Connect with us
Pubblicità

Trento

Calcio Trento denuncia la Figc: illegale iscrizione del Mezzocorona al campionato.

Non si allenta il braccio di ferro fra il Calcio Trento e il Comitato Trentino della Figc.

Pubblicato

-

Non si allenta il braccio di ferro fra il Calcio Trento e il Comitato Trentino della Figc.

Il club di via Sanseverino, come è noto, non ha digerito il fatto che la federazione abbia concesso al Mezzocorona il diritto di iscriversi regolarmente al campionato di Eccellenza, benché i rotaliani fossero privi di un campo di gioco nel comune dove si trova la sede sociale (negatogli dall'amministrazione comunale) o in uno confinante, come esige il regolamento e benché abbiano ancora conti aperti con giocatori e creditori (che non vedranno mai saldati i propri debiti). 

L''iscrizione al campionato del Mezzocorona ha del clamoroso ed è giunta inaspettata e il caso andrebbe portato alla ribalta degli organi nazionali. Il caso è di per se patetico se si pensa che lo stesso Mezzocorona deve saldare debiti con giocatori, allenatori e personale medico da ormai oltre due anni.

Pubblicità
Pubblicità

Insomma, una disastrosa gestione, che ha portato la squadra del Mezzorocona nel baratro e che tutt'ora fa acqua da tutte le parti e che non si risolverà certo con l'arrivo del consigliere provinciale Bezzi che ci metterà poco a capire di essere finito in un incubo profondo, rischiando così di essere risucchiato dentro mille problematiche da cui è impossibile uscire. 

Il portale calcio.sportrentino.it riporta anche che la Figc trentina ha preso atto che non esistono pendenze economiche nei confronti della federazione e ha accettato il fatto che la squadra di Merlino giochi le partite interne ad Avio, in quanto si è vista rifiutare l'uso di molte altre strutture, e tanto le è bastato per accendere il semaforo verde.

Il Trento ha chiesto, allora, di poter consultare il provvedimento che ha sancito questa decisione, ma il comitato si è rifiutato di dare accesso a queste carte al sodalizio di Mauro Giacca, che ha prontamente reagito, minacciando un'azione legale. Ecco il testo del comunicato stampa diffuso ieri:

Pubblicità
Pubblicità

«La società A.C. Trento S.C.S.D., preso atto della risposta negativa all’istanza di accesso atti avanzata per aver conferma della correttezza seguita dal Comitato Provinciale Autonomo di Trento della Figc nella composizione dell’organico del campionato di Eccellenza 2015/2016, si dichiara stupita dell’atteggiamento di chiusura assunto dalla dirigenza federale trentina. Ciò alla luce anche del fatto che avrebbe costituito un “pericoloso precedente” concedere ad un terzo interessato la possibilità di consultare gli atti che si riferiscono alla propria posizione giuridica.
Ciò premesso, la società stenta a capire quali siano le paure del Presidente Ettore Pellizzari se la delibera è stata assunta nel rispetto della normativa vigente e dei regolamenti federali come da lui dichiarato in plurime interviste.
A fronte di ciò, ritenendo comunque di dover tutelare le proprie ragioni nelle opportune sedi, la società A.C. Trento S.C.S.D. comunica di aver già conferito incarico allo studio legale Di Cintio Ferrari di Bergamo per valutare le opportune azioni in ogni sede giudiziaria».

Giacca chiede giustizia sportiva, etica e morale, e fa bene a farlo per non creare un precedente pericoloso che potrebbe aprire la strada a truffatori ed abili ed inquietanti personaggi che si sono anche accomodati nella cabina di regia del Trento negli anni scorsi con i risultati che sono sotto gli occhi di tutti. 

Il concetto è chiaro, agendo così la federazione dice: tu puoi non pagare i giocatori e i fornitori e avere anche milioni di euro di debiti, basta che paghi la federazione. Evviva la trasparenza e la qualità dei bilanci. Risulta peraltro emblematico il caso del campo di Avio. Il sindaco ha riferito di aver incassato dal presidente Grassi l'affitto anticipato per un anno. I creditori si sono chiesti, perché con quei soldi non siamo stati pagati noi? 

Altri articoli sull'argomento:

Trento calcio: chiesta sospensione campionati.

