Connect with us
Pubblicità

Trento

Concerto Gilmour Verona: biglietti falsi, «gabbati» anche alcuni trentini

Vogliamo raccontare la storia vissuta da un trentino che avrebbe voluto assistere al concerto di David Gilmour lunedì scorso all’Arena di Verona.

Pubblicato

-

Vogliamo raccontare la storia vissuta da un trentino che avrebbe voluto assistere al concerto di David Gilmour lunedì scorso all’Arena di Verona.

Ci sembra importante portare all’attenzione dei nostri lettori il fatto che, intorno a grandi eventi musicali come questo, spesso vi siano delle persone disoneste che truffano la gente. Le segnalazioni non riguardano solo questo sventurato, ma anche altri nostri lettori presenti all'Arena di Verona che ignari hanno acquistato all'ultimo momento dei biglietti per il concerto (Sold Out da mesi) con il risultato di sentirsi dire alla cassa che erano falsi.

Ma oltre al danno per questi sfortunati ragazzi potrebbe arrivare anche la beffa. Infatti potrebbero essere accusati dalla giustizia di truffa per aver tentato di entrare al concerto con un biglietto falso. Alcuni biglietti, poi risultati falsi sono stati venduti anche a 350 euro.

Pubblicità
Pubblicità

Abbiamo incontrato Marco (nome di fantasia-NDR) in un bar del centro storico di Trento e gli abbiamo chiesto di raccontarci la sua esperienza.

Quando ho saputo che David Gilmour avrebbe tenuto un concerto a Verona mi sono messo subito alla ricerca del biglietto. Con mio stupore, già il giorno dell’inizio della prevendita lo scorso 6 marzo a partire dalle 11.00, ho trovato grandissima difficoltà a collegarmi al sito e già solo pochi minuti dopo le 11 i biglietti erano stati venduti tutti. Non mi sono perso d’animo – ci racconta Marco – e ho cercato, nelle settimane successive, qualche contatto che potesse aiutarmi. Avevo quasi perso la speranza quando, il giorno prima del concerto, tramite un sito web ho visto che erano disponibili molti biglietti.”

Non ti ha insospettito questa cosa?

Pubblicità
Pubblicità

Ti rispondo sinceramente: no. Neanche minimamente sfiorato l’idea che potesse essere una truffa. Attraverso un numero di cellulare presente sul sito – prosegue il giovane – ho contattato un uomo che mi ha offerto il biglietto a 120€. Poiché non potevo essere a Verona prima delle 19 ho chiesto a quest’uomo se poteva consegnarlo ad un mio conoscente che ha l’ufficio nei pressi di Piazza Bra. Infatti, lui si è recato all’indirizzo da me indicato e ha consegnato il biglietto ricevendo il denaro, come concordato.

La persona che ti venduto il biglietto falso aveva qualche accento particolare?

“Era italiano e aveva un accento meridionale ma, naturalmente, non mi sono insospettito anzi ero euforico perché avrei visto il concerto di un idolo della mia adolescenza la cui musica mi ha accompagnato per tutta la vita. Verso le 19,45 arrivo in Piazza Bra con il mio biglietto in tasca e mi metto in coda. Dopo un’ora arrivo all’ingresso e l’eddetto ai controlli, attraverso un lettore ottico, scansiona il codice a barre del mio biglietto e mi dice che il biglietto è falso. Immagina il mio stupore e la mia delusione. Avevo perso il denaro, fatto il viaggio da Trento per nulla ma, soprattutto, non avrei potuto assistere al concerto. All’ingresso era presente anche un agente della Guardia di Finanza, il quale ha sequestrato il biglietto e mi ha identificato per valutare se vi fossero state delle inadempienza da parte mia. Io gli ho raccontato tutto, nei minimi particolari ma lui mi ha detto che rischio una denuncia per il reato di incauto acquisto. Sarebbe la beffa finale."

C’erano altre persone che, come te, erano state fermate ai cancelli?

"Insieme a me c’erano almeno 40 persone, tutte con biglietti falsi acquistati da bagarini nei pressi dell’Arena. Posso immaginare che agli altri cancelli la situazione fosse la stessa. Vicino a me c’era una signora italiana che aveva acquistato il biglietto per 300€, la quale continuava a dire agli addetti alla sicurezza di vedere il bagarino continuare a camminare per la piazza, indicandolo molto chiaramente come colui che le aveva venduto il tagliando un’ora prima. Trovo inspiegabile che non siano intervenuti subito per identificarlo. Nel gruppo dei truffati c’era anche una coppia di iraniani che aveva pagato la bellezza di 1200€ per i biglietti delle poltrone nelle prime file. Ricordo anche alcuni tedeschi e comuunque persone da tutta Europa."

Ti hanno detto, concretamente, cosa succederà adesso?

“Mi hanno detto che cercheranno di risalire al truffatore attraverso il numero di cellulare che ho fornito loro. Per quanto riguarda me, teoricamente, rischio la denuncia perche, inconsapevolmente, ho tentato di accedere ad uno spettacolo con un titolo falso. Spero vivamente nel buonsenso delle Autorità e che capiscano che io non avevo il minimo sospetto che il biglietto fosse falso.”

