Connect with us
Pubblicità

Italia ed estero

Alternative für Deutschland, il mostro di Frankenstein della politica tedesca

Ora fanno davvero paura: il partito di estrema destra Alternative für Deutschland (Alternativa per la Germania) ha sbancato nelle elezioni regionali di ieri nei Länder di Baden-Württemberg, Renania Palatinato e Sassonia-Anhalt.

Pubblicato

-

Ora fanno davvero paura: il partito di estrema destra Alternative für Deutschland (Alternativa per la Germania) ha sbancato nelle elezioni regionali di ieri nei Länder di Baden-Württemberg, Renania Palatinato e Sassonia-Anhalt.

Le elezioni per il rinnovo dei consigli regionali dei tre Länder sono state vissute dall’opinione pubblica tedesca come un vero e proprio referendum sulla politica dei migranti della cancelliera Angela Merkel. Il verdetto del popolo non lascia possibilità d’appello: stando ai primi risultati, per il partito xenofobo Alternative für Deutschland hanno votato il 15 per cento degli elettori in Baden-Württemberg, il 12,5 per cento dei votanti in Renania Palatinato e, addirittura, il 24,2 per cento degli elettori in Sassonia-Anhalt.

Alternative für Deutschland (Afd) è un mostro che viene da lontano. Variante tedesca dell’euroscetticismo che sta infettando tutto il continente, Afd nasce nel 2013 come partito di protesta nei confronti della politica economica di Merkel.

Pubblicità
Pubblicità

Fondata da Bernd Lucke, professore di economia ad Amburgo, Afd muove i primi passi sulla scena politica tedesca denunciando i salvataggi finanziari dei Paesi dell’Europa del sud con il denaro dei contribuenti tedeschi. “I tedeschi sgobboni devono pagare per i greci fannulloni”: è questa la narrativa a cui Afd fa riferimento al momento della sua nascita. Un terreno fertile, innaffiato per anni dalla mancanza di solidarietà da parte delle stesse autorità tedesche e pronto a far sbocciare il fiore dell’odio.

Per gli euroscettici tedeschi fu subito un successo: alle elezioni politiche del 2013 arrivarono di poco sotto la soglia del 5 per cento, che avrebbe permesso loro di entrare nel Bundestag, e alle elezioni europee del 2014 ottennero un più che soddisfacente 7 per cento.

Dopo le europee, però, Afd stava per implodere, finché Frauke Petry (nella foto), fotogenica ex manager e chimica di Dresda, si è imposta alla guida del partito, strappano le redini a Lucke e stravolgendo la linea politica in una ferrea opposizione nei confronti degli immigrati. Da allora, come il mostro di Frankenstein, Afd è sfuggito al controllo dei suo creatore e si è trasformato in una calamita per razzisti più o meno dichiarati.

La politica di accoglienza di Angela Merkel ha fatto il resto. La decisione della cancelliera di stracciare temporaneamente il regolamento di Dublino e aprire le porte del suo Paese a tutti i siriani è costata alla Germania oltre un milione di migranti nel solo 2015. Il 54% dei tedeschi crede che le autorità non abbiano le capacità né per accoglierli né per integrarli.

Le molestie di Capodanno, con gruppuscoli di stranieri che hanno importunato centinaia di donne a Colonia e in altre parti della Germania, hanno gettato benzina sul fuoco. Afd viaggia con il vento in poppa e la sua leader, Frauke Petry, è sempre più fuori controllo: nei mesi scorsi è arrivata a proporre di respingere i profughi alle frontiere sparandogli contro.

Musica per le orecchie di naziskin e sostenitori di Pegida, il movimento islamofobo che ha da qualche anno preso piede in Germania. Ma non solo. Sono in tanti anche coloro che, soprattutto nelle regioni dell’Est, sempre più poveri e marginalizzati si lasciano incantare dalla retorica del respingimento.

Una retorica che ha fatto breccia anche su una consistente fetta della classe media. Infatti, come confermano i risultati elettorali di ieri, sono molti i borghesi che a Ovest sostengono il partito di estrema destra. Uomini e donne terrorizzati dall’orda di profughi che ha fatto ingresso nel Paese e per nulla intenzionati a lasciare che i frutti del loro lavoro vengano dilapidati per accogliere e integrare i nuovi arrivati.

Il risultato odierno di Afd non deve essere liquidato come un semplice voto di protesta. Il successo di Afd è l’ennesima prova che la retorica dell’odio sta attecchendo nei cuori della popolazione tedesca ed europea. L’ennesimo presagio di una situazione che potrebbe presto degenerare.

