Connect with us
Pubblicità

La Sfera e lo Spillo

La Juve trionfa in Cina

 

La Vecchia Signora approda a Shanghai che nella lingua cinese significa “sul mare o verso il mare”, la città più popolosa della Repubblica Popolare Cinese con i suoi 23.800.000 abitanti è da considerarsi il centro di gravità economico e finanziario del Paese asiatico.

Pubblicato

-

Pubblicità

Pubblicità

 

La Vecchia Signora approda a Shanghai che nella lingua cinese significa “sul mare o verso il mare”, la città più popolosa della Repubblica Popolare Cinese con i suoi 23.800.000 abitanti è da considerarsi il centro di gravità economico e finanziario del Paese asiatico.

La metropoli possiede un porto tra i più trafficati con Singapore e Rotterdam.

Pubblicità
Pubblicità

Definita come la “Parigi d’Oriente” o “Perla d’Oriente” raffigura un agglomerato dinamico, di grande aspirazione commerciale e particolarmente alla moda.

Sabato 08 agosto ore 20.00 (ore 14.00 in Italia), si gioca allo Shanghai Stadium la contesa tra Juventus FC e SS Lazio, la finale della Supercoppa italiana.

La serata meteo in riva al fiume Huangpu è calda e particolarmente ventosa, il cielo è parzialmente nuvoloso e la temperatura misurata di ventinove gradi centigradi.

Pubblicità
Pubblicità

Il fischietto dell’incontro è affidato al quarantunenne, di Livorno, Luca Banti.

La guida tecnica di Vinovo schiera il modulo 3-5-2 con Buffon in porta. La difesa organizzata dai lunghi, Barzagli, Bonucci e Caceres; sui binari esterni, Lichtsteiner ed Evra; nel reparto nevralgico del campo, si colloca il regista Marchisio, in compagnia di Sturaro e Pogba; davanti, il tandem assortito, Coman e Mandzukic.

La guida tecnica di Formello sceglie il modulo 4-3-3 con Marchetti tra i pali.Il pacchetto arretrato composto da Basta, De Vrij, Gentiletti e Radu; davanti alla difesa funge da frangiflutti il tris, con Onazi, Biglia e Cataldi; in avanti il tridente con Candreva e Felipe Anderson e il puntello Klose.

Il green è in pessime condizioni e la Lega calcio è in aperta polemica con la società cinese organizzatrice dell’evento che non consente agli agronomi italiani di pianificare un intervento forse, palliativo ma essenziale sul terreno di gioco.

Tralasciando le polemiche sul manto erboso e quelle delle inquadrature della diretta tv il match è vibrante e combattuto.

E’ un primo tempo che dal punto di vista stilistico è noioso giocato soprattutto a metà campo contraddistinto da schermaglie sul piano fisico e confuse trame di gioco.

Le difese emergono sugli avanti e le mediane si annullano a vicenda per buona parte della prima frazione di gara.

Gli aquilotti di Stefano Pioli reduci da un mercato conservativo si presentano con la difesa blindata, il centrocampo combattivo e il reparto avanzato sterile e sbiadito.

Gli undici di Massimiliano Allegri recuperano in extremis Andrea Barzagli ma devono rinunciare alla grinta di Giorgio Chiellini, al dinamismo di Kwadwo Asamoah, all’estro di Sami Khedira e alla classe di Alvaro Morata, alle prese con fastidiosi infortuni.

Il navigato tecnico di Livorno riesce a mascherare le pesanti assenze inserendo nel collaudato telaio bianconero il veloce Martin Caceres, l’esperto Patrice Evra, il sanguigno Stefano Sturaro e il promettente Kingsley Coman.             

Nel secondo tempo i Sabaudi cingono d’assedio la torre dell’aquila e sfiorano il vantaggio con Mandzukic e con la perla francese, Paul Pogba.

Il giocatore croato sbaglia la conclusione sull’uscita di Marchetti, mentre il “dieci” piemontese accarezza il montante con un pregevole fendente.

La Juventus vince la settima Supercoppa italiana con le reti di Mario Mandzukic, che corregge sottomisura di testa un cross di Sturaro (al minuto 69) e Paulo Dybala (subentrato a Coman) che trafigge Marchetti con un tiro caparbio e velenoso (al minuto 73) sfruttando un appoggio dorato di Pogba.

