Connect with us
Pubblicità

Italia ed estero

TTIP: l’Europa ha disperatamente bisogno di un buon accordo

L'Europa è ormai in lotta su più fronti: la crisi economica, l'emergenza immigrazione, la politica aggressiva della Russia e i disordini nel resto del mondo minacciano sempre di più la pace e la prosperità nel nostro continente.

Pubblicato

-

Pubblicità

Pubblicità

L’Europa è ormai in lotta su più fronti: la crisi economica, l’emergenza immigrazione, la politica aggressiva della Russia e i disordini nel resto del mondo minacciano sempre di più la pace e la prosperità nel nostro continente.

Una delle più grandi sfide che l’Unione europea dovrà affrontare negli anni a venire è lo sconvolgimento degli equilibri economici e globali. Cina, India, Brasile e altre potenze emergenti reclamano sempre più a gran voce un posto tra i Paesi che contano.

Secondo alcune recenti proiezioni dell’organizzazione per la cooperazione e lo sviluppo economico (OECD), nel 2060 la produzione di Europa e Stati Uniti insieme non supererà il 25% di quella mondiale. L’economia cinese sarà da sola più grande delle nostre due messe insieme.

Pubblicità
Pubblicità

Sono dati che parlano da soli. Lo spostamento degli equilibri geo-economici rischia non solo di impattare negativamente sulle nostre condizioni di vita, ma, soprattutto, sulla nostra capacità di influenzare le scelte a livello globale. Sono, infatti, il benessere e la ricchezza prodotti dal processo di integrazione europea che ci permettono di sederci al tavolo con le altre potenze globali e difendere a spada tratta i nostri valori, primi su tutti, la democrazia e i diritti umani.

In un momento di soffocante stagnazione, le istituzioni europee hanno deciso di scommettere sul TTIP, accordo commerciale tra Unione europea e Stati Uniti, che promette di rilanciare la nostra economia, ricorrendo allo stesso meccanismo di liberalizzazione dei mercati che ha permesso all’Europa di prosperare negli ultimi sessant’anni.

Non si tratta di un semplice trattato di libero scambio: l’obbiettivo è di andare ben al di là di una riduzione di tariffe e dazi doganali, che sono peraltro già piuttosto bassi tra Ue e Usa (nell’ordine del 3-4%), rimuovendo le barriere non tariffarie e introducendo standard di sicurezza e sanitari comuni, regolamenti per la tutela della proprietà intellettuale, maggiore apertura agli investimenti esteri e facilitazioni reciproche per la partecipazione ad appalti pubblici.

Pubblicità
Pubblicità

L’esempio classico è quello dell’industria automobilistica: qui l’adozione di regole comuni (ad esempio, per quanto riguarda airbag e crash-tests) potrebbe portare a un abbattimento dei costi e, potenzialmente, a una riduzione dei prezzi del prodotto finito per il consumatore.

O, ancora, si pensi al settore delle compagnie aeree: oggi, le linee europee non possono operare in voli interni sul suolo statunitense. Se tali restrizioni venissero cancellate, i guadagni sarebbero alti in termini di maggiore concorrenza, riduzione delle tariffe e aumento di posti di lavoro. Lo stesso vale anche per il settore farmaceutico: il riconoscimento di standard comuni permetterebbe ai medicinali prodotti negli Usa di entrare più agevolmente nell’Ue, consentendo una riduzione dei prezzi al consumo.

Quella del TTIP è una promessa molto ambiziosa: salvaguardare gli standard di vita in Europa e salvare l’Unione da quello che sembra un inevitabile declino, preservando così la nostra posizione all’interno dello scacchiere globale. Una sfida estremante difficile ma di indiscutibile importanza strategica.

Tuttavia, parte dell’opinione pubblica è decisamente allarmata dalla possibilità che le negoziazioni tra Usa e Ue vadano a buon fine e che questo accordo entri in vigore. “Il TTIP riempirà il mercato di OGM, pollo al cloro e carne imbottita di ormoni – lamentano gli oppositori – decreterà lo strapotere delle multinazionali, permettendo loro di portare gli stati davanti ad appositi tribunali. Sarà un accordo al ribasso, gli standard di sicurezza e alimentari saranno peggiori di prima”.

Il TTIP non sarà un accordo al ribasso. Lo ripete a ogni piè sospinto, Cecilia Malstrom, Commissaria europea per il Commercio. “Per l’Europa il TTIP è un occasione per usare il suo peso politico ed economico per imporre degli standard (sanitari, ambientali, ecc.) più alti nel mondo. Non accetteremo ad occhi chiusi gli standard statunitensi”, questo l’impegno preso dal Parlamento europeo, che sarà responsabile, una volta negoziato l’accordo, di approvarlo o di rifiutarlo.

