Connect with us
Pubblicità

Trento

Reddito di garanzia: il 55% va al 10% di stranieri presenti in provincia.

La seduta della Quarta Commissione di ieri si è aperta con la presentazione del ddl di Maurizio Fugatti, la modifica di un articolo della legge provinciale sulle politiche sociali del 2007 per favorire i residenti in provincia. 

Pubblicato

-

Pubblicità

Pubblicità

La seduta della Quarta Commissione di ieri si è aperta con la presentazione del ddl di Maurizio Fugatti, la modifica di un articolo della legge provinciale sulle politiche sociali del 2007 per favorire i residenti in provincia. 
 
"Un ddl – ha detto Fugatti – che prende spunto dalla sensazione di disparità delle prestazioni legate all'Icef, che crea difficoltà ai residenti da sempre in Trentino rispetto ad altri che sono arrivati più tardi. La previsione del ddl è di introdurre un aumento da 3 a 10 gli anni di residenza per i sussidi. I quali – ha detto ancora -, compreso il reddito di garanzia, nel caso di nuclei di tre quattro figli, possono arrivare anche fino a 2000 euro al mese per gli stranieri". Rossi ha smentito questa ipotesi, ma poi, non a caso, ha abbassato il limite del cumulo dei sussidi a 1500 euro. Il reddito di garanzia, 12 – 13 milioni di euro all'anno – ha continuato il consigliere della Lega -, va per oltre il 50% ai cittadini extracomunitari".
 
Claudio Civettini (Civica) ha presentato un emendamento per gli studenti che studiano fuori dal Trentino che prendono residenza fuori, per motivi legati alle utenze, e tornati, a conclusione degli studi, devono fare un nuovo iter per riottenere la residenza. Su questo emendamento il consigliere della Civica ha chiesto l'audizione del Presidente del Consiglio provinciale dei giovani.
 
L'assessore Olivi, limitandosi al reddito di garanzia di sua competenza, ha detto che la proposta non può essere accettata dalla Giunta anche perché per il reddito di garanzia non esiste un criterio di preferenza. Lo strumento, ha ricordato, serve a dare risposte, anche temporanee, a situazioni di povertà ma questo senza criteri di accesso.
 
Anche l'assessore Zeni ha ricordato che i servizi di competenza del suo assessorato non sono soggetti a graduatorie né, per le emergenze, è richiesta la residenza di tre anni ma solo la semplice residenza.
 
Fugatti ha replicato affermando che il tema che si vuole porre col ddl è che il 55% dei servizi è erogato ai non trentini, perlopiù stranieri che sono circa il 10% della popolazione. Bisognerebbe anche capire, ha aggiunto, quanto prendono quelli che fanno parte del rimanente 45%. Il consigliere della Lega ha chiesto un'analisi dei dati per capire quanti sono i cittadini comunitari e extracomunitari che ricevono il reddito di garanzia, quali sono le cifre medie.
 
Fugatti e Claudio Cia (Civica Trentina) hanno chiesto di avere i dati anche sulle domande respinte perché i richiedenti hanno un reddito Icef superiore allo 0,13. Civettini ha aggiunto che sarebbe interessante sapere quanti stranieri fanno l'autocertificazione rispetto ai trentini. ( a riguardo Civettini ha presentato una mozione piuttosto articolata proprio ieri).
 
E ha ricordato che è impossibile controllare i beni e i conti correnti nei paesi stranieri. Il problema, ha detto da parte sua Donata Borgonovo Re, è quello di capire se la soglia Icef attuale è valida o se invece vada alzata per venire in contro ai reali bisogni delle povertà.
 
Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità

  • Pubblicità
    Pubblicità
Trento1 settimana fa

Caro bollette, supermercati Eurospin: «Abbiamo perso ogni speranza»

Trento2 settimane fa

Caro energia: dalla provincia arrivano 180 euro per ogni famiglia

Trento3 settimane fa

Autovelox e semafori intelligenti in funzione dal 19 settembre. Ecco dove sono installati

Arte e Cultura3 settimane fa

A Riva del Garda Serena Dalla Torre si riconferma campionessa italiana di Body Painting

Trento2 settimane fa

Dopo 20 anni di amore Tony Menegatti sposa la sua Laura

Rovereto e Vallagarina4 settimane fa

Rovereto: protesta per le urla alle Fucine, 72 enne massacrato dalla «Baby Gang»

Valsugana e Primiero3 settimane fa

Impiccato in garage, i Carabinieri di Borgo compiono il miracolo

Trento2 settimane fa

Il comune fa cassa: 104 multe in sole 3 ore grazie ai nuovi semafori «intelligenti»

Trento1 giorno fa

Relazione della D.I.A.: in Trentino presenti le Mafie Calabresi, nigeriane e albanesi

Trento5 giorni fa

Ritrovata la 18 enne scomparsa sabato dopo la scuola

Politica6 giorni fa

Elezioni 2022, ecco i primi trombati eccellenti

Io la penso così…3 giorni fa

Giulia Torelli: Le turbe psichiche di questo soggetto sono particolarmente evidenti

Trento3 settimane fa

Morto a soli 61 anni Luca Mazzalai, partecipò ad oltre 20 edizioni della Trento Bondone

Val di Non – Sole – Paganella3 giorni fa

Dramma in Val di Non: il corpo di una donna recuperato nella forra del torrente Pongaiola

Trento4 settimane fa

Trento, lavorare per le cooperative sociali a 4 euro l’ora: «Non ce la facciamo a vivere»

  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

  • Pubblicità
    Pubblicità

Categorie

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

di tendenza