Connect with us
Pubblicità

Trento

Al via il Cicloconcorso “Trentino pedala”

Dopo le esperienze positive registrate in Tirolo e in Alto Adige parte anche in Trentino il cicloconcorso "Trentino pedala".

Pubblicato

-

Dopo le esperienze positive registrate in Tirolo e in Alto Adige parte anche in Trentino il cicloconcorso "Trentino pedala".

L'iniziativa, promossa dall'Assessorato alle infrastrutture e ambiente – Servizio sviluppo sostenibile e aree protette, ha l’obiettivo di incoraggiare tutti i cittadini della Provincia autonoma di Trento ad utilizzare sempre più spesso la bicicletta per gli spostamenti quotidiani.

Abbiamo deciso di aderire – spiega l’assessore alle infrastrutture e all’ambiente Mauro Gilmozziperché il progetto è in linea con quanto portato avanti fino ad oggi sul nostro territorio nell’ambito della mobilità sostenibile. Attraverso il concorso vogliamo contribuire a trasmettere il messaggio che andare in bicicletta porta con sé molteplici vantaggi: riduce l’inquinamento, migliora l’ambiente e soprattutto fa stare bene, da un punto di vista fisico, i cittadini. È un messaggio che rivolgiamo a tutte le fasce d’età – dai più piccoli agli adulti – e nei contesti più diversi, scuole, aziende, comuni, associazioni”.

Pubblicità
Pubblicità

Nel concreto il cicloconcorso “Trentino pedalapartirà il 18 marzo e si concluderà il 16 settembre 2016. È rivolto ai comuni, alle aziende, alle associazioni, alle scuole e anche ai singoli cittadini. E’ infatti possibile partecipare in squadra o individualmente.

La sfida è quella di percorrere in bici almeno 100 chilometri, da marzo a settembre, registrando periodicamente sul sito www.trentinopedala.tn.it o l'APP "Trentino pedala" i chilometri percorsi. In occasione della settimana europea della mobilità sostenibile saranno decretati i vincitori.

Alla conferenza stampa di presentazione hanno partecipato Mauro Gilmozzi, assessore alle infrastrutture e all’ambiente, Claudio Ferrari, dirigente del Servizio sviluppo sostenibile e aree protette, Irene Senfter, direttrice dell’Ökoinstitut e Maria Rita Cattani del Servizio sviluppo sostenibile e aree protette.

Pubblicità
Pubblicità

Il cicloconcorso "Trentino pedala" è un’iniziativa transfrontaliera di sensibilizzazione che coinvolge i territori dell’Euregio volta a incentivare l'utilizzo della bicicletta per gli spostamenti quotidiani. “La visione euroregionale fa da contorno a questo progetto – sottolinea l’assessore alle infrastrutture e all’ambiente Mauro Gilmozzi – È bello pensare che sui tre territori, Trentino, Alto Adige e Tirolo, si pedali tutti nella stessa direzione”.

Giovedì scorso si è tenuto un primo incontro informativo con le organizzazioni. Sono state oltre 50 le realtà che hanno partecipato e 12 hanno già deciso di aderire al cicloncorso. Da venerdì 18 marzo il singolo cittadino potrà iscriversi e iniziare a registrare i chilometri percorsi in bicicletta.

Per questa prima edizione trentina il concorso ha ottenuto il patrocinio dell'Europaregion “Euregio Trentino, Alto Adige e Tirolo” e "Family in Trentino". Il punto di riferimento per domande e supporto agli organizzatori locali è l’Ökoinstitut Südtirol/Alto Adige.

Il Trentino sta promuovendo da molti anni e su più fronti la cultura della bicicletta da un lato predisponendo le strutture, ovvero l’offerta di piste ciclabili che permettano agli amanti delle due ruote di percorrere il Trentino.

Dall’altro sensibilizzando la popolazione all’uso di una mobilità sostenibile in tutti gli spostamenti, non solo turistici. Ne è un esempio la scelta della Provincia autonoma di Trento, che risale addirittura al 1988, di realizzare una vera e propria rete di piste ciclopedonali che oggi innerva tutto i territorio e che contribuisce ad un sistema di mobilità più rispettoso dell'ambiente e della qualità della vita.

Lo sviluppo di questa infrastruttura ha raggiunto i 438 chilometri; di questi, 359 sono classificati “Family”, quindi particolarmente adatti alle famiglie. E la gente mostra di gradire, visto che nel 2015 sono stati registrati oltre un milione e 800 mila passaggi, di cui oltre un milione e mezzo da parte di ciclisti.

Ma la bicicletta in Trentino è anche utilizzata come un vero e proprio servizio pubblico di trasporto pensato per decongestionare il traffico urbano, su 2 ruote, senza vincolo di percorso e di orario, che costa solo 15 euro all'anno.

