, 26’, 25’, 25’; tot  1h e 43’.
NOTE: 1.950 spettatori per un incasso di 12.000 euro. Exprivia: 9 muri, 20 ace, 18 errori in battuta, 10 errore azione, 47% in attacco, 54% (29%) in ricezione. Diatec Trentino: 9 muri, 5 ace, 17 errori in battuta, 8 errori azione, 47% in attacco, 38% (26%) in ricezione. Mvp Joao Rafael.

Pubblicità
Pubblicità

  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

  • Giappone propone vacanze quasi gratis per rilanciare il turismo
    Negli ultimi mesi, il Giappone come tutti gli altri Stati del mondo, ha subito un forte rallentamento dal punto di vista turistico a causa dell’emergenza sanitaria da Covid – 19, arrivando ad un calo del 99.9% del turismo locale con neanche 3 mila arrivi durante il mese di aprile. Inoltre, considerando che il 2020 avrebbe […]
  • Coronavirus: distributori automatici di mascherine gratuite
    Nel periodo in cui la massima attenzione all’igiene e al distanziamento sociale sono la priorità principale per ogni Governo del mondo, la città di Singapore in stato di lockdown fino a giugno, ha deciso di contenere la diffusione da Covid – 19, garantendo a tutti i cittadini mascherine gratuite attraverso particolari distributori automatici. La caratteristica […]
  • NASA, progetta il sistema per prevedere alluvioni e siccità fino a 60 giorni prima
    Vista dallo spazio la Terra appare come un Pianeta Blu grazie alle grandi distese di acqua in continuo movimento che ricoprono il 70% dell’intera superficie. Da quando evapora, fino a quando cade pioggia alimentando le falde acquifere, l’intero ciclo dell’acqua dolce è così importante da essere al centro di alcuni programmi di ricerca internazionali volti […]
  • Borghi italiani dimenticati: incentivi, bonus e aste a partire da 1 euro per ripopolarli
    Da nord a sud l’Italia intera è costellata di Borghi che conservano, identità, mestieri e saperi di un patrimonio immateriale e materiale di una storia unica al mondo certificata dall’Unesco. Alcuni di questi, vengono chiamati “comuni a rischio scomparsa” a causa delle loro ridottissime dimensioni, eppure fanno parte del patrimonio storico e artistico italiano, rappresentando […]
  • Covid, oltre 60.000 perdono il lavoro: lo Stato li assume per un importante progetto
    L’emergenza sanitaria da Coronavirus con le misure preventive, indubbiamente necessarie al fine di contrastare la pandemia, hanno gravemente frenato i consumi mondiali, con pensanti ripercussioni sull’intero tessuto imprenditoriale. Tutto questo, ha portato inevitabili e devastanti conseguenze non solo per le abitudini sociali, ma anche e sopratutto per il settore produttivo ed economico. Nel mondo infatti, […]
  • Coronavirus: da nord a sud l’Italia ringrazia con vacanze gratis ai sanitari impegnati nella battaglia
    Nonostante l’emergenza sanitaria, lo abbia pesantemente logorato, esiste un pezzo del settore turistico italiano che vuole ringraziare tutti i medici, operatori sanitari e ausiliari che, durante questi mesi sono stati impegnati, spesso senza tregua per salvare le vite di moltissime persone affette da Coronavirus dedicando loro una splendida ed esclusiva vacanza gratuita. Infatti, in vista […]
  • Civita Bagnoregio: l’incredibile borgo sospeso sulla Valle dei Calanchi
    Tra il lago Bolsena e la Valle del Tevere, nel Comune di Bagnoregio in provincia di Viterbo, si estende un’ immensa area lunare che regala un paesaggio davvero particolare caratterizzato da una successione di rocce argillose in erosione per effetto degli agenti atmosferici detti “calanchi”. Quello dei calanchi è un ambiente decisamente unico che offre […]
  • La Vespa Samurai usata in agricoltura contro il “nemico”, la cimice asiatica
    Arrivata in Italia nel 2012, la cimice marmorata (Halyomorpha halys) detta anche cimice asiatica, è una specie invasiva aliena proveniente dalla Cina che, nel corso del 2015 dopo una rapida e capillare diffusione in quasi tutte le Regioni italiane, ha causato ingenti danni sopratutto alle produzioni ortofrutticole concentrandosi su meli, peri, peschi e ciliegi. A seguito […]
  • Australia in lockdown e senza turisti: i sub decidono di ripopolare la Grande Barriera Corallina
    Quando, a causa di un’emergenza sanitaria mondiale i turisti non ci sono, la natura risorge e ne approfitta per riappropriarsi degli spazi o, più incredibilmente concedere alla mano umana di rallentare il declino di alcune delle zone più belle del mondo. Si tratta della Grande barriera Corallina al largo delle coste australiane che, a causa […]

Categorie

di tendenza