Connect with us
Pubblicità

Italia ed estero

Dodicesimo round di negoziati del TTIP: cosa si sa e non si sa sull’accordo

Circa dieci giorni fa si è svolto a Bruxelles, nel silenzio più totale dei media europei, il dodicesimo round di negoziati tra l’Unione Europea e gli Stati Uniti sulla Transatlantic Trade and Investment Partnership, meglio conosciuta come TTIP.

Pubblicato

-

Circa dieci giorni fa si è svolto a Bruxelles, nel silenzio più totale dei media europei, il dodicesimo round di negoziati tra l’Unione Europea e gli Stati Uniti sulla Transatlantic Trade and Investment Partnership, meglio conosciuta come TTIP.

Per una settimana rappresentanti del governo americano e quelli degli Stati membri dell’UE si sono incontrati per discutere ancora una volta del Trattato di libero scambio transatlantico dopo nello scorso round di negoziati tenutosi nell’autunno 2015 in Germania, non si è pervenuti ad un accordo globale sul testo.

Il TTIP è un accordo commerciale tra Stati Uniti ed Unione Europea che ha come obiettivo quello di abbattere ulteriormente gli ostacoli agli scambi commerciali tra le due zone economiche che ancora oggi si esplicano in dazi e controlli alle dogane.

PubblicitàPubblicità

Il trattato va ad incidere su oltre 800 milioni di persone e insieme Usa e Ue rappresentano oltre il 40% del Pil mondiale. In alcune stime, si parla addirittura di cifre che superano i 500 miliardi di euro l’anno quale valore monetario degli scambi che andrebbero a ricadere sotto le regole del nuovo trattato, sempre che questo venga firmato prima o poi.

L’obiettivo principale che sottintende al trattato commerciale, è quello di snellire le regole sugli scambi e quindi favorire i due mercati e l’integrazione tra essi soprattutto a danno delle grandi potenze commerciali in espansione. Sono le economie emergenti in particolar modo a spaventare gli americani e prima fra tutti la Cina.

Sulla volontà di incrementare gli scambi tra le due aree economiche e abbattere i dazi nessuno ha da ribattere dato che i primi a beneficiarne sarebbero i consumatori. Tuttavia, ciò che ha suscitato dure critiche, se non in taluni casi vere e proprie manifestazioni contro l’adozione del trattato, è il proposito dei governi di arrivare ad uniformare le normative sulle quali si basano gli scambi tra i Paesi delle due sponde dell’Atlantico.

L’armonizzazione delle normative nel settore degli scambi commerciali, se è vero che da un lato snellisce le procedure, dall’altro va ad incidere consistentemente su tutte quelle norme sviluppate a livello di Unione Europea nel settore agroalimentare che oggi garantisce, seppur non a pieno, un certo grado di protezione e garanzia sui prodotti che circolano nel mercato comune.

Per fare semplici esempi di cui noi tutti abbiamo sentito parlare, basti pensare al divieto di utilizzo di farine animali nel settore dell’allevamento, dei pesticidi in agricoltura, oppure al complesso sistema di etichettatura dei prodotti agroalimentari per la tracciabilità in vigore all’interno dell’Unione Europea ma quasi del tutto assente negli Stati Uniti.

Ma non solo. Ad essere a rischio in Europa è anche il mercato del lavoro a causa del fatto che gli Stati Uniti hanno delle regole in materia molto meno stringenti e a differenze di tanti Paesi dell’Unione, hanno un costo del lavoro artificialmente più basso con conseguente maggior competitività delle loro produzioni rispetto a quelle straniere.

Sono queste le ragioni della lentezza degli accordi e del fatto che nemmeno in questo ultimo dodicesimo round che si è tenuto a Bruxelles si è raggiunto un compromesso. Il Commissario europeo per l’Agricoltura, Phil Hogan, ha dichiarato che “ogni settimana che passa si riducono le prospettive che l’accordo venga chiusoentro la presidenza Obama”.

Ma ha anche sottolineato che l’ostacolo fondamentale è la necessità prioritaria degli europei di proteggere le proprie produzioni e soprattutto l’alto livello di garanzia e attenzione alla salute dei consumatori sviluppato in anni e anni di lavoro.

“Non ci sarà un accordo che diminuirà gli standard alimentari dell’Ue” promette ancora il commissario Hogan e questo è quello che noi tutti ci auguriamo.