Pubblicità
Pubblicità

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

  • Auto elettriche, ricarica rapida: arriva la batteria del futuro che “fa il pieno” in cinque minuti
    I veicoli elettrici con tutti i loro vantaggi legati ai livelli di prestazioni e di emissioni, stanno diventando una componente essenziale per affrontare la crisi climatica internazionale. Un passo da compiere quasi inevitabile e già avviato in molti Paesi con l‘avvio di sussidi per l’acquisto di veicoli elettrici, ma ancora scoraggiato dai lunghi tempi di […]
  • Il Curriculum del futuro è anonimo: la Finlandia è la prima a sperimentarlo
    Per evitare discriminazioni di razza, sesso o età, in Finlandia stanno spopolando le selezioni anonime per chi è alla ricerca di lavoro. Una novità importante per gli uffici del Comune di Helsinki, che dalla scorsa primavera stanno sperimentando un processo di selezione del personale totalmente anonimo. La fase di analisi dei curriculum avviene senza che […]
  • Path, l’universo sotterraneo di Toronto
    Quando il cielo cede velocemente il passo alle perfette geometrie della selva di grattacieli del centro, dominati dalla Canadian National Tower si apre la città di Toronto in Canada, con i suoi grandi villaggi residenziali, i suggestivi quartieri periferici e le enormi strade che corrono verso il cuore della metropoli. Nonostante si mostri davvero affascinante, […]
  • Il primo cuore artificiale ottiene marchio CE: ora può essere venduto in tutta Europa
    La tutela della salute è una sfida che coinvolge medici, scienziati ed ingegneri, insieme impegnati da secoli per rendere sempre più concreta la possibilità di trovare soluzioni in grado di compensare le scarse disponibilità dei donatori e aiutare la vita delle persone che soffrono di particolari patologie. Negli ultimi anni la ricerca ha reso questa […]
  • Liberare l’agricoltura dai vincoli climatici con intelligenza artificiale e serre verticali
    L’inarrestabile evoluzione dell’intelligenza artificiale allarga si suoi già immensi confini coprendo anche l’importante mondo dell’agricoltura, puntando ad una vera rivoluzione agricola. L’esperimento di respiro europeo porta l’intelligenza artificiale nella conduzione di serre verticali che aiutano a rendere la produttività 400 volte superiore rispetto a quella tradizionale di colture orizzontali. Sfruttando l’intelligenza artificiale, con l’aiuto di applicazioni […]
  • Cereria Ronca: il posto dove alta qualità e rispetto per l’ambiente si incontrano
    Da oltre 160 anni, le candele della Cereria Ronca danno un tocco di luce e calore agli spazi dei propri clienti: cilindri, sfere, tortiglioni adatte ad ogni occasione vengono create ad hoc per illuminare e profumare l’ambiente. Dal 1855, infatti, Cereria Ronca produce e vende candele made in Italy a marchio, personalizzate o per conto di […]
  • Locherber Milano e l’arte della profumazione di ambiente
    Candele, diffusori, intense fragranze ed eccellenza sono i pilastri di Locherber Milano, brand creato dopo tre generazioni di sviluppo di prodotti cosmetici e grazie al connubio tra precisione svizzera e passione Italiana. L’azienda, gestita autonomamente grazie alla conduzione familiare, permette di mantenere un ethos invariato ed una propria libertà creativa. Le fragranze esclusive di Locherber Milano […]
  • Thun: l’atelier creativo simbolo di Bolzano e dell’Alto Adige
    La storia di THUN ha inizio nel 1950 con la nascita del primo Angelo di Bolzano, la dolce figura ceramica che Lene Thun modellò guardando i figli che dormivano. Oggi l’Angelo è universalmente riconosciuto come simbolo dell’Alto Adige e della città di Bolzano, ed è presente in moltissime case italiane ma non solo. Negli anni […]
  • “ Kalabria Coast to Coast”: un cammino di 55 km per vivere la vera essenza della Calabria
    La Calabria è la regione dove mare e montagna sono così vicini da poter essere vissuti nella stessa giornata: caratteristica unica e particolare che ha spinto la nascita di “Kalabria Coast to Coast”, un percorso naturalistico di 55 km da assaporare a passo lento tra filari di vite, distese di ulivi, boschi e piccoli caratteristici […]

Categorie

di tendenza