Connect with us
Pubblicità

Italia ed estero

“Ridicoli”: Juncker bacchetta i ministri Ue sui rifugiati

 

La giornata è cominciata con l'ennesima sberla di Budapest a Bruxelles. Ieri il parlamento ungherese ha infatti approvato, con i voti dei partiti che sostengono il governo di Viktor Orban, una risoluzione nella quale vengono condannate le “politiche irresponsabili” dell'Unione in materia di immigrazione.

Pubblicato

-

Pubblicità

Pubblicità

La giornata è cominciata con l’ennesima sberla di Budapest a Bruxelles. Ieri il parlamento ungherese ha infatti approvato, con i voti dei partiti che sostengono il governo di Viktor Orban, una risoluzione nella quale vengono condannate le “politiche irresponsabili” dell’Unione in materia di immigrazione.

È irresponsabile incoraggiare i migranti a rischiare la morte per una vita migliore in Europa”, si legge nel documento adottato dal parlamento magiaro.

La risposta di Bruxelles non si è fatta attendere. “Il Premier ungherese Viktor Orban e il suo partito hanno superato ogni limite adottando un’ignobile proposta di risoluzione che accusa l’Unione europea della morte dei rifugiati – ha subito ribattuto Gianni Pittella, capogruppo dei Socialisti e Democratici al Parlamento europeo – Sollecitiamo i Ministri degli Stati membri ad accettare oggi stesso le misure presentate dalla Commissione, prima che vengano eretti nuovi muri, che il caos aumenti e prima che la retorica xenofoba di Orban possa attecchire in tutta Europa”.

Pubblicità
Pubblicità

Un accorato appello alla solidarietà nella giornata nella quale si decideva la risposta europea al dramma dei migranti. Nelle stesse ore, infatti, il Consiglio dei ministri degli Interni dell’Ue era riunito a Bruxelles per approvare il ricollocamento di 120mila rifugiati da Grecia, Italia e altri Stati membri dirittamente colpiti dalla crisi. Alla fine gli Stati membri hanno detto sì alla proposta della Commissione, dando così il via libera al ricollocamento di un totale di 160mila persone.

Una decisione sofferta, tardiva e, con ogni probabilità, non sufficiente. Romania, Repubblica Ceca, Slovacchia e Ungheria hanno votato contro. La Finlandia si è astenuta. I ministri degli Interni hanno dovuto aggirare quest’opposizione votando a maggioranza qualificata.

Il Presidente della Commissione europea, Jean-Claude Juncker, non ha usato mezzi termini per descrivere la spaccatura che si è consumata tra i ministri degli Interni. Intervenendo da Bruxelles durante una conferenza sulla gestione dei fondi pubblici dell’Unione europea, Juncker ha commentato stizzito: “A volte mi chiedo se i cittadini libanesi, dove il 25% della popolazione è costituito da rifugiati, e se i giordani, che ospitano 600mila rifugiati, capiscano quello di cui stiamo discutendo qui. Vista la dimensione del problema, siamo ridicoli!”.

Pubblicità
Pubblicità

Tanta, troppa, fatica per nulla, o quasi. Melissa Fleming, portavoce dell’Alto commissariato delle Nazioni Unite per i rifugiati (Unhcr), è stata chiara: “Il solo programma di ricollocazione di 120mila rifugiati non sarà sufficiente a stabilizzare la situazione”. Basti pensare che, solo in quest’anno, i migranti giunti via mare in Europa sono ben 477.906.

C’è, però, anche chi ha accolto la decisione del Consiglio come il punto di partenza per un’azione più incisiva dell’Unione in materia di migranti.

Ad esempio, Ska Keller, vice-presidente e membro dei gruppo dei verdi al Parlamento europeo, ha scritto su Facebook: “Era ora che i ministri degli Interni dessero prova della capacità decisionale dell’Unione europea. Ora è il momento di passare all’azione. Questo significa anche che dovremo tenere conto delle competenze linguistiche o del legame con i famigliari nel decidere come ricollocare i rifugiati. Si tratta di persone non di numeri. I leader europei devono osare: abbiamo bisogno di vie d’accesso legali per i rifugiati, di un programma di europeo di salvataggio in mare e di una profonda riforma del sistema di Dublino”.