Pubblicità
Pubblicità

  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

  • Covid, oltre 60.000 perdono il lavoro: lo Stato li assume per un importante progetto
    L’emergenza sanitaria da Coronavirus con le misure preventive, indubbiamente necessarie al fine di contrastare la pandemia, hanno gravemente frenato i consumi mondiali, con pensanti ripercussioni sull’intero tessuto imprenditoriale. Tutto questo, ha portato inevitabili e devastanti conseguenze non solo per le abitudini sociali, ma anche e sopratutto per il settore produttivo ed economico. Nel mondo infatti, […]
  • Coronavirus: da nord a sud l’Italia ringrazia con vacanze gratis ai sanitari impegnati nella battaglia
    Nonostante l’emergenza sanitaria, lo abbia pesantemente logorato, esiste un pezzo del settore turistico italiano che vuole ringraziare tutti i medici, operatori sanitari e ausiliari che, durante questi mesi sono stati impegnati, spesso senza tregua per salvare le vite di moltissime persone affette da Coronavirus dedicando loro una splendida ed esclusiva vacanza gratuita. Infatti, in vista […]
  • Civita Bagnoregio: l’incredibile borgo sospeso sulla Valle dei Calanchi
    Tra il lago Bolsena e la Valle del Tevere, nel Comune di Bagnoregio in provincia di Viterbo, si estende un’ immensa area lunare che regala un paesaggio davvero particolare caratterizzato da una successione di rocce argillose in erosione per effetto degli agenti atmosferici detti “calanchi”. Quello dei calanchi è un ambiente decisamente unico che offre […]
  • La Vespa Samurai usata in agricoltura contro il “nemico”, la cimice asiatica
    Arrivata in Italia nel 2012, la cimice marmorata (Halyomorpha halys) detta anche cimice asiatica, è una specie invasiva aliena proveniente dalla Cina che, nel corso del 2015 dopo una rapida e capillare diffusione in quasi tutte le Regioni italiane, ha causato ingenti danni sopratutto alle produzioni ortofrutticole concentrandosi su meli, peri, peschi e ciliegi. A seguito […]
  • Australia in lockdown e senza turisti: i sub decidono di ripopolare la Grande Barriera Corallina
    Quando, a causa di un’emergenza sanitaria mondiale i turisti non ci sono, la natura risorge e ne approfitta per riappropriarsi degli spazi o, più incredibilmente concedere alla mano umana di rallentare il declino di alcune delle zone più belle del mondo. Si tratta della Grande barriera Corallina al largo delle coste australiane che, a causa […]
  • Arriva il caldo: è tempo di bevande e cibi detox in vista dell’estate
    Dopo due mesi di pizze, focacce e torte, è tempo di rimettersi in forma in vista dell’estate. Questo, non solo perché è “bello” essere in forma ed avere un bel fisico da sfoggiare, ma anche perché seguire un’alimentazione corretta ed uno stile di vita sano sono fondamentali per mantenere al meglio il nostro corpo e […]
  • Bonus vacanze 2020: i dettagli del bonus fino a 500 euro da spendere per le ferie italiane
    Mentre si iniziano a intravedere le prime aperture di stabilimenti balneari e spiagge, l’incognita vacanza è ancora viva su tutto il territorio italiano, insieme alle riaperture delle strutture ricettive, le limitazioni agli spostamenti tra Regioni e l’ormai noto bonus vacanze per le famiglie. Non è fatto nuovo che tra le ultimissime novità varate dal Governo […]
  • Ristrutturare casa a costo zero: Detrazioni fino al 110% grazie al nuovo Ecobonus
    In questo momento di grave crisi sociale ed economica causata dall’arrivo dell’emergenza sanitaria dovuta al Coronavirus, è stato più volte immaginato e sospettato un’eventuale e inevitabile shock per gli investimenti privati ma sopratutto per il settore dell’edilizia. Per questo motivo, il Governo italiano con il recente Decreto Rilancio varato 13 maggio 2020 ha messo sul […]
  • Cena in serra: da Amsterdam la soluzione originale, romantica e perfetta per cenare in sicurezza
    L’attuale emergenza sanitaria che sta coinvolgendo il mondo intero e la magica atmosfera di una cena romantica sono unite da un filo sottilissimo che passa dall’obbligo del distanziamento sociale, previsto per evitare il rischio di contagio da Covid – 19. In questo caso la misura è stata perfettamente reinventata e sfruttata per dedicare alle coppie […]

Categorie

di tendenza