Connect with us
Pubblicità

Trento

Papa Francesco ieri mattina ha benedetto la “Maria Dolens” degli anni duemila

Grande emozione questa mattina nel vedere la statua dello scultore Luciano Capriotti, voluta dalla Fondazione Opera Campana dei Caduti nell’ambito delle celebrazioni per ricordare il novantesimo anniversario del primo rintocco del Sacro Bronzo, posizionata a pochi metri di distanza dalla Sede di Papa Francesco sul sagrato della Basilica di San Pietro in Vaticano.

Pubblicato

-

Grande emozione questa mattina nel vedere la statua dello scultore Luciano Capriotti, voluta dalla Fondazione Opera Campana dei Caduti nell’ambito delle celebrazioni per ricordare il novantesimo anniversario del primo rintocco del Sacro Bronzo, posizionata a pochi metri di distanza dalla Sede di Papa Francesco sul sagrato della Basilica di San Pietro in Vaticano.

Il Santo Padre ha benedetto l’opera artistica al termine dell’Udienza generale del mercoledì. Particolarmente nutrita la delegazione trentina che ha partecipato all’evento: il Reggente, il Vice Reggente e un componente del Consiglio di Reggenza della Fondazione Opera Campana dei Caduti, Alberto Robol, Lorenzo Saiani e Maurizio Gentilini, il Sindaco di Rovereto, Francesco Valduga, l'Assessore Provinciale alla Cultura, Tiziano Mellarini, in rappresentanza del Governo provinciale, l'Arcivescovo di Trento, mons. Luigi Bressan, e il Decano di Rovereto, don Sergio Nicolli.

Una bellissima giornata di sole ha fatto da cornice all’evento. Papa Francesco ha svolto la sua catechesi dopo aver percorso la piazza sulla macchina scoperta. Terminati i saluti nelle varie lingue ha ricevuto i prelati presenti sul sagrato e quindi si è mosso verso i due settori dove si trovavano gli ospiti dell’udienza odierna. Il Reggente della Fondazione Opera Campana dei Caduti, Alberto Robol, ha donato al Santo Padre una riproduzione della Campana dei Caduti e nel contempo lo ha invitato nel futuro a salire personalmente al Colle di Miravalle. Quindi Papa Francesco ha sostato brevemente davanti alla statua prima di proseguire nel suo giro di saluti. 

Pubblicità
Pubblicità

Alta quattro metri, interamente fusa in bronzo, la statua è opera dello scultore romano Luciano Capriotti. Rappresenta una figura femminile che simboleggia Maria Dolens come protettrice non solo dei morti in guerra ma di tutto il Creato. Nell'anno in cui si celebra il novantesimo anniversario del primo rintocco della Campana dei Caduti di Rovereto un'altra Maria Dolens andrà ad aggiungersi sul Colle di Miravalle. Accadrà il prossimo 4 ottobre quando la statua sarà scoperta ufficialmente.

L’evento romano di oggi ha avuto nella storia un solo procedente: quello del 31 ottobre 1965 quando Paolo VI diede la benedizione all'attuale Campana dei Caduti che venne rifusa per la terza volta dal 1925.

L'idea di dare vita ad una Maria Dolens del nuovo millennio è venuta allo sculture Luciano Capriotti ispirato dalle parole di Papa Francesco pronunciate in occasione del messaggio per la Giornata Mondiale della Pace dello scorso Capodanno quando i rintocchi della Campana di Rovereto hanno viaggiato attraverso l'etere dal Colle di Miravalle a Piazza San Pietro e da lì verso il mondo intero in mondovisione.

Capriotti nei giorni successivi telefonò al Reggente Alberto Robol, conosciuto qualche anno prima durante il mandato di presidente della delegazione italiana al Consiglio d’Europa, e nel giro di poco tempo l'idea si è trasformata in realtà. L'artista ha proposto il bozzetto che nel corso dei mesi estivi si è concretizzato in una grande statua fusa nella fonderia specializzata “Domus Dei” di Albano Laziale, alle porte di Roma.

La statua – che fin dall'inizio ha avuto anche l'approvazione dell'Arcivescovo di Trento, mons. Luigi Bressan – rappresenta una Maria Dolens “difenditrice” di tutto il Creato. Così come il ruolo della Campana, ideata novant'anni fa da don Antonio Rossaro, non si è cristallizzato nel tempo ma ha seguito un'evoluzione lungo l'intero Novecento, passando dall'essere il simbolo dei caduti della Prima Guerra Mondiale fino a includere quelli della Seconda, poi i caduti di tutte le guerre e successivamente le vittime del lavoro e del terrorismo, l'opera moderna di Luciano Capriotti vuole estendere ulteriormente il significato allargandolo al Creato intero. Maria Dolens protettrice del Creato, degli uomini, degli animali e dell'ambiente.

