Connect with us
Pubblicità

Trento

Allontanamento dei minori: parte l’inchiesta del nostro giornale

Compito del giornalismo non è solo raccontare i fatti mentre accadono con imparzialità o analizzare gli avvenimenti con spirito critico e obiettivo ma anche attenzionare all’opinione pubblica ciò che non va, accendendo i riflettori sulle storture del sistema.

Pubblicato

-

Pubblicità

Pubblicità

Compito del giornalismo non è solo raccontare i fatti mentre accadono con imparzialità o analizzare gli avvenimenti con spirito critico e obiettivo ma anche attenzionare all’opinione pubblica ciò che non va, accendendo i riflettori sulle storture del sistema.

Tra queste La Voce del Trentino ne ha individuata una, di cui ci siamo occupati spesso: labuso di potere da parte di psicologi e psichiatri nel rapporto tra i minori e i relativi genitori.

Sì, infatti, sono molteplici – purtroppo – le storie di bambini strappati a padri e madri senza un motivo reale ma solo a causa di percezioni superficiali e giudizi frettolosi dei professionisti sanitari della mente.

Pubblicità
Pubblicità

Un esempio?

Vi ricordate la storiaccia di quello psichiatria trentino, raccontata in quest’articolo dell’8 agosto scorso), che avrebbe avuto il coraggio di presentare delle perizie richieste dal tribunale di Trento senza aver mai visto neanche mezza volta il proprio paziente?

Per di più, lo stesso psichiatria avrebbe messo su una perizia negativa nei confronti di una madre in soli 45 minuti e prendendo in braccia il bambino di nove mesi, ravvisando “un vero e proprio disturbo della personalità con tratti personologici di tipo narcisistico”.

Pubblicità
Pubblicità

Ora, ahinoi, ce ne sarebbero altri di esempi che dimostrano che bisogna fare qualcosa, perché non è un’impressione o un disegno che debbano determinare se qualsivoglia coppia di genitori non sia in grado di educare e mantenere i propri figli.

Ecco, quindi, il motivo di un’inchiesta che avrà inizio oggi e terminerà fra un mese con una storia a settimana, chiarendo – comunque – che La Voce del Trentino non ha certo lo scopo di attaccare unintera categoria di professionisti, perché non si deve mai commettere l’errore di fare di tutta l’erba un fascio.

Tuttavia, ci preme la volontà di sollevare un problema, facendo perfino un “piacere” a quei tanti psicologi e psichiatri che operano con correttezza e professionalità, allontanando così lo spettro di un difetto congenito nell’analisi dei rapporti familiari.

Inoltre, vogliamo tendere una mano a quei genitori a cui è stato tolto ingiustamente il diritto di esserlo e a quei bambini a cui è stato impedito di crescere nel proprio ambiente naturale (anziché, magari, in una Casa Famiglia, dove spesso vigono regole da caserma e prive di quell’affetto che solo un padre e una madre sanno dare).

Spesso entrare in una Casa Famiglia significa non uscirne più, diventare ostaggio di una istituzione che pensata per la salvaguardia del minore, finisce nella maggior parte dei casi ad essere autoreferenziale ed a pertpetuare prima i propri interessi finanziari e solo successivamente quelli del minore, ma solo se convergenti con i propri.

In ogni caso dalla Casa Famiglia ne uscirà un giorno un adulto segnato nella sfera emozionale e dei sentimenti che avrà non poche difficoltà con l'approcciarsi col resto della società e nel creare una propria famiglia, proprio per una crescita in mancanza del clima familiare di cui hanno bisogno tutti i minori.

Riteniamo pertanto che a meno di gravi abusi e casi particolari un minore debba vivere la propria infanzia e sviluppare il proprio io, la propria personalità, all'interno di una famiglia e che il ricorso all'istituzione debba avvenire solo se strettamente necessario e per periodi molto limitati.

Auspichiamo, pertanto, che le decisioni che vanno a segnare la vita di un minore e della propria famiglia vengano sempre prese con il massimo della serietà e dell'impegno da parte dei professionisti e dei magistrati, che siano sempre valutate con scrupolo ed attenzione tutte le conseguenze, sia quelle immediate sia quelle future, e che questi difficili casi umani non vengano liquidati con la semplicità di una qualunque pratica burocratica, perché oltre la carta bollata c'è la vita delle persone.

