Connect with us
Pubblicità

Trento

L’uomo è più «grande» dell’Universo?

Parlavamo la volta scorsa dello spazio, e ci siamo lasciati con una domanda implicita: se i cieli sono così grandi, ma non infiniti, e l’uomo, fisicamente, così piccolo, quanto poco “vale” l’uomo?

Pubblicato

-

Parlavamo la volta scorsa dello spazio, e ci siamo lasciati con una domanda implicita: se i cieli sono così grandi, ma non infiniti, e l’uomo, fisicamente, così piccolo, quanto poco “vale” l’uomo?

Ma anche: se i cieli sono così grandi, e l’uomo è in grado di studiarli e comprenderli, quanto grande è l’uomo?

Pubblicità
Pubblicità

Il padre del Big bang, il già citato Georges Édouard Lemaître, vedeva nella grandezza finita dell’Universo, un’ immagine della grandezza infinita di Dio Creatore, e nell’uomo, nel mistero della sua intelligenza, della sua capacità di amare e della sua libertà, un’ immagine ancora più “forte” di Dio, non definibile per la sua grandezza fisica, ma come Intelligenza assoluta ed originaria, come Pensiero al di fuori del tempo e dello spazio.

Analogamente, molti secoli prima di Lemaître, un grande matematico, fisico e filosofo, Blaise Pascal (1623-1662) si trovò a ragionare sul sistema eliocentrico, che, rispetto a quello geocentrico, allargava gli spazi cosmici. Anche lui proclamava il suo sbigottimento, di fronte alle immensità  che si aprono sopra e sotto di noi. Però, nel contempo, scorgeva per contrasto dove stesse la dignità umana:  non nella materia, ma nello spirito.

Almeno due pensieri di Pascal vanno riportati, per comprendere quanto la scienza apra alla filosofia, e alle grandi domande metafisiche.

Il primo, e più celebre è il pensiero 377:

L’uomo non è che una canna, la più fragile di tutta la natura; ma è una canna pensante. Non occorre che l’universo intero si armi per annientarlo: un vapore, una goccia d’acqua è sufficiente per ucciderlo. Ma quand’anche l’universo lo schiacciasse, l’uomo sarebbe pur sempre più nobile di chi lo uccide, dal momento che egli sa di morire e il vantaggio che l’universo ha su di lui; l’universo non sa nulla. Tutta la nostra dignità sta dunque nel pensiero. E’ in virtù di esso che dobbiamo elevarci, e non nello spazio e nella durata che non sapremmo riempire. Lavoriamo dunque a ben pensare: ecco il principio della morale”.

Pubblicità
Pubblicità

Il secondo è il 793: “Tutti i corpi, il firmamento, le stelle, la terra e i suoi reami non valgono il minimo tra gli spiriti, perché questo conosce tutto ciò e se stesso; e i corpi, nulla.Tutti i corpi insieme e tutti gli spiriti insieme e tutte le loro produzioni non valgono il minimo moto di carità. Questo è di un ordine infinitamente piú elevato. Da tutti i corpi presi insieme non si potrebbe far scaturire un piccolo pensiero: è impossibile, e di un altro ordine. Da tutti i corpi e da tutti gli spiriti non si potrebbe trarre un sol moto di vera carità: ciò è impossibile, di un altro ordine, soprannaturale”.

Non si tratta di riflessioni che hanno perso il loro valore. Oggi uno dei più blasonati astrofisici al mondo, Piero Benvenuti (già presidente dell’Istituto Nazionale di Astrofisica e direttore dell’Osservatorio Spaziale IUE dell’ Agenzia Spaziale Europea, oggi Segretario Generale dell’Unione Astronomica Internazionale), nota che l’ “esplosione” del Big Bang generò un Universo in cui le stelle “erano, in un certo senso, necessarie alla vita, in quanto produttrici dei mattoni – carbonio, ossigeno, azoto ecc. − che la rendono possibile”; un Universo che evolve unitariamente, e cioè in cui il volo di una farfalla in un continente, ha effetti dall’altra parte del globo; un Universo in cui la materia va organizzandosi sino a “produrre” qualcosa che la trascende, che la supera enormemente: l’uomo.

In un simile Universo -per Benvenuti, come per Pascal e Lemaître-, vi è un “sottile filo rosso che ci lega indissolubilmente alle stesse stelle che emozionavano l’autore del Salmo 8” (quello in cui si dice “Quando vedo i tuoi cieli, opera delle tue dita, la luna e le stelle che tu hai fissato, che cosa è mai l’uomo perché di lui ti ricordi, il figlio dell’uomo, perché te ne curi? Davvero l’hai fatto poco meno di un dio, di gloria e di onore lo hai coronato…”): infatti l’ “emergere dell’uomo e della coscienza” non appare evento fortuito, causale, ma come “conseguente alla caratteristica fondamentale dell’universo stesso, la sua evoluzione”.

