Connect with us
Pubblicità

Trento

Expo 2015 – Evento in corso… e Trentino in «coda»

Subito una informazione per i "fortunati" ed "intelligenti" che hanno in programma di visitare Expo in settembre od ottobre. 

Pubblicato

-

Pubblicità

Pubblicità

Subito una informazione per i "fortunati" ed "intelligenti" che hanno in programma di visitare Expo in settembre od ottobre. 
 
I visitatori infatti aumentano progressivamente arrivando a 150.000 /giorno, questo ha provocato lunghe code nei padiglioni di maggiore impegno ed interesse: Palazzo Italia, Germania, Brasile, Emirati Arabi Uniti, Stati Uniti, Cina, Giappone; l'organizzazione, anche dopo un intervento del Presidente del Bie (Organismo di controllo e coordinamento delle Esposizioni Universali) deciderà, dal primo settembre, di introdurre le visite "prenotate con orario prefissato nei padiglioni critici", cominciando già nell'ultima di agosto con Palazzo Italia ( arrivato a code di 3 ore) e Germania.
 
Questo renderà più agevole ed efficace la visita consentendo ai visitatori di settembre e ottobre, anche nell'ipotesi di un ulteriore aumento di presenze/giorno, di poter approfondire molti più padiglioni di auanto non sia successo sino ad ora.
 
Ecco qualche "suggerimento" ovviamente da valutare in funzione degli interessi personali:
 
1. Entrata: la meno faticosa per brevità di percorso è con la Ferrovia (costo da Milano 5 euro andata e ritorno come il metro), la più "suggestiva" e con il metro 1 con una "passerella" lunga ma spettacolare in avvicinamento alle centinaia di entrate che smaltiscono comunque rapidamente anche negli orari iniziali ogni livello di affollamento (sono centinaia!).
 
2. Padiglione Zero: collocato all'inizio ovest (ingressi in maggioranza) conviene aspettare durante la giornata o a fine visita perché la tendenza della gente è di andare subito al primo padiglione creando coda.
 
3. Avendo un programma "mirato" a determinati padiglioni è Molto Utile la navetta che percorre il perimetro del sito con numerose fermate (gratuita) prospicienti le "Zone "evitando lunghi percorsi a piedi.
 
4. I ristoranti di Eatitaly, a parte la economicità dei piatti e la velocità nel predisporre il vassoio per il ritiro, hanno due bellissime balconate in legno con 600 posti a sedere dove si consuma senza folla e con una vista gradevole sul sito.
 
5. Lo spettacolo delle 21 dell'Albero della Vita è "adrenalinico", notevole, conviene andare al lago una mezz'ora prima per sistemarsi sui gradoni in buona posizione preferibilmente dalla parte opposta di Palazzo Italia per una migliore visione.
 
6. La Svizzera, mi scuseranno gli amici elvetici, è l'unica a chiedere euro per entrare erogando in realtà dei prodotti molto modesti, pare un messaggio interessante, ma non merita esborsi.
 
7. Piacevole sostare all'altezza degli Emirati Arabi/Kazakhistan per frequenti momenti musicali e di coinvolgimeno; così come intorno a Palazzo Italia.
 
8. Indubbio il livello architettonico e dei contenuti dei padiglioni che provocano code cui aggiungo l'Azerbaigian, vera sorpresa senza clamore, ma di grande attrattività e fascino.
 
9. La dimensione è assolutamente incredibile per ampiezza, pulizia, servizio, sostegno di volontari e operatori, attenzione alle energie!!!!!!!!
 
10. I pasti sono talmente economici nella assoluta maggioranza dei casi (salvo max 10 ristoranti su 130, che però, non avendoli provati "si dice" servano a livello di gourmet)per cui non vale certo la pena trascinarsi dei panini o altro. Con 12-15 euro massimo menù disgnitosi.
 
