Connect with us
Pubblicità

Arte e Cultura

Nati per la Musica: un concerto per presentare la sezione trentina

È stata presentata ufficialmente lo scorso sabato, presso la biblioteca di Ravina, la sezione trentina del programma nazionale “Nati per la Musica”.

L’introduzione in Trentino di questo splendido progetto è avvenuta attraverso un concerto dedicato a bambini da 0 a 3 anni e ai loro genitori. 

Pubblicato

-

Pubblicità

Pubblicità

È stata presentata ufficialmente lo scorso sabato, presso la biblioteca di Ravina, la sezione trentina del programma nazionale “Nati per la Musica”.

L’introduzione in Trentino di questo splendido progetto è avvenuta attraverso un concerto dedicato a bambini da 0 a 3 anni e ai loro genitori. 

Pubblicità
Pubblicità

Il programma Nati per la Musica nasce nel 2006 a livello nazionale, con l’obiettivo di sottolineare l’importanza della musica nel mondo dei bambini sia come esperienza positiva che come forma di comunicazione preferenziale nella relazione con gli adulti.

Il progetto prevede la presenza di un pediatra e uno o due musicisti.

In Trentino il pediatra, dottor De Nisi – ex primario di Neonatologia presso l’Ospedale Santa Chiara di Trento – è anche violinista. E le musiciste Urte Lukait – presidente dell’associazione Chicchiere in Musica – e Oriana Modestia – insegnante della scuola di musica “Opera Prima” – lavorano prevalentemente con bambini, anche molto piccoli, dedicando grande attenzione agli studi scientifici che riguardano gli effetti della musica fin dai primi momenti di vita.

Pubblicità
Pubblicità

Tre referenti molto titolati, dunque, gestiranno le iniziative che ruoteranno attorno a Nati per la Musica in provincia.

Non è un caso, mi fanno notare, che la musica sia presente in ogni parte del mondo, ricoprendo da sempre presso le popolazioni un ruolo fondamentatale nel creare legami fra le persone, e in particolar modo fra i bambini e il mondo circostante.

Al di là degli aspetti comunicativi, numerose ricerche riconoscono alla musica proprietà molto positive per lo sviluppo nella primissima infanzia.
E anche prima della nascita: dalla quinta settimana il feto inizia a udire il ritmo del cuore della mamma ed il suo respiro.

“Proprio a partire da questi studi, ho sempre cercato di far sì che in reparto musica e voce della mamma fossero in primo piano per i piccoli pazienti della terapia intensiva, silenziando i fastidiosi “bip bip” dei macchinari – dice il dott. De Nisi – Un accorgimento pensato per neonati e genitori, ma che è stato sempre apprezzato anche dal personale.”

E prosegue: “Alcune ricerche hanno dimostrato come i suoni – della mamma o di musica adeguata (pare le sonorità più adatte per i bambini siano quelle di Mozart) – abbiano effetti molto positivi sulla digestione e sulle apnee del bambino.”

“Sarebbe fantastico – aggiunge Urte Lukait – riuscire a registrare il canto della mamma, filtrandolo poi in modo da ricreare l’effetto con cui lo sente il bambino nella pancia; questo, abbinato al marsupio, darebbe enormi benefici nella crescita dei bambini, soprattutto se nati prematuri.”

“Più in generale, attraverso questo progetto vorremmo sensibilizzare in primis le famiglie, ma anche le istituzioni, sul ruolo di primaria importanza svolto dalla musica fin dalla tenera età”, riprende il dottor De Nisi.“E anche stimolare il coinvolgimento dei pediatri sarà di grande rilevanza nel creare una rete che promuova un avvicinamento musicale precoce.” 

“Una volta cantare per i nostri bambini era un’azione istintiva”, prosegue la presidente dell’Associazione Chiacchiere in Musica, “soprattutto per le mamme, quale prosecuzione naturale della complicità creata con il bambino nei nove mesi di gravidanza.”

