Connect with us
Pubblicità

La Sfera e lo Spillo

La nona sinfonia juventina, Napoli campione d’inverno cantando “O’ sole mio”

 

Si evoca la contesa dei fuoriclasse, tra l’esperto Antonio Cassano e l’astro nascente Paulo Dybala.

Pubblicato

-

 

Si evoca la contesa dei fuoriclasse, tra l’esperto Antonio Cassano e l’astro nascente Paulo Dybala.

Un tempo si sarebbe coniato il confronto tra i due “numeri dieci”.

Pubblicità
Pubblicità

Il trentatreenne barese e il ventiduenne nativo di Laguna Larga condividono il raffinato talento, la qualità cristallina della tecnica. Visione di gioco e piedi vellutati elevano i due player nell’olimpo della massima serie.

Antonio è un eccellente trequartista talvolta impiegato come seconda punta, può giocare su tutto il fronte d’attacco; suggeritore elegante e virtuoso, abile negli assist rapidi e precisi.

E’ pregevole nel ruolo da “falso nueve” e centravanti di manovra in frangenti e talune circostanze. I peccati di gioventù limitano la sua carriera, seppur radiosa.

Pubblicità
Pubblicità

Paulo può essere schierato da prima o da seconda punta.  Mancino di piede, rapido, agile e brevilineo sfrutta le sue innate peculiarità nel dribbling e nelle repentine ripartenze.

Con le opportune indicazioni tattiche e sincronismi di reparto può svolgere con successo e fama il ruolo nobile dietro le due punte, dopo l’avvenuta maturità.

La Superba è il palcoscenico illuminato del big match della diciannovesima giornata di serie A.

E’ la disputa nella notte tra i Campioni d’Italia, rientrati con rinnovata potenza nella lotta per il tricolore e il Doria in lenta ripresa con le alchimie tattiche di Vincenzo Montella.

Nell’almanacco del pallone, riportando indietro le lancette dell’orologio, scopriamo una curiosa vittoria della Samp di 45 anni fa.

Per gli amanti delle statistiche, il 10 gennaio 1971, la squadra allenatada Bernardini supera (2-0) la Fidanzata d’Italia di mister Picchi con le reti di Salvi e Cristin.

Nella circostanza per ironia della sorte, Marcello Lippi futuro tecnico della Juventus, amministra sul green la difesa dei genovesi. Con la casacca blucerchiata l’ex CT della Nazionale milita dal 1970 al 1979 collezionando 274 presenza, segnando 5 reti.

Si son giocati 114 incontri tra il Doria e la Vecchia Signora nel campionato di serie A. I bianconeri possono vantare 53 vittorie, i blucerchiati 24, mentre i pareggi sono 37.

Oltre l’amarcord, le due compagini si presentano nel catino del quartiere Marassi rispettivamente al quattordicesimo (a quota 23 punti) in coabitazione con il Chievo e al quarto posto (36 punti).

Ventisette sono le reti realizzate e ventotto quelle subite dal team di Piazza Borgo Pila. Trentuno sono quelle all’attivo e quattordici quelle al passivo dal sodalizio di Corso Galileo Ferraris.

Il percorso della squadra ligure è caratterizzato da sei vittorie, cinque pareggi e sette sconfitte; per i piemontesi sono undici gli incontri vincenti, tre sono i pareggi e quattro le disfatte.

Il migliore realizzatore della Sampdoria è Eder con undici centri, per la Juventus è l’argentino Paulo Dybala con nove timbri.

I blucerchiati sono sulle ali dell’entusiasmo dopo il successo nel derby contro il Grifone, la Vecchia Signora è, invece, reduce da otto vittorie consecutive.

Domenica 10 gennaio ore 20.45 si celebra il match tra UC Sampdoria e FC Juventus.

Il golfo è accarezzato dal vento, lo sky drappeggiato di nuvole, la temperatura misurata è di quattordici gradi centigradi. Il tappeto in riva al Torrente Bisagno si presenta in discrete condizioni.