Tutto questo in nome del principio dell’utilità pubblica e del valore dell’umanità, consapevoli delle degenerazioni in atto. La prima storia giovedì prossimo.

Mario Amendola – Gian Piero Robbi

 

Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità

  • Pubblicità
    Pubblicità
Trento13 minuti fa

Ponte di san Lorenzo: dopo una fuga in contromano, bloccato nigeriano ubriaco

Politica55 minuti fa

Da domani in aula a riforma delle Comunità in aula senza tempi contingentati

Trento1 ora fa

Servizio civile: candidature entro fine luglio, 102 nuove proposte e 95 posti a disposizione

Valsugana e Primiero1 ora fa

Tezze rivendica le barriere antirumore

Valsugana e Primiero2 ore fa

Incidente sulla strada verso Baselga di Pinè: rimangono feriti una 76enne e un 83enne – IL VIDEO

Italia ed estero2 ore fa

Napoli: 10 ore al giorno per 280 euro al mese, scoppia la polemica

Trento2 ore fa

È morto Leonardo Del Vecchio, il fondatore del colosso Luxottica. A 22 anni si era trasferito in Trentino

Trento3 ore fa

Investimenti in impianti fotovoltaici: domande per le imprese dal 4 luglio fino a fine dicembre 2023

Italia ed estero3 ore fa

Covid, contagi in aumento: oggi vertice Governo-Inail sulle mascherine. I piani potrebbero cambiare

Rovereto e Vallagarina3 ore fa

“Orto San Marco-Setàp”, a Rovereto un progetto di rigenerazione urbana e sociale

Arte e Cultura3 ore fa

A Mezzano apre i battenti la mostra “Schweizer e i luoghi dell’Anima”

Italia ed estero3 ore fa

The Great Resignation: un fenomeno che preoccupa ma che apre le porte al cambiamento

Fiemme, Fassa e Cembra4 ore fa

Canazei: da non perdere la mostra “70 anni di Soccorso Alpino e Speleologico Trentino”

Trento4 ore fa

Ristorante Zushi: la cucina giapponese a Trento diventa una vera moda

Arte e Cultura4 ore fa

50° anniversario dell’Alleanza Alpina, Arge Alp e Euregio festeggiano insieme

Trento4 settimane fa

Coronavirus: 83 nuovi contagi nelle ultime 24 ore in Trentino

Trento4 settimane fa

Coronavirus: 121 nuovi contagi nelle ultime 24 ore in Trentino

Trento3 settimane fa

Coronavirus: 99 contagi nelle ultime 24 ore in Trentino. Calano i ricoveri

eventi3 settimane fa

Dal 17 al 26 giugno tornano a Trento le Feste Vigiliane

Trento3 settimane fa

Coronavirus: 166 contagi nelle ultime 24 ore in Trentino

Alto Garda e Ledro3 settimane fa

Stop alla viabilità a Riva del Garda: si girano le scene di un film americano

Valsugana e Primiero2 settimane fa

Sbanda, va in contromano e rischia di scontrarsi con altre auto prima di entrare in statale – IL VIDEO

Trento3 settimane fa

Coronavirus: 49 contagi nelle ultime 24 ore in Trentino con nessun positivo al molecolare

Trento3 settimane fa

Attimi di paura alla stazione delle corriere di Trento!

Trento2 settimane fa

Coronavirus: 267 contagi nelle ultime 24 ore in Trentino

Società3 settimane fa

L’impresa di Melissa Mariotti tra lavoro in Germania e progetti turistici in Valbrenta

Politica2 settimane fa

Referendum, vittoria dei sì ma niente quorum. Amministrative: nei grandi comuni avanti il centro destra

Le Vignette di Fabuffa3 settimane fa

Il 51% degli adolescenti italiani non capisce un testo scritto. Una scuola che fa acqua da tutte le parti

Telescopio Universitario3 settimane fa

UniTrento: da vent’anni il mondo fa tappa qui

Io la penso così…4 settimane fa

Protesta pronto soccorso di Arco: dov’erano i manifestanti quando governava il centro sinistra?

  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

  • Pubblicità
    Pubblicità

Categorie

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

di tendenza