Connect with us
Pubblicità

Trento

Diritti umani: al via le prime due giornate

Pubblicato

-

Partecipazione e coinvolgimento hanno accolto le prime due giornate del percorso formativo ai diritti umani organizzato dall’Associazione Grande Quercia di Rovereto, in collaborazione con il Servizio Istruzione del Comune di Rovereto e la Comunità della Vallagarina.

La sala dell’Urban Center di Rovereto ha visto la presenza di due importanti relatori che hanno dato inizio a questa iniziativa, riscaldano i cuori e suscitando l’interesse dei presenti. 

Bruno Balestra, già magistrato, avvocato e formatore dell’Associazione “Sulle regole” ha condotto la platea in un viaggio che ha toccato moltissimi argomenti, offrendo quindi altrettanti spunti di riflessione: innanzitutto un excursus storico per riflettere sulla coscienza di sè, l’identità, le religioni; poi la scoperta dei simboli della giustizia e dei loro significati.

Pubblicità
Pubblicità

I presenti (divisi in piccoli gruppi) si sono confrontati su ciò che ostacola la formazione della società orizzontale in cui il potere non scende dall’alto ma si collabora nell’interesse di tutti e non di pochi; in particolare sull’ostacolo costituito dalla paura e sulla necessità di sviluppare la qualità contraria, il coraggio (agire con il cuore) ma soprattutto l’amore. “L’amore ci fa mettere in movimento, aumenta le nostre abilità”, dichiarava il relatore.

Nel pomeriggio, attraverso l’etimologia delle parole, il dottor Balestra ha parlato di discriminazione e soprattutto dell’importanza di conoscere se stessi e il proprio funzionamento, presupposto indispensabile perché si diventi capaci di rispettare le regole. Indispensabile dunque insegnare a figli e alunni a conoscere il proprio inconscio e a saperlo gestire, ha dichiarato.

Pubblicità
Pubblicità

I piccoli gruppi hanno concluso la giornata condividendo l’esperienza della possibilità di ascoltare l’altro in modo più ampio e completo e anche di come le stesse parole possano avere significati diversi per ognuno.

La seconda giornata ha visto protagonista il pedagogista Alessandro Laghi, che ha parlato dell’importanza del ruolo educativo della madre e del padre.

“Esiste una correlazione tra il sano sviluppo e la capacità genitoriale di colui che regola. L’essere umano non è solo la somma dei suoi neuroni. Nello sviluppo dell’individuo è determinante la relazione affettiva con coloro che danno le cure.

Il rapporto educativo è fondamentale. Oggi il discorso sulle regole è un problema immenso, un’emergenza.

Per poter comprendere la questione delle regole, bisogna prima parlare della “madre”, figura centrale, e del “padre”, che è il grande assente di questa partita educativa. Il papà c’è e anche molto più di quanto ci fosse in passato ma ciò che manca è la figura del “padre”.

La scuola o le istituzioni più efficaci non valgono quanto una madre, non riescono ad esercitare una funzione educativa grande quanto quella della madre. I genitori hanno una potenza educativa immensa.”

Il dottor Laghi, citando il libro “Le mani delle madri” di Massimo Recalcati, ha spiegato come nelle prime fasi di sviluppo del bambino il volto del mondo è il volto della madre. “Il bambino piccolo che esplora una stanza nuova guarderà sempre al volto di sua madre per comprendere cosa può fare e cosa è pericoloso.

Tutti siamo figli e tutti guardiamo la realtà come ce l’hanno fatta guardare le nostre madri nell’infanzia. Questo ha una portata enorme perché io stesso sono come sono stato guardato. Ci sono donne bellissime che non si sentono tali perché non sono state guardate così dai genitori.

Non solo il mio volto dipende da come io sono stato guardato ma anche il volto del mondo dipende da come lo guarda mia madre. Se mia madre guarda il mondo con uno sguardo spento il bambino vede un mondo spento. Tutto si riflette sul mondo della madre: il mondo, le cose, le persone, le leggi e, soprattutto, il papà. Se una madre pensa che il padre non valga nulla, quel padre non varrà mai niente per quel bambino. Se la mamma non vuole lavorare o parla male del lavoro il bambino crescendo farà di tutto per non lavorare.

Il dottor Laghi ha parlato di una mutazione antropologica che, già chiara nella nostra attuale società, lo sarà ancora di più fra un ventennio. “C’è da averne paura” ha dichiarato.

