Connect with us
Pubblicità

Trento

Autosilo Buonconsiglio allo sbando: Il Patt interroga il sindaco Andreatta

 
I consiglieri comunali del Patt Tiziano Uez, Alberto Pattini e Dario Maestranzi interrogano il sindaco Andreatta per conoscere i motivi dell’ormai annosa mancanza di cura dell’ ”Autosilo Buonconsiglio” ubicato nella civica Via Petrarca.

Pubblicato

-

Pubblicità

Pubblicità

 
I consiglieri comunali del Patt Tiziano Uez, Alberto Pattini e Dario Maestranzi interrogano il sindaco Andreatta per conoscere i motivi dell’ormai annosa mancanza di cura dell’ ”Autosilo Buonconsiglio” ubicato nella civica Via Petrarca.
 
Da circa due anni – si legge nella premessa – l’aspetto esteriore di tale struttura è lasciato allo sbando e non è stata ancora sostituita la copertura delle mura esterne. L’asfalto delle vie di entrata/uscita è pieno di buche e le vie di accesso alle casse ed agli ascensori vengono raramente pulite. All’interno degli ascensori, da vari anni, ci sono delle scritte che, un addetto con appositi detergenti in pochi minuti riuscirebbe a cancellare rendendo il tutto più igienico e vivibile.
 
Ignoti, decisamente poco civili, – continua la nota  – abbandonano quotidianamente sacchi di immondizia nel perimetro del parcheggio che rimangono fermi mesi senza che alcuno si prenda cura di prelevarli. Moltissimi turisti utilizzano tale struttura e le prime immagini della città che noi forniamo loro, quando questi scendono dall’autovettura e si incamminano a piedi verso il centro, sono decisamente poco edificanti.
 
Non manca anche qualche critica alle amministrazioni precedenti, «Qualche anno or sono l’Amministrazione ha tagliato i bellissimi abeti posti in testa all’immobile che, in parte, abbellivano lo stesso rendendolo meno incombente» affermano anche i consiglieri del Patt. 
 
Nell'interrogazione gli autonomisti vogliono sapere dal sindaco Andreatta se si sta rendendo conto della situazione di degrado in cui versa tale struttura e se non ritenga opportuno utilizzare le telecamere esistenti e/o installare nuove telecamere per poter identificare coloro che, quotidianamente, abbandonano i rifiuti all’uscita est ed imbrattano sistematicamente la struttura.
 
Pattini, Uez e Maestranzi chiedono anche di sollecitare i responsabili di “Trentino Mobilità” affinché decidano di tenere accese le insegne che, ormai da anni, sono sempre spente, e decidano di sollecitare il personale a mantenere puliti ed in ordine gli ascensori e tutte le pertinenze.
 
Continua senza pause quindi la «crociata» dei consiglieri del Patt contro il degrado, iniziata l'indomani della loro elezione. Per il sindaco piove sul bagnato quindi, dopo la poco onorevole inaugurazione di Piazza santa Maria Maggiore dove è stato sonoramente contestato dai cittadini, ora trova nella sua stessa maggioranza una spina nel fianco che pare essere infilata perennemente, o almeno finchè per la città di Trento verranno presi seri provvedimenti contro il degrado e la criminalità di cui ormai, è sotto gli occhi di tutti, è ostaggio.
 
 

Pubblicità
Pubblicità

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

  • Pubblicità
    Pubblicità

Categorie

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

di tendenza