Dopo il triplice fischio di Banti la Vecchia Signora festeggia alzando al cielo la coppa. Dopo Roma la città eterna, è Shanghai la regina d’Oriente a regalare il successo ai campioni d’Italia.

Il pubblico cinese apprezza e gioisce; alla conquista del trofeo, alla conquista del mercato.

Emanuele Perego             www.emanueleperego.it              www.perego1963.it

 

Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità

  • Pubblicità
    Pubblicità
Val di Non – Sole – Paganella10 ore fa

Andalo, cambia il sistema di conferimento dei rifiuti da parte delle aziende

Italia ed estero11 ore fa

Addio al bonus 18enni, i fondi a spettacoli ed editoria

Val di Non – Sole – Paganella13 ore fa

L’intera Val di Non imbiancata: Vigili del Fuoco al lavoro

Trento13 ore fa

Ordine Infermieri: «Restituire ai pazienti la vicinanza dei familiari significa restituire un diritto umano»

Trento14 ore fa

La decorazione natalizia della polizia di Stato sul grande abete in piazza Duomo

Trento14 ore fa

Weekend dell’Immacolata, neve in esaurimento. Domenica traffico da bollino nero

Musica15 ore fa

Isera, Palazzo de’ Probizer: Agorart Ensemble in concerto

Fiemme, Fassa e Cembra15 ore fa

Nuovo ospedale di Cavalese: una grande proposta per i bisogni della comunità

Trento16 ore fa

Superato il limite della decenza: ora rubano i vasi di rame dai cimiteri

Trento16 ore fa

Neve in Trentino, la situazione della viabilità alle ore 10.30

Val di Non – Sole – Paganella16 ore fa

A Spormaggiore arriva il “Consiglio comunale dei ragazzi”

Trento17 ore fa

5 centimetri di neve a Trento, in azione la macchina comunale. Nel pomeriggio in arrivo la pioggia

L'Editoriale17 ore fa

In Trentino centrodestra ancora favorito. La leadership cambia a favore di Fratelli d’Italia

Trento17 ore fa

Arrivano i turisti: la stagione invernale si apre con successo

Italia ed estero18 ore fa

Dal 12 al 16 dicembre mobilitazioni nazionali contro la manovra di bilancio: le motivazioni

Valsugana e Primiero3 settimane fa

Monica Cadau perde il ricorso al TAR e dovrà risarcire il comune di Borgo e il Ministero

Trento3 settimane fa

A Trento è arrivata “Pokè Monade”, la Poke trentina!

Io la penso così…1 settimana fa

Coredo: «I maiali che mangiavano fango: il veterinario si dimetta»

Trento2 settimane fa

Avvistato un branco di lupi tra Centa San Nicolò e Caldonazzo

Io la penso così…5 giorni fa

Sono fan dei Maneskin…ma quando si esagera non va bene

Val di Non – Sole – Paganella3 settimane fa

Morte neonato a Cles: era già successo 42 anni fa

Trento3 giorni fa

Circonvallazione ferroviaria Trento: pian piano la verità viene a galla

Trento3 settimane fa

I pendolari della sanità trentina: «È l’unico modo per curarsi e rimanere in vita»

Trento1 settimana fa

Gallerie Martignano: da dicembre saranno attivi gli autovelox

Val di Non – Sole – Paganella4 settimane fa

Massimiliano Lucietti è morto mentre era a terra per sparare

Le ultime dal Web4 settimane fa

Tesla Model Y impazzita uccide due persone – IL VIDEO

Val di Non – Sole – Paganella3 settimane fa

Non più lezioni, ma esperienze in montagna. A Molveno apre la nuova «Non scuola di sci»

Meteo2 giorni fa

Da giovedì sera sul Trentino torna la neve anche a quote basse

Trento4 settimane fa

Non poteva essere l’avvocato della Provincia di Trento. La corte dei Conti chiede 113 mila euro di risarcimento a Giacomo Bernardi

Val di Non – Sole – Paganella6 giorni fa

Paura nella notte a Cles: a fuoco un’abitazione in zona Spinazzeda

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Categorie

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

di tendenza