Connect with us
Pubblicità

Italia ed estero

Serve una risposta europea: gli attentati di Bruxelles e la lezione che non vogliamo imparare

Attaccando il cuore dell'Europa, i terroristi che hanno seminato il panico a Bruxelles con le loro bombe non volevano colpire soltanto i nostri valori, ma anche l'unità del nostro continente.

Pubblicato

-

Attaccando il cuore dell'Europa, i terroristi che hanno seminato il panico a Bruxelles con le loro bombe non volevano colpire soltanto i nostri valori, ma anche l'unità del nostro continente.

L'Europa, ferita due volte in quattro mesi, sembra impotente di fronte a un nemico che si muove nell'ombra. Per gli Stati membri, la tentazione di reagire in ordine sparso è fortissima. Una tentazione che rischia di farci cascare dritto nella trappola dei terroristi.

Gli attentati di novembre a Parigi ci hanno insegnato una cosa: il terrorismo islamico è un mostro radicato in tutto il continente, un albero corrotto le cui radici vanno ben oltre i confini europei. Salah Abdeslam e le altre primule rosse in fuga sono solo la punta dell'iceberg: dietro di loro c'è una rete transnazionale, che li protegge, li arma e li manda al macello.

PubblicitàPubblicità

Siamo in guerra, è vero. Ma proprio per questo dobbiamo unire le forze per combattere un nemico che non conosce confini. Servono maggiori controlli, anche questo è indiscutibile. Ma non è limitandoci a sigillare le frontiere che placheremo la follia omicida dei terroristi islamici. Illusi coloro che credono che basti alzare qualche rete per fermare chi è pronto a sacrificare la propria vita per toglierla agli altri.

I controlli sono essenziali, ma vanno fatti in maniera coordinata con gli altri Stati membri. Immediatamente dopo gli attentati di Parigi, sono in molti coloro che in Parlamento europeo hanno fatto appello a un maggiore coordinamento tra i servizi segreti e le forze di polizia dei vari Paesi europei. Serve un'intelligence europea, lo ha dimostrato chiaramente il modo in cui gli attentatori di Parigi hanno organizzato in maniera indisturbata le loro stragi, scorazzando in giro per l'Europa.

L'appello del Parlamento europeo è rimasto inascoltato. I governi hanno indugiato e gli sforzi per la creazione di un'intelligence europea sono, per ora, caduti nel vuoto. Niente di più prevedibile: la scarsa popolarità di cui gode oggi l'Europa di fronte alla popolazione fa venire inevitabilmente meno il sostegno del quale i nostri governanti avrebbero bisogno per promuovere una coraggiosa operazione di condivisione delle forze e delle informazioni.

Pubblicità
Pubblicità

E intanto gli sciacalli hanno gioco facile a fare leva sulle paure della gente, inneggiando a soluzioni tanto radicali quanto inefficaci. Criticano le lacrime di Federica Mogherini e applaudono Matteo Salvini, che martedì a Bruxelles si trovava probabilmente per caso, dato che, come è noto a tutti i gli addetti ai lavori, si dedica alla sua attività di parlamentare europeo in maniera per così dire “part-time”.

Quella contro il terrorismo è una guerra. Una guerra contro un nemico transnazionale. Se lasceremo che il miope nazionalismo abbia il sopravvento, ci condanneremo, deboli e divisi, alla sconfitta.

Serve un sussulto di responsabilità collettiva, che ci permetta di uscire dall'attuale situazione di impasse e che metta gli Stati membri nella condizione di collaborare per prendere, in tempi rapidi, le decisioni necessarie per stanare uno a uno i nostri nemici e smantellare la rete del terrore.  