Una considerazione conclusiva: indubbio evento "Unico" nella vita di una persona merita il sacrificio di una visita comunque complicata e impegnativa, eccezionale per Milano e l'Italia con una città che non ha mai avuto tanti turisti e tanto "nome nel Mondo", con infrastrutture che, a parte il sito, danno respiro a cittadine prima scollegate dalla Metropoli, adesso praticamente unite alla città e alle sue offerte di lavoro e culturali.
 
Una piccola notizia per chi vuole "osare" Zimbawe = panini di coccodrillo, di zebra e di pitone; Future Food District: acquisti di cavallette, vermi e formiche.
 
Ma a volte non è sempre oro quello che luccica e i toni trionfalistici degli amministratori trentini sulla «Piazzetta Trentino» presente ad Expo 2015 cozzano contro molte critiche di chi dice invece che le cosa non starebbero come scrivono da Piazza Dante.  
 
Premesso che per lungo tempo sul territorio, prima dell'inizio di Expo 2015, anche a livello politico e associazionistico, i commenti principali o ignoravano del tutto l'evento o sottolineavano "non sarà pronto, ecc.ecc." non avendo capito niente della logica d'impatto economico e politico della Manifestazione e neppure della logica costruttiva (il 90% dei padiglioni sono dei pre-fabbricati in legno o materiali speciali che si fanno in 10 giorni, credo non ci siano neanche 10 Kg. di cemento in tutto expo!), l'unico pericolo vero è stata la mafia che purtroppo troviamo ovunque, non la tecnica o la logistica.
 
Poi, conseguentemente, l'impegno di contenuto per ottenere "ritorni" per il nostro territorio è stato marginale quando non deficitario. Penso solo al fatto che l'Associazione Artigiani espresse in scritto il proprio disinteresse per la manifestazione (credo che aziende artigiane partecipanti ai lavori siano state qualche migliaio di cui qualche 5 o 6 trentine).
 
Penso solo al fatto che lavorano in expo più di 10.000 persone a livelli variabilissimi (il solo padiglione Germania occupa 250 dipendenti) di cui credo ancora una volta una decina di trentini. Ma non erano certo i cittadini a dover intuire la potenzialità dell'evento, ma le strutture pubbliche.
 
Ora poi anche i trentini cominciano ad andare a vedere Expo e scoprono che la Piazzetta Trentino (affittata per un mese in rotazione ad altre regioni) è meno significativa di un banchetto del mercato, il sito Trentino (affittato per tutto Expo in coabitazione con Isernia!) sembra addirittura chiuso e non attira che qualche sparuta persona (su 100.000 al giorno e ora 150.000 che ci passano davanti)
 
L'unico appiglio sull'investimento è che, malgrado la assoluta e innegabile modestia e mancanza di idee, il successo di Expo (che nei prossimi due mesi diventerà eclatante con un ottobre da fuochi di artificio) consente di far almeno "vedere" il nome "trentino" a milioni di persone di cui oltre il 30% stranieri. Solo Questo può giustificare l'investimento (pochi centesimi per "contatto"), ma certo TUTTE le altre piazzette del Cardo, dico TUTTE, sono più capaci di esprimere un messaggio ed attirare i visitatori (certo i grandi padiglioni fanno il pieno, ma con investimenti e costi di gestione di gran lunga superiori) senza bisogno di sottolineare l'Alto Adige, che posto proprio di fronte al Trentino ha 150 volte in più di visitatori senza strafare (un poco di speck, una simpatica installazione e 3-4 persone sveglie e gentili).
 
Aggiungo quindi la mia delusione a quella già emersa da altri trentini in agosto e purtroppo temo che non vi sia recupero possibile (a fine agosto cessa il periodo della piazzetta dedicata e rimane solo la fanciulla che distribuisce i depliant!).
 
