Connect with us
Pubblicità

Italia ed estero

Serve una risposta europea: gli attentati di Bruxelles e la lezione che non vogliamo imparare

Attaccando il cuore dell'Europa, i terroristi che hanno seminato il panico a Bruxelles con le loro bombe non volevano colpire soltanto i nostri valori, ma anche l'unità del nostro continente.

Pubblicato

-

Attaccando il cuore dell'Europa, i terroristi che hanno seminato il panico a Bruxelles con le loro bombe non volevano colpire soltanto i nostri valori, ma anche l'unità del nostro continente.

L'Europa, ferita due volte in quattro mesi, sembra impotente di fronte a un nemico che si muove nell'ombra. Per gli Stati membri, la tentazione di reagire in ordine sparso è fortissima. Una tentazione che rischia di farci cascare dritto nella trappola dei terroristi.

Gli attentati di novembre a Parigi ci hanno insegnato una cosa: il terrorismo islamico è un mostro radicato in tutto il continente, un albero corrotto le cui radici vanno ben oltre i confini europei. Salah Abdeslam e le altre primule rosse in fuga sono solo la punta dell'iceberg: dietro di loro c'è una rete transnazionale, che li protegge, li arma e li manda al macello.

Pubblicità
Pubblicità

Siamo in guerra, è vero. Ma proprio per questo dobbiamo unire le forze per combattere un nemico che non conosce confini. Servono maggiori controlli, anche questo è indiscutibile. Ma non è limitandoci a sigillare le frontiere che placheremo la follia omicida dei terroristi islamici. Illusi coloro che credono che basti alzare qualche rete per fermare chi è pronto a sacrificare la propria vita per toglierla agli altri.

I controlli sono essenziali, ma vanno fatti in maniera coordinata con gli altri Stati membri. Immediatamente dopo gli attentati di Parigi, sono in molti coloro che in Parlamento europeo hanno fatto appello a un maggiore coordinamento tra i servizi segreti e le forze di polizia dei vari Paesi europei. Serve un'intelligence europea, lo ha dimostrato chiaramente il modo in cui gli attentatori di Parigi hanno organizzato in maniera indisturbata le loro stragi, scorazzando in giro per l'Europa.

L'appello del Parlamento europeo è rimasto inascoltato. I governi hanno indugiato e gli sforzi per la creazione di un'intelligence europea sono, per ora, caduti nel vuoto. Niente di più prevedibile: la scarsa popolarità di cui gode oggi l'Europa di fronte alla popolazione fa venire inevitabilmente meno il sostegno del quale i nostri governanti avrebbero bisogno per promuovere una coraggiosa operazione di condivisione delle forze e delle informazioni.

Pubblicità
Pubblicità

E intanto gli sciacalli hanno gioco facile a fare leva sulle paure della gente, inneggiando a soluzioni tanto radicali quanto inefficaci. Criticano le lacrime di Federica Mogherini e applaudono Matteo Salvini, che martedì a Bruxelles si trovava probabilmente per caso, dato che, come è noto a tutti i gli addetti ai lavori, si dedica alla sua attività di parlamentare europeo in maniera per così dire “part-time”.

Quella contro il terrorismo è una guerra. Una guerra contro un nemico transnazionale. Se lasceremo che il miope nazionalismo abbia il sopravvento, ci condanneremo, deboli e divisi, alla sconfitta.

Serve un sussulto di responsabilità collettiva, che ci permetta di uscire dall'attuale situazione di impasse e che metta gli Stati membri nella condizione di collaborare per prendere, in tempi rapidi, le decisioni necessarie per stanare uno a uno i nostri nemici e smantellare la rete del terrore.  

