Connect with us
Pubblicità

Trento

Quando il calcio era vissuto in modo diverso…

Tutte le settimane si leggono notizie di provvedimenti sanzionatori nei confronti di tifosi (i cosiddetti DASPO, o divieti di accedere alle manifestazioni sportive), sia di società che militano nei campionati maggiori o in quelli inferiori, se non addirittura determinatisi in gare del settore giovanile. 

Pubblicato

-

Pubblicità

Pubblicità

Tutte le settimane si leggono notizie di provvedimenti sanzionatori nei confronti di tifosi (i cosiddetti DASPO, o divieti di accedere alle manifestazioni sportive), sia di società che militano nei campionati maggiori o in quelli inferiori, se non addirittura determinatisi in gare del settore giovanile. 

Il 2014, peraltro, ha visto una recrudescenza della violenza negli stadi e comunque di atteggiamenti antisportivi. E' stato l'anno della retrocessione per lo sport number one ( anche se bisogna riconoscere che, rispetto all'anno 2005/2006, con la morte di Filippo Raciti e le misure successive varate, gli incontri con feriti siano diminuiti del 60%, i feriti tra le forze di Polizia siano calati dell'85%).

Tuttavia capita di vedere, anche nei campionati giovanili, sulle gradinate semidesertiche, genitori sanguigni "in assetto bellico" pronti a rimproverare energicamente il proprio figlio, magari per un passaggio filtrante non andato a buon fine, per un gol mangiato a porta libero. Insomma genitori, padri ma anche non poche madri agguerriti, che urlano a più non posso, non di rado litigiosi con altrettanti capifamiglia, mossi da uno spirito tutt'altro che decoubertiniano. Discussioni animate senza senso… figuriamoci il povero arbitro di turno!

Pubblicità
Pubblicità

Ma lasciamoli giocare e divertire i nostri figli, peraltro in pochi "autentiche promesse del calcio"! Che importa se non hanno la stoffa del "Messi" del futuro!

Certo per tornare alle gare professionistiche, con i suoi feriti, con gli incidenti con le forze di polizia ed altro, un panorama poco incoraggiante, un quadro spiacevole che non ha nulla in comune, aprendo i cassetti della memoria, con quel mondo puro e incontaminato, descritto da un grande scrittore friulano, oltre 50 anni fa, che amava la sua Triestina.

Umberto Saba ha composto ben cinque poesie per il gioco del calcio. In una biografia dell'autore si legge che in un'occasione "il poeta rimase commosso dalla gentilezza di un tifoso avversario, a Padova, che offrì dei fiori a sua figlia". Situazioni probabilmente anacronistiche, che sottolineano tuttavia come sulle tribune calcistiche si respirasse un clima sportivo assai diverso. Il calcio come momento di entusiasmo collettivo, come divertimento autentico e puro, non macchiato da violenza e fanatismo, vissuto con genuina semplicità, "sine" imbrogli e violenza.

Pubblicità
Pubblicità

L'evento sportivo rappresentava un momento di unione , di condivisione con gli altri, vissuto "con sentimento", come capacità di farsi tutt’uno col popolo, di compartecipazione fraterna e solidale. Bella la lirica "Goal" in cui, in tempo reale il poeta ci regala l'istantanea della segnatura, una sorta di fermo immagine e in cui si celebra la forza, anche di coesione sociale, dello sport per antonomasia.

Una squadra trionfa, tra la gioia dei compagni, dei "fratelli che si gettano al collo" dell'autore della rete, e della folla "che unita ebbrezza par trabocchi nel campo" e che pertanto assiste "in delirio" sugli spalti . Tuttavia non manca la solidarietà nei confronti del portiere che ha visto violare la propria porta; infatti, "il compagno che l'induce con parole e con mano, a rilevarsi, scoprendo pieni di lacrime i suoi occhi". Ciononostante il clima festoso risulta imperante su ogni cosa: c'è l'enfatizzazione della vittoria dello sport. Infatti, pochi sono "i momenti belli come questi".