Pubblicità
Pubblicità

  • Pubblicità
    Pubblicità
economia e finanza13 minuti fa

Bankitalia boccia la manovra su contante, flat tax e reddito: in contrasto con Pnrr

Spettacolo18 minuti fa

Brenner 66: al Teatro Zandonai uno spettacolo, tutto al femminile, di Musica Teatro Danza

Rovereto e Vallagarina21 minuti fa

Apsp Benedetti di Mori, presentato il primo bilancio: «Pandemia non ha influito sui decessi»

Piana Rotaliana35 minuti fa

Chiude «Da Demetrio» a Mezzocorona: «È giunto il momento di congedarci e goderci la pensione»

Valsugana e Primiero37 minuti fa

Confermata la condanna a 20 anni di carcere per l’omicidio di Agitu

Trento1 ora fa

Terrore e devastazioni Torino: identificati anche degli anarchici trentini

Rovereto e Vallagarina2 ore fa

Centra con l’auto il centro commerciale in corso Rosmini e fugge

Arte e Cultura2 ore fa

L’artista nonesa Francesca Dolzani espone a Trento per solidarietà

Aziende3 ore fa

Servizi di stampa: Sprint24 si conferma tipografia online di riferimento per le imprese

Trento13 ore fa

Conferenza delle regioni, Fugatti: «La sanità emergenza nazionale». Giorgia Meloni: «Investire su sinergia a tutti i livelli»

Val di Non – Sole – Paganella13 ore fa

A Rabbi si impara a tagliare gli alberi

Val di Non – Sole – Paganella13 ore fa

«Oltre la SM»: dal 10 dicembre al bar «Il Fiore» di Borgo d’Anaunia le opere di Fabio Roncato

Val di Non – Sole – Paganella14 ore fa

Strade comunali a Dambel, ecco la corretta applicazione del regolamento

Piana Rotaliana15 ore fa

“Spirit of New Orleans Gospel Choir”: a Lavis un concerto da non perdere

Valsugana e Primiero15 ore fa

Apsp di “San Giuseppe” a Primiero: l’assessore Segnana in visita

Valsugana e Primiero3 settimane fa

Monica Cadau perde il ricorso al TAR e dovrà risarcire il comune di Borgo e il Ministero

Trento3 settimane fa

A Trento è arrivata “Pokè Monade”, la Poke trentina!

Io la penso così…4 giorni fa

Coredo: «I maiali che mangiavano fango: il veterinario si dimetta»

Trento2 settimane fa

Avvistato un branco di lupi tra Centa San Nicolò e Caldonazzo

Val di Non – Sole – Paganella2 settimane fa

Morte neonato a Cles: era già successo 42 anni fa

Trento4 settimane fa

Occupa abusivamente 3 parcheggi da anni e nessuno fa nulla

Trento2 settimane fa

I pendolari della sanità trentina: «È l’unico modo per curarsi e rimanere in vita»

Trento6 giorni fa

Gallerie Martignano: da dicembre saranno attivi gli autovelox

Val di Non – Sole – Paganella4 settimane fa

Massimiliano Lucietti è morto mentre era a terra per sparare

Trento4 settimane fa

Le sconcertanti e imbarazzanti parole di Antonio Ferro sulle Oss trentine

Le ultime dal Web3 settimane fa

Tesla Model Y impazzita uccide due persone – IL VIDEO

Val di Non – Sole – Paganella3 settimane fa

Non più lezioni, ma esperienze in montagna. A Molveno apre la nuova «Non scuola di sci»

Trento4 settimane fa

Non poteva essere l’avvocato della Provincia di Trento. La corte dei Conti chiede 113 mila euro di risarcimento a Giacomo Bernardi

Val di Non – Sole – Paganella2 giorni fa

Paura nella notte a Cles: a fuoco un’abitazione in zona Spinazzeda

Trento3 settimane fa

Gardolo: autobus va contro un’auto, manda a quel paese il guidatore e scappa

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Categorie

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

di tendenza