Connect with us
Pubblicità

Sport

Eurocup, entusiasmante vittoria in rimonta per la Dolomiti Energia: Ljubljana battuta 90-77

I bianconeri tirano malissimo per due quarti, ma si accendono nel terzo periodo trascinati da Lockett, Baldi Rossi e Pascolo e tengono la vetta del girone.

Pubblicato

-

Pubblicità

Pubblicità

I bianconeri tirano malissimo per due quarti, ma si accendono nel terzo periodo trascinati da Lockett, Baldi Rossi e Pascolo e tengono la vetta del girone.

Una Dolomiti Energia dai due volti ci mette due quarti ad ingranare contro una coriacea Olimpija Ljubljana, ma dopo essere andata all'intervallo sotto di dieci (34-44) rientra dalla pausa animata dal sacro fuoco della rimonta, acceso dalle penetrazioni di Lockett, tenuto vivo dalle soluzioni di Baldi Rossi e Pascolo, e poi alimentato da tutta la squadra con una difesa improvvisamente aggressiva e invalicabile. 90-77 il finale a favore del team allenato da Maurizio Buscaglia, che grazie a questo successo tiene il passo del Dominion Bilbao restando in vetta al girone A di Eurocup a quota 8 punti.  

La cronaca: Buscaglia rimescola le carte rispetto alle previsioni della vigilia schierando Baldi Rossi in quintetto al posto di Pascolo, mentre Potocnik deve fare di necessità virtù mandando in campo il giovane lungo Vucetic per ovviare all'assenza per infortunio di Sasa Zagorac. I primi minuti del match sono caratterizzati da basse percentuali di tiro e diversi errori: i punti di Lesic e Zakis (4 a testa) nel pitturato creano qualche preoccupazione ai padroni di casa (7-10), ma è quando arriva la fiammata firmata da Zach Wright (5) che Buscaglia non può fare a meno di spendere il time out (12-17).

Pubblicità
Pubblicità

Il passaggio a zona in difesa non aiuta la causa bianconera: con l'esterno ex Bamberg già a quota 7 si arriva alla prima pausa sul 13-21 ospite. 

Il secondo quarto si apre con la difesa bianconera fatta a fette dal penetra e scarica sloveno: quattro punti facili facili di Zakis (10) lanciano l'Olimpija al massimo vantaggio sul 13-25. A lenire come un balsamo le ferite apertesi nella fragile difesa trentina arrivano in attacco una bomba e due rimbalzi di Baldi Rossi, una penetrazione di Sutton e una schiacciata in campo aperto di Flaccadori (20-27). Trento però continua a tirare malissimo sia dall'arco (1/9) che dalla lunetta (5/13), e Ljubljana ne approfitta trascinata dalle mani fatate di Lesic e dalle percussioni di Mesicek e Zach Wright (22-36). Quando il tempo sembra volgere davvero al brutto però gli americani della Dolomiti Energia ritrovano la via del canestro, mandando la squadra aquilotta all'intervallo lungo con un distacco tutto sommato accettabile (34-44) per un team che tira col 50% i liberi, con il 18% da 3 e che per sovrammercato subisce pure a rimbalzo (19-25).

Nel terzo periodo la squadra trentina abbozza una reazione d'orgoglio: due difese aggressive e altrettante penetrazioni di Lockett (7) consigliano subito a coach Potocnik il time out (38-44). Ljubljana è arrivata a Trento per fare il colpaccio e lo mostra coi canestri di Lapornik e del solito Zach Wright (40-51), ma Pascolo in campo aperto e Lockett in percussione sono inarrestabili (51-55) e fanno entrare in partita anche il PalaTrento. Il quarto si chiude con Baldi Rossi (11), Pascolo (9) e Sanders (9) on fire, e la Dolomiti Energia di nuovo sopra (61-59), caricata da 1.700 spettatori che tifano come 4.000.

