Connect with us
Pubblicità

Trento

Polo Meccatronica: in funzione a settembre 2016 i primi laboratori

Il Polo Meccatronica avrà presto i suoi laboratori, fondamentale anello di congiunzione fra il mondo dell'impresa e quello della scuola.

Pubblicato

-

Il Polo Meccatronica avrà presto i suoi laboratori, fondamentale anello di congiunzione fra il mondo dell'impresa e quello della scuola.

A 20 mesi dall’inaugurazione del nuovo edificio produttivo, che ospita già una quindicina di aziende, e dopo il “via libera” della Giunta provinciale, nell’aprile scorso, allo stanziamento di una prima trance di fondi europei per la loro costruzione, ora la task force incaricata di elaborare l’idea progettuale ne ha fissato contenuti, costi e tempi di realizzazione.

I laboratori di ricerca saranno dotati di strumenti unici nel panorama italiano, saranno a disposizione di studenti, ricercatori ed aziende che li potranno affittare anche per progetti temporanei. Oltre 4 milioni di euro il valore complessivo di macchinari ed attrezzature che saranno disponibili già a partire da settembre 2016, nell’attuale edificio del Polo Meccatronica, ai quali si aggiungono oltre 13 milioni di euro per la costruzione dei nuovi laboratori che saranno conclusi entro la fine del 2017.

Pubblicità
Pubblicità

Il documento che ne fissa la road map è stato illustrato recentemente al Vicepresidente Olivi ed è frutto dell’intenso lavoro da parte di un gruppo misto e multidisciplinare che ha coinvolto Provincia, Agenzia Provinciale Opere Pubbliche, Trentino Sviluppo, Università di Trento ed FBK. Nei prossimi giorni uscirà il bando d’appalto per la progettazione esecutiva e la loro realizzazione.

«Il Polo Meccatronica si sviluppa all’insegna della concretezza, della rapidità e con una precisa visione strategica. – spiega Alessandro Olivi, Vicepresidente della Provincia autonoma di Trento – Metterà a disposizione del territorio un’innovativa piattaforma produttiva che grazie all’ulteriore tassello dei laboratori ci permetterà di mettere in connessione imprese e mondo della ricerca. Questa è la nostra idea di futuro, il percorso che il Trentino ha intrapreso verso un’industria 4.0, la nuova frontiera della manifattura intelligente».

«Attorno a questo nuovo Polo – aggiunge Olivi – vediamo crescere l’attenzione da parte di diversi gruppi industriali ed entro l’autunno sigleremo nuovi accordi che andranno ad ampliare il numero delle imprese insediate. Questo grazie alla forte credibilità che il progetto si è costruito in ambito nazionale ed internazionale e ad una pubblica amministrazione che ha dimostrato di sapersi dare delle progettualità sfidanti, rispettando tempi, impegni ed investimenti finanziari conseguenti».

Pubblicità
Pubblicità

Il progetto prevede la realizzazione, dentro l’attuale Polo di via Zeni a Rovereto, di un nuovo edificio di circa 6 mila metri quadrati che accoglierà centri di ricerca, laboratori di aziende e luoghi dell’alta formazione in un contesto integrato.
Fulcro delle attività che si svolgeranno in questo nuovo settore del Polo Meccatronica sarà la cosiddetta ProM Facility – dove ProM sta per Prototipazione Meccatronica – ovvero un laboratorio aperto, a servizio delle imprese e dell'alta formazione, dotato delle più avanzate tecnologie per facilitare e abilitare l'innovazione nell'ambito del settore manifatturiero in generale e meccatronico in particolare.

La ProM Facility, che occuperà circa 1.000 metri quadrati dei 6 mila complessivi, sarà dotata di macchine innovative per la prototipazione rapida e la stampa tridimensionale, anche con l'utilizzo di leghe metalliche sinterizzate, tecnica che sta rivoluzionando l'approccio alla prototipazione industriale rendendola più veloce, creativa e performante. Con queste tecnologie, integrate da software per la progettazione CAD e la simulazione di sistemi complessi, sarà possibile realizzare prototipi innovativi su specifiche esigenze delle aziende.

I restanti 5 mila metri quadrati potranno essere messi a disposizione di singole aziende che si potranno insediare per periodi più o meno lunghi, così da sfruttare i servizi offerti e sviluppare nuovi progetti di ricerca industriale.

Lo stanziamento di risorse prevede una stima di poco più di 11 milioni di euro per la demolizione dell’attuale “corpo B” (“ex Pirelli”) del Polo Tecnologico e la costruzione dell’edificio che ospiterà i laboratori, ai quali si aggiungono circa 4 milioni di euro per l’acquisto dei macchinari destinati alla ProM Facility.