A cura di Umberto Servadei 
Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità

  • Pubblicità
    Pubblicità
Val di Non – Sole – Paganella29 minuti fa

Il Giro d’Italia passa in Val di Non: le indicazioni per la viabilità

Bolzano3 ore fa

Era scomparsa nel 1990: risolto dopo 32 anni il giallo dell’altoatesina Evi Rauter

Trento3 ore fa

Il sindaco Ianeselli e il commissario del Governo Bernabei hanno firmato questa mattina il “Patto sicurezza Trento”

Trento3 ore fa

7 consiglieri della maggioranza chiedono un Consiglio straordinario per l’esame del ddl di Masè sulla terza preferenza

Trento4 ore fa

Il vicesegretario generale dell’Ocse Yoshiki Takeuchi, in visita in Trentino, è stato ricevuto stamani dal presidente Fugatti

Trento4 ore fa

Sono gravissime le condizioni della bimba investita da un’auto a Mezzolombardo

Trento4 ore fa

Coronavirus: 284 nuovi positivi, 55 il totale dei ricoverati di cui 4 in rianimazione

Val di Non – Sole – Paganella5 ore fa

Furioso incendio a Segno

Valsugana e Primiero5 ore fa

Fiamme avvolgono un macchinario nello stabilimento industriale: molte le squadre di vigili del fuoco per spegnere le fiamme

Trento6 ore fa

Tutti gli inquinanti sotto i limiti previsti: ad Aprile in Trentino è buona la qualità dell’aria

Trento6 ore fa

Ancora attivi i contributi provinciali cumulabili a quelli statali per l’acquisto di auto elettriche

Alto Garda e Ledro6 ore fa

Scoperta a Mori una rarissima orchidea

Val di Non – Sole – Paganella6 ore fa

Francesco Antonio Ciarleglio è il nuovo direttore di chirurgia a Cles

Musica7 ore fa

Rovereto rende omaggio a Jan Novák

Italia ed estero7 ore fa

Hacker russi KIlnet di nuovo in azione: bloccati diversi siti ufficiali italiani

Trento1 settimana fa

Mauro Ottobre perde anche in appello con La Voce del Trentino. Dovrà pagare altri 22 mila euro

Trento4 settimane fa

Coronavirus in Trentino: un decesso e salgono contagi e ricoveri nelle ultime 24 ore

Trento4 settimane fa

Coronavirus: 170 nuovi contagi nelle ultime 24 ore in Trentino. Salgono ancora i ricoveri

Trento3 settimane fa

Coronavirus: contagi contenuti e nessun decesso nelle ultime 24 ore

Politica3 settimane fa

Nella prossima seduta consiliare in discussione 6 ddl, compreso quello sulla terza preferenza

Val di Non – Sole – Paganella3 settimane fa

Orso a spasso tra i meleti di Mechel – IL VIDEO

Trento4 settimane fa

Coronavirus: 107 nuovi contagi nelle ultime 24 ore in Trentino. Balzo in avanti dei ricoveri

Val di Non – Sole – Paganella4 settimane fa

Fiamme in centro storico a Denno – IL VIDEO

Italia ed estero4 settimane fa

L’ultima gaffe di Joe Biden: stringe la mano ai fantasmi. Il mondo s’interroga sullo stato di salute del presidente Usa

Trento3 settimane fa

Concerto Vasco Rossi: ecco la viabilità alternativa per minimizzare i disagi

Trento3 settimane fa

Coronavirus: 156 contagi e nuovo balzo in avanti dei ricoveri nelle ultime 24 ore

Telescopio Universitario3 settimane fa

Ricerca, l’Europa premia ancora l’Università di Trento

Trento5 giorni fa

Coronavirus: un decesso e 326 contagi nelle ultime 24 ore in Trentino

Trento6 giorni fa

Coronavirus: contagi e ricoveri in calo nelle ultime 24 ore

Spettacolo4 settimane fa

Lutto nel mondo dello spettacolo, è morta Catherine Spaak

  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

  • Pubblicità
    Pubblicità

Categorie

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

di tendenza