Fino a qualche anno fa un bambino che nasceva, ovunque fosse, doveva adattarsi alle regole della famiglia/società in cui nasceva. Oggi questo si è capovolto: ora è tutta la famiglia ad adattarsi al bambino. Quindi non solo i bambini non trovano più nessuna regola ma finiscono col deciderle: decidono loro cosa fare e lo ordinano ai genitori. Assistiamo a molti casi di onnipotenza infantile perché i genitori non sanno più che il loro volto determina il volto del mondo. E’ necessaria una reimpostazione globale.

Ma attenzione: è sbagliato puntare il dito contro il bambino: bisogna guardare cosa abbiamo fatto e cosa stiamo facendo noi adulti.

Quello che abbiamo dato era segno di amore o no?

Al giorno d’oggi la voglia, le pulsioni, sono diventate il criterio di valutazione della vita. Ma questo problema non è percepito. Questi bambini hanno una fame d’autorità che è palpabile. Hanno bisogno di un padre amorevole, potente. Hanno bisogno di una guida. Questo è pericoloso perché hanno così bisogno di questo che appena trovano qualcuno di autorevole si attaccano e lo seguono ma può succedere che questa persona sia qualcuno che lo porta sulla cattiva strada.

Il genitore che non dà le regole ha un bisogno terribile di sentirsi amato dai propri figlio. C’è l’errata convinzione che davanti al No il bambino smetta di volere bene ai suoi genitori.

Mai come adesso i genitori sono preoccupati della prestazione dei propri figli. Ma questo non è amore: significa guardare il prodotto e non la persona”.

In conclusione Laghi ha sottolineato alcuni elementi importanti per una buona educazione del bambino: pulizia linguistica (parlare al bambino nel modo corretto e non utilizzare i suoi vocaboli pronunciati male); fare cose significative con i bambini (impastare, cucinare, cooperare in qualcosa); riabilitare la figura paterna; dare importanza al rito della nanna (rispettando con precisione l’orario della nanna) e alle regole della casa e della famiglia.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Pubblicità
Pubblicità

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Buono viaggio Taxi e Ncc: fino al 50% di sconto sul totale della corsa
    Per alcune categorie di persone, viaggiare in taxi potrebbe essere più conveniente. All’interno del Decreto Rilancio e successivamente nel Dl infrastrutture è stata inserita una particolare agevolazione che prevede viaggi in auto con conducente e... The post Buono viaggio Taxi e Ncc: fino al 50% di sconto sul totale della corsa appeared first on Benessere […]
  • Bonus Partite Iva, fino al 13 dicembre la presentazione delle domande
    Bonus Partite Iva Il bonus, messo a disposizione del Governo è un sussidio erogato a favore dei soggetti esercenti di titolari di partita Iva, soggetti esercenti di attività di impresa che hanno subito perdite a... The post Bonus Partite Iva, fino al 13 dicembre la presentazione delle domande appeared first on Benessere Economico.
  • Cambia la lotteria degli scontrini, ipotesi estrazione istantanea dal 2022
    Il programma lotteria degli scontrini che ha accompagnato molti italiani per tutto il 2021, potrebbe subire dei cambiamenti a partire dal 2022. A differenza del cashback, la lotteria degli scontrini infatti, è stata confermata anche... The post Cambia la lotteria degli scontrini, ipotesi estrazione istantanea dal 2022 appeared first on Benessere Economico.
  • P. Iva, quando arrivano i contributi fondo perduto fino a 150 mila euro
    Dopo l’ok ufficiale da parte dell’Unione Europea, i contributi a fondo perduto per le P.Iva disposti dal Decreto Sostegni Bis vengono sbloccati e arriveranno entro l’anno. I dettagli della misura Il sostegno finanziato con 4,5... The post P. Iva, quando arrivano i contributi fondo perduto fino a 150 mila euro appeared first on Benessere Economico.
  • Bonus Natale, a dicembre voucher e bonus per pensionati e categorie meno abbienti
    Con l’avvicinarsi delle festività si incomincia a parlare di Bonus Natale, una misura di sostegno al reddito introdotta dalla legge finanziaria del 2001 e rifinanziata nell’ultimo decreto legge. Si tratta quindi di un voucher, erogato... The post Bonus Natale, a dicembre voucher e bonus per pensionati e categorie meno abbienti appeared first on Benessere Economico.
  • Il ritmo dell’inflazione preoccupa, aumentano anche i prezzi del carrello della spesa
    Anche nel mese di ottobre il tasso di inflazione ha continuato a salire. In particolare, per il quarto mese consecutivo l’ISTAT ha registrato una crescita più alta di quanto previsto in precedenza. L’aumento del prezzo... The post Il ritmo dell’inflazione preoccupa, aumentano anche i prezzi del carrello della spesa appeared first on Benessere Economico.

Necrologi

  • Pubblicità
    Pubblicità

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

Categorie

di tendenza