I lavori di costruzione inizieranno con la messa a bando dell'infrastruttura ad inizio ottobre 2015 e si completeranno entro dicembre 2017. Tuttavia parte delle attività offerte dalla ProM Facility saranno operative già a settembre 2016: per accelerare i tempi e rendere disponibili i servizi prima della realizzazione del nuovo edificio è stata infatti individuata una collocazione provvisoria dei macchinari presso l’edificio produttivo della Meccatronica inaugurato a dicembre 2013. Sarà inoltre rimodernato un ulteriore edificio già presente nel Polo Meccatronica (“corpo P”): a fine 2017 darà spazio alla formazione specialistica degli studenti delle scuole tecniche e professionali.

Completata questa seconda fase, si aprirà il terzo e definitivo capitolo per il completamento del masterplan del Polo Meccatronica, che vedrà l'insediamento delle scuole ITT Marconi e CFP Veronesi nelle loro due nuove sedi del tutto integrate, a quel punto, con le altre infrastrutture produttive e di ricerca.

Pubblicità
Pubblicità

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

  • Illuminazione stradale accesa dal vento delle auto con l’innovativa di Turbine Light
    Con l’aumento di strade, autostrade e di reti viarie che necessitano di essere illuminate l’intera giornata, il fabbisogno energetico risulta essere in continuo aumento, costringendo a cercare diverse alternative per soddisfare e integrare le mutevoli esigenze di mercato. Uno dei problemi principali nel coprire la gestione territoriale urbana di reti periferiche e di grandi autostrade, […]
  • Auto elettriche, ricarica rapida: arriva la batteria del futuro che “fa il pieno” in cinque minuti
    I veicoli elettrici con tutti i loro vantaggi legati ai livelli di prestazioni e di emissioni, stanno diventando una componente essenziale per affrontare la crisi climatica internazionale. Un passo da compiere quasi inevitabile e già avviato in molti Paesi con l‘avvio di sussidi per l’acquisto di veicoli elettrici, ma ancora scoraggiato dai lunghi tempi di […]
  • Il Curriculum del futuro è anonimo: la Finlandia è la prima a sperimentarlo
    Per evitare discriminazioni di razza, sesso o età, in Finlandia stanno spopolando le selezioni anonime per chi è alla ricerca di lavoro. Una novità importante per gli uffici del Comune di Helsinki, che dalla scorsa primavera stanno sperimentando un processo di selezione del personale totalmente anonimo. La fase di analisi dei curriculum avviene senza che […]
  • Path, l’universo sotterraneo di Toronto
    Quando il cielo cede velocemente il passo alle perfette geometrie della selva di grattacieli del centro, dominati dalla Canadian National Tower si apre la città di Toronto in Canada, con i suoi grandi villaggi residenziali, i suggestivi quartieri periferici e le enormi strade che corrono verso il cuore della metropoli. Nonostante si mostri davvero affascinante, […]
  • Il primo cuore artificiale ottiene marchio CE: ora può essere venduto in tutta Europa
    La tutela della salute è una sfida che coinvolge medici, scienziati ed ingegneri, insieme impegnati da secoli per rendere sempre più concreta la possibilità di trovare soluzioni in grado di compensare le scarse disponibilità dei donatori e aiutare la vita delle persone che soffrono di particolari patologie. Negli ultimi anni la ricerca ha reso questa […]
  • Liberare l’agricoltura dai vincoli climatici con intelligenza artificiale e serre verticali
    L’inarrestabile evoluzione dell’intelligenza artificiale allarga si suoi già immensi confini coprendo anche l’importante mondo dell’agricoltura, puntando ad una vera rivoluzione agricola. L’esperimento di respiro europeo porta l’intelligenza artificiale nella conduzione di serre verticali che aiutano a rendere la produttività 400 volte superiore rispetto a quella tradizionale di colture orizzontali. Sfruttando l’intelligenza artificiale, con l’aiuto di applicazioni […]
  • Cereria Ronca: il posto dove alta qualità e rispetto per l’ambiente si incontrano
    Da oltre 160 anni, le candele della Cereria Ronca danno un tocco di luce e calore agli spazi dei propri clienti: cilindri, sfere, tortiglioni adatte ad ogni occasione vengono create ad hoc per illuminare e profumare l’ambiente. Dal 1855, infatti, Cereria Ronca produce e vende candele made in Italy a marchio, personalizzate o per conto di […]
  • Locherber Milano e l’arte della profumazione di ambiente
    Candele, diffusori, intense fragranze ed eccellenza sono i pilastri di Locherber Milano, brand creato dopo tre generazioni di sviluppo di prodotti cosmetici e grazie al connubio tra precisione svizzera e passione Italiana. L’azienda, gestita autonomamente grazie alla conduzione familiare, permette di mantenere un ethos invariato ed una propria libertà creativa. Le fragranze esclusive di Locherber Milano […]
  • Thun: l’atelier creativo simbolo di Bolzano e dell’Alto Adige
    La storia di THUN ha inizio nel 1950 con la nascita del primo Angelo di Bolzano, la dolce figura ceramica che Lene Thun modellò guardando i figli che dormivano. Oggi l’Angelo è universalmente riconosciuto come simbolo dell’Alto Adige e della città di Bolzano, ed è presente in moltissime case italiane ma non solo. Negli anni […]

Categorie

di tendenza