Connect with us
Pubblicità

Trento

Alberto Tozzi: «Nessuna relazione tra vaccini e autismo»

 
Non c'è nessuna relazione fra i pazienti autistici e i vaccini. Questo è quanto emerso nel primo dei 4 appuntamenti organizzati dalla Fondazione Trentina per l’Autismo in collaborazione con ODFLab – Laboratorio di Osservazione, Diagnosi e Formazione del Dipartimento di Psicologia e Scienze Cognitive dell’Università degli Studi di Trento e patrocininati dai Comuni di Trento e di Rovereto.

Pubblicato

-

Pubblicità

Pubblicità

 
Non c'è nessuna relazione fra i pazienti autistici e i vaccini. Questo è quanto emerso nel primo dei 4 appuntamenti organizzati dalla Fondazione Trentina per l’Autismo in collaborazione con ODFLab – Laboratorio di Osservazione, Diagnosi e Formazione del Dipartimento di Psicologia e Scienze Cognitive dell’Università degli Studi di Trento e patrocininati dai Comuni di Trento e di Rovereto.
 
Non sono bastate l'Aula Magna del Dipartimento di Psicologia e Scienze Cognitive in Corso Bettini e altre due sale per contenere i numerosi partecipanti (oltre 800) attenti e molti stimolati dal relatore il professor Alberto Tozzi, pediatra, epidemiologo, responsabile malattie multifattoriali e fenotipi complessi dell’Ospedale Pediatrico Bambin Gesù di Roma, ricercatore e consulente OMS.
 
Sono stati la dottoressa Paola Venuti e il cavaliere Giovanni Coletti presidente della Fondazione Trentina per l'autismo ad introdurre la serata, «La fondazione è nata per rispondere alle domande e alle esigenze dei genitori dei malati di autismo e continuerà a farlo – ha esordito Coletti – ma farà anche da importante percussore dentro l'università per veicolare i risultati delle ricerche. Il compito della fondazione sarà anche di realizzare una rete fra le associazioni che gestiranno «Casa Sebastiano» e di ricercare finanziamenti per la ricerca».
 
Quindi non c'è nessuna associazione fra i vaccini e i pazienti affetti da autismo, lo ha spiegato bene il professor Tozzi «25 studi diversi pubblicati nell'ultimo periodo in tutta Europa e negli Stati Uniti hanno escluso qualsiasi associazione causale e dimostrato senza nessun dubbio che la percentuale della frequenza di chi soffre di autismo fra i non vaccinati e i vaccinati è perfettamente uguale».
 
I due componenti dei vaccini temuti dai comitati «anti vaccino», cioè l'alluminio e il Mercurio, in realtà sono completamente innocui, il primo infatti non viene accumulato dall'organismo, mentre il secondo, (che non si usa più da 10 anni) che serviva a garantire la sterilità delle preparazioni rusulta in quantità talmente piccola che non è in grado di determinare effetti dannosi. 
 
Le polemiche sull'incidenza dei vaccini per i malati di autismo nascono per colpa di Andrew Jeremy Wakefield, un ex medico e chirurgo britannico, che ha pubblicato nel 1998 una ricerca scientifica fraudolenta in cui si sosteneva la correlazione, oggi smentita, tra il vaccino trivalente MPR (morbillo, parotite, rosolia) e la comparsa di autismo e malattie intestinali.
 
Lo studio fu presto ritirato: si scoprì che Wakefield era stato pagato per alterare i risultati al fine di supportare una serie di cause giudiziarie intentate da un avvocato contro le case farmaceutiche produttrici dei vaccini. Inoltre si scoprì che Wakefield aveva brevettato un sistema di vaccini separato per sostituire il trivalente che aveva additato come causa dell'autismo. Lo stesso fu poi radiato. 
 
«Certo è che – ha ribadito Tozzi – il pianeta dei vaccini rimane ampio e in continuo aggiornamento e risulta completamente efficace solo per morbillo, parotite e rosolia». Tozzi ha ricordato anche che alla fine dell'ottocento la causa maggiore di morte erano le malattie infettive, oggi completamente debellate e che spesso causa ed effetto possono essere generate dalla genetica e da fattori ambientali.
 
L'avvento del web ha senza dubbio stimolato il confronto fra pazienti e medici sull'argomento, «oggi fra i cittadini grazie alla rete c'è maggiore consapevolezza e informazione che deve essere sempre costruttiva e serve per avviare una collaborazione maggiormente approfondita con il proprio medico di base» ha sostenuto Tozzi.
 
Ma certo i tempi che i medici di base hanno per dialogare con i propri pazienti sono molto stretti, uno studio parla infatti di 7,5 minuti come tempo medio impiegato per ogni visita. «In questo tempo appare difficile veicolare informazioni utili per il paziente» – ha ribadito Tozzi.
 
Su una cosa Tozzi è apparso sicuro, «i vaccini che oggi sono messi in circolazione sono sicuri ed efficaci e vengono seguiti nel suo iter nel tempo».
 
Alla fine il professor Tozzi è stato bombardato dalle domande del pubblico, si sono toccati molti argomenti, «meglio cominciare i vaccini a due mesi e mezzo di età – ha risposto a precisa domanda Tozzi – anche se in certi casi meglio farlo prima, specie per il vaccino della Pertosse, malattia che oggi è ancora letale per bambini». 
 