Il fischietto dell’incontro è affidato al quarantunenne Paolo Silvio Mazzoleni, nato a Bergamo il 12 giugno 1974; fratello di Mario, ex arbitro, appartiene alla sezione AIA della città orobica.

Sul rettangolo, gli assistenti dell’arbitro bergamasco sono Marrazzo e Tegoni. Il quarto uomo è Galloni. I giudici di linea sono Rocchi e Cervellara.

La guida tecnica di Bogliasco sceglie il modulo 4-3-3 con Viviano in porta. La linea difensiva composta Cassani, Moisander, Zukanovic e Regini; la cerniera bassa formata da Soriano, Fernando e Barreto; il trittico offensivo, con Carbonero, Cassano e Eder.

La guida tecnica di Vinovo schiera il rodato modulo 3-5-2 con il capitano Gianluigi Buffon tra i pali. La difesa è amministrata da Rugani, Bonucci e Chiellini, nei corridoi scorrono gli esterni, Lichtsteiner ed Evra; davanti alla roccaforte si colloca Hernanes, in compagnia di Khedira e Pogba; in avanti, la coppia, Dybala e Morata.

La sfida tra Sampdoria e Juventus termina con il successo dei bianconeri (1-2).

E’ la nona vittoria consecutiva per gli ospiti che agganciano la Beneamata al secondo posto in classifica.

La partenza sprint è dei torinesi che giostrano ordinati sotto la guida attenta del ritrovato Khedira. Vivace nel mezzo anche Pogba che spinge con dinamismo e vivacità.

La Samp è guardinga, a tratti rinunciataria; coperta e prudente concede campo e superficie nella zona nevralgica della mediana. L’artiglieria è scarica, quasi mai pericolosa, poco sorretta dalle catene esterne.

Il tecnico di Pomigliano d’Arco si limita a sfruttare le rare ripartenze e le porzioni di campo concesse dal forcing piemontese.

Paul Pogba disegna un fendente mancino che trafigge Viviano (al minuto 17).

Fatale e determinata la squadra di Massimiliano Allegri, gioca a memoria uno spartito fatto di movimenti sincronizzati e un modulo assimilato con giudizio.

A inizio ripresa un’invenzione di Dybala aziona Sami Khedira che buca la difesa sorretta dalla coppia Moisander-Zukanovic (al minuto 46).

Cresce lo spirito dei padroni di casa, la Juve si rifugia sulla linea con una doppia cerniera, serrata ed ermetica.  

Antonio Cassano dopo una pregevole combinazione con Carbonero infila la sfera nell’angolo della porta di Buffon (al minuto 64).

A tempo scaduto Moisander blocca Zaza con un fallo plateale e Mazzoleni lo spedisce negli spogliatoi (al minuto 90+4).

Ventiquattro sono le reti realizzate nella diciannovesima giornata di serie A. Una, è la vittoria tra le mura amiche (Carpi), otto sono le vittorie esterne (Juventus, Napoli, Sassuolo, Empoli, Lazio, Chievo, Palermo e Genoa), un solo pareggio (Roma-Milan).

Dopo 1.710 minuti la classifica è la seguente: Napoli (41 punti)- Inter, Juventus (39 punti) – Fiorentina (38 punti) – Roma (34 punti) – Sassuolo (31 punti) – Empoli (30 punti) – Milan (29 punti) – Lazio (27 punti) – Chievo (26 punti) – Atalanta, Udinese (24 punti) – Sampdoria (23 punti) – Torino, Bologna (22 punti) – Palermo (21 punti) – Genoa (19 punti) – Frosinone (15 punti) – Carpi (14 punti) – Verona (8 punti).

(* Sassuolo, Torino una partita in meno).

Frosinone-Napoli (1-5)

I Partenopei si laureano Campioni d’Inverno.

