Connect with us
Pubblicità

Trento

Piazza di Piedicastello – Al via il bando per la riqualificazione

Per quarant'anni hanno diviso il quartiere di Piedicastello in due, sia che si parli dell'aspetto urbanistico, sia che si parli di quello sociale, ma ora, dopo i ritardi dovuti ai ritrovamenti archeologici, è giunto il momento di intervenire sulla barriera fisica che divide Piedicastello.

Pubblicato

-

Pubblicità

Pubblicità

Per quarant'anni hanno diviso il quartiere di Piedicastello in due, sia che si parli dell'aspetto urbanistico, sia che si parli di quello sociale, ma ora, dopo i ritardi dovuti ai ritrovamenti archeologici, è giunto il momento di intervenire sulla barriera fisica che divide Piedicastello.

Eliminando la barriera fisica rappresentata dalla ex tangenziale di Trento e dallo svincolo presente all'imbocco del ponte di San Lorenzo, il Comune intende creare la "Piazza di Piedicastello", circa 8000 mq, divisa in tre aree.

In primis la piazza storica del sobborgo ampliata verso la chiesa e pavimentata con materiali di pregio come il porfido, sottesa da via Brescia e dagli edifici di antica origine, e risulterà la piazza naturale del quartiere, caratterizzata dalle più svariate funzioni sociali indotte anche dalla presenza delle molteplici attività commerciali; assieme al vicolo di Piedicastello ha una superficie pari a circa 2.200 mq.

Pubblicità
Pubblicità

Poi la seconda, attorno alla zona monumentale chiesa-canonica, valorizzata dagli interventi di recupero archeologico-architettonico attualmente in essere.

Infine la terza che riguarda il sistema del verde: nel progetto attorno alla piazza è prevista una sistemazione a verde di circa 2.800 mq, suddivisa nella zona verso nord, pianeggiante e attrezzata per i bambini, la seconda di raccordo tra piazza e via Brescia, con piantumazione di arbusti e percorso pedonale e la terza costituita da un'aiuola attorno ai platani esistenti lungo via Brescia.

Punto di partenza del progetto è stato l'avvio di un confronto con le diverse realtà presenti sul territorio e che esprimono le varie esigenze legate alla vivibilità degli spazi collettivi, considerando tutte le funzioni presenti attualmente sull'area o che saranno in futuro insediate.

Pubblicità
Pubblicità

E' per questo che gli interventi in progetto sono stati coordinati con la Parrocchia di S. Apollinare, che ha in corso l'intervento di ristrutturazione della chiesa e del sagrato, con relativi scavi esterni, con la Circoscrizione Centro Storico – Piedicastello, con il Comitato per Piedicastello, con la Soprintendenza Beni Architettonici, con la Soprintendenza Beni Archeologici, e con il servizio Bacini Montani della P.A.T., cui è stato chiesto un parere preliminare.

Parlando di viabilità, il progetto prevede lo smantellamento della rotatoria sulla ex tangenziale con demolizione delle rampe verso sud e verso ovest e la realizzazione di una rotatoria urbana atta a garantire un corretto smaltimento dei flussi in ingresso e uscita.

La rotatoria a partire dal ponte di S. Lorenzo presenterà una pendenza trasversale in modo da abbassare quanto più possibile via Brescia nel raccordo verso ovest. Vengono previsti percorsi pedonali alberati, una fermata del mezzo pubblico fuori sede, mentre vengono mantenuti i parcheggi presenti lungo via Brescia sul lato sud.

Sulla rotatoria si innesteranno, oltre al ponte di S. Lorenzo e a via Brescia, anche lung'Adige Apuleio, che è interessato dai lavori solamente per l'innesto in rotatoria, e lung'Adige S. Nicolò. Quest'ultimo è interessato dall'intervento per un tratto di circa 120 metri, con raccordo sulla strada esistente, e sarà caratterizzato da una carreggiata con alberi, percorsi pedonali e ciclabili.

Connubio quindi tra la chiesa e la piazza, con il progetto che prevede l'ampliamento del sistema piazza verso la canonica con la realizzazione di una pavimentazione in porfido in leggera pendenza verso est.

Il vicolo di Piedicastello, attualmente viabile, verrà reso pedonale e pavimentato in cubetti di porfido; tale pavimentazione si unirà nella piazza a quella dei due marciapiedi, a costituire un'area continua.

La piazza sarà collegata al ponte di San Lorenzo e a via Brescia nella zona adiacente la canonica, tramite una scalinata ed un percorso pedonale di collegamento tra i due livelli. La scala porterà dal livello della piazza alla prossimità della nuova fermata degli autobus. Il percorso pedonale adiacente alla scala è inserito in un'area verde costituita da piantumazioni arbustive e sarà intervallato da ripiani; che ospiteranno piazzole pianeggianti con panchine.

Altro collegamento pedonale tra la piazza e la rotatoria del ponte di san Lorenzo sarà costituito dal marciapiede lungo via Brescia,nell'area compresa tra la piazza e l'accesso al Museo Storico “le Gallerie” è stata progettata un'ampia zona a verde e un percorso pedonale diretto verso l'entrata del Museo/Gallerie.

Nell'area a verde è inserita una zona giochi per bambini, costituita da pavimentazione di gomma colorata nelle tonalità delle terre, sulla quale saranno installati vari giochi ed alcune panchine.

