Connect with us
Pubblicità

Trento

Presentato il progetto «Welfare a Km Zero»

Nuove vulnerabilità e nuovo lavoro di comunità, luoghi incubatori di comunità, facilitazione diffusa, fare welfare in montagna, la condizione anziana: sono i cinque laboratori di progettazione partecipata per la costruzione di un nuovo welfare sociale e generativo.

Pubblicato

-

Nuove vulnerabilità e nuovo lavoro di comunità, luoghi incubatori di comunità, facilitazione diffusa, fare welfare in montagna, la condizione anziana: sono i cinque laboratori di progettazione partecipata per la costruzione di un nuovo welfare sociale e generativo.

È il progetto "Welfare a Km Zero", avviato lo scorso anno da Fondazione Caritro, in collaborazione con la Fondazione Demarchi e con l’Assessorato alla salute e politiche sociali della Provincia autonoma di Trento.

Alla presentazione, ieri presso la sede di via Calepina a Trento, vi erano il presidente Michele Iori, insieme alla vicepresidente Silvia Arlanch ed al consulente Gino Mazzoli. Con loro anche Luca Zeni, assessore provinciale alla salute e politiche sociali e Piergiorgio Reggio, presidente di Fondazione Demarchi.

Pubblicità
Pubblicità

Rivolto al pubblico presente in sala, Michele Iori ha commentato: “Sarete voi attraverso un’attività di progettazione partecipata a delineare i futuri progetti della Fondazione nel settore welfare, in un’ottica di condivisione di intenti e di scopi. Con un patrimonio di 380 milioni ed erogazioni annue tra i 6,5-7 milioni di euro nei settori della ricerca scientifica, istruzione, cultura e del volontariato, la Fondazione Caritro crede che l'azione sui soggetti svantaggiati debba configurarsi come un coinvolgimento più globale della comunità e del soggetto dentro un progetto.

Da qui, una serie di molteplici iniziative a sostegno al mondo del sociale e del volontariato per alleviare situazioni di difficoltà del settore sociale, che nell’ultimo triennio 2013-2015 ha visto un investimento di quasi 2,3 milioni di euro, pari ad un valore medio di circa 13% delle risorse complessivamente stanziate per erogazioni in tale periodo. I fondi per il 2016 non diminuiranno e abbiamo preventivato per il settore sociale, un ammontare complessivo di interventi pari a 1.090.000 Euro, registrando un aumento del 18% rispetto al 2015".

Uscire dalla retorica della crisi per capire che bisogna lavorare in modo diverso – ha proseguito l’assessore provinciale alla salute e politiche sociali Luca Zeni – partendo dall’analisi dei bisogni e delle necessità dei cittadini per ricostruire le reti di relazioni sociali un tempo ordinarie, che ora non ci sono più, coerentemente con Il Piano della Salute approvato dalla Provincia che tiene conto anche del contesto sociale in cui la persona vive e delle relazioni interpersonali in cui è immersa”.

Piergiorgio Reggio, presidente di Fondazione Demarchi ha sottolineato come in questo progetto sia vincente la collaborazione istituzionale, per la creazione di un terreno comune attraverso cui migliorare l’offerta del welfare. Mettere al centro le relazioni e lavorare sulle specificità del nostro territorio, come il contesto montano, sono i punti di forza di un’azione propositiva per il bene della comunità.

La vicepresidente Silvia Arlanch ha riassunto le fasi di un progetto che vede ora, dopo l’ascolto sul territorio, una fase cruciale, momento di restituzione e di rilancio, in cui le organizzazioni del territorio saranno chiamate a mettersi in gioco per sviluppare progetti in grado di innovare il panorama del welfare trentino.

Pubblicità
Pubblicità

Entrando nel dettaglio del progetto, Gino Mazzoli, psico-sociologo e consulente per il progetto, ha riportato l’analisi del mutamento della società generato dalla crisi, che porta con sé una platea sempre più vasta di cittadini vulnerabili e impone ai servizi sociali di misurarsi con nuove fragilità che coinvolgono non più solamente la fascia di marginalità estrema, ma una fetta ampia di popolazione appartenente al ceto medio impoverito.

In merito alle cinque piste di lavoro presentate, sarà possibile candidarsi a uno o più laboratori entro il 15 aprile e ai primi di maggio inizieranno le attività. Da maggio a novembre 2016, poi, partirà la terza fase del progetto dedicata alla progettazione degli interventi che Fondazione Caritro potrà sostenere.