Il che renderebbe l’uomo, non uno straniero sperso nell’Universo, ma, per usare l’espressione di un altro grande fisico contemporaneo, il fiore della pianta (Piero Benvenuti, Francesco Brancato, Contempla il cielo e osserva, Milano 2013).

Pubblicità
Pubblicità

  • PubblicitàPubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

  • Ricette fresche con le fragole, le golosità dell’estate!
    Finalmente stanno arrivando l’estate, il caldo e le giornate di sole. Con loro, inizia anche la stagione della frutta fresca, dei frullati e dei dolci golosi e leggeri. Tra quelli più classici e gustosi spicca la Torta Sbriciolata alle fragole senza cottura. Facile, veloce e adatta a tutti palati, la torta sbriciolata alle fragole senza cottura […]
  • “CrowdWine”, l’originale sistema per sostenere le piccole cantine italiane
    In un momento storico in cui l’intero settore del vino italiano ed internazionale sta vivendo un profondo cambiamento strutturale, relazionale e sopratutto commerciale è nata un’idea per sostenere le piccole e medie cantine italiane. L’idea prende spunto direttamente dal più noto crowdfunding, tentando di avvicinare i consumatori con i produttori attraverso l’ormai utilizzatissimo sistema di […]
  • Coronavirus: un team di giovani donne progetta ventilatori polmonari con ricambi di automobili
    L’emergenza sanitaria da Coronavirus ha colpito anche angoli di mondo già molto fragili come L’Afghanistan, Paese precedentemente dilaniato da decenni da guerre e dittature che, dopo l’arrivo del Coronavirus rischia di mettere definitivamente in ginocchio il fragile sistema sanitario. Nonostante il Governo di Kabul abbia adottato i più noti sistemi prevenzione, come il distanziamento sociale […]
  • Beer SPA, una tappa imperdibile nella splendida Praga
    Ti piacciono la birra e le belle città d’Europa? Allora una tappa alla Beer SPA delle capitale Ceca è d’obbligo. Aperta nel 2013, la Original Beer SPA, negli anni, ha riscosso un grande successo soprattutto tra coloro che amano il connubio tra belle città, relax e attrazioni peculiari o comunque diverse dal solito. Ma cos’è […]
  • Covid19: L’isola di Cipro paga le vacanze ai turisti contagiati e ai loro famigliari
    Nonostante Cipro abbia avuto poco meno di 1.000 casi di contagi e 17 vittime da Coronavirus, non vuole rinunciare all’attesissimo nonché molto importante traffico turistico estivo dando così il benvenuto a qualsiasi viaggiatore. A differenza di altri Stati, Cipro si sta infatti attrezzando per non ostacolare gli arrivi nei luoghi di villeggiatura sull’isola mediterranea attraverso […]
  • Giappone propone vacanze quasi gratis per rilanciare il turismo
    Negli ultimi mesi, il Giappone come tutti gli altri Stati del mondo, ha subito un forte rallentamento dal punto di vista turistico a causa dell’emergenza sanitaria da Covid – 19, arrivando ad un calo del 99.9% del turismo locale con neanche 3 mila arrivi durante il mese di aprile. Inoltre, considerando che il 2020 avrebbe […]
  • Coronavirus: distributori automatici di mascherine gratuite
    Nel periodo in cui la massima attenzione all’igiene e al distanziamento sociale sono la priorità principale per ogni Governo del mondo, la città di Singapore in stato di lockdown fino a giugno, ha deciso di contenere la diffusione da Covid – 19, garantendo a tutti i cittadini mascherine gratuite attraverso particolari distributori automatici. La caratteristica […]
  • NASA, progetta il sistema per prevedere alluvioni e siccità fino a 60 giorni prima
    Vista dallo spazio la Terra appare come un Pianeta Blu grazie alle grandi distese di acqua in continuo movimento che ricoprono il 70% dell’intera superficie. Da quando evapora, fino a quando cade pioggia alimentando le falde acquifere, l’intero ciclo dell’acqua dolce è così importante da essere al centro di alcuni programmi di ricerca internazionali volti […]
  • Borghi italiani dimenticati: incentivi, bonus e aste a partire da 1 euro per ripopolarli
    Da nord a sud l’Italia intera è costellata di Borghi che conservano, identità, mestieri e saperi di un patrimonio immateriale e materiale di una storia unica al mondo certificata dall’Unesco. Alcuni di questi, vengono chiamati “comuni a rischio scomparsa” a causa delle loro ridottissime dimensioni, eppure fanno parte del patrimonio storico e artistico italiano, rappresentando […]

Categorie

di tendenza