Connect with us
Pubblicità

Trento

Mellarini: «Un partito libero che sceglie il suo futuro»

I due sfidanti alla segreteria dell'UPT dopo aver depositato le proprie candidature rilanciano anche le tesi congressuali. Quella di Mellarini adotta lo slogan, «un partito libero che sceglie il suo futuro», dice un secco no al PD per puntare sulle persone, i territori, e non sui simboli, memore dei risultati delle ultime elezioni che hanno visto le liste civiche protagoniste. Andiamo ad esaminare e approfondire la tesi di Tiziano Mellarini. 

Pubblicato

-

I due sfidanti alla segreteria dell'UPT dopo aver depositato le proprie candidature rilanciano anche le tesi congressuali. Quella di Mellarini adotta lo slogan, «un partito libero che sceglie il suo futuro», dice un secco no al PD per puntare sulle persone, i territori, e non sui simboli, memore dei risultati delle ultime elezioni che hanno visto le liste civiche protagoniste. Andiamo ad esaminare e approfondire la tesi di Tiziano Mellarini. 
 
L'assessore punta il focus sulle ultime tornate elettorali, che hanno bocciato i partiti e premiato le liste civiche,  «Quest'ultimo aspetto – sostiene – non va assolutamente sottovalutato e richiede una profonda e seria riflessione».
 
Secondo lui la preminenza del “progetto” e della persona rispetto al “simbolo” di partito deve avere la priorità, per questo fa una lista delle esigenze che le persone chiedono alla politica di rispettare; maggiore vicinanza ai bisogni veri e quotidiani della gente; capacità di affrontare tematiche cardine come l'occupazione, le politiche per i giovani, la sicurezza, la crescita economica e la sanità con un approccio non ideologico, ma concreto e competente; un rapporto più trasparente e paritario con la pubblica amministrazione; minore burocrazia per cittadini ed imprese; maggiore sobrietà della politica e capacità di isolare le “mele marce” dai partiti e dalle istituzionI; meno attenzione alle “formule” politiche e ai problemi “di facciata” e più verso progettualità e proposte per risolvere i problemi e dare opportunità di sviluppo sostenibile alla montagna; capacità di selezionare maggiormente la classe dirigente a tutti i livelli. «Occorre dunque partire da qui per progettare le architravi dell'UPT che verrà, che dovrà sempre di più essere un partito capace di proporre una sua peculiare visione del Trentino, capace di ascoltare e fare proprie queste sollecitazioni e le necessità che arrivano dal nostro tessuto sociale» – si legge nella sua tesi congressuale.

 
7 PUNTI PER RILANCIARE IL TRENTINO –  Dal congresso di gennaio dovrà uscire in modo netto la nostra identità – spiega Mellarini – non c'è più spazio per equivoci ed ambiguità. L'UPT è una forza politica territoriale, radicata nelle valli, nei piccoli paesi e nelle città, che ribadisce la propria autonomia da PATT e PD. Stop dunque a speculazioni su prossime confluenze dell'UNIONE PER IL TRENTINO nel PD o in altri partiti e stop alle ambiguità interne, infatti nessuno di noi vuole farsi assorbire da un “listone Renzi nazionale”. Va quindi risolta una volta per tutte l'anomalia del “partito nel partito” rappresentata dal Cantiere Civico Democratico, dicendo no a progetti che disorientano i cittadini e creano spaccature all'interno dell' UPT
 
Popolarismo e valori civici – «Per catalizzare le forze vive della società trentina, mettendo a fattore le energie positive che esse rappresentano, occorre pensare ad un Partito più snello e dinamico, che si muova all'interno dell'area popolare e moderata, nella quale si riconosce gran parte dell'elettorato trentino sulla scia della tradizione degasperiana che da sempre ha segnato questa terra e ha contribuito alla sua crescita socio-economica».
 
Ripartiamo da comuni, comunità locali, volontariato e territorio«Essenziale sarà consolidare e rafforzare un forte legame con il territorio e le esperienze più vive dell'impegno civico. Occorre ripartire a fare politica dalla cellula base dei comuni e delle comunità locali, mettendo al centro gli amministratori locali, le loro istanze e i problemi concreti di amministrazione quotidiana, ma anche e soprattutto quel tessuto sociale, ampio e variegato, costituito da migliaia di persone che operano nel volontariato con un impegno quotidiano silenzioso ma che costituisce un reticolo fondamentale per garantire la coesione sociale». 
 