La squadra di Maurizio Sarri liquida il Frosinone con uno score pirotecnico.

La doppietta di Gonzalo Higuain (al minuto 30 e 60) e le reti di Raúl Albiol (al minuto 20), Marek Hamšík (al minuto 59) e Manolo Gabbiadini (al minuto 71) spingonogli azzurri in cima alla classifica.

I ciociari, nel finale, accorciano le distanze con Paolo Sammarco (al minuto 81).

Atalanta-Genoa (0-2)

I rossoblù di Gian Piero Gasperini espugnano il catino della Dea bergamasca.

Le reti di Blerim Džemaili (al minuto 79) e Leonardo Pavoletti (al minuto 81) regalano la vittoria al Grifone.

Torino-Empoli (0-1)

Massimo Maccarone segna (al minuto 56) assistito da Pucciarelli.

Bologna-Chievo (0-1)

Gli undici del trentino Rolando Maran vincono di misura sui felsinei.

La rete della vittoria è segnata dall’ex juventino Simone Pepe (al minuto 79).

Verona-Palermo (0-1)

I siciliani trafiggono gli scaligeri con Franco Vazquez (al minuto 27).

Inter-Sassuolo (0-1)

Il rigore di Domenico Berardi (al minuto 90+5) spegne le speranze nerazzurre di terminare il girone d’andata al primo posto.

Roma-Milan (1-1)

Finisce in parità la partita dell’Olimpico.

I giallorossi sbloccano il risultato con Antonio Rüdiger (al minuto 4) sugli sviluppi di una punizione di Pjanic. Il pareggio meneghino scaturisce da un colpo di testa di Juraj Kucka (al minuto 50).

Fiorentina-Lazio (1-3)

Gli aquilotti di Stefano Pioli festeggiano nella città gigliata. Keita (al minuto 45+1), Sergej Milinković-Savić (al minuto 90+2) e Felipe Anderson (al minuto 90+6) sono i finalizzatori del tris biancoceleste.

I viola trovano il goal della bandiera con Facundo Roncaglia (al minuto 90+3).

Carpi-Udinese (2-1)

E’ una vittoria importante per i biancorossi di Fabrizio Castori collocati al penultimo posto nella graduatoria generale.

I goal dei padroni di casa portano la firma di Lorenzo Pasciuti (al minuto 26) e Lorenzo Lollo (al minuto 70).

I friulani dimezzano lo svantaggio con Duván Zapata (al minuto 72).

Emanuele Perego             www.emanueleperego.it              www.perego1963.it

  • Pubblicità
    Pubblicità
Val di Non – Sole – Paganella10 ore fa

Predaia, approvato all’unanimità il bilancio preventivo da 21 milioni di euro

Italia ed estero10 ore fa

Elezione Presidente della Repubblica, anche la seconda votazione in fumo: altre 527 schede bianche

Trento10 ore fa

Incidente in Val Breguzzo, morto un secondo escursionista

Trento11 ore fa

Tamponi falsi, Opi: «Scandaloso e inaccettabile, saremo inflessibili»

Italia ed estero11 ore fa

Gli universitari di “Siamo Futuro” ricordano Giulio Regeni e chiedono giustizia per Davide Giri

Trento11 ore fa

Regole Covid da cambiare, via la colorazione delle zone e semplicare le regole per le scuole

Trento12 ore fa

Operazioni monetarie sospette: in Trentino il fenomeno cresce del 27,2%

Val di Non – Sole – Paganella12 ore fa

Coronavirus, nelle Valli del Noce 247 nuovi casi

Valsugana e Primiero12 ore fa

Ancora fiamme in Valsugana, torna l’ombra del piromane

Val di Non – Sole – Paganella12 ore fa

A Ossana gli studenti diventano custodi della biodiversità

Trento14 ore fa

Coronavirus: due nuovi decessi, 2.740 casi, salgono i ricoveri, calano le intensive

