Connect with us
Pubblicità

Trento

Focus sulle nuove esigenze della società che invecchia

Garantire sostenibilità nel tempo alle politiche sociali, urbanistiche e abitative in considerazione dell'aumento della popolazione anziana è il focus del convegno 'Paesaggi della cura e della protezione Tra nuove politiche del welfare e vecchie pratiche dell'abitare' che si sta svolgendo al Teatro Biblioteca di Lavis.

Pubblicato

-

Pubblicità

Pubblicità

Garantire sostenibilità nel tempo alle politiche sociali, urbanistiche e abitative in considerazione dell'aumento della popolazione anziana è il focus del convegno 'Paesaggi della cura e della protezione Tra nuove politiche del welfare e vecchie pratiche dell'abitare' che si sta svolgendo al Teatro Biblioteca di Lavis.

L'assessore alla coesione territoriale, urbanistica, enti locali ed edilizia abitativa Carlo Daldoss è intervenuto dicendo che "il paesaggio è un elemento dinamico che si trasforma rispetto alle esigenze di chi lo vive, elemento da reinterpretare ogni volta: è una sfida ed è anche il bello del momento di grande cambiamento che stiamo vivendo. Siamo in un mondo sempre più aperto e globalizzato e oggi la grande sfida è saper costruire qualità nei paesaggi, anche in quelli umani, ma la sfida è soprattutto sulla percezione della coesione sociale. Viviamo una società che sta cambiando radicalmente e che ci interroga su quali scelte siano più opportune. Per quanto riguarda gli anziani, dobbiamo saper cogliere le opportunità che rendano le occupazioni non come tempo che trascorre ma come un proprio modo di esprimersi. Un grande condottiero diceva ‘tanta confusione sotto le stelle, tante opportunità': bisogna approcciarsi con questo spirito ai cambiamenti della nostra società, c’è la necessità di ripensare l’urbanistica e il modo di concepire l’abitazione. Anche rispetto all’immigrazione: se noi non riusciremo a contemperare l’invecchiamento della società con le forze attive, la nostra sarà una sfida destinata ad essere persa perché non avremmo più quelle risorse che abbiamo oggi e soprattutto, sia da Trento sia da Bolzano, non potremmo più rivendicarle. "

"Abbiamo approvata la legge urbanistica che va proprio in questa direzione e considera, fra l'altro, lo spazio dell’abitare in montagna con un approccio nuovo e adeguato – ha detto l'assessore alla coesione territoriale Carlo Daldoss – Ora dobbiamo fermarci un attimo, recuperare quello che abbiamo, ragionare sulla sostenibilità non solo urbanistica o edilizia ma anche sociale."

Pubblicità
Pubblicità

"Con la legge urbanistica siamo andati oltre, uno degli articoli indica proprio come i cittadini possono diventare protagonisti di queste scelte non post ma ante, tema fondamentale e strategico per ricucire quello strappo che c’è stato fra istituzioni e cittadini. Il punto cruciale è partecipazione e responsabilità: ognuno di noi deve sentirsi responsabile e applicare al suo lavoro questa modalità. Le scelte che dobbiamo fare hanno a che fare con la qualità della vita, non più come in passato, sviluppo uguale crescita (coniugazione finora utile) oggi deve essere coniugato col ragionamento che va nella direzione di anteporre qualità allo sviluppo. Sono molto fiducioso che il Trentino e l'Alto Adige continueranno ad essere laboratori di avanguardia e rivendichiamo la nostra autonomia perché i territori dal punto di vista economico e sociale hanno una responsabilità che hanno saputo attivare per autogovernarsi."

"Come noi e anche meglio di noi ci sono esempi in Europa come, per esempio, la Baviera. Se noi cogliamo quelle sollecitazioni di nuove organizzazioni – ha continuato l'assessore – andiamo verso costruzioni di luoghi nel quali gli anziani trovino una loro individualità. Abbiamo un’esperienza di co-residenza a Aldeno, una grande valenza sociale e urbana, sperimenta forme di convivenza abitativa tra generazioni diverse, tra anziani e giovani, accanto agli appartamenti privati ci sono spazi e servizi comuni che favoriscono la socializzazione. "

"Questo per vedere se queste forme di co-abitazioni possano funzionare e gli anziani possano sentirsi in un contesto vivo, non un lento procedere del tempo ma un tempo che abbia capacità di contenuti, un tempo che è anche produzione di valore, una ricchezza che può essere distribuita. La grande sfida sta nella capacità di investire nella conoscenza, nell’alta formazione anche degli immigrati, formare cittadini futuri che abbiamo gli strumenti per confrontarsi con la società nuova che stiamo costruendo."

Pubblicità
Pubblicità

"Mi auguro che da questo convegno possano uscire degli ottimi spunti anche per il decisore pubblico per arrivare alle migliori scelte possibili per la nostra coesione sociale e mantenere questa terra agli alti livelli, come ci è stata consegnata".

