Connect with us
Pubblicità

Italia ed estero

Donald Trump, l’antipolitica alla conquista degli Stati Uniti

Sembra una commedia. Anzi, una tragedia. Donald Trump, celebre, stravagante e discusso imprenditore statunitense resta saldamente in testa ai sondaggi dopo il primo dibattito televisivo tra i candidati repubblicani, con il 24% delle preferenze.

Pubblicato

-

Sembra una commedia. Anzi, una tragedia. Donald Trump, celebre, stravagante e discusso imprenditore statunitense resta saldamente in testa ai sondaggi dopo il primo dibattito televisivo tra i candidati repubblicani, con il 24% delle preferenze.

Sessantanove anni, tre mogli e cinque figli, Trump ha ereditato dal padre l’attività nel settore edile, diventando uno degli imprenditori più ricchi d’America. La sua fama la deve, però, a The Apprentice, il talent show della Nbc per giovani aspiranti manager, in cui ha interpretato il ruolo di boss incaricato di individuare il concorrente con le doti manageriali migliori.

Da quando in giugno ha annunciato la sua candidatura alle primarie repubblicane, il magnate americano ha seminato il panico tra gli altri sedici sfidanti conquistando contro ogni aspettativa la testa dei sondaggi. Il suo tratto distintivo? Un brutale populismo. Tra le dichiarazioni delle ultime settimane: “La pigrizia è un tratto caratteristico dei neri”; “Il Messico non ci manda i migliori, spedisce da noi drogati, criminali, stupratori”; “Il senatore McCain non è un eroe di guerra. Si può chiamare eroe qualcuno che è stato catturato? A me piacciono quelli che non si fanno catturare”; “L’unica differenza tra me e gli altri candidati è che io sono più onesto e le mie donne più belle”.

Pubblicità
Pubblicità

Trump è un prodotto dell’informazione-spettacolo, deve il suo successo alla confluenza tra mezzi di comunicazione, intrattenimento e politica. Ne ha dato l’ennesima prova durante il dibattito tra i candidati alla nomination repubblicana, organizzato dal canale televisivo Fox News e da Facebook il 6 agosto scorso. Messo sotto torchio dalla moderatrice Megyn Kelly per aver definito alcune donne “grassi maiali”, “cani” e “animali disgustosi”, Trump ha impunemente aggirato la domanda della giornalista, sostenendo che né lui né gli Stati Uniti hanno tempo da perdere con il politicamente corretto. Nella gestualità, ancor più che nelle parole, ha dimostrato di essere perfettamente a suo agio davanti alle telecamere.

La stampa americana non ha potuto fare a meno di notare le molteplici somiglianze con l’ex presidente del Consiglio italiano, Silvio Berlusconi. Entrambi, infatti, hanno cominciato la loro attività imprenditoriale nel campo dell’edilizia ed entrambi hanno saputo sfruttare il potenziale del piccolo schermo per infiltrarsi nell’immaginario della gente. Entrambi sono onnipresenti: nel caso di Trump, il suo marchio non è impresso solo sui grattacieli che ha fatto costruire, ma anche su casinò, materassi, vestiti e profumi. Inoltre, il magnate americano è anche sponsor di Miss America a Miss Universo.

Sia l’ex Cavaliere che il palazzinaro di New York sono abili come pochi a fare dei propri vizi virtù. Ecco che allora le gaffes si trasformano in schiettezza, gli insulti in autenticità e la presunzione in saggezza. Le somiglianze tra i due non finiscono qui. Con la sua retorica contro la politica e i partiti, tacciati di immobilismo, inettitudine e corruzione, Trump si impone come vero paladino dell’antipolitica, così come lo fu Berlusconi a tempi della sua “discesa in campo”.

Pubblicità
Pubblicità

Ma Donald Trump è anche molto di più. Nei suoi discorsi si ritrova un mix di nazionalismo e populismo che tanto somiglia a quello dei vari Syriza, Podemos, Front National, Ukip e Movimento Cinque Stelle, che hanno sconvolto la scena politica europea, mettendo in discussione la tradizionale alternanza tra centro-destra e centro-sinistra.

In tal senso, Trump è solo apparentemente una creatura degenerata del suo partito. La sua xenofobia, la sua rabbia e la sua idea della supremazia americana non sono solo sentimenti che i repubblicani hanno incoraggiato in questi anni, ma sono soprattutto gli effetti collaterali di un cinismo dilagante che si è impossessato della società americana, da tempo stufa dei cattivi esempi offerti dalla politica.

Per comprendere il successo del magnate americano, non bisogna concentrarsi troppo sul fatto che corra con i repubblicani. Lo ha detto lui stesso: se non riuscirà ad affermarsi alla guida del partito, vaglierà la possibilità di presentarsi alle elezioni come candidato indipendente. Sarebbe una scelta del tutto logica: Trump è una creatura che trascende i partiti, il sintomo di una patologia eversiva che non ha colpito solo la base repubblicana, l’emblema di una politica svuotata dagli ideali e schiava degli umori della società.