Rilancio della Regione quale luogo di dialogo e progettualità«Mai in tempi recenti come accade in questo periodo ci sono le reali possibilità di rilanciare il rapporto istituzionale con l'Alto Adige nel luogo ad esso deputato, la Regione. Progressivamente depauperata di competenze, la Regione deve tornare essere il luogo simbolico di unità tra le popolazioni trentine e quelle altoatesine, il luogo dove ci si confronta sulle tematiche più ampie del regionalismo e dove si evidenziano e si ribadiscono le ragioni della specialità. Un Trentino che sappia internazionalizzarsi, inserito a pieno titolo nel progetto Euregio e sulla direttrice nord sud, ma non solo. Che sappia aprirsi all’Europa e al mondo forte della sua identità». 
 
Riferimento nazionale – «Si tratta del passaggio indubbiamente più delicato e che da anni si ripropone per l'UPT perché è evidente che il futuro dell'autonomia passa inevitabilmente attraverso una forte ed autorevole rappresentanza a livello nazionale. Inoltre, con l'introduzione del sistema elettorale “Italicum”, questa problematica si pone in maniera ancora più stringente, sottolineando con forza l'esigenza di ragionare su alleanze locali, magari attraverso contenitori federativi. In ogni caso, questa questione non può certo essere risolta con una semplice adesione incondizionata al PD, poiché ciò significherebbe abbandonare i nostri principali valori di riferimento, perdendo per strada molti aderenti e sostenitori, nelle città così come nelle valli, che sono molto lontani, per formazione personale e sensibilità, dal Partito Democratico»
 
Questione morale – «La cronaca nazionale ci propone ogni giorno storie di corruzione, di malcostume amministrativo, distanziando sempre più i cittadini dalla politica. Anche il Trentino non deve ritenersi immune da questi fatti, anzi deve tenere alta la guardia. È giunto il momento di porre una seria questione morale anche alla politica trentina, ponendo l'accento sui concetti di responsabilità istituzionale, personale, di trasparenza, di meritocrazia, di etica. Ce lo chiedono con forza i cittadini e non dobbiamo pensare che l'esigenza di legalità e trasparenza sia un fenomeno solo nazionale che esula dal Trentino».
 
Confronto, comunicazione, rapporto con i media e con i giovani. «Per dare corso e visibilità a tutti i punti precedenti occorrerà operare quindi attraverso un nuovo dinamismo, che non abbia paura di affermare la propria identità, di dialogare con le liste civiche a livello comunale, di confrontarsi con le forze vive della società trentina anche attraverso serate, dibattiti centrati sui problemi concreti delle singole comunità, oppure sui grandi temi a livello provinciale. Affrontandoli senza reticenze. Una forza che sappia parlare in modo diretto delle tematiche economiche, del rilancio dell’occupazione, dell’organizzazione dell’assetto sanitario, delle tematiche su scuola, ricerca e università, non sottraendosi alle critiche e sapendo affrontare anche i nodi più delicati attraverso l’ascolto del territorio e l’elaborazione di proposte condivise e di sintesi». 
 
«Un Partito rispettoso dei ruoli e delle regole di democrazia interna, ma soprattutto rispettoso delle regole esterne, che sappia favorire un equilibrato ricambio generazionale e orientato a realizzare una maggiore giustizia sociale. Un Partito che, con senso di responsabilità e di realismo, sappia affrontare dal punto di vista politico le questioni più spinose come ad esempio i futuri assetti della sanità o i nuovi flussi migratori, con la massima trasparenza, parlando ai cittadini in modo diretto. Ma anche tematiche come la fusione dei comuni che forse andavano maggiormente dibattute a livello politico e sulle quali i partiti hanno un po’ latitato.
 
Tenendo presente che il bisogno di verità e serietà è sempre più avvertito dalla pubblica opinione specie in questi anni di crisi economica, dove il mondo politico ha dato ai cittadini messaggi altalenanti e spesso confliggenti, contribuendo a generare disorientamento e disaffezione dalla politica. Occorre poi mettere in campo una rinnovata capacità di comunicazione, che sappia utilizzare al meglio non solo i media classici, ma soprattutto le nuove tecnologie e i nuovi linguaggi, a partire da web e dai social, coinvolgendo e indirizzandosi anche ai giovani, che oggi sono preda del non voto o dell'adesione ai partiti 8più “estremisti”.
 