 

Pubblicità
Pubblicità

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

  • Scuole chiuse e Coronavirus: Carabinieri consegnano i libri a casa
    Da qualche settimana sono in atto i severi controlli lungo le strade e nei centri città di tutta Italia da parte delle forze dell’ordine per il rispetto delle prescrizioni imposte dal Governo per il contenimento della diffusione del Covid – 19. In particolare, i Carabinieri della Provincia di Sondrio, oltre a sorvegliare gli automobilisti e […]
  • Plasma dei pazienti guariti per guarire dal Coronavirus: la prima sperimentazione a Pavia
    Ogni giorno da settimane ormai, la Protezione Civile oltre a citare i nuovi casi positivi da Coronavirus, comunica anche il numero ultimamente sempre più crescente delle persone guarite dal Covid- 19. Avendo la consapevolezza che il vaccino è ancora lontano e in fase di sperimentazione, fino ad ora le cure adottate negli ospedali italiani, si […]
  • Coronavirus: gli italiani si aiutano con la “spesa sospesa”
    Le giornate difficili che l’Italia sta percorrendo, vengono straordinariamente vissute e affrontate con spirito di comunità da tutto il Paese, sia attraverso donazioni di privati ed aziende per alleggerire il carico economico della sanità, sia attraverso particolari iniziative solidali per aiutare le famiglie che si trovano in maggiore difficoltà. La nuova frontiera della solidarietà fonda le […]
  • Da Valentino ad Armani: la moda italiana unita contro il Coronavirus
    In un momento in cui tutte le attività commerciali ed economiche del Paese risultano paralizzate, sono molte le iniziative solidali per fronteggiare la difficile situazione causata dall’epidemia sanitaria. Da Valentino a Gucci fino ad Armani: ora, anche i grandi nomi del mondo della moda, uniti da obbiettivi comuni, hanno deciso di reagire mobilitandosi per lavorare […]
  • Ricette di Pasqua: golosità per grandi e piccini
    Per non passare le giornate nella noia, lavorando o cercando di far passare il tempo ai bambini, sul web sono presenti moltissime ricette adatte a chiunque abbia voglia di passare un pomeriggio in cucina, divertendosi e magari senza dimenticare di mostrare un pizzico di spirito pasquale! ARANCINI PROSCIUTTO E MOZZARELLA Con il fritto sta bene […]
  • Torino: l’evento è annullato, ma la primavera regala i 100 mila protagonisti
    Da nord a sud l‘effetto del Coronavirus in Italia e, quindi, delle misure restrittive adottate dal Governo per contenere la pandemia, mostrano intere città, strade, paesi e stazioni completamente deserte, costringendo a casa milioni di persone e lasciando la primavera l’unica ad essere libera di proseguire indisturbata il suo naturale percorso. Come molte attività commerciali, […]
  • Ricette di Pasqua semplici e veloci, da fare in compagnia!
    Pasqua si avvicina e, molto probabilmente, in questo 2020 non ci saranno grandi ritrovi tra amici e parenti. Tuttavia, questo non è un valido motivo per impigrirsi e non cucinare niente di particolare. Soprattutto in queste giornate, per chi ha dei figli piccoli la vita non è proprio semplice: come far passare, quindi, il tempo […]
  • Coronavirus e stampanti 3D: Mercedes Benz pronta alla produzione di dispositivi medici
    Un periodo così instabile ed incerto come quello del recente allarme sanitario da Covid- 19, costringe ad una stretta coalizione internazionale che riesca a coinvolgere ed unire il maggior numero di forze e di aiuti possibili per riuscire contenere l’emergenza. Per questo, la nota casa automobilistica tedesca Mercedes Benz scende da protagonista in campo, mettendo […]
  • Fratellini soli a casa in quarantena: il Paese li aiuta “adottandoli”
    L’allarme sanitario che da settimane sta lasciando dolorose ferite, obbligando l’isolamento e la distanza dalle persone care, sta facendo riscoprire all’Italia un senso di vicinanza ed un’insaziabile bisogno di aiutarsi per riuscire ad arrivare il più velocemente possibile alla fine di un’emergenza che sta attraversando senza freni l’intero territorio nazionale. A confermare e dimostrare l’estrema […]

Categorie

di tendenza