Connect with us
Pubblicità

Trento

Istituto professionale Pertini: Lunedì docenti e studenti in sciopero contro degrado e sicurezza

 
Non era mai successo, forse anche in tutt'Italia, che gli studenti di una scuola insieme agli insegnanti organizzassero uno sciopero per avere maggiore sicurezza a scuola. 

Pubblicato

-

Pubblicità

Pubblicità

 
Non era mai successo, forse anche in tutt'Italia, che gli studenti di una scuola insieme agli insegnanti organizzassero uno sciopero per avere maggiore sicurezza a scuola. 
 
Ma cosa centra la scuola con la sicurezza si chiederanno in molti. Centra perché dopo l'ennesima rapina avvenuta stanotte all'istituto professionale Sandro Pertini, per la precisione la trentesima in due anni e la terza solo negli ultimi 10 giorni, studenti e professori sono stufi. 
 
La protesta in primis è verso Andrea Schelfi, il preside dell'istituto, che secondo i molti continuerebbe a non adottato nessun sistema per proteggere la scuola dai vandalismi e dai furti. Ma i disagi e i malumori, che vanno avanti da parecchio, sarebbero da individuare anche nel fatto che nella sezione del legno distaccata a Villazzano sarebbero stati effettuati lavori di ristrutturazione con tanto di portoncini blindati e sbarre alle finestre, mentre nella sezione parrucchiere di via Chini sarebbe tutto lasciato al degrado, anzi aggiunge una professoressa: «per la verità un portoncino blindato l'hanno montato, nell'ufficio del preside però».
 
Lunedì quindi prof e studenti protesteranno davanti alla scuola con tanto di striscioni, manifesti e cartelli, «così forse il nostro preside si darà una svegliata» – aggiunge ancora uno studente. D'accordo anche tutti i genitori degli studenti, alcuni dei quali parteciperanno alla manifestazione di protesta. 
 
La situazione è precipitata stamattina dopo la scoperta di una nuova devastazione. Gli studenti stamane mentre entravano in classe sono stati bloccati dalle forze dell'ordine intente a verificare i danni e le cose rubate all'interno della scuola. 
 
Il responso dopo il sopralluogo è stato come al solito tragico: i ladri sono entrati dalla scala antincendio rompendo un vetro, «entrano sempre e solo da li – accusano alcuni studenti – ma è possibile che non si possa trovare una soluzione».
 
Poi hanno completamente devastato la segreteria, rubando alcuni computer e tutto quello che contenevano le macchinette, cioè soldi merendine, bibite ecc ecc..
 
Le macchinette peraltro erano state bandite già mesi orsono dai corridoi perchè oggetti  di furti e vandalismi continui ed erano solo a disposizione delle segreteria. La cosa più spiacevole è stato lo scoprire su tutti i muri delle aule scritte oscene e ingiurie eseguite solo ed esclusivamente come atto teppistico e vandalico. 
 
Alcune voci degli stessi studenti riportano che i ladri e i vandali si nasconderebbero proprio fra gli stessi studenti dell'Istituto. La presenza di queste scritte avvalorerebbe ancora di più l'ipotesi che a compiere questi furti e raid vandalici possano essere degli studenti della scuola, ma naturalmente sono solo ipotesi.
 
La situazione della scuola professionale – ci confida un genitore – è difficile perché come in tutte le scuole professionali vengono mandati i ragazzi che hanno poca voglia di studiare e frequentano fino ai 16 anni solo perché devono farlo. Alcuni, per via delle frequenti bocciature hanno anche 19 anni di età. Ma pare che un altro problema siano i numerosi extracomunitari presenti nella scuola che sono la maggioranza. «In una classe di 21 ragazzi solo 5 sono italiani»afferma una professoressa. 
Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità

  • Pubblicità
    Pubblicità
Trento3 settimane fa

Mauro Ottobre perde anche in appello con La Voce del Trentino. Dovrà pagare altri 22 mila euro

Trento2 settimane fa

Coronavirus: un decesso e 326 contagi nelle ultime 24 ore in Trentino

Trento3 settimane fa

Coronavirus: contagi e ricoveri in calo nelle ultime 24 ore

Trento3 settimane fa

Coronavirus: 426 contagi nelle ultime 24 ore. In salita i ricoveri

Politica4 settimane fa

Anche una delegazione Trentina alla conferenza di Fratelli d’Italia, Meloni: «E’ arrivato il nostro tempo»

Trento3 settimane fa

Coronavirus: 66 contagi nelle ultime 24 ore in Trentino

Politica3 settimane fa

Consiglio straordinario il 16 maggio per la comunicazione sull’A22

Politica3 settimane fa

Fratelli d’Italia chiede un incontro col governatore, Urzì: «Ecco le nostre priorità per il Trentino»

Telescopio Universitario4 settimane fa

Università di Trento: ecco il piano strategico fino al 2027

Aziende3 settimane fa

Quando Arte e Luce si incontrano nasce ‘illuminando Arte’

Trento4 settimane fa

Vasco Live: venticinquemila posti auto, oltre a quelli riservati a camper e pullman, online la piattaforma per prenotare il parcheggio

Italia ed estero4 settimane fa

Papa Francesco: per l’Ucraina, contro “l’abbaiare della Nato alla porta della Russia”

Politica3 settimane fa

Laboratorio Paritario Trentino: sabato a Cognola la presentazione

Val di Non – Sole – Paganella3 settimane fa

Si ribalta col tagliaerba a Sfruz e rimane schiacciato: 26enne elitrasportato in gravissime condizioni al Santa Chiara

Trento3 settimane fa

Vasco Live 2022: da oggi operativo il numero dedicato 0461 889400, programma straordinario per la gestione della viabilità

  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

  • Pubblicità
    Pubblicità

Categorie

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

di tendenza