Il Parlamento europeo, pur non partecipando ai negoziati, ha infatti potere di vita o di morte sul trattato. Nei mesi scorsi, quest’organo, che risponde direttamente ai cittadini europei, ha presentato alla Commissione, che è responsabile per i negoziati, le sue raccomandazioni. Garantire alle imprese europee accesso al mercato statunitense e tutelare gli standard europei, queste le parole d’ordine. Si tratta di raccomandazioni che la Commissione non potrà che prendere in considerazione e rispettare se vorrà negoziare un accordo in grado di ottenere l’ok del Parlamento. Un accordo che dovrebbe arrivare entro l’anno prossimo.

Ora non è il momento di dire sì o non al TTIP: l’accordo non è ancora stato scritto. È il momento invece di farla finita con ansie e paure ingiustificate, figlie della propaganda faziosa di quei partiti che cavalcano il populismo e che usano la lotta al TTIP solo per salire nei sondaggi.

Lo scandalo Volkswagen dovrebbe aiutarci ad aprire gli occhi. Sono state le autorità americane a svelare che le macchine tedesche avevano ideato uno stratagemma per truccare i risultati sulle emissioni inquinanti. Questo non significa che gli standard americani siano sempre e comunque migliori dei nostri, ma indica chiaramente che il TTIP non è necessariamente un accordo sbagliato.

È ora di dargli una possibilità.

 

Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità

  • Pubblicità
    Pubblicità
Fiemme, Fassa e Cembra5 minuti fa

A fuoco una cucina a Moena, il rapido intervento dei vigili del fuoco limita i danni

Trento16 minuti fa

Coronavirus, 512 i nuovi positivi nelle ultime 24 ore in Trentino

Le ultime dal Web5 ore fa

Morto Bruno Bolchi il primo calciatore a comparire sulle figurine Panini

Trento5 ore fa

Alta Formazione Professionale: al CFP ENAIP di Villazzano, la cerimonia di consegna dei diplomi

Italia ed estero5 ore fa

Scontri tra tifosi per una partita di calcio: 185 morti in Indonesia – IL VIDEO

Italia ed estero9 ore fa

Anche in Italia le zanzare mutano geneticamente adattandosi ai pesticidi

Trento9 ore fa

Attività motoria e sport nelle scuole, 420 mila euro per il 2022/2023

Trento9 ore fa

Sistemazioni idrauliche e forestali, in campo risorse per 116 milioni di euro in 5 anni

Bolzano9 ore fa

Erano morte dopo un volo di 100 metri: ieri il complicato recupero del mezzo

Italia ed estero10 ore fa

15 chilometri di follia: rapinatore in fuga ruba 3 auto e uccide un ciclista

Arte e Cultura12 ore fa

Da domani la delegazione di Trento a Praga 1 per i vent’anni del gemellaggio

Vita & Famiglia12 ore fa

Festa Nonni. Pro Vita & Famiglia: «Serve Sottosegretario per anziani poveri e soli»

Spettacolo12 ore fa

Blonde: stellare Ana de Armas nelle vesti di Marilyn Monroe

Spettacolo12 ore fa

Don’t Worry Darling: un thriller psicologico dai toni horror

Trento12 ore fa

37° Rapporto sull’occupazione: giovedì 6 ottobre l’evento di presentazione dei dati sul mercato del lavoro in Trentino

Trento1 settimana fa

Caro bollette, supermercati Eurospin: «Abbiamo perso ogni speranza»

Trento2 settimane fa

Caro energia: dalla provincia arrivano 180 euro per ogni famiglia

Trento3 settimane fa

Autovelox e semafori intelligenti in funzione dal 19 settembre. Ecco dove sono installati

Arte e Cultura3 settimane fa

A Riva del Garda Serena Dalla Torre si riconferma campionessa italiana di Body Painting

Trento2 settimane fa

Dopo 20 anni di amore Tony Menegatti sposa la sua Laura

Rovereto e Vallagarina4 settimane fa

Rovereto: protesta per le urla alle Fucine, 72 enne massacrato dalla «Baby Gang»

Valsugana e Primiero3 settimane fa

Impiccato in garage, i Carabinieri di Borgo compiono il miracolo

Trento2 settimane fa

Il comune fa cassa: 104 multe in sole 3 ore grazie ai nuovi semafori «intelligenti»

Trento5 giorni fa

Ritrovata la 18 enne scomparsa sabato dopo la scuola

Trento1 giorno fa

Relazione della D.I.A.: in Trentino presenti le Mafie Calabresi, nigeriane e albanesi

Politica6 giorni fa

Elezioni 2022, ecco i primi trombati eccellenti

Io la penso così…3 giorni fa

Giulia Torelli: Le turbe psichiche di questo soggetto sono particolarmente evidenti

Trento3 settimane fa

Morto a soli 61 anni Luca Mazzalai, partecipò ad oltre 20 edizioni della Trento Bondone

Val di Non – Sole – Paganella3 giorni fa

Dramma in Val di Non: il corpo di una donna recuperato nella forra del torrente Pongaiola

Trento4 settimane fa

Trento, lavorare per le cooperative sociali a 4 euro l’ora: «Non ce la facciamo a vivere»

  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

  • Pubblicità
    Pubblicità

Categorie

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

di tendenza