Siamo distanti oggi da questo scenario "surreale e incantato"

La Carta del Fair Play, varata nel 1975 dal C.I.F.P. (Comitato Internazionale Fair Play), è un decalogo internazionale dei nobili principi a cui dovrebbe ispirarsi chiunque si accosti a qualunque titolo allo Sport, quello con la esse maiuscola. Vediamone i contenuti:

Qualunque sia la mia funzione nello sport, anche quella di spettatore, mi impegno a:

Fare di ogni incontro sportivo un momento di privilegio, una specie di festa, qualunque sia l'importanza della posta e la virilità della gara;

Conformarmi alle regole e allo spirito dello sport praticato;

Rispettare i miei avversari come me stesso;

Accettare le decisioni dell'arbitro o dei giudici sportivi, sapendo che, come me, hanno diritto all'errore, ma che fanno di tutto per non commetterne;

Evitare la cattiveria e le aggressioni con atti, parole o scritti;

Non adoperare espedienti o inganni per ottenere un successo;

Restare degno nella vittoria come nella sconfitta;

Aiutare ognuno con la mia presenza, la mia esperienza e la mia comprensione;

Portare aiuto ad ogni sportivo ferito o in difficoltà tali da mettere in pericolo la propria vita;

Comportarmi da vero ambasciatore dello sport, aiutando a far rispettare intorno a me i principi suddetti.

  • Pubblicità
    Pubblicità
Trento5 ore fa

Marmolada, proseguono le ricerche. Draghi a Canazei: «Grazie agli operatori per la loro generosità, professionalità e coraggio»

Val di Non – Sole – Paganella5 ore fa

Giovani “parcheggiatori” cercansi a Castel Thun

Fiemme, Fassa e Cembra6 ore fa

Strage Marmolada: era davvero impossibile da prevedere?

Piana Rotaliana6 ore fa

Nuovo calendario di raccolta rifiuti (secco e umido) a Mezzocorona

Val di Non – Sole – Paganella7 ore fa

Fango e detriti sulla SP67 dopo il temporale: intervengono i Vigili del Fuoco di Campodenno

Alto Garda e Ledro7 ore fa

Ad Arco la festa per il 50° anniversario del record di Renato Dionisi

Trento7 ore fa

Strage Marmolada, Facchini (Sat): «Vanno cambiati i modelli di sviluppo»

Rovereto e Vallagarina8 ore fa

Rovereto si risveglia indifesa e fragile: il grido d’allarme degli imprenditori: «Le Istituzioni preposte facciano qualcosa»

Fiemme, Fassa e Cembra8 ore fa

Strage Marmolada: i nomi delle prime vittime

Trento8 ore fa

Coronavirus: risalgono i ricoveri. In Trentino 4.647 persone in quarantena

Fiemme, Fassa e Cembra9 ore fa

Marmolada: sale a 8 il numero delle vittime, cala quello dei dispersi

Trento9 ore fa

Gardolo: ancora violenza e scontri fra stranieri

Trento9 ore fa

Difensore civico, crescono gli interventi. Temi “caldi”: il diritto di accesso agli atti e la sanità, Covid in testa

Val di Non – Sole – Paganella10 ore fa

Successo per la prima edizione del Torneo di calcio tennis di Cles

Fiemme, Fassa e Cembra10 ore fa

Crollo Marmolada – Ghiaccio Bollente, WWF: dati e analisi disponibili da tempo, manca azione

Trento4 settimane fa

Coronavirus: 99 contagi nelle ultime 24 ore in Trentino. Calano i ricoveri

Valsugana e Primiero4 settimane fa

Sbanda, va in contromano e rischia di scontrarsi con altre auto prima di entrare in statale – IL VIDEO

eventi4 settimane fa

Dal 17 al 26 giugno tornano a Trento le Feste Vigiliane

Trento3 settimane fa

Coronavirus: 267 contagi nelle ultime 24 ore in Trentino

Telescopio Universitario4 settimane fa

UniTrento: da vent’anni il mondo fa tappa qui

Alto Garda e Ledro4 settimane fa

Stop alla viabilità a Riva del Garda: si girano le scene di un film americano

Politica3 settimane fa

Referendum, vittoria dei sì ma niente quorum. Amministrative: nei grandi comuni avanti il centro destra

Trento4 settimane fa

Attimi di paura alla stazione delle corriere di Trento!

Italia ed estero4 settimane fa

Crolla un ponte sospeso durante l’naugurazione: 25 feriti – IL VIDEO

Valsugana e Primiero3 settimane fa

Trovato morto in piscina Stefano Lorenzini di Levico Terme

Politica3 settimane fa

L’abbraccio mortale col PD affonda definitivamente il M5stelle

Telescopio Universitario3 settimane fa

UniTrento – Ucraina, accolte le prime due studiose

Rovereto e Vallagarina4 settimane fa

Rovereto, continuano gli atti vandalici: prese di mira le auto parcheggiate

Politica3 settimane fa

Claudio Cia: «Patt è solo l’ombra del suo passato e pronto a mettersi con tutti per il potere»

Val di Non – Sole – Paganella2 settimane fa

Fausto Iob è stato ucciso, arrestato il presunto colpevole

  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

  • Pubblicità
    Pubblicità

Categorie

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

di tendenza