Connect with us
Pubblicità

Il Punto da Bruxelles

Rilanciare gli investimenti in Europa: il Fondo europeo per gli investimenti strategici

Come rilanciare gli investimenti in Europa? A questa domanda ho cercato di rispondere oggi a Bolzano insieme a Wilhelm Molterer, direttore del Fondo europeo per gli investimenti strategici. Partecipando al convegno a Bolzano, Molterer, già vicecancelliere austriaco, ha accettato l'invito che gli feci in ottobre, al momento della sua investitura.

Pubblicato

-

Come rilanciare gli investimenti in Europa? A questa domanda ho cercato di rispondere oggi a Bolzano insieme a Wilhelm Molterer, direttore del Fondo europeo per gli investimenti strategici. Partecipando al convegno a Bolzano, Molterer, già vicecancelliere austriaco, ha accettato l’invito che gli feci in ottobre, al momento della sua investitura.

A otto anni dallo scoppio della crisi finanziaria che fece tremare i mercati di tutto il mondo, l’Europa non si è ancora completamente ripresa. In Italia, come nel resto dell’Unione, la crescita stenta a decollare e i livelli di occupazione pre-crisi sono ancora un lontano miraggio.

C’è un disperato bisogno di rilanciare gli investimenti, crollati oltre il 10 per cento dall’inizio della crisi. Lo spazio di manovra è risicato: gli alti livelli di debito pubblico escludono a priori un qualsiasi intervento che potrebbe ulteriormente aggravare il bilancio statale. D’altro canto, il risparmio privato è elevato e le istituzioni finanziare conservano nei loro forzieri ingenti volumi di liquidità, che potrebbero essere impiegati per sostenere gli investimenti nell’economia reale.

Pubblicità
Pubblicità

Sbloccare queste risorse: questo è il piano delle istituzioni europee. L’obiettivo è ambiziosissimo: aumentare gli investimenti senza creare ulteriore debito pubblico. Come? Riaccendendo la fiducia degli investitori privati, spaventati dall’incertezza generale sulle prospettive di crescita dell’Unione europea.

Per fare ciò, la Commissione europea di Jean-Claude Juncker ha annunciato poco dopo il suo insediamento un nuovo pacchetto di misure, il piano di investimenti per l’Europa, meglio noto come “Piano Juncker”, con la promessa di sbloccare almeno 315 miliardi di investimenti aggiuntivi nei tre anni a venire.

Fiore all’occhiello del piano è il Fondo europeo per gli investimenti strategici, che ha mosso i primi passi lo scorso autunno, dopo un rapido iter parlamentare. II capitale del Fondo è di 21 miliardi e la logica alla base del suo funzionamento relativamente semplice. I 21 miliardi servono da garanzia alla Banca Europea per gli Investimenti (BEI) per prendere a prestito 60 miliardi sui mercati finanziari, attraverso l’emissione di obbligazioni. Con questi 60 miliardi, la BEI cofinanzia progetti e investimenti in settori chiave, quali infrastrutture, istruzione, ricerca e innovazione, e sostiene le piccole e medie imprese.

Pubblicità
Pubblicità

Il segreto sta nella condivisione del rischio: il cofinanziamento dei progetti da parte della BEI, infatti, ha l’obiettivo di ridurre l’avversione al rischio degli investitori, e incentivarli a impiegare una somma quattro volte superiore a quella inizialmente investita, raggiungendo un totale di 315 miliardi di investimenti aggiuntivi.

Perché i privati dovrebbero lasciarsi convincere da questo meccanismo? Perché la BEI si farà carico della parte più rischiosa dell’investimento, riducendo le probabilità di perdita degli investitori privati.

L’Unione europea non è nuova a questo tipo di iniziative: sono, infatti, già alcuni anni che la Commissione dedica parte delle proprie risorse alla promozione di investimenti in grado di attirare altri finanziatori.

Le risorse messe a disposizione dal Fondo sono relativamente poche, se si considera che cercheranno di accedervi progetti provenienti da tutta Europa. Per questo, ritengo sia essenziale unire le forze, presentandosi con iniziative comuni, che coinvolgano Provincia di Trento, Provincia di Bolzano e Land Tirolo, che da anni collaborano in modo sempre più stretto nella cornice dell’Euregio Tirolo.

A tal proposito, mi sono impegnato in prima persona durante l’iter legislativo che ha portato alla nascita del Fondo, per inserire un articolo che prevede il sostegno a piattaforme di investimento di tipo regionale.

I nostri territori sono pronti a competere con le altre realtà europee. Abbiamo tutte le carte in regola per farcela.