Trento14 ore fa

Tragico incidente in A22 a Trento: morta una 69enne bolzanina. Ferito il marito

Trento14 ore fa

Imbrattamento al Palazzo dell’istruzione, gruppo di studenti rivendica tutto – IL VIDEO

Arte e Cultura14 ore fa

Bisesti: “Violenza nazifascista, da Liliana Manfredi uno straordinario messaggio ai giovani”

Trento15 ore fa

Lotta al cancro: il 29 e 30 gennaio le arance della salute di Airc arrivano nelle piazze del Trentino

Trento4 settimane fa

Nel 2021 su «La Voce del Trentino» lette oltre 30 milioni di pagine da 8 milioni di lettori

Trento3 settimane fa

Coronavirus: una vittima e 972 nuovi contagi nelle ultime 24 ore

Trento3 settimane fa

Coronavirus: nuovo record di contagi nelle ultime 24 ore. Sempre stabili i ricoveri

Trento3 settimane fa

Coronavirus: 2.372 contagi e due morti nelle ultime 24 ore in Trentino

Trento3 settimane fa

Coronavirus: due morti e 2.290 contagi nelle ultime 24 ore. Calano sensibilmente i ricoveri

Trento3 settimane fa

Coronavirus: due vittime e 807 nuovi contagi nelle ultime 24 ore in Trentino

Trento3 settimane fa

Coronavirus: 408 nuovi casi e nessun decesso nelle ultime 24 ore in Trentino

Trento3 settimane fa

Coronavirus: record di contagi in Trentino nelle ultime 24 ore. Morta una donna di 55 anni

Trento4 settimane fa

Coronavirus: 1.307 nuovi contagi in Trentino nelle ultime 24 ore. Superato il milione di vaccinazioni

Trento4 settimane fa

Coronavirus: 1 decesso e 938 contagi nelle ultime 24 ore. Calano i ricoveri in terapia intensiva

Trento4 settimane fa

Coronavirus: 894 contagi nelle ultime 24 ore in Trentino. C’è anche una vittima. Stabili i ricoveri

Trento4 settimane fa

Coronavirus: altri 3 morti nelle ultime 24 ore in Trentino

Trento4 settimane fa

Fugatti: «Lupi grave problema di sicurezza, attendiamo l’approvazione del piano di gestione guida costruito per il Trentino»

Trento2 settimane fa

Fugatti: «Per ora la scuola tiene. Ma siamo pronti a valutare nuovi provvedimenti»

Trento1 settimana fa

Coronavirus: 4 vittime e 885 nuovi contagi nelle ultime 24 ore in Trentino

  • Pubblicità
    Pubblicità

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

  • Pubblicità
    Pubblicità

Unico&Bello

La miniera di diamanti aperta al pubblico: l’incredibile esperienza di scavare e tentare la fortuna

Un’esperienza indimenticabile, ricca e fruttuosa: sono le caratteristiche principali della “Creater of Diamonds”, l’unica miniera di diamanti al mondo aperta al pubblico. Si tratta di un grande parco…

Orient Express la Dolce Vita: in Italia un nuovo modo di vivere il Paese

A breve in Italia arriverà un nuovo modo di vivere e conoscere il Paese, in carrozze di lusso ispirate al design degli anni ‘60/’70. L’Italia si presenta al…

Vaia Cube e Vaia Focus: nuova vita agli alberi abbattuti da Vaia

Sono numerose le aziende ed i privati che hanno deciso, negli ultimi anni, di donare nuova vita e dignità ai 42 milioni di alberi abbattuti dalla tempesta Vaia…

2050: come ci arriviamo? Mobilità sostenibile, più pulita, più veloce, più sicura e per tutti

Dal 22 dicembre 2021 al MUSE – Museo delle Scienze di Trento, la mostra “2050: COME CI ARRIVIAMO? Mobilità sostenibile, più pulita, più veloce, più sicura e per…

Necrologi

Categorie

di tendenza