Connect with us
Pubblicità

Trento

On line il piano di protezione civile

È on line sul sito del Comune, nell'area tematica dedicata all'ambiente e territorio, una sezione dedicata al piano di protezione civile, approvato con deliberazione del Consiglio comunale il 17 marzo 2015 e aggiornato nello scorso mese di settembre in relazione al rinnovato quadro politico e della dirigenza a seguito delle elezioni amministrative di maggio.

Pubblicato

-

È on line sul sito del Comune, nell'area tematica dedicata all'ambiente e territorio, una sezione dedicata al piano di protezione civile, approvato con deliberazione del Consiglio comunale il 17 marzo 2015 e aggiornato nello scorso mese di settembre in relazione al rinnovato quadro politico e della dirigenza a seguito delle elezioni amministrative di maggio.

La pubblicazione rappresenta un primo momento di informazione ai cittadini sugli elementi di cui si è dotata l'Amministrazione comunale per affrontare i temi di protezione civile. È l'inizio di un percorso che prevede la diffusione dei contenuti del documento attraverso incontri con la cittadinanza, la redazione dei piani di emergenza, la pianificazione di verifiche periodiche dei contenuti e lo svolgimento di esercitazioni per valutare e far conoscere i comportamenti da adottare per ogni rischio presente sul territorio, attività che saranno svolte con l'aiuto dei Corpi dei vigili del fuoco volontari, le associazioni di volontariato della protezione civile e la collaborazione del Dipartimento di protezione civile della Provincia autonoma di Trento.

Un primo momento sarà rappresentato dalla partecipazione del Comune alla campagna nazionale per le buone pratiche di protezione civile Io non rischio, che sarà presente anche nella nostra città sabato 17 e domenica 18 ottobre in piazza Pasi.

Pubblicità
Pubblicità

In tutta Italia circa 4mila volontari allestiranno punti informativi in oltre 400 piazze per sensibilizzare i propri concittadini sul rischio sismico, sul rischio alluvione e sul maremoto. Per il quinto anno consecutivo i protagonisti della campagna sono i volontari, appartenenti alle sezioni locali di 25 organizzazioni nazionali di volontariato di protezione civile, nonché a gruppi comunali e associazioni locali, formati per diffondere la cultura della prevenzione di protezione civile nei territori dove operano ordinariamente.

L’idea di base della campagna è quella di trasformare il volontariato in uno strumento straordinario di comunicazione delle buone pratiche di protezione civile. A Trento la campagna è promossa dal Dipartimento di protezione civile della Provincia autonoma di Trento e realizzata grazie all'impegno dei Nuclei Volontari Alpini.

Il piano di protezione civile è un documento articolato in sei sezioni, che ha valenza sia per gli addetti ai lavori, che devono gestire l'emergenza, sia per la cittadinanza.

Pubblicità
Pubblicità

Si parte da un inquadramento generale del territorio comunale, corredato da cartografie di dettaglio che riguardano vari aspetti: il reticolo idrografico, la carta del valore d’uso del suolo, che individua e distingue le diverse aree in cui un evento può generare maggiore o minore danno a persone e cose, la carta della pericolosità idrogeologica e del rischio idrogeologico, la dislocazione dei luoghi sensibili e dei servizi primari e strategici, una cartografia interrogabile, a cui può accedere solo il personale autorizzato, in cui sono inseriti i residenti e un censimento delle persone non autosufficienti, gli invalidi oltre che le persone con più di 85 anni.

L'organizzazione dell’apparato di emergenza individua nel dettaglio le figure di riferimento per i diversi ambiti di responsabilità previsti in caso di emergenza, il Centro operativo comunale e il sistema di allertamento comunale con modello di intervento.

Sono state poi individuate, attraverso un confronto con le varie realtà circoscrizionali e i vigili del fuoco volontari e permanenti, le risorse a disposizione, mezzi, attrezzature e materiali, e le aree strategiche, come i punti di raccolta, dove far confluire la popolazione nelle primissime fasi dell'emergenza, i centri di accoglienza e ricovero dove alloggiare temporaneamente la popolazione sfollata, le aree di ammassamento (materiali, mezzi e forze), i punti medici avanzati.

Sono stati inoltre analizzati, attraverso il confronto con le diverse realtà operative circoscrizionali e i Corpi dei vigili del fuoco, i possibili rischi che potrebbero accadere sul territorio comunale: dall'alluvione al terremoto, da eventi meteorologici estremi all'incendio, dal trasporto di sostanze pericolose al disinnesco di ordigni bellici inesplosi.

La sezione del sito istituzionale dedicata al piano di protezione civile contiene il documento integrale e una serie di schede che mirano a facilitare la lettura da parte dei non addetti ai lavori.

Pubblicità
Pubblicità

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Bonus idrico pronto, ma sito offline: le domande al via dal 2022
    Manca poco all’arrivo del Bonus idrico che permette di ricevere un rimborso di 1000 euro per chi sostituisce rubinetti di bagno e cucina. Ad oggi anche se sembra tutto pronto per l’avvio della nuova agevolazione,... The post Bonus idrico pronto, ma sito offline: le domande al via dal 2022 appeared first on Benessere Economico.
  • Il futuro corre verso un’economia circolare: nuovi modelli di rigenerazione e sviluppo
    Il futuro dell’economia, dovrà evolversi tenendo conto della missione che ormai accomuna tutti gli stati del mondo, la sostenibilità. Di fatto, per avvicinarsi verso un’economia circolare che riduca la produzione dei rifiuti, garantisca uno sviluppo... The post Il futuro corre verso un’economia circolare: nuovi modelli di rigenerazione e sviluppo appeared first on Benessere Economico.
  • Boom di adesioni per il Bonus Terme, cosa possono fare gli esclusi
    Dopo le difficoltà iniziali, il Bonus terme ha riscontrato un a grande affluenza, tanto da esaurire i fondi nel giro di poche ore. Un boom di adesioni che però ha lasciato milioni di italiani esclusi... The post Boom di adesioni per il Bonus Terme, cosa possono fare gli esclusi appeared first on Benessere Economico.
  • Ipotesi Easy tax per autonomi: un ponte tra aliquote troppo diverse tra loro
    All’interno del delicato tema sul fisco, tra le varie proposte spunta anche l’easy tax per autonomi. La proposta si inserisce nel tema dell’ampliamento della Flat Tax agli autonomi con ricavi tra 65 mila e 100... The post Ipotesi Easy tax per autonomi: un ponte tra aliquote troppo diverse tra loro appeared first on Benessere Economico.
  • Buono viaggio Taxi e Ncc: fino al 50% di sconto sul totale della corsa
    Per alcune categorie di persone, viaggiare in taxi potrebbe essere più conveniente. All’interno del Decreto Rilancio e successivamente nel Dl infrastrutture è stata inserita una particolare agevolazione che prevede viaggi in auto con conducente e... The post Buono viaggio Taxi e Ncc: fino al 50% di sconto sul totale della corsa appeared first on Benessere […]
  • Bonus Partite Iva, fino al 13 dicembre la presentazione delle domande
    Bonus Partite Iva Il bonus, messo a disposizione del Governo è un sussidio erogato a favore dei soggetti esercenti di titolari di partita Iva, soggetti esercenti di attività di impresa che hanno subito perdite a... The post Bonus Partite Iva, fino al 13 dicembre la presentazione delle domande appeared first on Benessere Economico.

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

  • Pubblicità
    Pubblicità

Necrologi

Categorie

di tendenza