 

Pubblicità
Pubblicità

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

  • Nuove P.Iva: le regole per i contributi a fondo perduto
    Con l’arrivo delle nuove agevolazioni a fondo perduto per le partite Iva, scattano anche le regole per l’accesso al contributo. Le agevolazioni Le nuove attività ed imprese economiche hanno diritto ad un contributo a fondo... The post Nuove P.Iva: le regole per i contributi a fondo perduto appeared first on Benessere Economico.
  • Nasce l’Osservatorio Fiscale Europeo, passo verso una tassazione più equa
    Come noto, nell’Unione Europea alcuni Paesi attuano politiche fiscali aggressive a scapito di altri. Di conseguenza, questa mossa consente loro di attirare molti investitori con una tassazione favorevole. In questo sistema si inserisce l’Osservatorio fiscale... The post Nasce l’Osservatorio Fiscale Europeo, passo verso una tassazione più equa appeared first on Benessere Economico.
  • Accordo storico al G7: tassazione minima al 15% per le multinazionali, quali conseguenze
    Dopo anni di pressione dell’Unione Europea, Whasington cede e apre la possibilità di una tassa digitale globale per le multinazionali del web. Di cosa si tratta e come funziona L’accordo parla di un’imposta minima del... The post Accordo storico al G7: tassazione minima al 15% per le multinazionali, quali conseguenze appeared first on Benessere Economico.
  • Nuovo Portale di Reclutamento per la P.A.: l’unico spazio dove domanda e offerta si incontrano
    Con il nuovo Decreto varato dal Governo, esce anche il nuovo Portale del Reclutamento per la Pubblica Amministrazione, un luogo rivoluzionario dove si incontrerà domanda e offerta di lavoro pubblico. Di cosa si tratta All’interno... The post Nuovo Portale di Reclutamento per la P.A.: l’unico spazio dove domanda e offerta si incontrano appeared first on […]
  • Cresce la fiducia dei consumatori e delle imprese: Italia verso un trend positivo
    L’Italia rincorre la strada per la ripresa e cresce la fiducia dei consumatori che si riavvicina ai livelli pre-pandemia. I dati vengono confermati dall’Istituto nazionale di statistica, Istat che racconta di un’Italia più fiduciosa e... The post Cresce la fiducia dei consumatori e delle imprese: Italia verso un trend positivo appeared first on Benessere Economico.
  • Addio ai “furbetti” del Cashback, in arrivo avvisi per i pagamenti sospetti
    In previsione della chiusura del primo semestre del Cashback fissata per il 30 giugno 2021, gli utenti che hanno dato vita a movimento sospetti riceveranno un avviso. Cashback, il rimborso In quella data gli utilizzatori... The post Addio ai “furbetti” del Cashback, in arrivo avvisi per i pagamenti sospetti appeared first on Benessere Economico.
  • Valentino dice addio alle pellicce e corre alla ricerca di nuovi materiali
    Mentre a Parigi sfila l’alta moda,  la maison di Valentino si esibisce virtualmente a Roma a Galleria Colonna. Il contrasto tra sontuosità del luogo ed il minimalismo della collezione è netto e per la prima volta uomo e donna sfilano insieme, una moda che non ha bisogno di definizione. Una sfilata che racconta la celebrazione […]
  • Il futuro del mercato immobiliare passa dalla casa in legno: un’abitazione con molti vantaggi
    Il futuro del mercato immobiliare potrebbe spostarsi dal mattone ad un materiale tanto semplice quanto resistente e sostenibile, come il legno. In particolare, il legno è il materiale per eccellenza alleato della sostenibilità ambientale perché aiuta a raggiungere al meglio l’autosufficienza energetica, permettendo di ridurre gli sprechi. Infatti, grazie alla sua elevata capacità di isolare […]
  • Hotel Chalet Mirabell: lo spirito di Merano!
    Nell’esclusivo Hotel a 5 stelle Chalet Mirabell ad Avelengo vicino Merano è possibile trascorrere le giornate più belle dell’anno tra lusso e naturalezza alpina, ampi spazi aperti e natura incontaminata. “Qualche anno fa la nostra passione ci ha portati a trasformare il nostro residence alpino da 16 camere nell’hotel 5 stelle Mirabell in Alto Adige. Abbiamo […]
  • Tempo di vacanze: conoscete già l’Hotel Alpen Tesitin a Tesido?
    A Monguelfo si trova un eccezionale luogo di benessere e relax, dove ci si dedica ai piaceri della bella vita. Gli spazi inondati di luce e la piacevole sensazione di essere a proprio agio sono frutto dell’arte dell’accoglienza che si respira dal primo momento durante le vacanze in Val Pusteria all’Hotel Alpen Tesitin. La posizione […]

Categorie

di tendenza