Sui richiami vaccinali ha risposto ironicamente, «bene i richiami, ma il primo vaccino è come il primo amore; non si scorda mai». Non sono mancate le domande sulle multinazionali del farmaco che secondo alcuni spingerebbero per continuare a vaccinare solo per un mero ritorno legato la business. Tozzi qui è stato molto chiaro, premettendo che le case farmaceutiche non sono certo dei «santi in paradiso» e che concorrono per avere dei ricavi ha spiegato come, «i costi sanitari del vaccino siano solo l'1% della spesa mondiale della sanità, quindi legata ad un business molto contenuto rispetto ad un 30% speso per i farmaci anti colesterolo e cardio vascolari».
 
Due ore molto interessanti e incisive dove l'attenzione del pubblico non è mai calata, grazie anche alla caparbietà del Professor Tozzi che ha saputo coinvolgere il pubblico in modo attento e costruttivo e forse tranquillizzare i più sui possibili effetti collaterali dei vaccini che ad oggi appaiono quasi inesistenti.
 
Il prossimo incontro sarà dedicato all'alimentazione e ai problemi intestinali e si svolgerà il giorno 11 dicembre alle ore 18.30 nella sala Falconetto a palazzo Geremia in via Belenzani a Trento con relatore Luigi Mazzone, neuropsichiatra infantile “Ospedale Pediatrico Bambin Gesù” di Roma
 {facebookpopup2}

Pubblicità
Pubblicità

Pubblicità
Pubblicità

  • Pubblicità
    Pubblicità
Trento11 minuti fa

Patrimonializzazione delle imprese trentine: scadenza prorogata al 31 agosto

Trento13 minuti fa

“Trentino DataMine”, il centro dati green nelle celle di dolomia

Trento19 minuti fa

Fulmine colpisce una pianta sul doss Trento, Ianeselli: «Vivi per miracolo». Tre feriti

Rovereto e Vallagarina35 minuti fa

Al via la 25esima edizione di Ala Città di Velluto

Italia ed estero41 minuti fa

Gas, Germania alza il livello di allerta: ridurre l’utilizzo d’estate per riempire i depositi

Trento1 ora fa

Lago di Garda, maltempo: due famiglie irlandesi salvate dalla guardia costiera

Alto Garda e Ledro1 ora fa

Varone: ecco le istruzioni sulla nuova viabilità

economia e finanza1 ora fa

Assicurazioni on line moto: ricerche in aumento sui portali comparatori

Trento3 ore fa

S.P. 90 “Destra Adige” – II° tronco, chiusura temporanea in località Ravina

Italia ed estero11 ore fa

Auto si schianta contro il muro, si ribalta e prende fuoco: due morti e due feriti gravi

economia e finanza12 ore fa

Pensplan: oltre 280 mila posizioni presso i fondi pensione istituiti in Regione

Val di Non – Sole – Paganella12 ore fa

Studenti qualificati e diplomati all’UPT di Cles: ecco l’elenco

Val di Non – Sole – Paganella13 ore fa

Pellizzano vince il Bando borghi del Pnrr puntando sulla frazione di Termenago

Val di Non – Sole – Paganella13 ore fa

Carenza idrica, Andalo fa la sua parte

Giudicarie e Rendena13 ore fa

Ponte dei Servi: finisce a terra con la moto, 56 enne finisce in ospedale

Trento4 settimane fa

Coronavirus: 83 nuovi contagi nelle ultime 24 ore in Trentino

Trento4 settimane fa

Frana il terreno vicino a Malga Andalo – IL VIDEO

Val di Non – Sole – Paganella4 settimane fa

I 12 giorni di Vasco Rossi all’Hotel Solea di Fai della Paganella: «Persona di livello umano altissimo»

Trento4 settimane fa

Coronavirus: 121 nuovi contagi nelle ultime 24 ore in Trentino

Trento3 settimane fa

Coronavirus: 99 contagi nelle ultime 24 ore in Trentino. Calano i ricoveri

Telescopio Universitario4 settimane fa

In 440 oggi alla cerimonia di laurea, il rettore: «Scommetto su di voi»

Telescopio Universitario4 settimane fa

All’Università di Trento il fondo Feierabend sull’arte italiana del ‘900

Arte e Cultura4 settimane fa

Mario Giordano in Trentino con i «Tromboni. Tutte le bugie di chi ha sempre la verità in tasca»

eventi3 settimane fa

Dal 17 al 26 giugno tornano a Trento le Feste Vigiliane

Trento3 settimane fa

Coronavirus: 166 contagi nelle ultime 24 ore in Trentino

Alto Garda e Ledro3 settimane fa

Stop alla viabilità a Riva del Garda: si girano le scene di un film americano

Valsugana e Primiero2 settimane fa

Sbanda, va in contromano e rischia di scontrarsi con altre auto prima di entrare in statale – IL VIDEO

Trento3 settimane fa

Coronavirus: 49 contagi nelle ultime 24 ore in Trentino con nessun positivo al molecolare

Trento2 settimane fa

Attimi di paura alla stazione delle corriere di Trento!

Società3 settimane fa

L’impresa di Melissa Mariotti tra lavoro in Germania e progetti turistici in Valbrenta

  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

  • Pubblicità
    Pubblicità

Categorie

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

di tendenza