Connect with us
Pubblicità

Italia ed estero

Tsipras vince ancora, nonostante tutto, nonostante tutti

La scorsa domenica si sono svolte in Grecia le elezioni amministrative per eleggere un nuovo governo dopo le dimissioni del Primo Ministro Alexis Tsipras lo scorso 20 agosto e lo scioglimento anticipato del governo in seguito all’instabilità generata dalle difficoltà di dialogo con l’Europa.

Pubblicato

-

Pubblicità

Pubblicità

La scorsa domenica si sono svolte in Grecia le elezioni amministrative per eleggere un nuovo governo dopo le dimissioni del Primo Ministro Alexis Tsipras lo scorso 20 agosto e lo scioglimento anticipato del governo in seguito all’instabilità generata dalle difficoltà di dialogo con l’Europa.

Ad agosto Tsipras sperava che le elezioni anticipate dessero nuova forza, nuovo sostegno e più stabilita al governo e al suo partito, Syriza. Auspicava un “nuovo e forte mandato” che originasse direttamente dal “popolo sovrano”.

E così è stato. Con il 35,5% dei voti, Syriza si è riconfermato il primo partito greco ottenendo 145 seggi in Parlamento che sono diventati 155 grazie all’alleanza con i nazionalisti di Anel, che potremmo tradurre con l’espressione “Greci indipendenti”. Anel è un piccolo partito di destra, euroscettico e assolutamente contrario all’austerità, che già nello scorso gennaio era entrato nella coalizione con Syriza nel Parlamento greco.

Pubblicità
Pubblicità

Syriza ha vinto dunque le elezioni e potrà tornare alla guida del Paese per terminare quel processo di riforme promesse a gennaio e messe in atto soltanto in parte. Sarebbe però corretto dire che Syrizam, e il suo leader Tsipras, governeranno nonostante tutto.

Il nuovo governo infatti è stato eletto nonostante la grande astensione registrata nel Paese. Soltanto il 55,4% degli aventi diritto al voto si è recato domenica alle urne per esercitare il diritto a scegliere i propri rappresentanti, segno inconfondibile di un popolo ormai alquanto sfiduciato.

Tsipras è quindi da ieri ufficialmente tornato alla guida del Paese nonostante l’ex Ministro delle Finanze Yanis Varoufakis abbia remato contro la rielezione del suo vecchio leader. Non è più un segreto ormai che Varoufakis sia stato uno dei sostenitori dei cosiddetti scissionisti che con il loro gruppo “Unità Popolare” hanno tentato di dividere la sinistra.

Pubblicità
Pubblicità

Nonostante a poche ore dal voto Varaoufakis ha pubblicamente resto noto il suo sostegno nei confronti del raggruppamento di Unità Popolare, questo non ha raggiunto la soglia del 3% necessaria all’ingresso in Parlamento e non ha dunque ottenuto nessun seggio.

Il trionfo di Tsipras è dunque arrivato nonostante una sinistra divisa, talmente spaccata da riportare Syriza all’alleanza con il partito nazionalista di Anel e nonostante una destra sempre più forte. Il partito di Alba Dorata, di estrema destra, ha letteralmente trionfato se si pensa al risultato raggiunto domenica.

La formazione di ispirazione neofascista ha riportato infatti quasi il 7% dei voti conquistando ben 18 seggi in Parlamento. È diventato così la terza forza nel panorama politico greco sull’onda dello scompiglio creato dall’arrivo dei tanti migranti e della crescente sfiducia delle frange più deboli della società, primi fra tutti i tanti disoccupati.

Alcuni sondaggi hanno messo in luce come quasi il 17% degli elettori che hanno espresso consenso verso il partito di Alba Dorata è costituito da persone senza un’occupazione, di cui soprattutto giovani.

Syriza e il suo leader hanno infine trionfato a queste nuove elezioni nonostante tutti sappiano perfettamente cosa la Grecia deve attendersi dal nuovo mandato della sinistra. Le riforme tanto invocate e decantate si tradurranno nell’inevitabile implementazione delle misure di austerità volute dall’Europa e accettate a capo chino da uno Tsipras pronto alle dimissioni.

