Connect with us
Pubblicità

Trento

Centro Santa Chiara: presentata la grande stagione di prosa per «tutti»

Presentata oggi al Teatro Sociale di Trento la nuova stagione di Prosa del centro Santa Chiara con molte novità. Presenti alla conferenza stampa l'assessore comunale Andrea Robol, Claudio Martinelli in rappresentanza dell'assessorato della cultura, il presidente Ivo Gabrielli, il direttore Francesco Nardelli e il nuovo consulente Marco Bernardi ritornato a Trento dopo oltre 30 anni di assenza e visibilmente commosso ed emozionato

Pubblicato

-

Presentata oggi al Teatro Sociale di Trento la nuova stagione di Prosa del centro Santa Chiara con molte novità. Presenti alla conferenza stampa l'assessore comunale Andrea Robol, Claudio Martinelli in rappresentanza dell'assessorato della cultura, il presidente Ivo Gabrielli, il direttore Francesco Nardelli e il nuovo consulente Marco Bernardi ritornato a Trento dopo oltre 30 anni di assenza e visibilmente commosso ed emozionato
 
La programmazione di quest'anno si concretizza in un'offerta coinvolgente e frizzante di 10 titoli con nomi di primo piano, volti a soddisfare gli interessi di un pubblico sempre più variegato. In continuità con la scorsa stagione, viene confermata l'articolazione della Grande Prosa su dieci titoli distribuiti su quattro giornate di recita: il giovedì, il venerdì e il sabato alle 20:30, a cui seguirà poi la tradizionale rappresentazione pomeridiana della domenica. {facebookpopup}
 
Nel costruire il calendario artistico di questa stagione, il Presidente Ivo Gabrielli sottolinea come siano state due le priorità che il Centro Culturale Santa Chiara ha perseguito: “La soddisfazione delle aspettative di quella parte di pubblico che ne segue con costanza l'attività e, al tempo stesso, l'accrescimento del numero delle persone che ne possano apprezzare la proposta culturale”. Quella offerta al pubblico trentino sarà perciò una stagione all'insegna dell'eccellenza e dell'accessibilità, volta a garantire un'esperienza ricca, affascinante e briosa.

Una prima testimonianza della volontà da parte dell'ente di semplificare l'offerta è la scelta di concentrare la proposta della Stagione sul Teatro Sociale di Trento. L'intera programmazione teatrale prevista per questa stagione (eccezion fatta per titolo d'apertura, “La scelta di Cesare”, che sarà invece ospitato al Teatro “Cuminetti”) calcherà infatti il palco del Sociale, con l'intento di fare del teatro storico della città il fulcro della proposta artistico-culturale.

Una “scelta radicale”, così la definisce Francesco Nardelli, direttore del Centro Servizi Culturali S.Chiara, che permetterà a 550 spettatori di fruire di un'esperienza a tutto tondo, libera dagli invece noti problemi di acustica dell'Auditorium Santa Chiara. A questo proposito sono stati promessi interventi volti a migliorare il comfort dei palchi.

Pubblicità
Pubblicità

Una seconda incisiva novità che caratterizza la programmazione teatrale di quest'anno riguarda la politica dei prezzi.

Non solamente agevolazioni per un pubblico più giovane (per il quale un posto in galleria viene offerto a un costo stagionale di 40 euro), ma anche una sensibile riduzione a beneficio soprattutto degli spettatori che sottoscriveranno l'abbonamento ai 10 spettacoli della Grande Prosa. “Si tratta di un investimento che il Centro Servizi Culturali S. Chiara ha inteso operare con un preciso obiettivo:” – spiega Francesco Nardelli – “far sì che il proprio pubblico possa seguire per intero questo viaggio nel teatro che porterà sul palcoscenico del sociale testi di grande repertorio interpretati da autentiche star del panorama nazionale e non solo”. Rimarrà però invariato il prezzo del biglietto singolo.

Il contenimento dei prezzi nasce sì dalla consapevolezza delle difficoltà economiche che gran parte dei trentini si trova costretta ad affrontare, ma punta anche (e soprattutto) a rinsaldare il rapporto con il pubblico, con l'intenzione di renderlo partecipe dell'intero percorso della nuova stagione teatrale.

Pubblicità
Pubblicità

Si spiega così la scelta di offrire al pubblico una programmazione definita da Marco Bernardi (foto) come “pop”, caratterizzata da una frizzante sinergia tra eccellenza dell'arte teatrale (come il celebre “Il fu Mattia Pascal”, il tributo a Jack London intitolato “Ballata di Uomini e Cani” e ancora il “Don Giovanni” e la rivisitazione de “Il servitore di due padroni” di Goldoni) e grandi star della scena contemporanea, provenienti dal piccolo e dal grande schermo. 

Da novembre fino a fine aprile si daranno infatti il cambio sul palcoscenico del Sociale personalità quali Paolo Rossi con un originale Molière, Simone Cristicchi con il suo “Magazzino 18” sullo sfondo dell'esodo degli italiani dalla Jugoslavia nel 1947, Claudio Bisio con un monologo “Father and Son” e Anna Finocchiaro con la commedia “Calendar Girls”, tratta dall'omonimo film. La stagione si concluderà con “Le sorelle Macaluso” della giovane e visionaria artista palermitana Emma Dante.

