Connect with us
Pubblicità

Trento

Clamoroso: Il prete trentino che giustifica i pedofili

Un'intervista inopportuna e clamorosa, sulla quale la curia Trentina ha risposto alla redazione del programma di Tv7 condotto da Myrta Merlino, che sta approfondendo la questione e che presto prenderà provvedimenti. 

Pubblicato

-

Un'intervista inopportuna e clamorosa, sulla quale la curia Trentina ha risposto alla redazione del programma di Tv7 condotto da Myrta Merlino, che sta approfondendo la questione e che presto prenderà provvedimenti. 
 
Nell'intervista Don Gino Flaim, parroco di San Pio X a Trento, parla della pedofilia nella Chiesa: «Posso capirla, alcuni bambini cercano l'affetto che non hanno in casa e qualche prete può anche cedere. Siamo umani e le malattie vengono e i peccati vanno accettati.»spiega candidamente il Parroco. 
 
Poi il giornalista capita la situazione e consapevole di avere in mano uno scoop lo incalza chiedendogli cosa ne pensa dell'omossessualità nella chiesa, e qui don Gino peggiora ulteriormente le cose dicendo che la chiesa è piena di peccatori e che non si stupisce quindi che ci siano omosessuali al suo interno. «Anche qui vengono le malattie dice poi», asserendo quindi che essere omosessuale è una malattia. 
 
Poi continua mettendo sullo stesso piano omossesualità e pedofilia confermando che si tratta di malattie vere e proprie. Al rientro in studio fra gli ospiti del programma cala il gelo e il silenzio. Nessuno per qualche minuto riesce nemmeno a commentare le parole totalmente sconnesse di Don Gino che faranno discutere.
 
Don Gino Flaim – giunge notizia – è stato immediatamente sospeso dal vescovo Bressan e non potrà nemmeno tenere nessuna funzione all'interno della parrocchia. Le parole totalmente sbagliate da condannare sono comunque da condannare e subito e senza nessuna riflessione. "La Chiesa di Trento si dissocia pienamente dalle dichiarazioni rilasciate da un anziano prete diocesano all’emittente televisiva La7, nell’ambito della trasmissione “L’aria che tira”, andata in onda nella giornata odierna. Egli, interpellato dalla cronista in un contesto del tutto casuale, ha espresso argomentazioni che non rappresentano in alcun modo la posizione dell’Arcidiocesi di Trento e il sentire dell’intera comunità ecclesiale". – Questa è la dichiarazione rilasciata dall'ufficio stampa dell'Arcidiocesi di Trento in merito all'intervista rilasciata da don Gino Flaim.
 
Al sacerdote – finora collaboratore pastorale della parrocchia di San Giuseppe a Trento – l'Arcidiocesi ha revocato l’incarico di collaboratore pastorale e la facoltà di predicazione.  (clicca qui per vedere il video del'intervista)
 
Don Gino Flaim è stato parroco di Saone, (dove veniva soprannominato Don Valvola) dove pare abbia fondato anche una radio Privata nel 1982, di Besenello e di alcune comunità della val di Non. Solo fino a pochi mesi fa aveva anche il suo sito web personale.
 
Di lui le cronache riportano la sua grande passione per l’elettronica. A Saone (fu parroco dal 1978) la passione di don Gino per l’elettronica trovò modo di rafforzarsi e così all’inizio del 1981 iniziò a fare degli esperimenti con una telecamera di quelle che una volta venivano usate per la sorveglianza.
 
Non era raro vederlo alla finestra della sala riunioni con in mano tale macchina, senza zoom, intento a riprendere dall’alto chi passava per la via e mandarlo in diretta TV… a circuito chiuso, perché il segnale era debole e si prendeva nel raggio di poche centinaia di metri.
 
Merito del parroco fu quello di coinvolgere all’inizio di quell’esperienza la gioventù saonese di allora, dai 15 ai 25 anni più o meno.
 
Altri articoli recenti che parlano dello stesso argomento:
 
 
{facebookpopup}

Pubblicità
Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Necrologi

  • Pubblicità
    Pubblicità

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Piccoli angoli di paradiso immersi nella natura incontaminata, una perfetta alternativa al mare
    La bellezza incontaminata della natura fatta di scrigni selvaggi e posti da favola, accende la passione per l’Italia e per le sue straordinarie mete che spesso, nascondono scenari incredibili. Non solo acqua di mare, ma anche fiumi, cascate e canyon diventano un luogo ed un’alternativa perfetta per fare il bagno e rilassarsi. Infatti, per chi vuole […]
  • Nuotare nel Reno: un’esperienza unica nel suo genere
    Dalle montagne spettacolari, agli immensi boschi fino alle gole selvagge, la Svizzera circondata dalla sua natura incontaminata diventa inevitabilmente sinonimo di sostenibilità. Questa attenzione si riflette sui consumi, sulla lungimiranza nel riciclaggio della popolazione, ma anche sul turismo. Infatti, il turismo svizzero spinge i suoi visitatori ad entrare quanto più possibile a contatto con l’ambiente […]
  • Kylie Skin, la linea beauty di Kylie Jenner
    “La cura della pelle e il trucco vanno di pari passo e Kylie Skin è qualcosa che ho sognato subito dopo Kylie Cosmetics. Ci ho lavorato per quella che sembra una vita, quindi non posso credere che sia finalmente arrivato! Costruire la mia linea di trucco da zero mi ha insegnato molto e sono così […]
  • The Ordinary – The Balance Set: la skin care di qualità adatta a tutte le tasche
    The Ordinary è un marchio di DECIEM (società ombrello di brand focalizzati su trattamenti avanzati di bellezza) in continua evoluzione di trattamenti per la skin care. The Ordinary offre trattamenti clinici elettivi di cura per la pelle a prezzi onesti. The Ordinary è “Formulazioni cliniche con onestà”. Tutti i prodotti DECIEM,  compresi quelli del brand The Ordinary, […]

Categorie

di tendenza