 

Pubblicità
Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

  • Coronavirus: Paziente Virtuale evita i test sugli animali
    Grazie alle diverse ricerche ed ai numerosi studi dell’Università di Catania, si rafforza il filo della comunicazione tra il clinico e il laboratorio, dando vita al progetto del Paziente Virtuale. Un progetto completamente italiano che potrebbe finalmente evitare la sperimentazione animale, necessaria per testare farmaci e vaccini anche contro il più recente Coronavirus. Infatti, per […]
  • Sconti e voli gratis ai viaggiatori se bambini piangono o disturbano in aereo, l’idea di una compagnia aerea americana
    Sembra incredibile, ma il binomio aereo – neonato, si posiziona tra i primi posti come motivo di fastidio e disturbo per molti viaggiatori, portando una compagnia area alla decisione di far volare gratis i passeggeri che si trovavano a viaggiare con bambini piangenti a bordo. Ad ovviare questo il problema è JetBlue Airways la compagnia aerea […]
  • Russia registra il primo vaccino al mondo contro il coronavirus
    Dopo mesi di test e di attesa è la Russia a battere tutti e registrare Sputnik il primo vaccino al mondo contro il Coronavirus. Sputnik, il vaccino sviluppato dall’Istituto Gamaleya di Mosca ha ricevuto il via libera dal Ministero della Sanità russo. Citando i media russi, Putin avrebbe rivelato che anche alla figlia è stata […]
  • Piccoli sottomarini privati, il nuovo sogno degli esploratori
    Dalle tranquille avventure sulla superficie dell’acqua all’eccitante esplorazione delle profondità dei fondali marini a bordo dell’ultimo e più sensazionale giocattolo marino: il sottomarino personale. Leggero da trasportare in macchina e comodo da tenere nei garage dei superyatch, il nuovo trend subacqueo prenderà il posto dei numerosi sport d’avventura fin’ora sperimentati. Costruito per esplorare i fondali […]
  • Prima lo adotti poi raccogli i suoi frutti, a Milano nasce la Food Forest, la foresta edibile
    Oltre 2.000 tra piante, ortaggi, piante officinali, alberi, arbusti da frutto e da legno ospitati nel cuore dell’immensa città metropolitana di Milano, con l’obbiettivo di ristabilire il rapporto primitivo tra l’uomo e i prodotti che Madre Natura gentilmente offre. Questo, starà alla base della nuova Food Forest, la foresta edibile  che in autunno prenderà vita all’interno […]
  • Ponte Tibetano e Cascate di Saent: che bella la Val di Rabbi!
    Costruito nel 2016 sopra il torrente Ragaiolo in Val di Rabbi, il ponte tibetano è ormai diventato una tappa fissa per tutti coloro che amano la montagna e la Val di Rabbi. Costruito in ferro e con una pavimentazione di grate di ferro, il ponte tibetano è adatto a grandi e piccini grazie anche alle […]
  • Si allunga la lista delle preziose aree naturali del Pianeta: l’Unesco aggiunge altri 15 Geoparchi da tutelare
    Riconosciuto a livello internazionale come un territorio che possiede un patrimonio geologico particolare e una strategia di sviluppo sostenibile, il Geoparco deve comprendere un certo numero di siti geologici di particolare importanza in termini di rarità, qualità scientifica e rilevanza estetica o valore educativo per essere definito tale. In particolare, si tratta di aree in […]
  • Samsung lancia l’idea: Prevenire gli incidenti grazie ad un camion attrezzato con schermi LCD
    Visibilità azzerata, traffico intenso, grandi mezzi e sorpassi azzardati sono tutti problemi autostradali che potrebbero trovare soluzione grazie ad un “camion trasparente” con grandi schermi LCD: Un‘ idea tanto semplice quanto potenzialmente utile che potrebbe facilitare le manovre di sorpasso dei grandi mezzi riducendo i rischi di incidenti. L’idea è stata presentata da Samsung con […]
  • Trentino Wild Park: il parco avventura più grande d’Italia
    Affrontare situazioni che non appartengono alla vita normale percorrendo una realtà diversa da quella urbana, attraversando ponti tibetani, liane e guardando il bosco tra le chiome degli alberi, sono la base di un intrigante situazione, lontana dalla vita cittadina ma alternativa ad un classico tour. La possibilità di vivere forti emozioni e sentirsi veramente immerso […]

Categorie

di tendenza