Pubblicità
Pubblicità

Un concetto che lo stesso Santo Padre ha rilanciato nei mesi scorsi attraverso l'enciclica “Laudato Sì”.

Pubblicità
Pubblicità

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

  • Pubblicità
    Pubblicità

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

  • Coronavirus: molto richiesti i saturimetri, a qualcuno servono davvero
    Dall’inizio dell’allarme coronavirus la corsa ai principali dispositivi di protezione individuale sembrava inizialmente limitarsi alle mascherine ed ai gel disinfettanti per le mani, diventati poi introvabili sia nelle farmacie che sui portali online, ma ultimamente il fenomeno parrebbe essersi allargato anche a strumenti prettamente sanitari come il saturimetro. Infatti, il particolare dispositivo a pinzetta facilmente […]
  • Coronavirus: L’Italia spegne i motori e i delfini tornano nei porti italiani
    La recente emergenza sanitaria ha reso l’Italia, Paese noto per la sua vivacità e il suo calore una penisola pressoché deserta obbligando negozi, centri commerciali e molte aziende a bloccarsi per intere settimane e costringendo milioni di italiani a guardare l’arrivo della primavera unicamente dalla finestra della propria abitazione. All’ombra di tutto questo, Madre Natura […]
  • Coronavirus: dalla Cina arrivano i caschi termoscanner per la polizia
    Da qualche mese, partendo dalla Cina e allargandosi come una macchia d’olio fino all’Italia, il mondo intero si è trovato improvvisamente a combattere una guerra contro un nemico veloce ed invisibile che non sta risparmiando niente e nessuno, colpendo non solo persone ma l’economia di interi Paesi, costringendo l’unione e l’impegno di tutte le forze […]
  • Coronavirus: 3 fasi per sanificare correttamente casa
    Candeggina, gel disinfettanti, alcol e spray si stanno rivelando i migliori alleati, nonché le armi più utilizzate in questo periodo per riuscire a combattere l’invisibile nemico che da settimane sta costringendo a casa milioni di italiani. Oltre alle ormai note raccomandazione di igiene emanate dal Governo, ai dispositivi di protezione individuale come le introvabili mascherine […]
  • Cascata “rosso sangue” in Antartide, uno spettacolo della natura
    Sono passato 109 anni dal primo avvistamento di questo macabro fenomeno situato nei pressi del lago (ovviamente ghiacciato) di Bonney, in Antartide. Nonostante questa cascata dal colore ramato fosse stata avvistata per la prima volta nel 1911 dal geologo Griffith Taylor durante una spedizione, soltanto qualche anno fa alcuni studiosi sono riusciti a risalire all’origine […]
  • Cenare sotto il mare: “Under” il primo ristorante sott’acqua d’Europa
    Attraversando i quattro angoli del mondo, sono molte sono le eccentricità dal punto di vista architettonico che si incontrano, ma pochi hanno lo stile e l’originalità del primo ristorante subacqueo di Baly, lungo le coste della Norvegia, candidato a diventare uno dei più spettacolari progetti architettonici mai concepiti in fondo al mare. “Under”si presenta come […]
  • Viaggiare rimanendo a casa: dall’arte ai paesaggi, vedere il mondo con i tour virtuali
    La veloce diffusione del Coronavirus in Italia e in Europa ha costretto milioni di persone a casa, obbligandoli ad annullare progetti e piani precedentemente programmati o a posticipare prenotazioni di viaggi a data da destinarsi. Ad oggi, la fine della quarantena sembra un giorno troppo lontano e la voglia di lasciare i confini della propria […]
  • Coronavirus: sanificare le mascherine per riutilizzarle in mancanza di nuove
    Da molti giorni l’Italia sta vivendo l’ormai nota emergenza Coronavirus che, oltre al periodo di quarantena forzata richiede l’utilizzo in caso di spostamenti, di particolari presidi di protezione individuale come il disinfettante per le mani o le tipiche mascherine. Mascherine che, dall’inizio dell’allarme hanno subito un aumento vertiginoso della domanda rendendole non solo introvabili, ma […]
  • Italia: Paese “green” e leader delle rinnovabili
    Troppo spesso, l’Italia è abituata ad occupare gli ultimi posti nelle classifiche europee, alimentando i pregiudizi sul Bel Paese che in alcuni settori, quando vuole, sembra essere incredibilmente ed indubbiamente qualificato. Infatti, secondo il rapporto condotto dall’Istituto Superiore per la Protezione e la Ricerca Ambientale ( ISPRA) seguito poi da un’analisi dell’Agenzia Nazionale per l’Energia, […]

Categorie

di tendenza