Sono circa 1000 gli utenti iscritti al servizio di bike sharing "e.motion", che ha preso il via nel giugno 2014. In Trentino sono disponibili 132 biciclette a pedalata assistita e 65 city bike di tipo tradizionale, utilizzabili con lo stesso badge del trasporto pubblico, dislocate in 33 stazioni: 12 a Trento, 14 a Rovereto e 7 a Pergine Valsugana.

Per maggiori informazioni: www.trentinopedala.tn.it

Pubblicità
Pubblicità

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

  • Pacchetti “antistress “ in hotel di lusso: giornate alla ricerca del benessere
    Alternare il lavoro con il riposo, mettendo in pausa la routine quotidiana aggiunge una diversione alla vita e permette la splendida occasione di fare esperienze insolite, conoscere luoghi, persone e sopratutto non avere un’agenda giornaliera. In una società iperattiva è quindi indispensabile la ricerca dell’equilibrio perduto anche solo attraverso esclusivi pacchetti antistress in hotel di […]
  • Un solo tavolo al ristorante stellato, l’elegante genialità della ristorazione
    Il meglio delle esperienze che Venezia possa offrire è racchiuso in un luogo dove la declinazione dell’esperienza sarà il miglior servizio. Un posto non convenzionale che può essere scelto solo da coloro che accettano di non porre condizioni. Con geniale eleganza, Il Ristorante “Oro” dell’hotel Cipriani a Venezia rinasce mettendo in luce un dettaglio unico […]
  • A Bologna l’economia circolare in edilizia diventa realtà: arriva il nuovo asfalto 100% riciclato
    Un’edilizia circolare sempre più sostenibile dal punto di vista ambientale risulta una strada imprescindibile per il futuro dello sviluppo economico. Il riciclo dei materiali promette infatti oltre ad una sensibile riduzione dei rifiuti e dell’inquinamento, anche un’ottima soluzione per ottimizzare costi e ricavi. In un simile contesto risulta fondamentale lavorare sulla ridefinizione del ciclo produttivo […]
  • Una notte tra le Dolomiti e le stelle a 2055 metri di quota
    A pochi chilometri da Cortina tra cieli sconfinati e cattedrali rocciose esiste una camera che regala l’insolita emozione di ritrovarsi a dormire avvolti dall’affascinante magia di un paesaggio unico al mondo. La starlight Room, inclusa tra i dieci hotel più spettacolari del mondo, si trova infatti sopra al rifugio Col Gallina a 2055 metri in […]
  • “Vuoi costruire una piscina di pregio ma non sai bene da dove iniziare?” Comincia da qui
    Immagina un angolo di vacanza nel tuo giardino o terrazza, uno spazio accogliente e riservato dove poter dimenticare i problemi quotidiani e immergerti in momenti di benessere e relax da solo o con i tuoi cari. Magari è da un po’ che ci pensi ma qualcosa ti frena. Domande del tipo: “Da dove inizio? Mi […]
  • L’idea di rifugio si evolve in sostenibilità, design e tradizione
    Il giusto equilibrio tra sostenibilità, design e tradizione prende forma grazie all’innovativo progetto di due architetti italiani che, reinterpretando l’idea tradizionale di rifugio hanno progettato e realizzato “ The Mountain Refuge”. Si tratta di una piccola capanna modulare dalla forma semplice e minimale che vuole rievocare l’archetipo tradizionale mediante composizioni innovative e contemporanee. La struttura […]
  • Lindt realizza il sogno di ogni bambino: apre in Svizzera la Home of Chocolate
    La Lindt Home of Chocolate, in italiano “Casa del Cioccolato“, avrebbe dovuto aprire le porte al pubblico lo scorso maggio ma, a causa della pandemia di Covid-19 che sta ancora affliggendo la popolazione mondiale, Lindt ha dovuto rimandare questo dolce e atteso appuntamento al 10 settembre 2020. Questa Casa del Cioccolato, situata nella sede di Lindt& Sprüngli […]
  • Internet supera i confini del deserto con 30 palloni aerostatici
    Dal mondo della tecnologia arriva il primo passo verso una società più equa. Il 4G supera i confini del deserto e arriva in Kenya grazie a 30 palloni aerostatici alimentati ad energia solare per garantire una copertura di rete a 14 contee keniote altrimenti isolate. L’iniziativa è frutto di un accordo tra la compagnia telefonica […]
  • Percorso Kneipp: concludere le vacanze in Trentino in totale relax
    La strana e tanto discussa estate 2020 sta per giungere al termine. E, se ci si trova in Trentino Alto-Adige, cosa si può fare per concludere al meglio la propria vacanza? Una delle tappe da non perdere è sicuramente il Percorso Kneipp, Centro situato in Val di Rabbi, per la precisione nella Frazione S. Bernardo. Il […]

Categorie

di tendenza