-->
Connect with us
Pubblicità

Italia ed estero

L’ISIS ha ucciso Ruqia Hassan, la voce libera di Raqqa

Lo stato islamico ha messo a tacere anche lei. Ruqia Hassan, giovanissima giornalista freelance che aveva osato sfidare la censura della polizia religiosa, raccontando su Facebook le atrocità della quotidianità sotto il regime islamico, è stata ammazzata dagli uomini del sedicente califfo Abu Bakr Al Baghdadi.

Pubblicato

-

Pubblicità

Pubblicità

Lo stato islamico ha messo a tacere anche lei. Ruqia Hassan, giovanissima giornalista freelance che aveva osato sfidare la censura della polizia religiosa, raccontando su Facebook le atrocità della quotidianità sotto il regime islamico, è stata ammazzata dagli uomini del sedicente califfo Abu Bakr Al Baghdadi.

Ruqia scriveva i suoi post da Raqqa, roccaforte dello stato islamico, usando lo pseudonimo “Nisan Ibrahim”. Narrava di come le gente sopravvivesse al trascorrere dei giorni nella capitale del “regno del male”, orrendo palcoscenico di oscene brutalità. Dalla sua casa, inoltre, Ruqia osservava l’andamento dei bombardamenti della coalizione guidata dagli Stati Uniti, di cui forniva un resoconto sui social network.

Ruqia è il quinto giornalista ammazzato dal boia dell’ISIS a partire da ottobre, sostiene il sito di informazione Syria Direct. La sua famiglia è stata informata dell’esecuzione quattro giorni fa, dopo esser venuta a sapere che Ruqia era stata trovata colpevole di spionaggio contro lo stato.

Pubblicità
Pubblicità

Siriana di origini curde, Ruqia si era schierata fin dallo scoppio della primavera araba, unendosi a coloro che dimostravano contro il regime di Assad.

La data esatta della sua morte non è nota. La sua attività sui social network si era interrotta bruscamente il 21 luglio scorso. Uno dei suoi ultimi post si faceva beffe del tentativo delle autorità dello stato islamico di bloccare l’accesso alla rete. “Continuate pure a toglierci internet, i nostri piccioni viaggiatori non si lamenteranno”, scriveva la giornalista freelance.  

L’esecuzione di Ruqia è stata confermata anche da “Raqqa is Being Slaughtered Silently”, un gruppo che denuncia le violazioni dei diritti umani in Siria. Il fondatore di questo gruppo, Abu Mohammed, ha twittato il 2 gennaio quelle che sostiene essere le ultime parole della giovane donna: “Sono a Raqqa e ho ricevuto delle minacce di morte. Quando l’Isis mi arresterà e mi ucciderà andrà bene così, perché taglieranno la mia testa ma manterrò la mia dignità. Meglio che vivere nell’umiliazione con l’ISIS”.

Pubblicità
Pubblicità

Furat al-Wafaa, ex collaboratore di “Raqqa is Being Slaughtered Silently”, ha raccontato a Syria Direct: “Ruqia continuava a sfidare l’ISIS e spesso documentava i bombardamenti che stanno martoriando la città. E’ la prima volta che l’ISIS ammazza una giornalista donna”.

E poi ha aggiunto: “L’obiettivo dell’ISIS è dimostrare ai suoi combattenti e sostenitori che è in grado di vendicarsi contro chi osa sfidarlo”. Anche quando si tratta di una giovane donna, colpevole solo di non volersi sottomettere al califfo. 

 
Pubblicità
Pubblicità

  • Pubblicità
    Pubblicità
Trento1 ora fa

Ecco il piano comunale per contenere i consumi energetici: possibile aumento delle tasse sulle seconde case

fashion11 ore fa

La moda che stupisce: il vestito spruzzato su Bella Hadid fa il giro del web

Piana Rotaliana12 ore fa

Mezzocorona aderisce alla campagna “Nastro Rosa” della Lilt

Val di Non – Sole – Paganella12 ore fa

Incidente sulla SS43 tra il Sabino e Mollaro: per fortuna non ci sono feriti

Arte e Cultura13 ore fa

Via libera al bando da 150 mila euro per i restauri delle opere del patrimonio culturale popolare

Val di Non – Sole – Paganella13 ore fa

A Campodenno raccolte 118 casse di mele per la mensa dei poveri di Milano. E domenica prossima si replica

Benessere e Salute13 ore fa

Dolori articolari: ecco la cause, la prevenzione e i rimedi

Giudicarie e Rendena13 ore fa

Circonvallazione stradale di Pinzolo, pubblicata la gara da 90 milioni

Trento14 ore fa

Sette tornanti: giovane agganciato dall’alettone di una macchina – IL VIDEO

fashion14 ore fa

Il Galà della Moda Sotto al Nettuno torna il 5 ottobre 2022

Trento14 ore fa

Coronavirus: due decessi nelle ultime 24 ore in Trentino, 159 i nuovi contagi

Arte e Cultura14 ore fa

Per la Settimana dell’Accoglienza gli esiti del progetto Cantiere Tempo

eventi15 ore fa

È arrivato l’autunno: ecco 5 posti da visitare in Trentino e nel Nord Italia

Val di Non – Sole – Paganella15 ore fa

Stanno per ripartire i corsi dell’Università della Terza Età e del Tempo Disponibile a Cles

Trento16 ore fa

Nastro Rosa, le iniziative in Trentino per la prevenzione del tumore al seno

Trento2 settimane fa

Caro bollette, supermercati Eurospin: «Abbiamo perso ogni speranza»

Trento3 settimane fa

Caro energia: dalla provincia arrivano 180 euro per ogni famiglia

Trento3 settimane fa

Autovelox e semafori intelligenti in funzione dal 19 settembre. Ecco dove sono installati

Trento3 giorni fa

Relazione della D.I.A.: in Trentino presenti le Mafie Calabresi, nigeriane e albanesi

Arte e Cultura3 settimane fa

A Riva del Garda Serena Dalla Torre si riconferma campionessa italiana di Body Painting

Trento3 settimane fa

Dopo 20 anni di amore Tony Menegatti sposa la sua Laura

Trento2 settimane fa

Il comune fa cassa: 104 multe in sole 3 ore grazie ai nuovi semafori «intelligenti»

Valsugana e Primiero3 settimane fa

Impiccato in garage, i Carabinieri di Borgo compiono il miracolo

Trento7 giorni fa

Ritrovata la 18 enne scomparsa sabato dopo la scuola

Politica1 settimana fa

Elezioni 2022, ecco i primi trombati eccellenti

Io la penso così…5 giorni fa

Giulia Torelli: Le turbe psichiche di questo soggetto sono particolarmente evidenti

Trento3 settimane fa

Morto a soli 61 anni Luca Mazzalai, partecipò ad oltre 20 edizioni della Trento Bondone

Val di Non – Sole – Paganella4 giorni fa

Dramma in Val di Non: il corpo di una donna recuperato nella forra del torrente Pongaiola

Le ultime dal Web7 giorni fa

«I vecchi devono stare a casa fermi, immobili, e non devono votare». è bufera su Giulia Torelli – IL VIDEO

Trento4 settimane fa

Trento, lavorare per le cooperative sociali a 4 euro l’ora: «Non ce la facciamo a vivere»

  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

  • Pubblicità
    Pubblicità

Categorie

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

di tendenza