Connect with us
Pubblicità

Italia ed estero

Morire per la pace si può: chi sono i responsabili degli attentati di Ankara?

È trascorsa ormai più di una settimana da quando abbiamo assistito alla strage che ha colpito Ankara, la capitale turca, durante una manifestazione pacifista in favore della risoluzione del conflitto tra il governo e i separatisti curdi.

Pubblicato

-

È trascorsa ormai più di una settimana da quando abbiamo assistito alla strage che ha colpito Ankara, la capitale turca, durante una manifestazione pacifista in favore della risoluzione del conflitto tra il governo e i separatisti curdi.

Si è trattato di un vero e proprio attentato che non ha lasciato scampo ai manifestanti che si accingevano a prendere parte ad un corteo pacifista organizzato dal Partito Democratico Dei Popoli, da sempre sostenitore delle rivendicazioni della minoranza curda, e appoggiato da diverse organizzazioni sindacali e della società civile.

Prima ancora che i manifestanti arrivassero nel centro della capitale, mentre si trovavano ancora riuniti nella stazione ferroviaria di Ankara, due violente esplosioni hanno causato una vera e propria strage uccidendo ben 97 persone e ferendone quasi duecento.

Pubblicità
Pubblicità

Il corteo, il cui slogan sarebbe dovuto essere Pace, lavoro e democrazia, dunque non ha mai preso forma, stroncato sul nascere da quelli che si pensano essere due attentati suicidi perpetrati da membri dei gruppi terroristici del Paese.

L’obiettivo principale della manifestazione era quello di protestare contro la crescente violenza che caratterizza lo scontro tra il governo e il gruppo separatista curdo affiliato al Partito dei Lavoratori del Kurdistan (PKK) attivo soprattutto nella regione mediorientale della Turchia.

Le indagini della polizia si sono subito orientate verso le frange estremiste degli integralisti islamici e dunque il mirino è stato puntato da subito contro i terroristi appartenenti all’ISIS. Il governo sarebbe giunto ad avere prove certe del coinvolgimento dello Stato islamico nell’attentato e ad aver identificato i due attentori.

Pubblicità
Pubblicità

Tuttavia, sempre da fonti governative, sono giunte anche notizie ed ipotesi di una possibile partecipazione all’organizzazione delle due esplosioni da parte di esponenti delle frange più estremiste del Partito dei Lavoratori del Kurdistan. Due di essi sarebbero stati anche già arrestati per aver annunciato sul noto social network Twitter prima ancora dell’attentato, l’eventualità di attacchi ad Ankara contro i manifestanti.

Tante sono le ipotesi circa gli attentati che la scorsa settimana hanno sconvolto Ankara e la Turchia intera. Non sono mancate infatti, le accuse nei confronti del Presidente Erdogan e le forze di sicurezza nazionali per non aver saputo, o voluto, prevenire la strage.

Il giorno dopo i tragici eventi, senza lasciarsi intimidire dalla violenza del terrorismo, migliaia di persone sono scese in piazza Sihhiye, quella stessa piazza dove si sarebbe dovuta svolgere la manifestazione filo-curda, per protestare contro il governo.

Dure le accuse che si sono levate dal corteo di protesta soprattutto contro il presidente Erdogan, il quale sembra trarre enorme vantaggio dall’instabilità che gli attentati hanno provocato e alimentato negli ultimi dieci giorni. Il leader del Partito Democratico dei Popoli, Selahattin Demirtas, ha letteralmente tuonato contro il governo: “Lo Stato che ha informazioni su ogni uccello che vola non è stato capace di prevenire un massacro nel cuore di Ankara. Avete le mani sporche di sangue”.

Accuse pesantissime a cui hanno fatto seguito altrettanto importanti minacce tra le quali quella venuta ancora una volta da Demirtas che, riferendosi alle prossime elezioni amministrative, ha detto: Aspettiamo il 1 novembre; allora cominceremo a operare per rovesciare il dittatore”.

Non resta dunque che attendere cosa succederà all’indomani delle elezioni di novembre. Una cosa è certa: vada come vada Erdogan non avrà vita facile nei mesi da qui a venire.

