Connect with us
Pubblicità

Italia ed estero

Carneficina in Francia: il nemico è in casa

Dopo Charlie Hebdo, la Francia ripiomba nel suo incubo peggiore. 128 morti e 200 feriti, di cui 80 in gravi condizioni: è questo il bilancio provvisorio della serie di attentati che hanno sconvolto ieri sera la capitale francese. Stade de France, Boulevard de Charonne, Boulevard Voltaire, Rue Alibert, Rue de la Fontaine au Roi e soprattutto, il teatro Bataclan, sono questi i luoghi della carneficina.

Pubblicato

-

Pubblicità

Pubblicità

Dopo Charlie Hebdo, la Francia ripiomba nel suo incubo peggiore. 128 morti e 200 feriti, di cui 80 in gravi condizioni: è questo il bilancio provvisorio della serie di attentati che hanno sconvolto ieri sera la capitale francese. Stade de France, Boulevard de Charonne, Boulevard Voltaire, Rue Alibert, Rue de la Fontaine au Roi e soprattutto, il teatro Bataclan, sono questi i luoghi della carneficina.

Otto terroristi sono morti: sei si sono fatti esplodere, mentre altri due sono stati ammazzati dalle squadre speciali della polizia francese. Un numero imprecisato potrebbe essere ancora in fuga per le strade di Parigi. “Erano dei professionisti. Sparavano a colpo sicuro con le loro AK-47”, dicono i sopravvissuti.

Nella mattinata l‘Isis ha rivendicato l’attacco, accusando la Francia di essersi resa colpevole con la decisione di bombardare la Siria e svolgere così un ruolo attivo nella coalizione contro lo stato islamico. Esperti sono ancora al lavoro per verificare la validità di questo messaggio.

Pubblicità
Pubblicità

La risposta del Presidente francese, Francois Hollande, è stata immediata. “Questo è un atto di guerra organizzato all’interno del Paese, ma pianificato dall’esterno. La Francia utilizzerà tutti i mezzi nel quadro del diritto internazionale per stanare i responsabili. Siamo in guerra!”, ha dichiarato Hollande, che già da ieri ha dichiarato il primo stato di emergenza dalla fine della seconda guerra mondiale. Tra le altre cose, sono stati ripristinati i controlli alle frontiere e sono stati blindati gli aeroporti.

Nelle ultime settimane la follia dell’estremismo islamico è dilagata. Sui cieli egiziani, con l’abbattimento dell’areo russo. In Libano, a Beirut, con due attentati suicidi nella roccaforte di Hezbollah. E ieri, con l’orrenda carneficina che ha scosso la capitale francese.

Russia, Hezbollah e Francia: le vittime delle azioni di terrorismo sono i protagonisti della guerra contro l’Isis. Una guerra ibrida, che gli islamisti combattono con quelli che dagli esperti vengono definiti “lone warriors”, combattenti solitari, cioè piccoli gruppi di persone che sanno sparare e che, soprattutto, sono in grado di auto-organizzarsi.

Pubblicità
Pubblicità

Quanto ha inciso la componente esterna nell’attentato di ieri? È ancora troppo presto per rispondere a questa domanda. Nelle ultime ore una tv francese locale ha fatto sapere che un passaporto siriano è stato trovato sul corpo di uno degli attentatori. Una notizia che deve essere ancora confermata. Molto probabilmente si scoprirà che la maggior parte degli attentatori erano francesi, nati e cresciuti in Francia. Il nemico è in casa, non basta chiudere i confini.

Anche in Italia l’allarme è altissimo, visto anche il Giubileo imminente. Oggi il ministro degli Interni Angelino Alfano ha dichiarato: “Abbiamo portato al secondo livello l’allerta in Italia, ma nessun Paese è a rischio zero. Ma la prevenzione riduce ma non elimina il rischio. Soprattutto quando si tratta di obiettivi che non sono sensibili come quelli di ieri”. Obiettivi imprevedibili, appunto.

