Connect with us
Pubblicità

Italia ed estero

Rose Hamid, l’attivista musulmana che ha sfidato Donald Trump

E’ riuscita a far imbarazzare Donald Trump. Con il capo velato e una stella gialla appuntata sul vestito, simile a quella che i nazisti imposero agli ebrei, Rose Hamid, 56 anni, assistente di volo, ha inscenato una protesta silenziosa durante un evento di Trump a Rock Hill, in South Carolina.

Pubblicato

-

E’ riuscita a far imbarazzare Donald Trump. Con il capo velato e una stella gialla appuntata sul vestito, simile a quella che i nazisti imposero agli ebrei, Rose Hamid, 56 anni, assistente di volo, ha inscenato una protesta silenziosa durante un evento di Trump a Rock Hill, in South Carolina.

Trump, candidato che guida i sondaggi nella corsa alla nomination repubblicana, ha preso apertamente posizione contro la comunità musulmana, sostenendo nei mesi scorsi, dopo gli attentati di Parigi, che ai musulmani dovrebbe essere temporaneamente impedito di entrare negli Stati Uniti, almeno finché non sarà chiaro cosa è successo. Dichiarazioni che, come succede spesso con Trump, hanno sollevato un polverone.

Rose Hamid, attivista per i diritti della comunità musulmana, aveva annunciato in anticipo alla Cnn la sua presenza al convegno di Trump. Hamid aveva spiegato che non voleva urlare o disturbare il comizio, ma semplicemente dare ai sostenitori di Trump un'idea di cosa fosse un musulmano. “Ho immaginato che la maggior parte dei sostenitori di Trump non avesse mai incontrato un musulmano e ho voluto dar loro l'opportunità di incontrarne uno”, aveva dichiarato la donna, indossando una maglietta con la scritta “Salaam, vengo in pace”. “Non voglio dire nulla. Non voglio sembrare irrispettosa, a se dirà qualcosa a cui penso si debba replicare, potrei.. vedrò cosa mi viene in mente”, questa la promessa dell’attivista.

Pubblicità
Pubblicità

E così è stato. Venerdì sera, Rose si è messa proprio nei posti alle spalle di Trump. Velo sul capo, stella sulla spalla, “Salam, vengo in pace” sulla maglietta. Quando il candidato, durante il suo discorso, ha affermato che tra i profughi siriani che scappano dalla guerra ci sono delle persone affiliate all’Isis, la donna musulmana si è alzata in piedi. Ma è rimasta zitta.

La sua protesta silenziosa ha fatto infuriare i sostenitori di Trump. Questi hanno cominciato a indicarla e a scandire il nome del magnate “prestato alla politica”, seguendo alla lettera le istruzioni su come reagire in caso di proteste, ricevute dallo staff dello stesso Trump, prima dell’inizio dell’evento. A quel punto la donna è stata scortata fuori, insieme a Marty Rosenbluth, altro attivista, munito anche lui di stella, alzatosi in piedi insieme a lei. La sala è esplosa tra i fischi e le urla “fuori!”. C'è anche chi ha ripetutamente sostenuto che la donna avesse con sé una bomba.

Il maggiore Steven Thompson, della polizia di Rock Hill, ha poi dichiarato che Hamid è stata espulsa perché i responsabili della campagna di Trump avevano chiesto che “chiunque avesse disturbato in qualsiasi modo” avrebbe dovuto essere cacciato.

Pubblicità
Pubblicità

Una volta che la donna è uscita dalla sala, Trump ha commentato l’accaduto, sostenendo: “C’è un odio incredibile contro di noi. E' il loro odio, non il nostro”.

Un ritornello che, dopo oggi, è destinato a convincere sempre meno persone. Con il suo silenzio assordante, Rose è riuscita a smascherare tutta l’intolleranza dei sostenitori di Trump. L’America ha bisogno di eroi, non di spauracchi.

 

 

Pubblicità
Pubblicità

  • Pubblicità
    Pubblicità

Necrologi

  • Pubblicità
    Pubblicità

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

  • La nuova vita dei treni notturni, viaggiare sostenibile e comodo
    Dopo anni i treni notturni tornano di moda. Ultimamente infatti, in Europa hanno rincominciato ad essere più frequentanti e richiesti i treni notturni che permettono di spostarsi tra le principali città durante la notte, dormendo in un vagone dedicato. L’aumento della domanda rispetto a questo servizio è stata tale da spingere molte imprese ferroviarie a […]
  • Panchine giganti in Italia: la ricerca di un’incredibile esperienza
    Colorate, grandi e affacciate su panorami mozzafiato. Si parla delle Big Bench, ovvero delle panchine giganti, un fenomeno ideato dal designer americano Chris Bangle che nel giro di pochi anni si è diffuso in tutto il Bel Paese. Queste installazioni fuori scala, posizionati in piccoli luoghi di sconosciuta bellezza, cambiano la prospettiva del paesaggio, rendendo […]
  • Allargare le braccia e toccare due continenti: le splendide possibilità dell’Islanda
    Per molti, l’America è quel continente lontano ore ed ore di volo, ma sulla Terra esiste un luogo dove Europa ed America sono talmente vicine da essere toccate contemporaneamente, semplicemente allargando le braccia. Questo luogo pazzesco si trova in Islanda ed è considerato uno dei luoghi più spettacolari del mondo. La Silfra Fissure, patrimonio naturale […]
  • L’Italia e i boschi incantati: alla scoperta di fate, gnomi e folletti
    Ogni stagione con i suoi profumi e i suoi colori, invita qualsiasi escursionista ad esplorare la natura che, tra vegetazione ed alberi si mostra in tutto il suo splendore. In particolare, l’Italia è nota per essere una miniera di patrimoni artistici e culturali inestimabili capaci di scatenare la curiosità di grandi e piccini, con la […]

Categorie

di tendenza