Pubblicità
Pubblicità

Lanciata dalla rimonta di fine terzo quarto, Trento è inarrestabile. Baldi Rossi e Pascolo segnano in ogni modo possibile (66-61), Sutton ruba un pallone e porta a casa il ferro in campo aperto con una schiacciata devastante, e Sanders firma la condanna slovena con una bomba in contropiede (71-61 al 34'). La gara, a questo punto, non ha più storia, e in un PalaTrento in delirio c'è gloria e spettacolo per tutti, con tanto di tap-in al volo di Lockett e cinque giocatori in doppia cifra. 

DOLOMITI ENERGIA TRENTINO – UNION OLIMPIJA LJUBLJANA 90-77 (13-21, 34-44, 61-59)

DOLOMITI ENERGIA TRENTINO: Poeta 1 (0/1), Sanders 12 (3/4, 2/4), Pascolo 13 (6/10, 0/2), Baldi Rossi 14 (2/6, 2/3), Forray 11 (3/4, 1/6), Lofberg 0, Flaccadori 4 (2/4, 0/1), Sutton 9 (4/5, 0/2), Lockett 19 (6/7, 1/1), Lechthaler 0 (0/1), Wright 7 (2/4, 0/1). All. Buscaglia

UNION OLIMPIJA LJUBLJANA: Wright 15 (7/10, 0/1), Rupnik 2 (0/3, 0/1), Hrovat 7 (1/3, 0/2), Mesicek 2 (1/3, 0/1), Nikolic 1 (0/2, 0/1), Vucetic 0 (0/1), Lapornik 11 (1/2, 3/7), Lesic 16 (6/9, 1/3), Zakis 20 (9/14), Cancar 3 (1/2). All. Potocnik

NOTE – Tiri liberi: Trentino 16/27, Ljubljana 13/21. Tiri da due: Trentino 28/46, Ljubljana 26/49. Tiri da tre: Trentino 6/21, Ljubljana 4/16. Rimbalzi: Trentino 39 (Sutton 10), Ljubljana 37 (Zakis 7). Assist: Trentino 14 (Wright 5), Ljubljana 16 (Hannah 4). Spettatori: 1700.

Maurizio BUSCAGLIA (Coach DOLOMITI ENERGIA TRENTINO): “L’analisi della partita può essere divisa in due. Nell’ottica dei 40 minuti, la nostra reazione è stata positiva così come la nostra capacità di capire cosa andava fatto nel momento di difficoltà. Nel primo tempo l’Union Olimpija Ljubjana ha difeso bene nella sua metà campo, facendo un ottimo lavoro di tagliafuori e non concedendoci secondi tiri. Dal canto nostro, non abbiamo giocato di squadra. Non siamo stati in grado di aprire bene il campo e di passarci efficacemente la palla, risultando poco fluidi nella manovra d’attacco. Inoltre, non siamo stati capaci di difendere efficacemente, concedendo loro troppe penetrazioni. Nel secondo tempo c’è stata la reazione, che non è stata frutto di una fiammata unica, ma è stata graduale, scaturita dalla consapevolezza del dover giocare in un modo diverso. La Dolomiti Energia Trentino ha iniziato a prendere rimbalzi in difesa, a difendere con timing, piglio e determinazione e a correre di più. La differenza si è vista, siamo stati più efficaci, le statistiche infatti dicono che abbiamo tirato meglio e servito più assist”.

Gasper POTOCNIK (Coach UNION OLIMPIJA LJUBLJANA): “Congratulazioni alla Dolomiti Energia Trentino per questa vittoria. Abbiamo giocato bene nel primo tempo, facendo un ottimo lavoro di tagliafuori per limitarli a rimbalzo. Nel secondo, semplicemente, non eravamo la stessa squadra. Dobbiamo dimenticarci in fretta questa gara e ricordarci che per competere a questi livelli dobbiamo mantenere la concentrazione del primo tempo per tutti i 40 minuti”.