In continuità con l'intenzione di offrire un teatro al quale tutti possano partecipare, continueranno anche quest'anno i Foyer della prosa: occasioni di approfondimento critico e avvicinamento della cittadinanza al linguaggio teatrale, in collaborazione con il Dipartimento di Lettere e Filosofia dell'Università di Trento.

Una “Grande stagione di Grande Prosa”, descritta così dall'assessore Andrea Robol, accompagnata dalla rassegna “Altre Tendenze”, una programmazione articolata su cinque titoli di drammaturgia contemporanea, espressione della sperimentazione e dell'avanguardia. Andranno in scena sul palco del Teatro Sociale artisti quali Marta Cuscunà, Ascanio Celestini, Pippo Delbono, i Motus e “ricci/forte”.

La scelta di mettere in scena al Teatro Sociale anche titoli così accattivanti, espressione di drammi e problematiche più che mai attuali, è una chiara scelta simbolica del Centro, nell'intenzione di garantire pari dignità artistica e visibilità a un teatro considerato meno popolare.

Non solo accessibilità, agevolazioni e semplificazione dell'offerta, ma anche attenzione per le realtà teatrali del territorio. In primis, cambia la gestione degli spazi,che passano da quattro (Teatro Sociale, Teatro Auditorium, Cuminetti e Sanbàpolis) a cinque con la concessione da parte dell’ente provinciale del Teatro-Auditorium Melotti di Rovereto.

Raddoppia poi l'impegno da parte del Centro nella valorizzazione delle potenzialità degli artisti emergenti sul territorio. Alla terza edizione del Premio nuova_scena.tn si aggiungerà l'iniziativa OFF/Sanbàpolis – Residenze Diffuse, che permetterà a cinque compagnie professionali e universitarie, provenienti dal territorio provinciale, di calcare il palcoscenico. Queste sono: Evoè Teatro di Rovereto, Teatrincorso, Teatro E, Multiverso Teatro di Trento e Aria Teatro di Pergine Valsugana.

Per il pubblico che l'anno scorso ha sottoscritto l'abbonamento alle recite presso il Teatro Sociale, la data per il rinnovo è prevista per il 12 settembre. Gli abbonati agli spettacoli presso l'Auditorium dovranno attendere invece fino al 19 settembre. Il 26 settembre, infine, partirà la campagna per i nuovi abbonati. Oggi area di svolta per il centro santa Chiara, che punta sull'innovazione e la competenza dei suoi collaboratori, e  questo è stato confermato anche dall'assessore Robol «per la prima volta ho sentito il pubblico presente applaudire dopo la presentazione di una nuova stagione di prosa –  – alludendo all'ottimo intervento di Marco Bernardi – e questo significa davvero che siamo sulla strada giusta».

a cura di Arianna Conci

Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità

  • Pubblicità
    Pubblicità
Trento3 settimane fa

Nel 2021 su «La Voce del Trentino» lette oltre 30 milioni di pagine da 8 milioni di lettori

Trento2 settimane fa

Coronavirus: una vittima e 972 nuovi contagi nelle ultime 24 ore

Trento2 settimane fa

Coronavirus: nuovo record di contagi nelle ultime 24 ore. Sempre stabili i ricoveri

Trento3 settimane fa

Coronavirus: 2.372 contagi e due morti nelle ultime 24 ore in Trentino

Trento3 settimane fa

Coronavirus: due morti e 2.290 contagi nelle ultime 24 ore. Calano sensibilmente i ricoveri

Trento3 settimane fa

Coronavirus: due vittime e 807 nuovi contagi nelle ultime 24 ore in Trentino

Trento3 settimane fa

Coronavirus: 408 nuovi casi e nessun decesso nelle ultime 24 ore in Trentino

Trento3 settimane fa

Coronavirus: record di contagi in Trentino nelle ultime 24 ore. Morta una donna di 55 anni

Trento3 settimane fa

Coronavirus: 1.307 nuovi contagi in Trentino nelle ultime 24 ore. Superato il milione di vaccinazioni

Trento4 settimane fa

Coronavirus: 1 decesso e 938 contagi nelle ultime 24 ore. Calano i ricoveri in terapia intensiva

Trento4 settimane fa

Coronavirus: 894 contagi nelle ultime 24 ore in Trentino. C’è anche una vittima. Stabili i ricoveri

Trento4 settimane fa

Coronavirus: altri 3 morti nelle ultime 24 ore in Trentino

Trento4 settimane fa

Fugatti: «Lupi grave problema di sicurezza, attendiamo l’approvazione del piano di gestione guida costruito per il Trentino»

Trento4 settimane fa

Coronavirus: nessun decesso e 139 contagi nelle ultime 24 ore in Trentino

Trento4 settimane fa

Coronavirus: 3 vittime e 502 contagi nelle ultime 24 ore in Trentino

  • Pubblicità
    Pubblicità

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

  • Pubblicità
    Pubblicità

Unico&Bello

RSS Error: WP HTTP Error: cURL error 60: Peer's Certificate has expired.

Necrologi

Categorie

di tendenza