Connect with us
Pubblicità

Trento

Corridoio del Brennero, la settimana delle grandi promesse

 

Il Trentino ha avuto un ospite d'eccezione questa settimana. Patrick “Pat” Cox, coordinatore per conto della Commissione europea del corridoio ferroviario tra Scandinavia e Mediterraneo, è sceso in quel di Trento per fare il punto sullo stato dei lavori della galleria di base del Brennero.

Pubblicato

-

Il Trentino ha avuto un ospite d’eccezione questa settimana. Patrick “Pat” Cox, coordinatore per conto della Commissione europea del corridoio ferroviario tra Scandinavia e Mediterraneo, è sceso in quel di Trento per fare il punto sullo stato dei lavori della galleria di base del Brennero.

Martedì, durante la riunione della Cab, la Comunità d’azione ferrovia del Brennero, Cox ha ricordato che il progetto per la costruzione del tunnel ferroviario che collegherà Fortezza a Innsbruck ha ottenuto circa 1,2 miliardi di euro dai fondi Cef (Connecting Europe Facilty), la maggior quota di finanziamento mai elargita dall’Unione. “Dobbiamo iniziare ora, in modo da avere le infrastrutture disponibili quando il tunnel sarà completato – ha spiegato Cox – Dobbiamo inoltre puntare a strategie politiche per incentivare l’utilizzo delle infrastrutture, supportando lo spostamento del traffico dalla gomma alla rotaia”.

La promessa di Bergmeister. Konrad Bergmeister, amministratore per la parte austriaca di Bbt Se, la società che segue la realizzazione del tunnel del Brennero, ha rilanciato con una grande promessa: “Il 27 settembre 2025 la galleria sarà terminata. Quel giorno transiterà il primo treno”. Non si tratta di una data a caso: il 27 settembre 1825, infatti, la prima locomotiva a vapore fece il suo primo viaggio da Stockton a Darlington, nel Regno Unito, segnando l’inizio di una nuova era. Ad oggi sono stati già scavati 43 chilometri e, entro fine anno, verranno affidati il 90% dei lavori.

Pubblicità
Pubblicità

La promessa di Rossi. Anche la politica trentina ha risposto con grande entusiasmo. Il Presidente della Provincia, Ugo Rossi, ha affermato: “La Regione non aspetterà che il tunnel sia finito per lavorare sul nuovo corridoio del Brennero. A noi ora spetta di rendere le politiche di trasporto regionali coerenti con la logica di corridoio, incentivando la RoLa (la forma di traffico combinato con il treno che trasporta i tir, ndr)”. “Siamo pronti a finanziare la RoLa con 7 milioni di euro” ha aggiunto Rossi, parlando in veste di Presidente della Regione, mercoledì a Bolzano, al termine dell’incontro con Cox. 7 milioni che verranno racimolati probabilmente anche introducendo dei pedaggi per i mezzi pesanti che transitano lungo la A22. Così facendo si renderà economico utilizzare la ferroviaria.

La promessa di Gilmozzi. Anche l’assessore alle infrastrutture e all’ambiente, Mauro Gilmozzi, ha voluto fare la sua promessa. Gilmozzi ha dichiarato, infatti, che il Trentino e, più in particolare, i territori interessati in futuro dalla realizzazione del raddoppio della linea ferroviaria del Brennero mediante le circonvallazioni e le tratte di accesso al tunnel di base, sono pronti a contribuire finanziariamente.

Con quali soldi? “Con quelli che saranno messi a disposizione dall’Autostrada del Brennero, come previsto dall’accordo per il rinnovo della concessione (attraverso la soluzione in house, ndr)”, ha fatto sapere l’assessore alle infrastrutture, che ha anche prospettato la possibilità di ottenere nuovi contributi europei. “Paolo Emilio Signorini, dirigente del Ministero delle infrastrutture, nell’incontro del Comitato intergovernativo sul Brennero a Bolzano, ha sottolineato la necessità che l’Europa consideri i corridoi di accesso alla stregua dei corridoi transfrontalieri”. “Questo consentirebbe – ha spiegato Gilmozzi – di ottenere per queste opere un finanziamento maggiore, fino al 30-40% dei costi di realizzazione, rispetto al 20% fin qui previsto”.

Pubblicità
Pubblicità

I sindaci dei comuni dove transiteranno le circonvallazioni di Trento e Rovereto (Faedo, Giovo, Lavis, San Michele all’Adige, Trento, Besenello, Calliano, Volano, Mori, Rovereto, Trambileno, Vallarsa, Ala ed Avio) hanno chiesto di essere maggiormente coinvolti. Il sindaco di Trento, Alessandro Andreatta, ha, inoltre, richiamato l’attenzione sull’inquinamento acustico che interesserà i tratti delle circonvallazioni dove i treni passeranno in superficie.