“Oggi è meno frequente, e serve stimolare l’interazione magica che nasce fra genitori e bambini attraverso i suoni. E con il progetto Nati per la Musica miriamo proprio a diffondere la musica come diritto del bambino alla cultura” conclude Urte Lukait.

”Del resto – interviene Oriana Modestia – al di la dei benefici comprovati, il bambino che ha più vicinanza alla musica si nota anche all’interno delle scuole: non solo chi suona o canta, ma in generale quello al quale i genitori offrono occasioni di ascolto diversificate. Solitamente è un bambino più ricettivo agli stimoli della musica “scelta” rispetto agli altri coetanei.”

“Il progetto prevede la possibilità di richiedere il patrocinio di Nati per la Musica per corsi o eventi legati alla musica” – spiega Oriana Modestia. – “Alla sezione locale il compito di creare un primo filtro; la concessione del patrocinio viene però decisa dalla sede centrale in base ai rigidi standard definiti a livello nazionale.”

E i referenti concludono: “Nati per la Musica è un programma che nasce e lavora su base volontaria: è quindi fondamentale trovare chi possa aiutare e finanziare i progetti a livello locale”

Il concerto 

L’obiettivo era quello di far divertire la famiglia, ed è stato centrato in pieno. Una sessantina i presenti, numerosi – ovviamente – i bambini, che hanno partecipato con entusiasmo a questo primo (“e vorremmo fosse primo di molti!” commenta Oriana Modestia) concerto di Nati per la Musica.

Non immaginate un concerto “classico”, però! Benché non mancassero strumenti quali violino, oboe, flauto traverso e tromba, e la voce di una cantante lirica, le famiglie sono state coinvolte in un momento di musica interattivo, ed invitate a cantare e ballare in cerchio: genitori e bambini attorniavano infatti i musicisti, creando una sorta di bolla sonora.

Gli interpreti (Ela Pankiv – soprano, Jessica Beozzo – flauto traverso, voce, Irene Metere – oboe, voce, Federico Mozzi – tromba, voce, – insegnanti dell’associazione Chiacchiere in Musica, e i referenti trentini dott. Giuseppe De Nisi – violino, Oriana Modestia, Urte Lukait – voce) hanno creato un concerto divertente e coinvolgente, pensato espressamente per bambini da zero a tre anni, in cui i piccoli si sono entusiasmati.

Hanno cantato, ballato, tenuto il tempo e battuto le mani. E anche i genitori si sono lasciati trasportare da questo entusiasmo contagioso.

Il programma, molto vario, ha in qualche modo fatto il giro del mondo in musica: dal canto di benvenuto africano al canto ebraico “Tumba tumba”, da quello tedesco alle musiche originali di Urte Lukait ed al canto Bele Mama di Torres Strait Island (fra Australia e Papua Nuova Guinea), fino ad arrivare al duetto dei gatti di Rossini, interpretato magistralmente da Nonno Herbert e Hannah, due simpatici pupazzi noti ai bambini che frequentano le “Chiacchiere in Musica”.

Fra i partecipanti, oltre alle famiglie, diverse realtà musicali trentine.

Un grande successo in onore della musica dedicata ai bambini (e non “per” bambini), che si può sintetizzare con le parole dell’oboista Irene Metere: “Qualcuno inizia a suonare…tutt'attorno è subito silenzio: bambini e adulti ascoltano. E' un pubblico attento, forse quello più capace di cogliere ciò che la suscita. Suonare in un concerto rivolto ai bambini è un'emozione intensa in cui tutto ciò che tu fai (o non fai) lo percepisci nei loro sguardi incuriositi e seri, nei loro movimenti e nelle loro risposte alla tua proposta musicale quindi fai di tutto per avvicinarti a loro non perdendo mai di vista la responsabilità di ciò che offri.”