Herbert Dorfmann, Europarlamentare eletto nel collegio del Trentino Alto-Adige

  • Pubblicità
    Pubblicità
Fiemme, Fassa e Cembra6 ore fa

Vola con la macchina in un dirupo per 200 metri, gravissimo 88 enne di Predazzo

Fiemme, Fassa e Cembra7 ore fa

La storia di Michela: «La mia vita come un arcobaleno e un sogno da raggiungere»

Trento8 ore fa

Coronavirus: contagi in calo e ricoveri stabili nelle ultime 24 ore in Trentino

Trento15 ore fa

Loredana Ciccantelli, Confapi Trentino: «Il Trentino ha dimostrato di avere un piano di azione concreto per quanto riguarda l’accoglienza turistica»

Riflessioni fra Cronaca e Storia17 ore fa

Filosofia politica. Verità o autorità? Da dove origina la legge?

Telescopio Universitario17 ore fa

Amministrazione condivisa: verso un “Recovery Plan civico”. Convegno giovedì 20 a Giurisprudenza

Alto Garda e Ledro17 ore fa

La mostra ufficiale del Museo di Auschwitz-Birkenau a Riva del Garda

Arte e Cultura17 ore fa

Living Memory, la forza dell’impegno. In programma teatro, musica e testimonianze

Bolzano17 ore fa

Tentò di uccidere l’ex a Bronzolo: pena ridotta in appello per un nigeriano

Arte e Cultura17 ore fa

A Nogaredo presentato il volume “Capolavori” della Regione

Giudicarie e Rendena17 ore fa

Porte di Rendena: il Piedibus è già un successo

Bolzano17 ore fa

Rapina impropria, danneggiamento e aggressione alla Polizia: coppia di marocchini finisce in manette

Rovereto e Vallagarina18 ore fa

Uccisione cane da parte dei lupi: l’uomo è rimasto accerchiato in balia dei lupi per 30 minuti

Trento18 ore fa

Omicron: nel 53% dei casi il primo sintomo è il mal di gola. Ecco i nuovi sintomi

Val di Non – Sole – Paganella1 giorno fa

Altri 209 contagi da Coronavirus nelle Valli del Noce

Trento2 settimane fa

Nel 2021 su «La Voce del Trentino» lette oltre 30 milioni di pagine da 8 milioni di lettori

Trento1 settimana fa

Coronavirus: una vittima e 972 nuovi contagi nelle ultime 24 ore

Trento1 settimana fa

Coronavirus: nuovo record di contagi nelle ultime 24 ore. Sempre stabili i ricoveri

Trento2 settimane fa

Coronavirus: 2.372 contagi e due morti nelle ultime 24 ore in Trentino

Trento2 settimane fa

Coronavirus: due morti e 2.290 contagi nelle ultime 24 ore. Calano sensibilmente i ricoveri

Trento2 settimane fa

Coronavirus: due vittime e 807 nuovi contagi nelle ultime 24 ore in Trentino

Trento2 settimane fa

Coronavirus: 408 nuovi casi e nessun decesso nelle ultime 24 ore in Trentino

Trento2 settimane fa

Coronavirus: record di contagi in Trentino nelle ultime 24 ore. Morta una donna di 55 anni

Trento2 settimane fa

Coronavirus: 1.307 nuovi contagi in Trentino nelle ultime 24 ore. Superato il milione di vaccinazioni

Trento3 settimane fa

Coronavirus: 1 decesso e 938 contagi nelle ultime 24 ore. Calano i ricoveri in terapia intensiva

Trento3 settimane fa

Coronavirus: 894 contagi nelle ultime 24 ore in Trentino. C’è anche una vittima. Stabili i ricoveri

Trento3 settimane fa

Coronavirus: altri 3 morti nelle ultime 24 ore in Trentino

Trento3 settimane fa

Fugatti: «Lupi grave problema di sicurezza, attendiamo l’approvazione del piano di gestione guida costruito per il Trentino»

Trento3 settimane fa

Coronavirus: nessun decesso e 139 contagi nelle ultime 24 ore in Trentino

Trento3 settimane fa

Coronavirus: 3 vittime e 502 contagi nelle ultime 24 ore in Trentino

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

  • Pubblicità
    Pubblicità

Unico&Bello

Orient Express la Dolce Vita: in Italia un nuovo modo di vivere il Paese

A breve in Italia arriverà un nuovo modo di vivere e conoscere il Paese, in carrozze di lusso ispirate al design degli anni ‘60/’70. L’Italia si presenta al…

Vaia Cube e Vaia Focus: nuova vita agli alberi abbattuti da Vaia

Sono numerose le aziende ed i privati che hanno deciso, negli ultimi anni, di donare nuova vita e dignità ai 42 milioni di alberi abbattuti dalla tempesta Vaia…

2050: come ci arriviamo? Mobilità sostenibile, più pulita, più veloce, più sicura e per tutti

Dal 22 dicembre 2021 al MUSE – Museo delle Scienze di Trento, la mostra “2050: COME CI ARRIVIAMO? Mobilità sostenibile, più pulita, più veloce, più sicura e per…

L’Altopiano Tibetano e Nepal in due splendide mostre fotografiche virtuali

L’Altopiano Tibetano noto per alcuni dei pascoli più grandi al mondo, non consente lo sviluppo di una vera e propria attività agricola. Anche per questo le popolazioni dell’Altopiano…

Necrologi

Categorie

di tendenza