Anche se per lui la conquista della nomination repubblicana continua a rimanere un miraggio, c’è il rischio concreto che Trump condizioni irrimediabilmente la campagna elettorale americana, obbligando i suoi avversari a rincorrerlo sul terreno della politica che preme sulla rabbia e sulle paure.

Sarebbe un errore fatale. Lo spauracchio Trump si combatte indicando la strada per un futuro migliore. Gli Stati Uniti hanno bisogno di eroi, non di mostri.

Pubblicità
Pubblicità

  • Pubblicità
    Pubblicità

Necrologi

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

  • Negozi online, come aprirli e gestirli
    Ad oggi, il commercio online è diventato un’abitudine sempre più consolidata, portandolo ad essere un settore un forte espansione. Di conseguenza aprire un negozio online potrebbe essere una buona occasione imprenditoriale e di auto impiego.... The post Negozi online, come aprirli e gestirli appeared first on Benessere Economico.
  • Legge di Bilancio 2022, qualche anticipazione delle misure
    Da pochi giorni è stato approvato il documento programmatico di bilancio che definisce le linee di intervento che verranno inserite nella manovra finanziaria, incidendo sui principali indicatori macroeconomici e di finanza. Legge di Bilancio 2022,... The post Legge di Bilancio 2022, qualche anticipazione delle misure appeared first on Benessere Economico.
  • RIPARTE L’ECONOMIA MA MANCA IL PERSONALE!
    Le soluzione di YWN – la rete nazionale delle imprese Il mondo del lavoro è oggi tormentato da una miriade di problemi ulteriormente aggravati dalla pandemia che ci accompagna ormai da quasi due anni. La... The post RIPARTE L’ECONOMIA MA MANCA IL PERSONALE! appeared first on Benessere Economico.
  • IL TEAM BUILDING AZIENDALE MOTORE DELLA RIPARTENZA
    La motivazione del personale strategia centrale nel business plan della ripresa. Condividere sorrisi, esperienze, riflessioni per consolidare lo spirito di squadra e la voglia di normalità negli ambienti di lavoro diventa oggi la leva principale... The post IL TEAM BUILDING AZIENDALE MOTORE DELLA RIPARTENZA appeared first on Benessere Economico.
  • Caro bollette, tutti gli aiuti approvati per contare gli aumenti
    Dal 1 ottobre, come annunciato, sono scattati gli aumenti in bolletta per gas ed elettricità rispettivamente del 14,4% e del 29,8% per la famiglia tipo. Per contenere l’emergenza, il Governo ha stanziato oltre 3 miliardi... The post Caro bollette, tutti gli aiuti approvati per contare gli aumenti appeared first on Benessere Economico.
  • Al via i ristori per il turismo: pubblicate le procedure sul sito del Ministero
    Il Ministero ha pubblicato le linee guida per accedere ai ristori riservati agli operatori del turismo. L’obiettivo del Ministero è quello di informare i potenziali beneficiari al fine di produrre la documentazione necessaria per fare... The post Al via i ristori per il turismo: pubblicate le procedure sul sito del Ministero appeared first on Benessere […]
  • Il potenziale benefico delle piante da arredamento
    Oltre ad essere decorative, le piante in casa aiutano a migliorare il benessere psicofisico. Infatti, predisporre degli spazi verdi tra le mura domestiche significa contribuire positivamente sull’aspetto estetico degli ambienti, ma anche alla salute. In particolare, le piante interagiscono con l’ambiente diminuendo la presenza di polvere in casa, favorendo la rimozione delle tossine e assicurando […]
  • Appartamenti moderni fatti in tubi di cemento, Hong Kong trova la soluzione per la crisi immobiliare
    L’improvviso aumento della popolazione, ha portato Hong Kong ad attraversare una crisi immobiliare dettata proprio dalla crescita della domanda di alloggi. Di conseguenza, con i prezzi immobiliari alle stelle e i sempre più scarsi spazi disponibili, l’architetto James Law ha trovato una soluzione davvero innovativa per risolvere il problema della carenza di appartamenti. L’architetto ha […]
  • Verso una caricabatterie universale per tutti i dispositivi mobili, la proposta dell’UE
    Da una proposta presentata dalla Commissione Europea, spunta la possibilità di un carica batterie universale e utilizzabile per qualsiasi dispositivo mobile. Con l’obiettivo di ridurre i rifiuti, la proposta punta quindi ad armonizzare i cavi di ricarica su una serie di dispositivi elettronici venduti nell’Unione Europea. In particolare, è stato proposto di puntare sull’utilizzo del […]
  • In Cile, il meraviglioso hotel interamente ecologico costruito con container ricilati
    Negli ultimi anni, il mondo dei viaggi tende sempre di più verso la sostenibilità e il rispetto per l’ambiente tanto che la ricerca di spostamenti meno inquinanti, i cottage o le casette in legno immerse nella natura, sono diventate una vera e propria tendenza. La ricerca di alloggi in strutture sempre più originali è in […]

Categorie

di tendenza