Il percorso pedonale di accesso al Museo Storico sarà pavimentato in cubetti di porfido e sarà affiancato da un'aiuola alberata, lungo il suo lato sud verranno piantatati dei cipressi, riproposti anche nel vicino prato parrocchiale.

Nella parte nord della zona a verde, antistante la scuola materna, verrà realizzato un piccolo parcheggio con cinque posti auto, di cui uno per disabili.

Il progetto prevede la ripavimentazione del vicolo di Piedicastello e la pavimentazione del percorso pedonale vicino alla scuola materna fino a via Dos Trento.

Anche via Papiria e via Verruca saranno interessate dal progetto di riqualificazione, realizzando un anello veicolare a senso unico lungo la via Papiria – via Verruca con ritorno su via Papiria ricavando un parcheggio alberato nell'area in fregio alla nuova rotatoria e ridisegnando parzialmente il parcheggio nell'area a fianco dell'ex Italcementi, con percorsi pedonali di collegamento al Lung'Adige San Nicolò.

Infine grande attenzione si è rivolta anche all'illuminazione pubblica: l'attuale illuminazione sarà sostituita, scegliendo lampade che garantiscono un ottimo rendimento illuminamento/consumo, rispondenti alle nuove normative in campo di risparmio energetico ed inquinamento luminoso.

Nel nucleo storico si vuole valorizzare, anche con i nuovi punti luce, l'area proponendo un tipo di punto luce ormai caratteristico del centro storico di Trento: la tipologia scelta è presente in via dei Ventuno, davanti al Castello del Buonconsiglio, in via Rosmini ecc.

Pubblicità
Pubblicità

  • Pubblicità
    Pubblicità
Rovereto e Vallagarina2 minuti fa

Apsp Benedetti di Mori, presentato il primo bilancio: «Pandemia non ha influito sui decessi»

Piana Rotaliana16 minuti fa

Chiude «Da Demetrio» a Mezzocorona: «È giunto il momento di congedarci e goderci la pensione»

Valsugana e Primiero19 minuti fa

Confermata la condanna a 20 anni di carcere per l’omicidio di Agitu

Trento44 minuti fa

Terrore e devastazioni Torino: identificati anche degli anarchici trentini

Rovereto e Vallagarina1 ora fa

Centra con l’auto il centro commerciale in corso Rosmini e fugge

Arte e Cultura2 ore fa

L’artista nonesa Francesca Dolzani espone a Trento per solidarietà

Aziende3 ore fa

Servizi di stampa: Sprint24 si conferma tipografia online di riferimento per le imprese

Trento13 ore fa

Conferenza delle regioni, Fugatti: «La sanità emergenza nazionale». Giorgia Meloni: «Investire su sinergia a tutti i livelli»

Val di Non – Sole – Paganella13 ore fa

A Rabbi si impara a tagliare gli alberi

Val di Non – Sole – Paganella13 ore fa

«Oltre la SM»: dal 10 dicembre al bar «Il Fiore» di Borgo d’Anaunia le opere di Fabio Roncato

Val di Non – Sole – Paganella13 ore fa

Strade comunali a Dambel, ecco la corretta applicazione del regolamento

Piana Rotaliana15 ore fa

“Spirit of New Orleans Gospel Choir”: a Lavis un concerto da non perdere

Valsugana e Primiero15 ore fa

Apsp di “San Giuseppe” a Primiero: l’assessore Segnana in visita

Val di Non – Sole – Paganella15 ore fa

Tuenno, ok alla messa in sicurezza della strada interna all’abitato. Ecco come diventerà

Val di Non – Sole – Paganella16 ore fa

La scrittrice/pittrice Lorenza Poletti espone le sue tele a Cles

Valsugana e Primiero3 settimane fa

Monica Cadau perde il ricorso al TAR e dovrà risarcire il comune di Borgo e il Ministero

Trento3 settimane fa

A Trento è arrivata “Pokè Monade”, la Poke trentina!

Io la penso così…4 giorni fa

Coredo: «I maiali che mangiavano fango: il veterinario si dimetta»

Trento2 settimane fa

Avvistato un branco di lupi tra Centa San Nicolò e Caldonazzo

Val di Non – Sole – Paganella2 settimane fa

Morte neonato a Cles: era già successo 42 anni fa

Trento4 settimane fa

Occupa abusivamente 3 parcheggi da anni e nessuno fa nulla

Trento2 settimane fa

I pendolari della sanità trentina: «È l’unico modo per curarsi e rimanere in vita»

Trento6 giorni fa

Gallerie Martignano: da dicembre saranno attivi gli autovelox

Val di Non – Sole – Paganella4 settimane fa

Massimiliano Lucietti è morto mentre era a terra per sparare

Trento4 settimane fa

Le sconcertanti e imbarazzanti parole di Antonio Ferro sulle Oss trentine

Le ultime dal Web3 settimane fa

Tesla Model Y impazzita uccide due persone – IL VIDEO

Val di Non – Sole – Paganella3 settimane fa

Non più lezioni, ma esperienze in montagna. A Molveno apre la nuova «Non scuola di sci»

Trento4 settimane fa

Non poteva essere l’avvocato della Provincia di Trento. La corte dei Conti chiede 113 mila euro di risarcimento a Giacomo Bernardi

Val di Non – Sole – Paganella2 giorni fa

Paura nella notte a Cles: a fuoco un’abitazione in zona Spinazzeda

Trento3 settimane fa

Gardolo: autobus va contro un’auto, manda a quel paese il guidatore e scappa

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Categorie

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

di tendenza