Pubblicità
Pubblicità

Click to comment

You must be logged in to post a comment Login

Leave a Reply

  • Pubblicità
    Pubblicità
Giudicarie e Rendena6 ore fa

Rimane incastrato con l’arto nella moto zappa, grave 19 enne agricoltore

Piana Rotaliana7 ore fa

Forte tamponamento sulla Statale 12, due feriti

Italia ed estero10 ore fa

Auto piomba nel giardino di un asilo: morto bambino di 4 anni, altri 4 feriti, uno è grave

Val di Non – Sole – Paganella10 ore fa

Gli studenti del Liceo Russell di Cles in marcia per la pace

Trento10 ore fa

Vasco Live: chiuso il Crm Mattarello, ecco i turni delle Farmacie comunali

Italia ed estero10 ore fa

16enne di origini straniere accoltella un coetaneo in un parco per 20 euro

Trento10 ore fa

«Rapporto Grandi carnivori 2021»: oltre un centinaio di orsi e 26 branchi di lupi in Trentino

Trento10 ore fa

Coronavirus: 218 i nuovi casi positivi rilevati in Trentino, calano i ricoveri e le rianimazioni

Trento10 ore fa

La Sindaca della notte a Montreal per dire come Trento affronta la Movida: L’ira di Andrea Maschio in un VIDEO

Piana Rotaliana10 ore fa

“Together 2022”: giovani e anziani insieme all’Apsp “Cristani-De Luca” di Mezzocorona

Trento11 ore fa

Concerto di Vasco Rossi: ecco svelato l’elenco delle 29 canzoni

Trento11 ore fa

Concerto di Vasco Rossi, pronto il piano per ripulire la città

Trento11 ore fa

Sono cominciate oggi le limitazioni alla viabilità in vista del concerto di Vasco Rossi del 20 maggio e del soundcheck di domani

Italia ed estero12 ore fa

Energia, Von der Leyen annuncia un maxi piano per l’energia

Trento12 ore fa

Dove alloggia Vasco in Trentino? Ecco svelato il mistero – IL VIDEO

Trento2 settimane fa

Mauro Ottobre perde anche in appello con La Voce del Trentino. Dovrà pagare altri 22 mila euro

Trento4 settimane fa

Coronavirus in Trentino: un decesso e salgono contagi e ricoveri nelle ultime 24 ore

Trento4 settimane fa

Coronavirus: 170 nuovi contagi nelle ultime 24 ore in Trentino. Salgono ancora i ricoveri

Trento3 settimane fa

Coronavirus: contagi contenuti e nessun decesso nelle ultime 24 ore

Politica3 settimane fa

Nella prossima seduta consiliare in discussione 6 ddl, compreso quello sulla terza preferenza

Val di Non – Sole – Paganella3 settimane fa

Orso a spasso tra i meleti di Mechel – IL VIDEO

Val di Non – Sole – Paganella4 settimane fa

Fiamme in centro storico a Denno – IL VIDEO

Trento3 settimane fa

Concerto Vasco Rossi: ecco la viabilità alternativa per minimizzare i disagi

Trento6 giorni fa

Coronavirus: un decesso e 326 contagi nelle ultime 24 ore in Trentino

Telescopio Universitario3 settimane fa

Ricerca, l’Europa premia ancora l’Università di Trento

Trento1 settimana fa

Coronavirus: contagi e ricoveri in calo nelle ultime 24 ore

Trento3 settimane fa

Coronavirus: 156 contagi e nuovo balzo in avanti dei ricoveri nelle ultime 24 ore

Trento1 settimana fa

Coronavirus: 426 contagi nelle ultime 24 ore. In salita i ricoveri

Politica2 settimane fa

Anche una delegazione Trentina alla conferenza di Fratelli d’Italia, Meloni: «E’ arrivato il nostro tempo»

Trento3 settimane fa

Vasco diffonde la prime foto del grande palco del Concerto di Trento. Saranno 11 i musicisti impegnati nel live

  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

  • Pubblicità
    Pubblicità

Categorie

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

di tendenza