Contrastando il distacco dei giovani dalla politica con i contenuti, ma anche con la forma, andando a contattarli e coinvolgerli nei luoghi, fisici, ma anche virtuali, dove essi si trovano, vivono, si confrontano. Questi secondo noi i punti principali di un percorso che ci deve impegnare alla costruzione di un Partito che sia libero, aperto, autorevole, responsabile e attore protagonista del proprio futuro»
Pubblicità
Pubblicità

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

  • Coronavirus: Paziente Virtuale evita i test sugli animali
    Grazie alle diverse ricerche ed ai numerosi studi dell’Università di Catania, si rafforza il filo della comunicazione tra il clinico e il laboratorio, dando vita al progetto del Paziente Virtuale. Un progetto completamente italiano che potrebbe finalmente evitare la sperimentazione animale, necessaria per testare farmaci e vaccini anche contro il più recente Coronavirus. Infatti, per […]
  • Sconti e voli gratis ai viaggiatori se bambini piangono o disturbano in aereo, l’idea di una compagnia aerea americana
    Sembra incredibile, ma il binomio aereo – neonato, si posiziona tra i primi posti come motivo di fastidio e disturbo per molti viaggiatori, portando una compagnia area alla decisione di far volare gratis i passeggeri che si trovavano a viaggiare con bambini piangenti a bordo. Ad ovviare questo il problema è JetBlue Airways la compagnia aerea […]
  • Russia registra il primo vaccino al mondo contro il coronavirus
    Dopo mesi di test e di attesa è la Russia a battere tutti e registrare Sputnik il primo vaccino al mondo contro il Coronavirus. Sputnik, il vaccino sviluppato dall’Istituto Gamaleya di Mosca ha ricevuto il via libera dal Ministero della Sanità russo. Citando i media russi, Putin avrebbe rivelato che anche alla figlia è stata […]
  • Piccoli sottomarini privati, il nuovo sogno degli esploratori
    Dalle tranquille avventure sulla superficie dell’acqua all’eccitante esplorazione delle profondità dei fondali marini a bordo dell’ultimo e più sensazionale giocattolo marino: il sottomarino personale. Leggero da trasportare in macchina e comodo da tenere nei garage dei superyatch, il nuovo trend subacqueo prenderà il posto dei numerosi sport d’avventura fin’ora sperimentati. Costruito per esplorare i fondali […]
  • Prima lo adotti poi raccogli i suoi frutti, a Milano nasce la Food Forest, la foresta edibile
    Oltre 2.000 tra piante, ortaggi, piante officinali, alberi, arbusti da frutto e da legno ospitati nel cuore dell’immensa città metropolitana di Milano, con l’obbiettivo di ristabilire il rapporto primitivo tra l’uomo e i prodotti che Madre Natura gentilmente offre. Questo, starà alla base della nuova Food Forest, la foresta edibile  che in autunno prenderà vita all’interno […]
  • Ponte Tibetano e Cascate di Saent: che bella la Val di Rabbi!
    Costruito nel 2016 sopra il torrente Ragaiolo in Val di Rabbi, il ponte tibetano è ormai diventato una tappa fissa per tutti coloro che amano la montagna e la Val di Rabbi. Costruito in ferro e con una pavimentazione di grate di ferro, il ponte tibetano è adatto a grandi e piccini grazie anche alle […]
  • Si allunga la lista delle preziose aree naturali del Pianeta: l’Unesco aggiunge altri 15 Geoparchi da tutelare
    Riconosciuto a livello internazionale come un territorio che possiede un patrimonio geologico particolare e una strategia di sviluppo sostenibile, il Geoparco deve comprendere un certo numero di siti geologici di particolare importanza in termini di rarità, qualità scientifica e rilevanza estetica o valore educativo per essere definito tale. In particolare, si tratta di aree in […]
  • Samsung lancia l’idea: Prevenire gli incidenti grazie ad un camion attrezzato con schermi LCD
    Visibilità azzerata, traffico intenso, grandi mezzi e sorpassi azzardati sono tutti problemi autostradali che potrebbero trovare soluzione grazie ad un “camion trasparente” con grandi schermi LCD: Un‘ idea tanto semplice quanto potenzialmente utile che potrebbe facilitare le manovre di sorpasso dei grandi mezzi riducendo i rischi di incidenti. L’idea è stata presentata da Samsung con […]
  • Trentino Wild Park: il parco avventura più grande d’Italia
    Affrontare situazioni che non appartengono alla vita normale percorrendo una realtà diversa da quella urbana, attraversando ponti tibetani, liane e guardando il bosco tra le chiome degli alberi, sono la base di un intrigante situazione, lontana dalla vita cittadina ma alternativa ad un classico tour. La possibilità di vivere forti emozioni e sentirsi veramente immerso […]

Categorie

di tendenza