Niente come le parole del Santo Padre, Papa Francesco, riflette il senso di sconforto che è calato sul mondo libero. “Non capisco ma queste cose sono difficili da capire, fatte da essere umani. Non ci sono giustificazioni a queste cose, né umane né religiose. Questo è un pezzo della terza guerra mondiale”.

Pubblicità
Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
Alto Garda e Ledro18 minuti fa

Varone: ecco le istruzioni sulla nuova viabilità

economia e finanza19 minuti fa

Assicurazioni on line moto: ricerche in aumento sui portali comparatori

Trento2 ore fa

S.P. 90 “Destra Adige” – II° tronco, chiusura temporanea in località Ravina

Italia ed estero10 ore fa

Auto si schianta contro il muro, si ribalta e prende fuoco: due morti e due feriti gravi

economia e finanza11 ore fa

Pensplan: oltre 280 mila posizioni presso i fondi pensione istituiti in Regione

Val di Non – Sole – Paganella11 ore fa

Studenti qualificati e diplomati all’UPT di Cles: ecco l’elenco

Val di Non – Sole – Paganella11 ore fa

Pellizzano vince il Bando borghi del Pnrr puntando sulla frazione di Termenago

Val di Non – Sole – Paganella12 ore fa

Carenza idrica, Andalo fa la sua parte

Giudicarie e Rendena12 ore fa

Ponte dei Servi: finisce a terra con la moto, 56 enne finisce in ospedale

Vita & Famiglia13 ore fa

Usa. Storica decisione contro sentenza sull’aborto. Pro Vita: «ora tocca all’Italia»

Val di Non – Sole – Paganella13 ore fa

Sorpasso suicida nella galleria di Taio – IL VIDEO

Telescopio Universitario13 ore fa

UniTrento – Pnrr, 50 milioni all’Università di Trento

Bolzano14 ore fa

Alto Adige, ritrovato il corpo senza vita dell’escursionista disperso a Racines: precipitato a Malga Calice a 1.500 m slm

Trento14 ore fa

Coronavirus: nessun decesso oggi in Trentino, 33 i pazienti ricoverati

Spettacolo15 ore fa

Con Jurassic World – Il dominio si chiude una saga durata quasi 30 anni

Trento4 settimane fa

Coronavirus: 83 nuovi contagi nelle ultime 24 ore in Trentino

Trento4 settimane fa

Frana il terreno vicino a Malga Andalo – IL VIDEO

Val di Non – Sole – Paganella4 settimane fa

I 12 giorni di Vasco Rossi all’Hotel Solea di Fai della Paganella: «Persona di livello umano altissimo»

Trento4 settimane fa

Coronavirus: 121 nuovi contagi nelle ultime 24 ore in Trentino

Trento3 settimane fa

Coronavirus: 99 contagi nelle ultime 24 ore in Trentino. Calano i ricoveri

Telescopio Universitario4 settimane fa

In 440 oggi alla cerimonia di laurea, il rettore: «Scommetto su di voi»

Telescopio Universitario4 settimane fa

All’Università di Trento il fondo Feierabend sull’arte italiana del ‘900

Arte e Cultura4 settimane fa

Mario Giordano in Trentino con i «Tromboni. Tutte le bugie di chi ha sempre la verità in tasca»

eventi3 settimane fa

Dal 17 al 26 giugno tornano a Trento le Feste Vigiliane

Trento3 settimane fa

Coronavirus: 166 contagi nelle ultime 24 ore in Trentino

Alto Garda e Ledro3 settimane fa

Stop alla viabilità a Riva del Garda: si girano le scene di un film americano

Valsugana e Primiero2 settimane fa

Sbanda, va in contromano e rischia di scontrarsi con altre auto prima di entrare in statale – IL VIDEO

Trento3 settimane fa

Coronavirus: 49 contagi nelle ultime 24 ore in Trentino con nessun positivo al molecolare

Trento2 settimane fa

Attimi di paura alla stazione delle corriere di Trento!

Società3 settimane fa

L’impresa di Melissa Mariotti tra lavoro in Germania e progetti turistici in Valbrenta

  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

  • Pubblicità
    Pubblicità

Categorie

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

di tendenza