 

Pubblicità
Pubblicità
  • PubblicitàPubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

  • “CrowdWine”, l’originale sistema per sostenere le piccole cantine italiane
    In un momento storico in cui l’intero settore del vino italiano ed internazionale sta vivendo un profondo cambiamento strutturale, relazionale e sopratutto commerciale è nata un’idea per sostenere le piccole e medie cantine italiane. L’idea prende spunto direttamente dal più noto crowdfunding, tentando di avvicinare i consumatori con i produttori attraverso l’ormai utilizzatissimo sistema di […]
  • Coronavirus: un team di giovani donne progetta ventilatori polmonari con ricambi di automobili
    L’emergenza sanitaria da Coronavirus ha colpito anche angoli di mondo già molto fragili come L’Afghanistan, Paese precedentemente dilaniato da decenni da guerre e dittature che, dopo l’arrivo del Coronavirus rischia di mettere definitivamente in ginocchio il fragile sistema sanitario. Nonostante il Governo di Kabul abbia adottato i più noti sistemi prevenzione, come il distanziamento sociale […]
  • Beer SPA, una tappa imperdibile nella splendida Praga
    Ti piacciono la birra e le belle città d’Europa? Allora una tappa alla Beer SPA delle capitale Ceca è d’obbligo. Aperta nel 2013, la Original Beer SPA, negli anni, ha riscosso un grande successo soprattutto tra coloro che amano il connubio tra belle città, relax e attrazioni peculiari o comunque diverse dal solito. Ma cos’è […]
  • Covid19: L’isola di Cipro paga le vacanze ai turisti contagiati e ai loro famigliari
    Nonostante Cipro abbia avuto poco meno di 1.000 casi di contagi e 17 vittime da Coronavirus, non vuole rinunciare all’attesissimo nonché molto importante traffico turistico estivo dando così il benvenuto a qualsiasi viaggiatore. A differenza di altri Stati, Cipro si sta infatti attrezzando per non ostacolare gli arrivi nei luoghi di villeggiatura sull’isola mediterranea attraverso […]
  • Giappone propone vacanze quasi gratis per rilanciare il turismo
    Negli ultimi mesi, il Giappone come tutti gli altri Stati del mondo, ha subito un forte rallentamento dal punto di vista turistico a causa dell’emergenza sanitaria da Covid – 19, arrivando ad un calo del 99.9% del turismo locale con neanche 3 mila arrivi durante il mese di aprile. Inoltre, considerando che il 2020 avrebbe […]
  • Coronavirus: distributori automatici di mascherine gratuite
    Nel periodo in cui la massima attenzione all’igiene e al distanziamento sociale sono la priorità principale per ogni Governo del mondo, la città di Singapore in stato di lockdown fino a giugno, ha deciso di contenere la diffusione da Covid – 19, garantendo a tutti i cittadini mascherine gratuite attraverso particolari distributori automatici. La caratteristica […]
  • NASA, progetta il sistema per prevedere alluvioni e siccità fino a 60 giorni prima
    Vista dallo spazio la Terra appare come un Pianeta Blu grazie alle grandi distese di acqua in continuo movimento che ricoprono il 70% dell’intera superficie. Da quando evapora, fino a quando cade pioggia alimentando le falde acquifere, l’intero ciclo dell’acqua dolce è così importante da essere al centro di alcuni programmi di ricerca internazionali volti […]
  • Borghi italiani dimenticati: incentivi, bonus e aste a partire da 1 euro per ripopolarli
    Da nord a sud l’Italia intera è costellata di Borghi che conservano, identità, mestieri e saperi di un patrimonio immateriale e materiale di una storia unica al mondo certificata dall’Unesco. Alcuni di questi, vengono chiamati “comuni a rischio scomparsa” a causa delle loro ridottissime dimensioni, eppure fanno parte del patrimonio storico e artistico italiano, rappresentando […]
  • Covid, oltre 60.000 perdono il lavoro: lo Stato li assume per un importante progetto
    L’emergenza sanitaria da Coronavirus con le misure preventive, indubbiamente necessarie al fine di contrastare la pandemia, hanno gravemente frenato i consumi mondiali, con pensanti ripercussioni sull’intero tessuto imprenditoriale. Tutto questo, ha portato inevitabili e devastanti conseguenze non solo per le abitudini sociali, ma anche e sopratutto per il settore produttivo ed economico. Nel mondo infatti, […]

Categorie

di tendenza