-->
Connect with us
Pubblicità

Trento

L’audio dell’elisoccorso documenta​ una grave e preoccupante falla della sanità trentina

I consiglieri provinciali di Civica Trentina hanno presentato oggi in conferenza stampa alcuni documenti corredati da registrazioni fra l'equipe dell'elicottero e il pronto soccorso dell'ospedale di Santa Chiara ​durante il trasporto di una donna incinta da Cles  a Trento.  

Pubblicato

-

Pubblicità

Pubblicità

I consiglieri provinciali di Civica Trentina hanno presentato oggi in conferenza stampa alcuni documenti corredati da registrazioni fra l'equipe dell'elicottero e il pronto soccorso dell'ospedale di Santa Chiara ​durante il trasporto di una donna incinta da Cles  a Trento.  

«Nella registrazione video (clicca qui per il video) spiega Cia – emerge una grave e preoccupante falla della sanità trentina che dimostra quanto siamo lontani dal poter stare tranquilli con una gestione programmatoria che ignora la realtà e le condizioni in cui lavorano gli operatori».

Civettini, Borga e lo stesso Cia, venuti in possesso di tale materiale hanno subito presentato un'interrogazione dove viene chiesto alla giunta provinciale per quale motivo, non sia stata definita la procedura per il corretto prelevamento dall’elicottero e il trasferimento in Pronto Soccorso di un/a bambino/a trasportato/a in una termoculla e di chi sia la responsabilità per una carenza che ha reso più difficile il trasferimento sicuro da Cles a Trento del bambino collocato in termoculla.

Pubblicità
Pubblicità

Durante la conferenza i consiglieri di Civica Trentina si sono chiesti  come sia possibile che l’Ospedale S. Chiara, che ha ottenuto quest’anno per la quarta volta il prestigioso accreditamento Joint Commission International (JCI), non abbia definito la procedura evidenziata.

«Le modalità con cui sono state gestite le criticità imposte dalle nuove norme sui riposi e sugli orari di lavoro degli operatori sanitari rappresentano lo specchio fedele di un crescente sommarsi di irresponsabilità politica e incompetenza tecnica, avvisaglie che portano a credere che l’obiettivo, surrettiziamente tacitato, sia proprio il graduale smantellamento degli ospedali periferici». – aprono così la conferenza stampa i consiglieri di Civica Trentina. 

Non è mancato l'affondo sulla «triade» della sanità trentina, «se così fosse, allora dovremmo ammettere che il trio Rossi-Flor-Zeni si sta muovendo in modo perfetto per conquistarsi l'agognato risultato. Certo è che, man mano che il tempo passa, il loro progetto prende sempre più forma. Costoro appaiono talmente concentrati nel loro scellerato intento che pare disconoscano la realtà vissuta dagli operatori che ogni giorno con grande professionalità suppliscono alla carenza di organizzazione, la quale non di rado mette a serio rischio la qualità e la sicurezza dei servizi erogati al cittadino. A tale proposito, riporto un aneddoto sconcertante, che denota non trascurabili carenze di natura organizzativa nell’affrontare una situazione “importante”, con conseguenti lacune nella garanzia di un servizio adeguato a fronteggiare un'emergenza».

Pubblicità
Pubblicità

Claudio Cia ha ricostruito tutta la vicenda spiegando che  l’8 dicembre in orario serale (19:30 circa) un neonato è in condizioni critiche e deve essere trasportato urgentemente dall’Ospedale di Cles al reparto di neonatologia dell’Ospedale Santa Chiara. Gli operatori chiedono l’intervento dell’elisoccorso per il trasporto del neonato a Trento.

L’elisoccorso parte da Trento indirizzandosi verso Cles, dove  il piccolo viene caricato a bordo sistemato all’interno di una termoculla. La registrazione audio parte dal momento in cui, all’avvicinarsi dell’elicottero alla piazzola dell’Ospedale Santa Chiara a Trento, si sente chiaramentel’operatrice del 118 comunicare agli elicotteristi che il personale del Pronto Soccorso interpellato per scaricare e accompagnare in reparto la termoculla ha dato risposta negativa. Il pilota comunica di non riuscire a scendere con l’équipe e chiede indicazioni sul da farsi. L’operatrice del 118 a quel punto riferisce che gli elicotteristi troveranno e saranno aiutati dai pompieri.

Il Pronto Soccorso confessa dunque di non disporre di un protocollo per "questa nuova termoculla". Infatti l'operatrice del 118 ammette: "Io più di così non so come aiutarvi", e poco dopo aggiunge: "Ne avete a sufficienza secondo voi?". Il pilota dell’elisoccorso sottolinea che c’è molta preoccupazione, che ci sono 150 kg da scaricare e che c’è bisogno di due persone "con forza". L’operatrice del 118 dice di comprendere la preoccupazione, ma sottolinea che la richiesta è stata presentata al Pronto Soccorso, con esito negativo. Si rende comunque disponibile ad effettuare un’ulteriore verifica… La traccia audio si interrompe qui.