 

 
Pubblicità
Pubblicità

  • Pubblicità
    Pubblicità
Rovereto e Vallagarina11 minuti fa

Lavarone: per Gabriele Kipewa missione compiuta, nuota sotto il ghiaccio per 18 metri in apnea

Sport22 minuti fa

Marcialonga: Vince Emil Persson, dominano gli scandinavi

Trento7 ore fa

Plastic Free 2023: premiati anche 6 comuni del Trentino

Trento8 ore fa

RSA, le famiglie scrivono all’azienda sanitaria: aprire alle visite e alla riforma

Telescopio Universitario8 ore fa

UniTrento – “Al museo mi diverto anch’io!” Aprire i musei alle persone con autismo: ecco come fare

Trento8 ore fa

Trasporto sanitario in urgenza-emergenza: approvate le modalità per la rendicontazione delle spese

Trento8 ore fa

A marzo terminato il Depuratore Trento 3, servirà 150 mila cittadini

Trento8 ore fa

Francesca Gerosa nominata nel direttivo nazionale di Federcasa

Trento8 ore fa

Anno giudiziario 2023: in Trentino Alto Adige aumentano tutti i reati

Italia ed estero11 ore fa

In Antartide rilevata l’emissione di notevoli quantità di gas serra dal suolo perennemente ghiacciato

Spettacolo11 ore fa

Due giorni a passo di tango con la Compagnia Naturalis Labor

Vita & Famiglia12 ore fa

Aborto. Pro Vita & Famiglia: «Il Parlamento è libero di modificare la Legge 194»

Val di Non – Sole – Paganella22 ore fa

Buoni legna a Cavareno, aperte le richieste

Trento23 ore fa

Giovanni Coletti a Tgcom24: «Crescita ragazzi autistici dramma mondiale»

Val di Non – Sole – Paganella23 ore fa

Denno: ecco come effettuare la pulizia (obbligatoria) dei camini e delle canne fumarie

Trento2 giorni fa

Continuano le truffe del reddito di cittadinanza. Ecco quanti lo ricevono in Trentino

Trento4 settimane fa

Dramma a Trento: ricercatrice muore a 42 anni per un malore improvviso

Val di Non – Sole – Paganella3 settimane fa

Torna in Val di Non la grande “Festa di San Romedio”

Valsugana e Primiero3 settimane fa

Nuovo lutto per la famiglia Cantaloni, dopo la figlia Chiara muore anche il papà Giorgio

Rovereto e Vallagarina4 settimane fa

Tragedia di Capodanno: è morta la 25 enne roveretana Valentina Vallenari Benedetti, troppo gravi le ferite riportate nell’incidente lo scorso 31 dicembre

Trento2 settimane fa

Condominio da incubo, pluripregiudicato tiene in ostaggio i residenti da anni. Il giudice: «Non si può sfrattare perchè è ai domiciliari»

Vista su Rovereto2 settimane fa

Spazi vuoti e serrande abbassate: la desolazione di Rovereto

Offerte lavoro3 giorni fa

Cercasi commessa/o per nuova apertura negozio centro storico di Trento

economia e finanza3 settimane fa

Il colosso Amazon licenzia 18 mila dipendenti

Rovereto e Vallagarina3 settimane fa

Tragico incidente in Vallagarina, auto contro un Tir: 37 enne muore sul colpo

Trento1 settimana fa

Dalla Security ai set cinematografici: la storia del trentino Stefano Mosca

Trento2 settimane fa

Morto Marco Dorigoni, storico Dj di Studio uno. Aveva 57 anni

Trento3 settimane fa

60 enne denunciato per bracconaggio e per distillazione illegale di grappa

Trento1 settimana fa

Condominio da incubo via Perini: il soggetto entrerà in comunità alla fine del mese

Trento4 settimane fa

Arrivano i saldi invernali: ecco quando inizieranno

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

Categorie

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

di tendenza