Tsipras, una volta che i dati definitivi sono stati resi noti, ha commentato il risultato ottenuto parlando di una “vittoria del popolo” e ha aggiunto: “Il nuovo governo sarà un governo di lotta, che darà battaglia per difendere i diritti del popolo”.

Chissà se questi diritti verranno difesi anche di fronte all’intransigenza “austera” dell’Europa che conta.

  • Pubblicità
    rel="nofollow"Pubblicità
Spettacolo51 minuti fa

Tutti al Melotti di Rovereto per ascoltare la “Storia di Pinocchio”

Benessere e Salute1 ora fa

Tumori, 390.700 nuove diagnosi nel 2022: «Pesano i gravi ritardi accumulati durante pandemia»

Trento1 ora fa

La sanità Trentina saccheggiata dalle multinazionali: l’appello al presidente Fugatti

Trento2 ore fa

Aperto il disegno di legge per bloccare il «gender» nelle scuole trentine

Val di Non – Sole – Paganella2 ore fa

«Respect»: a Castelfondo un evento per aumentare la sensibilità verso la diversità

Val di Non – Sole – Paganella3 ore fa

Mascherine, coriandoli, stelle filanti: Spormaggiore si prepara a festeggiare il Carnevale

Fiemme, Fassa e Cembra3 ore fa

Ubriaco fradicio sulle piste da sci finisce in coma etilico

Rovereto e Vallagarina3 ore fa

Anarchici devastano i muri dei palazzi di Rovereto

Val di Non – Sole – Paganella3 ore fa

Aperta a Monclassico la “Piazzetta del riuso”

Trento5 ore fa

Trovati panetti di hashish tra le siepi del centro santa Chiara

Trento5 ore fa

Polizia di Stato: dal primo dell’anno 2.900 persone identificate e 5 arresti

Hi Tech e Ricerca5 ore fa

Trentino Startup Valley. Yore vince il Validation Day

Valsugana e Primiero5 ore fa

Avviata la gara per realizzare l’ultimo tratto della ciclabile Trento-Pergine

Bolzano6 ore fa

Colonnello dei carabinieri sospeso per dieci mesi, due le ipotesi di reato

Rovereto e Vallagarina6 ore fa

Maltrattare api e arnie non è solo vandalismo, è anche un atto di irresponsabilità

Trento6 giorni fa

Continuano le truffe del reddito di cittadinanza. Ecco quanti lo ricevono in Trentino

Val di Non – Sole – Paganella4 settimane fa

Torna in Val di Non la grande “Festa di San Romedio”

Valsugana e Primiero3 settimane fa

Nuovo lutto per la famiglia Cantaloni, dopo la figlia Chiara muore anche il papà Giorgio

Trento2 settimane fa

Condominio da incubo, pluripregiudicato tiene in ostaggio i residenti da anni. Il giudice: «Non si può sfrattare perchè è ai domiciliari»

Offerte lavoro1 settimana fa

Cercasi commessa/o per nuova apertura negozio centro storico di Trento

Vista su Rovereto3 settimane fa

Spazi vuoti e serrande abbassate: la desolazione di Rovereto

economia e finanza4 settimane fa

Il colosso Amazon licenzia 18 mila dipendenti

Rovereto e Vallagarina3 settimane fa

Tragico incidente in Vallagarina, auto contro un Tir: 37 enne muore sul colpo

Trento2 settimane fa

Dalla Security ai set cinematografici: la storia del trentino Stefano Mosca

Trento3 settimane fa

Morto Marco Dorigoni, storico Dj di Studio uno. Aveva 57 anni

Trento3 settimane fa

60 enne denunciato per bracconaggio e per distillazione illegale di grappa

Trento2 settimane fa

Condominio da incubo via Perini: il soggetto entrerà in comunità alla fine del mese

Giudicarie e Rendena1 giorno fa

Non ce l’ha fatta Luigi Poli: il gestore del Palaghiaccio di Pinzolo è morto ieri

Trento2 settimane fa

«Soliti noti», abusivismo a Villazzano: una storia tutta trentina

Val di Non – Sole – Paganella3 settimane fa

Sviluppo turistico di Coredo, un gruppo di esercenti (e non) chiama a raccolta i cittadini: «Ora tocca a noi darci da fare»

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

Categorie

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

di tendenza