«Mi è stato reso noto che alla fine sono  stati inviati sulla piazzola dell’Ospedale S. Chiara due operatori che normalmente operano sulle ambulanze e che,  – aggiunge Cia – assieme ai due vigili del fuoco lì presenti, hanno scaricato la termoculla con il piccino per poi affidarlo al reparto di neonatologia. In tal modo si è tamponata un’emergenza, ma con ritardo e con approssimazione»

«Sentire un’operatrice del 118 pronunciare frasi quali: "Il Pronto Soccorso mi ha risposto che non hanno una procedura per questa nuova termoculla", "Io più di così non so come aiutarvi", "Proverò a vedere", è onestamente vergognoso. Lo dico non certo per accusare di alcunché l’operatrice, che ha fatto tutto quanto era nelle proprie possibilità, bensì per evidenziare che i servizi di urgenza ed emergenza non possono tollerare falle sul piano della preparazione, oltretutto per gestire una situazione (come questa) facilmente codificabile. Ora, lasciando nell'angolo ogni falsa retorica, come possiamo dirci veramente tranquilli, quando la predisposizione di un nuovo grande apparato sanitario provinciale è nelle mani di gestori che nemmeno sono nemmeno in grado di attivare una semplice procedura? Come possiamo edulcorare uno scenario in tutto e per tutto connotato da pericolosa superficialità?» – termina Claudio Cia 

 

{facebookpopup}

Pubblicità
Pubblicità

  • Pubblicità
    Pubblicità
Trento2 ore fa

Ecco il piano comunale per contenere i consumi energetici: possibile aumento delle tasse sulle seconde case

fashion12 ore fa

La moda che stupisce: il vestito spruzzato su Bella Hadid fa il giro del web

Piana Rotaliana12 ore fa

Mezzocorona aderisce alla campagna “Nastro Rosa” della Lilt

Val di Non – Sole – Paganella12 ore fa

Incidente sulla SS43 tra il Sabino e Mollaro: per fortuna non ci sono feriti

Arte e Cultura13 ore fa

Via libera al bando da 150 mila euro per i restauri delle opere del patrimonio culturale popolare

Val di Non – Sole – Paganella14 ore fa

A Campodenno raccolte 118 casse di mele per la mensa dei poveri di Milano. E domenica prossima si replica

Benessere e Salute14 ore fa

Dolori articolari: ecco la cause, la prevenzione e i rimedi

Giudicarie e Rendena14 ore fa

Circonvallazione stradale di Pinzolo, pubblicata la gara da 90 milioni

Trento14 ore fa

Sette tornanti: giovane agganciato dall’alettone di una macchina – IL VIDEO

fashion14 ore fa

Il Galà della Moda Sotto al Nettuno torna il 5 ottobre 2022

Trento15 ore fa

Coronavirus: due decessi nelle ultime 24 ore in Trentino, 159 i nuovi contagi

Arte e Cultura15 ore fa

Per la Settimana dell’Accoglienza gli esiti del progetto Cantiere Tempo

eventi16 ore fa

È arrivato l’autunno: ecco 5 posti da visitare in Trentino e nel Nord Italia

Val di Non – Sole – Paganella16 ore fa

Stanno per ripartire i corsi dell’Università della Terza Età e del Tempo Disponibile a Cles

Trento16 ore fa

Nastro Rosa, le iniziative in Trentino per la prevenzione del tumore al seno

Trento2 settimane fa

Caro bollette, supermercati Eurospin: «Abbiamo perso ogni speranza»

Trento3 settimane fa

Caro energia: dalla provincia arrivano 180 euro per ogni famiglia

Trento3 settimane fa

Autovelox e semafori intelligenti in funzione dal 19 settembre. Ecco dove sono installati

Trento3 giorni fa

Relazione della D.I.A.: in Trentino presenti le Mafie Calabresi, nigeriane e albanesi

Arte e Cultura3 settimane fa

A Riva del Garda Serena Dalla Torre si riconferma campionessa italiana di Body Painting

Trento3 settimane fa

Dopo 20 anni di amore Tony Menegatti sposa la sua Laura

Trento2 settimane fa

Il comune fa cassa: 104 multe in sole 3 ore grazie ai nuovi semafori «intelligenti»

Valsugana e Primiero3 settimane fa

Impiccato in garage, i Carabinieri di Borgo compiono il miracolo

Trento7 giorni fa

Ritrovata la 18 enne scomparsa sabato dopo la scuola

Politica1 settimana fa

Elezioni 2022, ecco i primi trombati eccellenti

Io la penso così…5 giorni fa

Giulia Torelli: Le turbe psichiche di questo soggetto sono particolarmente evidenti

Trento3 settimane fa

Morto a soli 61 anni Luca Mazzalai, partecipò ad oltre 20 edizioni della Trento Bondone

Val di Non – Sole – Paganella4 giorni fa

Dramma in Val di Non: il corpo di una donna recuperato nella forra del torrente Pongaiola

Le ultime dal Web7 giorni fa

«I vecchi devono stare a casa fermi, immobili, e non devono votare». è bufera su Giulia Torelli – IL VIDEO

Trento4 settimane fa

Trento, lavorare per le cooperative sociali a 4 euro l’ora: «Non ce la facciamo a vivere»

  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

  • Pubblicità
    Pubblicità

Categorie

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

di tendenza