Pubblicità
Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Necrologi

  • Pubblicità
    Pubblicità

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

  • Smart Working, verso sgravi contributivi per le aziende ed agevolazioni fiscali per i lavoratori
    Dal Governo si lavora a nuove regole per lo smart working post emergenza covid-19, tra queste la riduzione delle tasse in busta paga e sgravi per le imprese. Da luglio, Camera e Senato hanno presentato... The post Smart Working, verso sgravi contributivi per le aziende ed agevolazioni fiscali per i lavoratori appeared first on Benessere […]
  • Università, si allarga la no tax area: fino a 22 mila euro non si pagano le tasse
    Una delle novità anticipata dall’ex Ministro dell’università, Manfredi e concretizzata dall’attuale Cristina messa prevede ad allargare la no tax area per gli studenti universitari, comprendo i costi fino alla fascia reddituale di 22 mila euro.... The post Università, si allarga la no tax area: fino a 22 mila euro non si pagano le tasse appeared […]
  • Imprese, nuovi aiuti di Stato approvati dall’Unione europea: i dettagli
    Dall’Unione Europa arriva il via libera agli aiuti di Stato per le imprese italiane colpite economicamente dalla pandemia Covid-19. I gravi effetti economici causati dall’arrivo del Coronavirus stanno avendo ancora pesanti ripercussioni per le attività... The post Imprese, nuovi aiuti di Stato approvati dall’Unione europea: i dettagli appeared first on Benessere Economico.
  • Bonus pubblicità 2021, per le aziende un risparmio pari al 50% sugli investimenti pubblicitari effettuati: tutti i dettagli e le novità
    Anche quest’anno torna il bonus pubblicità per le aziende puntano su investimenti pubblicitari, con l’invio delle domande che partirà dal 1 fino al 31 ottobre 2021. Bonus pubblicità 2021 Per il 2021 -2022, il credito... The post Bonus pubblicità 2021, per le aziende un risparmio pari al 50% sugli investimenti pubblicitari effettuati: tutti i dettagli […]
  • Aumentano i prezzi della revisione auto, arriva il bonus veicoli sicuri
    Da novembre 2021 i costi di revisione delle auto aumenteranno. Decisione concordata dai Ministeri dell’Economia e della Mobilità Sostenibile. Dal 1 novembre aumenti prezzi revisione auto L’aumento che inizialmente sarebbe dovuto partire il 30 gennaio,... The post Aumentano i prezzi della revisione auto, arriva il bonus veicoli sicuri appeared first on Benessere Economico.
  • Contributi per palestre e discoteche: attivato un fondo da 140 milioni di euro
    Il Ministro dello Sviluppo economico, Giorgetti ha attivato un fondo pari a 140 milioni di euro a sostegno delle attività rimaste chiuse in conseguenza delle misure restrittive anti-Covid. In dettaglio Il fondo avvivato dal Ministero... The post Contributi per palestre e discoteche: attivato un fondo da 140 milioni di euro appeared first on Benessere Economico.
  • La nuova vita dei treni notturni, viaggiare sostenibile e comodo
    Dopo anni i treni notturni tornano di moda. Ultimamente infatti, in Europa hanno rincominciato ad essere più frequentanti e richiesti i treni notturni che permettono di spostarsi tra le principali città durante la notte, dormendo in un vagone dedicato. L’aumento della domanda rispetto a questo servizio è stata tale da spingere molte imprese ferroviarie a […]
  • Panchine giganti in Italia: la ricerca di un’incredibile esperienza
    Colorate, grandi e affacciate su panorami mozzafiato. Si parla delle Big Bench, ovvero delle panchine giganti, un fenomeno ideato dal designer americano Chris Bangle che nel giro di pochi anni si è diffuso in tutto il Bel Paese. Queste installazioni fuori scala, posizionati in piccoli luoghi di sconosciuta bellezza, cambiano la prospettiva del paesaggio, rendendo […]
  • Allargare le braccia e toccare due continenti: le splendide possibilità dell’Islanda
    Per molti, l’America è quel continente lontano ore ed ore di volo, ma sulla Terra esiste un luogo dove Europa ed America sono talmente vicine da essere toccate contemporaneamente, semplicemente allargando le braccia. Questo luogo pazzesco si trova in Islanda ed è considerato uno dei luoghi più spettacolari del mondo. La Silfra Fissure, patrimonio naturale […]
  • L’Italia e i boschi incantati: alla scoperta di fate, gnomi e folletti
    Ogni stagione con i suoi profumi e i suoi colori, invita qualsiasi escursionista ad esplorare la natura che, tra vegetazione ed alberi si mostra in tutto il suo splendore. In particolare, l’Italia è nota per essere una miniera di patrimoni artistici e culturali inestimabili capaci di scatenare la curiosità di grandi e piccini, con la […]

Categorie

di tendenza