Come si presentava alla vista il biglietto?

“Io sono stato a molti concerti, in Italia e in Europa. Non era il primo che vedevo e posso garantire che era esattamente come l’originale, con tanto di codice a barre. Ai cancelli mi hanno informalmente detto che sembrano originali e che vi è il sospetto che siano stati stampati da stampanti appartenenti a circuiti di vendita.

Stefano Leto

Leggi qui la recensione del meraviglioso concerto di David Gilmour

Pubblicità
Pubblicità

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

  • Criptovalute paragonate ai mutui subprime del 2008: l’allarme della Consob
    Il fenomeno criptovalute è così attuale e crescente, tanto da spingere il numero uno della Consob, Paolo Savona a lanciare un’allarme sulla situazione. La similitudine tra criptovalute e mutui subprime Savona infatti, ha dedicato un... The post Criptovalute paragonate ai mutui subprime del 2008: l’allarme della Consob appeared first on Benessere Economico.
  • Bonus Irpef 2021, 100 euro in più in busta paga: a chi spetta
    Il vecchio Bonus Renzi da 80 euro si evolve e diventa un Bonus Irpef da 100 euro. Con l’ultima legge di Bilancio infatti, vengono riviste le regole e il nome del vecchio bonus. A chi... The post Bonus Irpef 2021, 100 euro in più in busta paga: a chi spetta appeared first on Benessere Economico.
  • Imu 2021: esenzioni ed agevolazioni previste
    Il Governo potrebbe estendere l’esenzione Imu, ampliando la categoria di soggetti che non saranno tenuti a versare la prima rata. Imu 2021, chi rientra nell’esenzione Un nuovo emendamento al Decreto Sostegni Bis potrebbe andare incontro... The post Imu 2021: esenzioni ed agevolazioni previste appeared first on Benessere Economico.
  • P. A, lo Stato dice addio ai ritardi e paga in anticipo i suoi debiti
    I ritardi, tipici della Pubblica Amministrazione potrebbero presto diventare un lontano ricordo. La notizia è stata raccontata dai dati diffusi dal Ministero dell’Economia e delle Finanze riguardo i tempi medi impiegati durante l’anno 2020 dallo... The post P. A, lo Stato dice addio ai ritardi e paga in anticipo i suoi debiti appeared first on […]
  • Ritorna il Bonus Sanificazione: tutti i dettagli e le novità
    Con le riaperture torna anche il Bonus Sanificazione e DPI anche per il 2021 per una ripartenza in sicurezza. Il Decreto Sostegni bis ripropone l’agevolazione per i titolari di partita Iva, seppur in una percentuale... The post Ritorna il Bonus Sanificazione: tutti i dettagli e le novità appeared first on Benessere Economico.
  • Nuove P.Iva: le regole per i contributi a fondo perduto
    Con l’arrivo delle nuove agevolazioni a fondo perduto per le partite Iva, scattano anche le regole per l’accesso al contributo. Le agevolazioni Le nuove attività ed imprese economiche hanno diritto ad un contributo a fondo... The post Nuove P.Iva: le regole per i contributi a fondo perduto appeared first on Benessere Economico.
  • Nasce il primo superstore senza casse: Amazon conquista con l’innovazione
    All’interno dell’immensa panoramica della distribuzione organizzata, mette piede con estrema originalità il colosso Amazon che, potenziando ulteriormente la sua offerta apre il primo negozio senza cassa. Dall’idea senza dubbio originale e molto innovativa nasce un Fresh store in cui i clienti possono fare comodamente la spesa e uscire direttamente dalla corsia dedicata: “ senza pagare”. […]
  • Valentino dice addio alle pellicce e corre alla ricerca di nuovi materiali
    Mentre a Parigi sfila l’alta moda,  la maison di Valentino si esibisce virtualmente a Roma a Galleria Colonna. Il contrasto tra sontuosità del luogo ed il minimalismo della collezione è netto e per la prima volta uomo e donna sfilano insieme, una moda che non ha bisogno di definizione. Una sfilata che racconta la celebrazione […]
  • Il futuro del mercato immobiliare passa dalla casa in legno: un’abitazione con molti vantaggi
    Il futuro del mercato immobiliare potrebbe spostarsi dal mattone ad un materiale tanto semplice quanto resistente e sostenibile, come il legno. In particolare, il legno è il materiale per eccellenza alleato della sostenibilità ambientale perché aiuta a raggiungere al meglio l’autosufficienza energetica, permettendo di ridurre gli sprechi. Infatti, grazie alla sua elevata capacità di isolare […]
  • Hotel Chalet Mirabell: lo spirito di Merano!
    Nell’esclusivo Hotel a 5 stelle Chalet Mirabell ad Avelengo vicino Merano è possibile trascorrere le giornate più belle dell’anno tra lusso e naturalezza alpina, ampi spazi aperti e natura incontaminata. “Qualche anno fa la nostra passione ci ha portati a trasformare il nostro residence alpino da 16 camere nell’hotel 5 stelle Mirabell in Alto Adige. Abbiamo […]

Categorie

di tendenza