Alla base dell'indagine territoriale multidisciplinare giunta alla terza edizione (organizzata da INU, Istituto Nazionale Urbanistica sez. di Trento e di Bolzano e dal portale Ambiente Trentino in collaborazione con i principali attori istituzionali del territorio indagato, i due Comuni capoluogo delle province, la Comunità di valle Rotaliana Konigsberg, la Comunità comprensoriale Oltradige Bassa Atesina, con l'egida e il sostegno della Regione autonoma Trentino-Alto Adige/Sud Tirolo) c'è la considerazione che, a fronte dell'aumento molto rilevante della popolazione anziana c'è bisogno di progetti e strategie pubbliche. 

Due le sessioni, quella mattutina e quella pomeridiana. Diversi gli interventi di esperti sia dell'ambito della pianificazione territoriale, sia delle politiche sociali. Fra questi Adriano Oggiano, direttore Ufficio tutela del paesaggio della Provincia autonoma di Bolzano e Paolo Valente direttore Caritas della diocesi di Bolzano e Bressanone.

Sono intervenuti anche il sindaco di Lavis Andrea Brugnara, il presidente della Comunità Rotaliana Konisberg e il presidente del Comprensorio Oltradige-Bassa Atesina Edmund Lanziner.

Pubblicità
rel="nofollow"Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità

  • Pubblicità
    rel="nofollow"Pubblicità
Spettacolo42 minuti fa

Tutti al Melotti di Rovereto per ascoltare la “Storia di Pinocchio”

Benessere e Salute52 minuti fa

Tumori, 390.700 nuove diagnosi nel 2022: «Pesano i gravi ritardi accumulati durante pandemia»

Trento1 ora fa

La sanità Trentina saccheggiata dalle multinazionali: l’appello al presidente Fugatti

Trento1 ora fa

Aperto il disegno di legge per bloccare il «gender» nelle scuole trentine

Val di Non – Sole – Paganella2 ore fa

«Respect»: a Castelfondo un evento per aumentare la sensibilità verso la diversità

Val di Non – Sole – Paganella2 ore fa

Mascherine, coriandoli, stelle filanti: Spormaggiore si prepara a festeggiare il Carnevale

Fiemme, Fassa e Cembra3 ore fa

Ubriaco fradicio sulle piste da sci finisce in coma etilico

Rovereto e Vallagarina3 ore fa

Anarchici devastano i muri dei palazzi di Rovereto

Val di Non – Sole – Paganella3 ore fa

Aperta a Monclassico la “Piazzetta del riuso”

Trento5 ore fa

Trovati panetti di hashish tra le siepi del centro santa Chiara

Trento5 ore fa

Polizia di Stato: dal primo dell’anno 2.900 persone identificate e 5 arresti

Hi Tech e Ricerca5 ore fa

Trentino Startup Valley. Yore vince il Validation Day

Valsugana e Primiero5 ore fa

Avviata la gara per realizzare l’ultimo tratto della ciclabile Trento-Pergine

Bolzano6 ore fa

Colonnello dei carabinieri sospeso per dieci mesi, due le ipotesi di reato

Rovereto e Vallagarina6 ore fa

Maltrattare api e arnie non è solo vandalismo, è anche un atto di irresponsabilità

Trento6 giorni fa

Continuano le truffe del reddito di cittadinanza. Ecco quanti lo ricevono in Trentino

Val di Non – Sole – Paganella4 settimane fa

Torna in Val di Non la grande “Festa di San Romedio”

Valsugana e Primiero3 settimane fa

Nuovo lutto per la famiglia Cantaloni, dopo la figlia Chiara muore anche il papà Giorgio

Trento2 settimane fa

Condominio da incubo, pluripregiudicato tiene in ostaggio i residenti da anni. Il giudice: «Non si può sfrattare perchè è ai domiciliari»

Offerte lavoro1 settimana fa

Cercasi commessa/o per nuova apertura negozio centro storico di Trento

Vista su Rovereto3 settimane fa

Spazi vuoti e serrande abbassate: la desolazione di Rovereto

economia e finanza4 settimane fa

Il colosso Amazon licenzia 18 mila dipendenti

Rovereto e Vallagarina3 settimane fa

Tragico incidente in Vallagarina, auto contro un Tir: 37 enne muore sul colpo

Trento2 settimane fa

Dalla Security ai set cinematografici: la storia del trentino Stefano Mosca

Trento3 settimane fa

Morto Marco Dorigoni, storico Dj di Studio uno. Aveva 57 anni

Trento3 settimane fa

60 enne denunciato per bracconaggio e per distillazione illegale di grappa

Trento2 settimane fa

Condominio da incubo via Perini: il soggetto entrerà in comunità alla fine del mese

Giudicarie e Rendena1 giorno fa

Non ce l’ha fatta Luigi Poli: il gestore del Palaghiaccio di Pinzolo è morto ieri

Trento2 settimane fa

«Soliti noti», abusivismo a Villazzano: una storia tutta trentina

Val di Non – Sole – Paganella3 settimane fa

Sviluppo turistico di Coredo, un gruppo di esercenti (e non) chiama a raccolta i cittadini: «Ora tocca a noi darci da fare»

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

Categorie

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

di tendenza