Connect with us
Pubblicità

Italia ed estero

Migranti: secondo «Ocse» costi umani spaventosi

Secondo l'Ocse (organizzazione per lo sviluppo economico e la cooperazione nel 2015 l'Europa "raggiungerà un livello senza precedenti di richiedenti asilo e rifugiati, salendo fino a un milione di procedure d'asilo".

Pubblicato

-

Pubblicità

Pubblicità

Secondo l'Ocse (organizzazione per lo sviluppo economico e la cooperazione nel 2015 l'Europa "raggiungerà un livello senza precedenti di richiedenti asilo e rifugiati, salendo fino a un milione di procedure d'asilo".

Nel documento sulle prospettive migratorie, presentato a Parigi, l'organizzazione parla di "costi umani spaventosi e inaccettabili" determinati "dall'attuale crisi umanitaria senza precedenti".

"Si prevede che circa 350-450mila persone otterrà certamente lo status di rifugiato o simile. Si tratta di una cifra superiore a qualsiasi altra crisi dei rifugiati dalla Seconda guerra mondiale". – afferma l'Organizzazione per la cooperazione e lo sviluppo economico.

Pubblicità
Pubblicità

Nonostante l'emergere di nuovi itinerari nel Mediterraneo orientale, la "strada centrale", quella "che arriva in Italia" continua ad essere "fortemente usata" dai migranti in viaggio verso l'Europa, scrive l'Ocse nel rapporto sulle prospettive migratorie internazionali. 

"Secondo le ultime stime disponibili – prosegue l'organismo internazionale con sede a Parigi – da gennaio oltre 330mila persone sono continuate ad affluire via mare in Europa, tra cui circa 210mila sbarchi in Grecia e 120mila in Italia". 

Più in generale, l'Ocse sottolinea che "l'impatto si concentra in pochi Paesi". "Il più colpito è la Turchia che ospita attualmente 1,9 milioni di siriani e un importante numero di iracheni". "Tra i Paesi dell'Unione europea – sintetizza il rapporto dell'organismo internazionale – Italia, Grecia e Ungheria sono in prima linea, ma i principali Paesi di destinazione sono la Germania, in termini assoluti, Svezia e Austria in termini relativi rispetto alla popolazione".

Pubblicità
Pubblicità

L'Ocse sottolinea anche che "per molti paesi Ue, l'afflusso su larga scala di richiedenti asilo è un'esperienza del tutto nuova. E' il caso, per esempio, dell'Ungheria, in misura minore per Polonia e Bulgaria. Un supporto tecnico e finanziario da parte degli altri Stati membri e delle istituzioni europee è fondamentale per permettere loro di rispondere all'emergenza".

Allarme sui minori non accompagnati "Una caratteristica particolarmente dura e preoccupante dell'attuale crisi dei rifugiati è l'importante numero di minori non accompagnati tra i richiedenti asilo", scrive l'Ocse. "La responsabilità di queste persone – prosegue l'organizzazione per la cooperazione economica e sociale – ricade sugli Stati, spesso sui comuni nei quali vengono identificati". Secondo l'Ocse, nel 2014, i minori non accompagnati che hanno presentato una richiesta d'asilo sono "stati 24mila, circa il 4% dell'insieme dei richiedenti asilo nell'Unione europea". Ma "non tutti i minori non accompagnati finiscono nel sistema d'asilo – avverte l'Ocse – in Italia, per esempio, dei 10.500 assistiti dallo Stato nel 2014 solo il 24% ha presentato una richiesta d'asilo".

  • Pubblicità
    rel="nofollow"Pubblicità
Trento39 minuti fa

Failoni umilia il Sindaco di Rovereto: «Ignori l’abc delle leggi della nostra autonomia»

Spettacolo2 ore fa

Tutti al Melotti di Rovereto per ascoltare la “Storia di Pinocchio”

Benessere e Salute2 ore fa

Tumori, 390.700 nuove diagnosi nel 2022: «Pesano i gravi ritardi accumulati durante pandemia»

Trento2 ore fa

La sanità Trentina saccheggiata dalle multinazionali: l’appello al presidente Fugatti

Trento2 ore fa

Aperto il disegno di legge per bloccare il «gender» nelle scuole trentine

Val di Non – Sole – Paganella3 ore fa

«Respect»: a Castelfondo un evento per aumentare la sensibilità verso la diversità

Val di Non – Sole – Paganella3 ore fa

Mascherine, coriandoli, stelle filanti: Spormaggiore si prepara a festeggiare il Carnevale

Fiemme, Fassa e Cembra4 ore fa

Ubriaco fradicio sulle piste da sci finisce in coma etilico

Rovereto e Vallagarina4 ore fa

Anarchici devastano i muri dei palazzi di Rovereto

Val di Non – Sole – Paganella4 ore fa

Aperta a Monclassico la “Piazzetta del riuso”

Trento6 ore fa

Trovati panetti di hashish tra le siepi del centro santa Chiara

Trento6 ore fa

Polizia di Stato: dal primo dell’anno 2.900 persone identificate e 5 arresti

Hi Tech e Ricerca6 ore fa

Trentino Startup Valley. Yore vince il Validation Day

Valsugana e Primiero6 ore fa

Avviata la gara per realizzare l’ultimo tratto della ciclabile Trento-Pergine

Bolzano7 ore fa

Colonnello dei carabinieri sospeso per dieci mesi, due le ipotesi di reato

Trento6 giorni fa

Continuano le truffe del reddito di cittadinanza. Ecco quanti lo ricevono in Trentino

Val di Non – Sole – Paganella4 settimane fa

Torna in Val di Non la grande “Festa di San Romedio”

Valsugana e Primiero3 settimane fa

Nuovo lutto per la famiglia Cantaloni, dopo la figlia Chiara muore anche il papà Giorgio

Trento2 settimane fa

Condominio da incubo, pluripregiudicato tiene in ostaggio i residenti da anni. Il giudice: «Non si può sfrattare perchè è ai domiciliari»

Offerte lavoro1 settimana fa

Cercasi commessa/o per nuova apertura negozio centro storico di Trento

Vista su Rovereto3 settimane fa

Spazi vuoti e serrande abbassate: la desolazione di Rovereto

economia e finanza4 settimane fa

Il colosso Amazon licenzia 18 mila dipendenti

Rovereto e Vallagarina3 settimane fa

Tragico incidente in Vallagarina, auto contro un Tir: 37 enne muore sul colpo

Trento2 settimane fa

Dalla Security ai set cinematografici: la storia del trentino Stefano Mosca

Trento3 settimane fa

Morto Marco Dorigoni, storico Dj di Studio uno. Aveva 57 anni

Trento3 settimane fa

60 enne denunciato per bracconaggio e per distillazione illegale di grappa

Trento2 settimane fa

Condominio da incubo via Perini: il soggetto entrerà in comunità alla fine del mese

Giudicarie e Rendena1 giorno fa

Non ce l’ha fatta Luigi Poli: il gestore del Palaghiaccio di Pinzolo è morto ieri

Trento2 settimane fa

«Soliti noti», abusivismo a Villazzano: una storia tutta trentina

Val di Non – Sole – Paganella3 settimane fa

Sviluppo turistico di Coredo, un gruppo di esercenti (e non) chiama a raccolta i cittadini: «Ora tocca a noi darci da fare»

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

Categorie

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

di tendenza