Per rispondere all’esigenza di maggior coinvolgimento manifestata dagli amministratori locali, la Giunta provinciale ha approvato nella seduta di lunedì scorso le linee guida per l’attività dell’ “Osservatorio per lo sviluppo del corridoio del Brennero e connesse infrastrutture”. Un accordo al quale parteciperanno la Provincia di Trento e i sindaci dei comuni interessati dalla costruzione delle circonvallazioni. L’intento è quello di favorire un processo partecipativo e il più possibile condiviso nella programmazione strategica delle opere.

Pubblicità
Pubblicità

Pat Cox torna a Bruxelles con le tasche piene delle promesse fatte dalla politica trentina. “La più grande opera d’Europa”, così come l’ha definita il governatore dell’Alto Adige, Arno Kompatscher, promette di proiettare la nostra Regione in una nuova era (eco-sostenibile) dei trasporti.

Il futuro del Trentino-Alto Adige corre lungo i binari della ferrovia.

 

Pubblicità
Pubblicità

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

  • Eco Bonus 110% esteso anche alle seconde case
    Nonostante il tanto desiderato Super Eco Bonus del 110 %, il pacchetto di incentivi fiscali relativi alle detrazioni per le riqualificazioni energetiche e misure antisismiche sia entrato ufficialmente in vigore dal mese di luglio 2020, si pensa già ad un allargamento della platea per la super detrazione. È stata presentata infatti, una riformulazione di un […]
  • Ghiaccioli fatti in casa: mille gusti di golosità!
    Quando arriva l’estate nei nostri congelatori non mancano mai alcune scatole di ghiaccioli. Golosi, gustosi, colorati e adatti a tutti i gusti: i ghiaccioli possono essere l’ingrediente perfetto per una merenda tra amici, fresca e rigorosamente instagrammabile. Ma è davvero così complicato prepararli? Gli ingredienti per preparare i ghiaccioli sono davvero semplici e pochi: i […]
  • Garda See Charter: tra l’arte del navigare e un’avventura sportiva
    Venti che soffiano costanti e regolari, onde perfette e mai eccessivamente abbondanti, acqua celeste e leggermente illuminata dai caldi raggi del sole che rendono il clima mite tutto l’anno: queste sono solo alcune delle condizioni ideali per un’esperienza in barca a vela sulle acque del Lago di Garda. Quello del Lago di Garda, tra il […]
  • “Vivi internet, al meglio”: la piattaforma di Google per aiutare gli adulti a guidare i ragazzi sul web
    Dalla sua nascita l’immenso mondo del web ha concretizzato le necessità in facili possibilità ma con la sua inarrestabile evoluzione sta offrendo, sopratutto al pubblico più giovane, altrettante insidie e minacce. Secondo una ricerca commissionata da Google, nonostante l’85% degli insegnanti italiani intervistati non abbia i mezzi sufficienti per affrontare questo tipo di problematiche, il […]
  • Sacro Bosco di Bomarzo: un luogo tra sogno e realtà
    Non tutti sanno che nel cuore della Tuscia Laziale, in provincia di Viterbo, si trova un bosco dove immaginazione e paure prendono forma: il Sacro Bosco di Bomarzo, noto ai più come Parco dei Mostri di Bomarzo. In letteratura e nell’arte, il bosco è spesso visto come metafora di caos, turbamento, inquietudine, vita, perdita della […]
  • Arredare green: la scelta di vivere sostenibile
    La connessione fondamentale tra essere umano e natura trova forte legame e accordo con un incredibile risultato in molti settori: dall’abbigliamento, alla arte culinaria fino all’arredamento di spazi interni ed esterni. Per gli appassionati di aree verdi e naturali, la nuova tendenza che guarda al futuro del design è uno sguardo verso Madre Natura, composto […]
  • “ Sentiero dei Parchi”: presto anche l’Italia avrà il suo Cammino di Santiago italiano
    Dai Tg flash, ai treni velocissimi ai fast food fino ai pranzi al volo: viviamo in un mondo in cui la velocità è diventata una dote essenziale e molto ricercata, ma esiste un’alternativa che cerca di promuovere il valore della lentezza e della scoperta. Esistono infatti, diversi modi di viaggiare e dopo lo slow food […]
  • “Regalati il Molise”:case vacanze gratis per rilanciare turismo e piccoli borghi
    Nell’anno in cui l’emergenza sanitaria ha rotto tutti gli schemi del classico turismo legato alle grandi mete e alle vacanze tradizionali, una delle regioni più piccole d’Italia ha deciso di riaprire i confini del turismo con una particolare iniziativa aperta al mondo: “ Regalati il Molise perché il Molise è un regalo speciale”. L’annuncio arriva […]
  • Cortina d’Ampezzo plastic- free: da luglio stop a plastica in ristoranti, bar ed eventi
    Preservare la salute del pianeta e del nostro futuro è diventato una delle urgenze più importanti del momento, tanto da impegnare associazioni governative internazionali e Governi di tutto il mondo per trovare una soluzione efficacie alle problematiche ambientali. Dallo sfruttamento delle energie rinnovabili, alla raccolta differenziata, molte sono le soluzioni fino ad ora utilizzate per […]

Categorie

di tendenza